Lambratesi in malesia

18 agosto - Kuala Lumpur Oggi, con un volo da Phnom Penh, siamo arrivati nella capitale della Malesia. Dopo aver pagato una cifra astronomica al tassista che ci ha portati in città, troviamo alloggio nel peggior albergo di chinatown, quattro letti in una stanza squallida, bagni in comune. Capiamo subito che la Malesia non è economica come il...
Viaggiatori: fino a 6

18 agosto – Kuala Lumpur Oggi, con un volo da Phnom Penh, siamo arrivati nella capitale della Malesia. Dopo aver pagato una cifra astronomica al tassista che ci ha portati in città, troviamo alloggio nel peggior albergo di chinatown, quattro letti in una stanza squallida, bagni in comune. Capiamo subito che la Malesia non è economica come il resto dell’Indocina. In serata abbiamo giusto il tempo di fare un po’ di foto sotto le Petronas Tower, che si spengono circa verso le 23:00 lasciandoci in una triste penombra poco fotogenica. Dirottiamo allora in una delle vie più caotiche della città, la Sultan Ismail, che pulsa di vita notturna. La città ricorda le scenografie alla Blade Runner, la popolazione è del tutto eterogenea, malesi, cinesi, indiani, musulmani, ma in giro si vedono poche facce occidentali. In un locale, al cui centro della pista c’è un acquario con due squali dentro, facciamo le ore piccole prima di tornare al nostro tugurio.

19 agosto – KL – verso la costa – Kuala Selangor Risveglio della camerata, malumori di chi se ne vorrebbe andare da Kuala Lumpur. Passiamo la mattinata nel giardino ornitologico, un immenso parco coperto da reti in cui volano innumerevoli e coloratissime specie di uccelli. Dopo una colazione abbondante fra tucani e fenicotteri, ci dirigiamo verso l’inevitabile servizio fotografico diurno alle Petronas. Sembra davvero esserci poco altro da vedere in questa città.

Alle tre di pomeriggio, con un colpo di mano, fermiamo un tassinaro e gli diciamo di puntare verso Kuala Selangor, una cittadina sulla costa con diverse cose interessanti da vedere. La prima è il vecchio forte portoghese, dove fra le mura ed i cannoni arrugginiti vive una numerosa colonnia di scimmie, dei macachi i cui cuccioli sono di un color giallo vivo. Si può arrivare in cima alla collina anche con un trenino turistico, ma è di una tristezza infinita, la salita non è molto impegnativa; una bella passeggiata è molto meglio. Stiamo attenti a schivare i bisognini delle scimmie che vediamo saltare da un albero all’altro. Il panorama sul mare è molto bello, mi ritrovo a fantasticare su storie di pirati, arrembaggi e sandokanate varie. Al ritorno dalla gita al forte, conosciamo due ragazze, un’olandese ed una laotiana, che si aggregano a noi. Ceniamo assieme e decidiamo di andare a vedere le colonie di lucciole che abitano lungo il fiume. Alla stazione degli autobus non c’è anima viva, mancano solo i cespugli che rotolano. Senza perdere coraggio, entriamo in un internet point nella piazza, per chiedere informazioni al giovane gestore malese, Roy. Fortunatamente parla un po’ di inglese, ma non sa se ci siano mezzi pubblici che arrivino fino al fiume di notte. Con molta disponibilità, chiama un suo amico, Texas, il quale si offre addirittura di accompagnarci lui. Dopo una mezzoretta di macchina, arriviamo al fiume, dove prendiamo due sampan che si inoltrano nel buio sulle acque scure e placide. Lo spettacolo delle lucciole è notevole, popolano a milioni gli alberi lungo le rive, pulsando come luminarie. Il silenzio è rotto solo dal fruscio della vegetazione e da qualche rana che gracida. Quando torniamo a riva, Roy e Texas ci chiedono se abbiamo sonno. Alla nostra risposta ovviamente negativa. Ci portano prima in un luna park nelle vicinanze, e poi in un bar karaoke vicino al porto. Fra un piatto traboccante di polipi piccanti, una cantatina, balli e fiumi di birra, ci divertiamo come dei ragazzini. Frase conclusiva della serata, di Andre rivolto a Roy: ” I send an email to you when I put my foot on the italian pocodio”. No comment. Ora solo il ventilatore sopra di noi agita la notte, fuori scroscia la pioggia. Il dio dei viaggiatori è con noi, basta non perdere mai la speranza di trovare gente amichevole.



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo

Città bellissima

città bellissima

L’Antica Salumeria a Roma, Piazza Rotonda

L'Antica Salumeria a Roma, Piazza Rotonda

Viaggio nella Città Eterna

Viaggio nella Città Eterna Ottobre 2021, io e la mia ragazza avevamo da tempo deciso...

Leggi i Diari di viaggio su Malesia
Diari di viaggio

Escursioni da Singapore

Singapore è una città stato forse tra i luoghi più ordinati e puliti del mondo, paragonata ad una piccola Svizzera d'oriente, dove...

Diari di viaggio

Viaggio semi avventuroso da Bali a Kuala Lumpur

Da Bali a Kuala Lumpur, dal 26 dicembre 2013 al 27 aprile 2014 Viaggio semi avventuroso in Indonesia, Filippine, Myanmar, Thailandia,...

Diari di viaggio
ARCIPELAGO MALESE

ARCIPELAGO MALESE

Guardando le foto dell'album mi è venuta voglia di raccontare il mio viaggio. Dal 1 gennaio 2012 al 30 marzo 2012. 1 gennaio 2012... ...

Diari di viaggio

Malaysia e Singapore street power

Asia is calling. Ancora una volta. Irrimediabilmente. Contrariamente al solito, questa volta abbiamo prenotato tutto all’ultimo momento,...

Diari di viaggio
la portacontainer

Overland Italia Australia: navigazione e arrivo!

Buon anno! Sono arrivato in Australia, ci sono riuscito! Ecco l'ultimo aggiornamento del viaggio partendo da dove ci eravamo lasciati. Ero...

Diari di viaggio
sunset langwaki

Overland Italia Australia: tappa in Malesia

Carissimi che mi seguite da mesi: oggi è Natale e qualunque significato diate alle festività, auguro una giornata felice e serena. Qui a...

Diari di viaggio

Overland Italia Australia: sulle sponde del Baikal

Proseguendo il mio diario, il giorno dopo l’arrivo burrascoso a Irkutsk, lo splendore del lago Baikal mi ha ampiamente ripagato delle...

Diari di viaggio
Malesia - Kuala Lumpur e Perhentian (consigli veloci)

Malesia: Kuala Lumpur e Perhentian di consigli veloci

APPENA ARRIVATI Dall'aeroporto di Kuala Lumpur per arrivare in città dovrete innanzitutto trasferirvi al terminal principale (c'è un...

Diari di viaggio

Overland Italia Australia: l’arrivo a Mosca!

Ci sono riuscito, cinquantuno ore e sei treni dopo la partenza da Sesto Calende, ho raggiunto Mosca. Ho lasciato il mondo latino, quello...

Diari di viaggio
Georgetown

Giorni malesi

Una miriade di isole ricoperte da giungle impenetrabili popolate da tribù, animali feroci e governate da sultanati delle culture più...