Lago d’Orta per romantici

Consigli per un weekend a tutto relax
 
Partenza il: 03/07/2010
Ritorno il: 04/07/2010
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

preparare uno dal “pizzicagnolo” che incontrate sulla via principale a pochi passi dalla piazzetta; facile riconoscerlo poiché espone un cartello con scritto “panini incredibilmente buoni”…..e su questo non ci piove! Pane alle olive, alle noci, alle uvette farcito come volete voi da sgranocchiare su una panchina del lungo lago oppure seduti su qualche muretto scenografico sulla strada acciottolata che porta alla chiesa e dove gli appassionati di fotografia si faranno di sicuro prendere la mano! (mio marito ne sa qualcosa….!). E il gelato non si prende???? Ovviamente sì! Le gelaterie non mancano, ma occhio a scegliere bene….vi consigliamo caldamente la gelateria artigianale “Arte del gelato” che merita davvero una sosta. Alla sera abbiamo cenato appena fuori Orta nel paesino di Legro all’agriturismo “Il cucchiaio di legno” dove ci siamo trovati molto bene, posto carino e cena tipica, ma leggera, insomma non il solito agriturismo dove ti alzi da tavola piegato in due! VISITARE: Orta è fatta per passeggiare mano nella mano e fermarsi ogni tre passi a scattare fotografie….Dalla piazzetta partono i battelli per fare il giro del lago o semplicemente raggiungere l’Isola di S. Giulio. C’è sia il battello di linea (2,5 € a/r) ogni mezz’ora circa oppure i motoscafi-taxi che partono ogni quarto d’ora e costano € 4 a tratta. L’Isola di S. Giulio è minuscola ed ospita un’abbazia benedettina con una bellissima chiesa la cui cripta ospita la reliquia del santo. Per fare il giro dell’isola con passo lemme ci vanno circa 15 minuti e si tratterebbe di un percorso di silenzio e riflessione, se i turisti in gita lo permettono. Sull’isola non c’è nient’altro a parte un ristorante affacciato sul lago, per cui se la visitate verso l’ora di pranzo vi consigliamo di essere panino-ed-acqua-muniti. A pochi chilometri da Orta si trova il Sacro Monte dove trovare un po’ di ristoro dal caldo sotto le fronde degli alberi. Il monte ospita 13 cappelle in cui sono rappresentate scene della vita di San Francesco con statue a grandezza naturale ed affreschi che creano un’atmosfera quasi teatrale, molto suggestiva. Da qui il panorama sul lago è mozzafiato! Concludendo, questa è una meta splendida per la classica “gita fuori porta” o per chi organizza un “giro del Piemonte”. Sicuramente il Lago Maggiore attrae un maggior numero di visitatori ed è molto più conosciuto del Lago D’Orta…..ma secondo noi non c’è davvero paragone! Se dovete festeggiare una ricorrenza (come noi!) o se semplicemente cercate un angolo naturale di vera bellezza dove la gente è incredibilmente cordiale, allora non abbiate alcun dubbio e scegliete Orta!!!

Francesca & Alberto



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Italia
    Diari di viaggio
    napoli, storia della fine di un pregiudizio

    Napoli, storia della fine di un pregiudizio

    Desideravo fare una vacanza che fosse piena di colori, di profumi, che mi riempisse il vuoto grigio lasciato dai due anni di Covid. Mentre...

    Diari di viaggio
    ostia antica: una gita fuori porta nella bellezza del passato

    Ostia Antica: una gita fuori porta nella bellezza del passato

    Il meraviglioso spettacolo che Ostia Antica offre al visitatore è qualcosa di magico, e solo percorrendo le sue strade lastricate in...

    Diari di viaggio
    tra marche e romagna, mondaino e le sue fisarmoniche

    Tra Marche e Romagna, Mondaino e le sue fisarmoniche

    Certo che in Romagna non ci si annoia mai! Ecco che parto di nuovo verso le campagne assolate della mia terra, allontanandomi per un po’...

    Diari di viaggio
    tra italia, slovenia e croazia a caccia di primati

    Tra Italia, Slovenia e Croazia a caccia di primati

    Un viaggio on the road di nove giorni con mio marito e nostro figlio Leonardo di sei anni, partendo in auto dalla Valtellina dove viviamo,...

    Diari di viaggio
    autunno tra le dolomiti ampezzane

    Autunno tra le Dolomiti Ampezzane

    Ho sempre adorato viaggiare e stare in mezzo alla natura, amo scattare fotografie che mi ricordino per sempre panorami mozzafiato e ogni...

    Diari di viaggio
    umbria, il cuore verde dell'italia

    Umbria, il cuore verde dell’Italia

    Il cuore dell'Italia ha la forma e i colori dell'Umbria, una piccola Regione adagiata sugli Appennini nel bel mezzo dello Stivale, a metà...

    Diari di viaggio
    quattro giorni nel cuore d’abruzzo

    Quattro giorni nel cuore d’Abruzzo

    Cosa fare quattro giorni nel centro Italia? Noi abbiamo visitato posti incredibili e vissuto esperienze meravigliose nel cuore...

    Diari di viaggio
    montebello, misteri e buon cibo sulle colline della valmarecchia

    Montebello, misteri e buon cibo sulle colline della Valmarecchia

    Chi pensa che la Romagna sia solo mare, ombrelloni e piadina, si sbaglia di grosso. Se per un giorno lasciate le spiagge di Rimini...

    Diari di viaggio
    i campi viola di orciano pisano

    I campi viola di Orciano Pisano

    Spettacolare il colpo d’occhio dei campi di lavanda in fiore, non più un’esclusiva della Provenza. Da qualche anno li possiamo...

    Diari di viaggio
    una giornata tra villa adriana e villa d'este

    Una giornata tra Villa Adriana e Villa d’Este

    Ambizione di bellezza, ricerca della perfezione, cura dei dettagli. E poi storia di imperatori e cardinali, di meraviglie architettoniche,...