Lago di Garda e non solo

Quattro giorni alla scoperta delle bellezze del lago di Garda e dei suoi dintorni
Scritto da: Luve
lago di garda e non solo

Una meta vicina, che abbiamo sempre trascurato, e un viaggio come piace a noi: il lago di Garda da Peschiera a Limone in scooter (passando ad est)!

Itinerario

(quattro giorni  a metà giugno)

  • Peschiera del Garda – ciclabile del Mincio – Borghetto sul Mincio
  • Rientro a Peschiera – Malcesine – Riva del Garda
  • Riva del Garda – lago di Tenno – Canale di Tenno – Limone del Garda – rientro a Riva
  • Strada del Ponale – Lago di Ledro

Primo giorno

Arriviamo a Peschiera del Garda, dove ci aspettano le bici per la piccola deviazione sulla ciclabile del Mincio, e ci sorprendiamo: la cittadina è piacevole, con un bel centro e un intrico di canali. Ne approfittiamo per un caffè bordo acqua prima della pedalata!

Recuperate le bici, comincia la vera vacanza: si pedala verso Borghetto sul Mincio. L’uscita da Peschiera sulla ciclabile è spettacolare! Corre ombreggiata lungo le mura fortificate della città!
Purtroppo il primo tratto della ciclabile dopo Peschiera non è così romantico, ma basta qualche pedalata per ritrovarsi di nuovo immersi nella natura.

La ciclabile è lunga circa 43 km, ma la nostra meta si trova più o meno a 15 km, un percorso facile, ben segnalato e bucolico. La vera meraviglia è però Borghetto, una manciata di case letteralmente sull’acqua! Decidiamo di mangiare al ristorante Lo stappo, in un’atmosfera unica!

Il pomeriggio è dedicato alla visita del Parco Sigurtà, poco distante da Borghetto: lo raggiungiamo e perlustriamo in bici. Si tratta di un parco grande (in bici si possono fare circa 10km) e ben tenuto, che probabilmente sarebbe meglio visitare nel momento della fioritura delle rose o dei tulipani, ma dove è comunque piacevole trascorrere un pomeriggio. Rientrati a Borghetto, prima della cena, tappa al ponte posto di fronte al paesino, per delle foto top!

Cena a La vecchia bottega, romantico locale vicino al ponte principale del paese

Secondo giorno

Si cambia mezzo! Rientrati a Peschiera, lasciamo le bici per uno scooter, con cui pensiamo di muoverci i prossimi giorni per evitare il traffico del lungolago. La prima tappa è Torri del Benaco, ma solo per un panino a bordo lago.

Proseguiamo subito verso Malcesine, di cui ci piace soprattutto il castello e la splendida vista di cui si gode visitandolo. E poi, via, lungo lago fino a Riva del Garda!

Bella città, bello girare tra piazze signorili e vicoletti nascosti. E proprio nascosto in una piazzetta è l’ottimo ristorante dove mangiamo la sera: l’osteria del gallo.

Terzo giorno

Andiamo alla scoperta dell’entroterra.

Raggiungiamo il lago di Tenno, che è una sorpresa: acqua verdissima, limpida, ombra tutto intorno. C’è gente che fa il bagno o che prende il sole, ma noi ci accontentiamo di un giro intorno al lago e di prendere un po’ di fresco. La tappa successiva è Canale di Tenno, classificato a ragione come uno dei borghi più belli d’Italia: paesino con case in pietra ben mantenute e viuzze dove gironzolare. Nel centro c’è un simpatico bar con tavolini all’aperto, dove ci fermiamo per un tagliere.

Ci aspettano le cascate del Varone, non spettacolari ma interessanti se si ha tempo o si è di strada. Si paga un biglietto per vederle e per ridete un po’ bagnandosi durante la visita!
Interessante è invece Limone, dove arriviamo velocemente grazie anche al nostro scooter che ci permette di muoverci nel traffico: siamo tornati lungolago, siamo nel week end e c’è molto confusione. Limone merita una una sosta per un caffè in uno dei romantici baretti vista lago e per una visita alla Limonaia del Castel, un esempio interessante di una delle attività più diffuse un tempo nella zona. Si può visitare una vecchia struttura adibita alla coltivazione dei limoni e scoprirne i segreti.

Prima di cena percorriamo la parte già realizzabile della ciclabile che da Limone si spinge verso nord, sospesa sull’acqua: per ora sono solo due km, lasciamo lo scooter e li percorriamo a piedi. Giornata intensa, ci manca la cena e scegliamo una trattoria tipica sopra Limone, l’osteria da Livio, lontana dalla folla del fine settimana.

Quarto giorno

Giornata dedicata ad una magnifica escursione e al rientro a Peschiera!

Facciamo una camminata sul famoso sentiero del Ponale, a picco sul lago, con panorami meravigliosi! Si può percorrere in bici (ma risulta un po’ impegnativo perché in leggera salita) o a piedi, come abbiamo fatto noi. Arriviamo al bar/ristorante Ponale Alto Belvedere per un caffè panoramico e ritorniamo sui nostri passi (i ciclisti arrivano fino al lago di Ledro, che si raggiunge dopo che il sentiero abbandona il lago di Garda e si inoltra nell’entroterra).

Gelato a Riva del Garda (gelateria Cristallo, top!) e si riparte verso casa.

Guarda la gallery
inbound5605871427128259760

inbound1324736991336513045

inbound2011541009997335894

inbound2488938004401333646

inbound3789138904902972413

inbound5189156108320493835

inbound5821582811538974895

inbound694167720073161883

inbound7021685054833731739

inbound8014678467767243637

inbound8201758066177809449

inbound8437543064630439130

inbound8558404675804720158

inbound8579329646361012170

inbound9216170950372978351



    Commenti

    Lascia un commento

    Limone sul garda: leggi gli altri diari di viaggio

    Video Itinerari