La Splendida Bulgaria con “Viaggi Solidali”

9 AGOSTO. Partiamo da Mi Malpensa con volo Lufthansa per Sofia. Facciamo scalo a Monaco. Partendo la mattina alle 11 da MI arriviamo a Sofia nel primo pomeriggio. Il corrispondente locale di “Viaggi Solidali” il tour operator cui ci siamo affidati, ci attende all’aeroporto Vrazdebna (7 Km a est da Sofia città). Si chiama Elena. E’ una...
 
Partenza il: 09/08/2008
Ritorno il: 19/08/2008
Viaggiatori: in gruppo
Spesa: 1000 €

9 AGOSTO.

Partiamo da Mi Malpensa con volo Lufthansa per Sofia. Facciamo scalo a Monaco. Partendo la mattina alle 11 da MI arriviamo a Sofia nel primo pomeriggio.

Il corrispondente locale di “Viaggi Solidali” il tour operator cui ci siamo affidati, ci attende all’aeroporto Vrazdebna (7 Km a est da Sofia città). Si chiama Elena. E’ una signora Bulgara di mezza età molto simpatica ed energica che subito ci spiega che la nostra prima tappa che raggiungeremo oggi in minibus sarà KOPRIVSTICA, che dista a un centinaio di Km da Sofia.

Intanto conosciamo il nostro gruppo. Oltre noi quattro ci sono altri 7 partecipanti, tutti di Milano. In tutto siamo 8 donne e soli 3 uomini!! I nostri compagni di viaggio sembrano tutti molto simpatici ed entusiasti.

Intanto vi chiederete perché abbiamo scelto questa destinazione, vero? Abbiamo scelto di fare questo viaggio in Bulgaria perché si tratta di un paese dell’est molto interessante e singolare ma toccato ancora molto poco dal turismo. Inoltre ci ha attratto il programma di questa agenzia viaggi molto particolare. Si tratta di un’agenzia di turismo responsabile che sostiene con parte del ricavato del fatturato dei progetti molto belli nei paesi piu’ poveri del mondo. Una quota del viaggio viene quindi automaticamente destinata a questi progetti. Inoltre invece di alloggiare e mangiare in strutture e catene di alberghi e ristoranti appartenenti a ricchi proprietari dei paesi più avanzati economicamente che magari qui investono denaro e sfruttano la manodopera locale in maniera selvaggia, si alloggia e si mangia in strutture di proprietà di piccoli imprenditori locali o di strutture e guest house a conduzione familiare. In questo modo si sostiene attivamente l’economia locale e si evita di sostenere lo sfruttamento selvaggio della manodopera alberghiera. Trovo che questo sia molto bello. Oltretutto pur trattandosi di un turismo eticamente connotato non viene tolto nulla al turista a livello di comodità, di conoscenza dei posti, anzi, si entra più profondamente nella cultura locale.

Nell’est VIAGGI SOLIDALI ha come destinazioni la Bulgaria e l’Armenia. Per il nostro tempo a destinazione abbiamo scelto la Bulgaria. Comunque, se a qualcuno della Community interessa curiosare tra le varie destinazioni può cliccare su www.Viaggisolidali.It.

La sera, a KOPRIVSTICA, abbiamo alloggiato in una guest house a conduzione familiare a dir poco deliziosa. Molto pulita e confortevole. Camere doppie con bagno privato arredate con un gusto eccezionale nell’accostamento dei colori. La sera abbiamo cenato in una trattoria tipica a cucina bulgara molto gradevole.

10 AGOSTO. Mattinata dedicata a KOPRIVSTICA. E’ davvero un bellissimo villaggio, a 1020 m. Di altezza nel cuore della Sredna Gora sulle rive del fiume Topolnica. E’ una cittadina molto importante perché fu la culla del risveglio nazionale Bulgaro e dell’insurrezione antiturca nell’Aprile 1876. La Plostad 20 April è la piazza centrale e vi sorge il Mausoleo dei caduti dell’insurrezione antiturca, quando a Koprivstica fu sparato il primo colpo di fucile contro l’oppressione. E’ stata dichiarata a ragione città museo, sia per le sue memorie storiche che per l’intero complesso delle case dei secoli XVIII° e XIX°. Sono tutte completamente in legno, a due piani con facciata a sbalzo e a colonne, colorate con tonalità accese. Una più bella dell’altra! sono circa 200! Una delle più importanti e famose è la casa del mercante di tessuti Ivan Oslekov. Importante tra quelle visitate è anche la casa di Dimco Debeijanov, poeta nazionale bellissimo, che morì a soli 29 anni e fu autore di diverse poesie liriche. Splendide sono anche le chiese ortodosse (abbiamo visitato la chiesa della dormizione della Vergine).

