Lampedusa 2022

I Caraibi d'Italia
 

Giovedì 7 luglio 2022

Partenza da Malpensa, con i nostri amici, direzione Lampedusa orario di volo 10.50, arrivo ore 13.00 con Easyjet, precisi e volo sereno. La discesa dalla scaletta e il toccare il suolo è già una forte emozione per averlo fatto esattamente 25 anni prima. Il sole è deciso, si sente, poiché siamo ad una latitudine ben più vicina all’Equatore, siamo passati dal parallelo 45 del Piemonte al 35 di Lampedusa. Transfer in alloggio, bellissimo, in zona Terranova con camera cucina e bagno perfettamente arredati e un grazioso dehors antistante per le cene con vista città e mare dall’alto. La location è particolarmente esaltata da giardino verde che cinge una piscina deliziosa.

Da lì a poco arrivano scooter e auto per i nostri amici che hanno un bimbo.

Partenza contestuale per la spiaggia del paese: la Guiggia; già assaporiamo un mare chiaro e ristoratore anche in fatto di temperatura; rinfrescata e primo sole la fanno da padrona in questo giorno così particolare per aver mutato nello spazio e nel tempo così tante cose.

Cena a casa con pesce comperato nella pescheria del porto nuovo, deliziosi spaghettata con gamberi e pomodorini.

Venerdì 8 luglio

È la volta di Cala Croce, consigliata, giacché più piccola della Guiggia del giorno prima; qui mare splendido e giornata tra colori e sapori tipici del mediterraneo. Rientro a casa per prepararsi alla cena, questa volta alla “Risacca” uno dei più blasonati dell’isola. La proprietaria Carmen con i suoi collaboratori creano un habitat e dei piatti davvero unici. Mangiato benissimo a base di pesce freschissimo e una cassata e cannolo scomposto dalle bontà celestiali preparati in casa dalle magistrali mani della signora.

Sabato 9 luglio

Questa giornata è dedicata alla Spiaggia dei Conigli, prenotata in forza ad un obbligo imposto, giustamente, da Legambiente prima di partire; la prenotazione è per la fascia pomeridiana 14.30/19.30. In attesa di scendere in questo che poi si è rivelato un paradiso terrestre ci siamo fermati in una cala attigua: Cala Madonna, graziosa, piccola e abbastanza riservata con ombrelloni a pagamento ma anche un discreto spazio per gli altri fruitori.

Alle 14.20 pronti per la discesa a mare per la spiaggia e l’Isola dei conigli; consigliate scarpe ginniche che possano tenere la caviglia ferma perché si scende su un terreno non sempre solido e compatto, a tratti anche scosceso. Le immagini che si presentano alla vista sono quelle di una bellezza naturale unica, che toglie il fiato anche a chi ci è già stato. Punti di osservazione permettono foto, da conservare per i monitor invernali, che mai ridaranno le emozioni percepite sul luogo dai cinque sensi. Lungo la discesa si scorge perfettamente incastonata quella che era una residenza del grande Domenico Modugno che c’aveva visto lungo nel farsi una location con piscina naturale attigua. Si scende ancora qualche passo ed è la spiaggia dei conigli tanto acclamata in ogni dove; la sensazione di sabbia bianchissima e mare azzurro porta la mente a mete esotiche, niente di tutto ciò: siamo perfettamente in Italia, almeno politica, poiché il territorio fisico è quello africano (pensate che Lampedusa resta a 100 km a sud di Tunisi).

Giornata indimenticabile anche per il fatto che sulla parte di spiaggia vicina all’isola dei conigli vi erano due nidiate di tartarughe Caretta-Caretta opportunamente cautelate con delle gabbiette e osservate dai mitici e instancabili volontari di Legambiente, che ci riferiscono che per fine agosto schiuderanno le uova per prendere poi il largo sul mare cristallino antistante. Risalita verso le 19 dopo una giornata unica e memorabile. La prenotazione si effettua gratuitamente su un sito appositamente dedicato.

Domenica 10 e lunedì 11 luglio

Queste due giornate la dedichiamo ad un’altra caletta consigliatissima: Cala Francese. Manco a dirlo spiaggia tipica lampedusana dai colori chiari e mare cristallino. Nei pressi bar e ristoranti panoramici che fanno da cornice anche con personale simpatico e gioioso.

Martedì 12 luglio

La migliore giornata delle vacanze: gita in motoscafo preso a nolo al porto. Partenza ore 10 per il periplo dell’isola iniziando in direzione occidente: quindi visite dal mare di Cala Croce, Cala Madonna sino ad arrivare alla caletta di acqua cristallina della Tabaccara; qui le barche sembrano davvero sospese e l’acqua ha un colore davvero invitante; bagno un po’ rischioso per la presenza di meduse che un po’ infastidivano.

Pronti via per seguire il giro ed arrivare a circumnavigare l’isola dei conigli con la spiaggia attigua. Posto davvero unico e raro al mondo. Il piacere di cotanta natura generosissima anche per la presenza di pesci straordinari; le meduse in questo posto erano pressappoco sparite. Proseguendo si incontra Cala Pulcino, ufficialmente vietata per pericolo di caduta massi ma vi erano presenti villeggianti dalla ricorrente tradizione italica. Si giunge così al punto più occidentale con vista del faro sino a ripercorrere tutta la costa del nord rappresentata essenzialmente da scogli, a volte altissimi, con qualche bella insenatura. Nella parte orientale si scorgono le cale di Mare Morto, Cala Creta, Cala Pisana sino a scorgere la struttura che accoglie il centro di recupero delle tartarughe marine.

Ultima tappa degna di note è quella delle Grottacce, rientranza che forma una sorta di piscina naturale con falesie altissime. Rientro in porto e fine della giornata. Consigliatissima gita anche ad un prezzo davvero economico 70 di noleggio e 35 di carburante.

Mercoledì 13 luglio

Questa giornata è nuovamente dedicata alla spiaggia dei conigli, prenotata anch’essa prima di partire; la prenotazione è, in alternativa alla precedente, per la fascia mattutina 08.30/13.30.

Alle 09.00 pronti sulla discesa a mare per la spiaggia e l’isola dei conigli. Le immagini riformulano alle nostre menti le immagini del sabato precedente con una diversità di luce. Giornata indimenticabile con risalita faticosissima, verso le 13, per via della temperatura rovente. Rientro a casa per un meritato ristoro.

Giovedì 14 luglio

Ahimè, valigie e ripartenza pongono già quel velo di malinconia tipica di fine vacanza, ma ci diamo coraggio per un saluto alla proprietaria del Ristorante La Risacca, proprietaria anche degli alloggi che ci hanno ospitato e giro panoramico in motorino. Ore 12.00 aeroporto ripartenza e atterraggio afosissimo della Malpensa. Non ci sono parole, la sensazione è quella di un rientro tra le marionette che corrono all’impazzata e noi che osserviamo attoniti un ritmo che per soli 8 giorni abbiamo sapientemente accantonato.

Guarda la gallery
img_20220710_wa0005

20220709_145405

20220709_155828

20220712_111222

20220712_123025

20220713_092010

20220713_121931

img_20220708_wa0000

img_20220710_wa0016

img_20220713_wa0041



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Pélagie
    Diari di viaggio
    lampedusa 2022

    Lampedusa 2022

    Giovedì 7 luglio 2022Partenza da Malpensa, con i nostri amici, direzione Lampedusa orario di volo 10.50, arrivo ore 13.00 con...