In tarda mattinata siamo partiti per KARLOVO, città situata ai piedi della Vecchia Montagna (facente parte della catena dei Balcani) nella Valle delle Rose. Molto rinomata per la sua produzione di essenze di rose (la Bulgaria è il maggiore produttore mondiale di essenza di Rose), è stata la città natale del rivoluzionario Vassil Levski (che significa Leone in bulgaro e tale cognome gli è stato conferito per il suo coraggio, in sostituzione a quello vero che è Ivanov), che dopo aver abbandonato il convento nel 1862 organizzò e pagò con la morte il movimento rivoluzionario antiturco. Abbiamo visitato la sua casa e la città vecchia. In viaggio abbiamo ammirato la valle delle Rose, lunga 120 Km larga fino a 15 Km sotto le maggiori vette dei balcani. E’ molto suggestiva, anche se ovviamente il suo massimo splendore si manifesta a maggio e giugno quando c’è la fioritura e tutti i paesi sono in festa e al lavoro per la raccolta.

Nel tardo pomeriggio ci siamo diretti a Kalofer ed abbiamo cenato e dormito li in deliziose e confortevoli strutture a conduzione familiare.

Il gruppo è molto divertente, ci troviamo proprio bene. Le persone sono veramente di una simpatia straordinaria, cosa molto importante per una buona riuscita del viaggio. Anche la nostra guida locale è molto preparata. In più, abbiamo un autista divertentissimo, con un aspetto buffo, di circa 55 anni, che è un grande esperto di musica tradizionale Bulgara. Suona la fisarmonica. Ha folte ciglia e grandi baffi e indossa sempre una maglia rossa. E’ un gran burlone con noi del gruppo. Si chiama Christo :). Si tratta di un nome molto diffuso qui in Bulgaria.

11 AGOSTO. KALOFER.

In mattinata abbiamo visitato la città, dove sorgono molte statue enormi di rivoluzionari Bulgari. Siamo poi andati a visitare il piccolo convento della città e poi infine saliti al monastero.

Ma la tappa più interessante è stata la visita alla lavanderia artigianale dei tappeti. Un mulino ideato nell’ottocento da un geniale signore. Difficile da descrivere. Sembra portare indietro nel tempo, quando l’unica energia motrice era data dall’acqua, dalla forza prorompente della sola acqua. E’ bellissimo. Espropriato durante il regime comunista è nuovamente in funzione dalla caduta del regime e lo dirige il nipote dell’inventore.

Nel pomeriggio, dopo aver mangiato in montagna una buonissima trota alla griglia, ci siamo diretti a HISSARYA, centro termale molto importante con un grandissimo afflullo turistico locale. Elena ci ha spiegato che la località era già nota e sfruttata dai Traci per le sue acque termali carbonate sodiche e solfate. Presa dai Romani fu abbellita e cinta di mura e venne chiamata Augustae.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Bulgaria
    Diari di viaggio
    bulgaria: sofia e plovdid

    Bulgaria: Sofia e Plovdid

    Viaggio in Bulgaria, tre notti, quasi quattro giorni, due a Plovdid e due a Sofia. Plovdid è stata capitale europea della cultura nel...

    Diari di viaggio
    bulgaria, istruzioni per l'uso

    Bulgaria, Istruzioni Per l’Uso

    BULGARIA Istruzioni Per l’Uso Una vacanzina rapida al 50%Buongiorno a tutti sono di nuovo Roberto (MODICAT2) guida turistica a...

    Diari di viaggio
    estate in romania a bulgaria

    Estate in Romania a Bulgaria

    Alcune INDICAZIONI GENERALI prima di passare al racconto delle singole giornate: 1. Il viaggio si è svolto nell’estate 2021, deciso...

    Diari di viaggio
    weekend a sofia 5

    Weekend a Sofia 5

    Per molta gente le capitali europee da visitare restano le classiche super gettonate, Londra, Parigi, Vienna o Barcellona, ma negli ultimi...

    Diari di viaggio
    cavalcata turca

    Cavalcata Turca

    Quest’anno, dopo vari ripensamenti, abbiamo deciso di visitare la Turchia.Per me che scrivo è la prima volta in assoluto che metto...

    Diari di viaggio
    bulgaria on the road, da sofia al mar nero

    Bulgaria on the road, da Sofia al Mar Nero

    Ferie estive 2019, io e Donatella decidiamo di trascorrerle visitando la Bulgaria insieme a Riccardo e Milly con cui siamo affiatati ed...

    Diari di viaggio
    sofia, capitale dai mille volti

    Sofia, capitale dai mille volti

    La periferia è cupa, grigia, e desolante Appena ci arrivi, vorresti già scappare. Il tragitto dall'aeroporto al centro città non è...

    Diari di viaggio
    bulgaria e macedonia: quando i balcani ti sorprendono – parte i

    Bulgaria e Macedonia: quando i Balcani ti sorprendono – parte I

    Capita che nella scelta di una meta da visitare si faccia talvolta affidamento sui ricordi di quanto visto in qualche programma Tv o su...

    Diari di viaggio
    sorprendente sofia

    Sorprendente Sofia

    SOFIA (4-8 sett. 2018) Non nego che per noi anzianotti i paesi dell’est, quelli al di là della vecchia Cortina di Ferro abbiano un certo...

    Diari di viaggio
    viaggio nella bella bulgaria

    Viaggio nella bella Bulgaria

    Benvenuti nel Paese più economico della comunità europea. SABATO 25 AGOSTO 2018 Partenza da Pisa con volo Ryanair delle 18,25 e arrivo a...