La più bella di Barbados

Vacanza ai Caraibi... in un luogo da sogno
 
Partenza il: 09/01/2013
Ritorno il: 19/01/2013
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

Mercoledì 9 gennaio 2013

Johnny: La partenza per Barbados è da Milano Linate alle ore 07.30 con volo British Airways prenotato il13 novembre 2012 al costo complessivo (2 persone) di € 1.150,00 con arrivo a Londra Heathrow (terminal 5) dopo poco meno di due ore di volo. All’arrivo è necessario ritirare il bagaglio da stiva per poi recarsi all’aeroporto di Londra Gatwick (north terminal), distante circa 40 chilometri da Heathrow; per il trasferimento abbiamo utilizzato i bus della National Express che collegano le due aerostazioni con corse ogni 15-20 minuti al costo di 25 sterline a persona per tratta (a Heathrow la biglietteria si trova nell’atrio arrivi, guardando verso l’uscita si trova sulla sinistra , si può pagare con carta di credito). La distanza è percorsa in circa 35-40 minuti, trattandosi quasi esclusivamente di autostrada. La stessa compagnia aerea consiglia di mantenere un “margine” di sicurezza fra il previsto arrivo a Heathrow e il decollo da Gatwick non inferiore a 3 ore e mezza (noi ne avevamo 5 all’andata e 6 al ritorno). Con la British è possibile prenotare il posto gratuitamente entro le 24 ore dalla partenza, è previsto invece un supplemento per prenotazioni antecedenti. Non ci sono intoppi, arriviamo a Gatwick con largo anticipo e attendiamo rilassati di imbarcarci sul Boeing 777 con destinazione Bridgetown. Il volo è piacevole, i sedili in economy sono soddisfacenti anche per le persone piuttosto alte, ampia scelta di film ( fra cui tre in lingua italiana) sul proprio display, un apprezzabile pasto e le otto ore volano via veloci. Arriviamo in tardo pomeriggio e subito siamo piacevolmente accolti dalla temperatura caraibica, passando dal freddo nebbioso di Milano e Londra ai 28 gradi dell’isola. Prima di prendere un taxi per la guesthouse che abbiamo prenotato, facciamo un primo cambio di valuta in aeroporto; il dollaro di Barbados (1 euro = 2,5 dollari di Barbados) è disponibile in tagli da 2, 5, 10, 20, 50 e 100, inoltre il dollaro americano è accettato ovunque con rapporto fisso di 1 dollaro USA = 2 dollari Barbados).

Sull’isola ci sono molte banche per il cambio degli euro e con sportelli Atm per il prelievo di contanti con la carta di credito. Dopo un quarto d’ora arriviamo a Emville Guesthouse, una villetta che si trova nella parte meridionale dell’isola, nella zona di Maxwell, circa a metà strada fra Oistins e St. Lawrence Gap. In questa guesthouse abbiamo prenotato la “master bedroom” molto spaziosa e con servizi privati, al costo di 50 dollari USA al giorno, pagando con Western Union un terzo del totale al momento della prenotazione ed il saldo all’arrivo. Nella struttura sono presenti altre stanze per gli ospiti che possono avvalersi di un enorme frigorifero per depositare i propri alimenti e bevande, di una cucina arredata e funzionale e soprattutto di un bellissimo giardino con piante rigogliose e molto rilassante (abbiamo utilizzato queste “facilities” solo per la colazione del mattino, occasione peraltro per intrattenere qualche forma di conversazione con Gregory, il proprietario della villetta e gli altri ospiti fra cui ricordiamo Daniel, simpatico francese da me definito viaggiatore senza tempo). All’arrivo Gregory ci consegna le chiavi d’ingresso , siamo tentati da uscire subito ma poi prevale un po’ di stanchezza e preferiamo dormire per cercare di adeguarci subito al nuovo fuso orario.

La più bella: Volevamo una vacanza relax, clima meraviglioso, spiagge e mare da urlo… Barbados… una fuga dal freddo invernale italiano. Barbados: un sogno.

Giovedì 10 gennaio 2013

Johnny: Alle nove del mattino riceviamo la visita della rappresentante della GL Rentals, la società di autonoleggio presso la quale abbiamo prenotato una Suzuki Swift al prezzo di 926 dollari bds comprensivo di tasse e assicurazione. Dopo aver sbrigato le relative formalità, partiamo subito alla scoperta dell’isola utilizzando una cartina dettagliata che Daniela aveva preso all’arrivo in aeroporto; puntiamo con decisione verso la costa occidentale, dove sono localizzate alcune fra le più belle spiagge di Barbados. Dopo circa 45 minuti di viaggio tranquillo (ricordarsi che nell’isola si guida “ a sinistra” e che quasi tutte le auto, compresa la nostra, hanno il cambio automatico) arriviamo nella simpatica Speighstown, un luogo molto tranquillo nella parte nord-ovest. La spiaggia della cittadina non è indicata nelle varie guide ma risulta perfetta: acqua cristallina, assenza di onde, spiaggia bianca, palme e nessun’altro a parte noi; pochi secondi e siamo già immersi nel caldo mare caraibico, lontani da pensieri, problemi, freddo e neve. Alla fine di un lungo bagno ci rifocilliamo presso Fisherman, una locanda che si trova proprio all’inizio del molo e dove si acquistano dal bancone i piatti che si preferiscono, per poi recarsi sulla terrazza davanti al mare per pranzare. Personalmente ho scelto 3 fish cakes (palline fritte di pesce molto gustose) accompagnate da una porzione di flying fish (pesce volante, molto comune a Barbados), mentre la mia compagna oltre alle solite fish cakes ha preferito l’agnello. Abbiamo pagato 37 dollari bds comprese 2 birre Banks (la birra nazionale) e ce la siamo spassata alla grande. Dopo un po’ di spesa in un piccolo supermarket, abbiamo ripreso tranquillamente l’auto per tornare alla villetta dove mi sono reso conto di essermi “bruciato” la fronte ed il naso, situazione che non mi capita quasi mai ma evidentemente il sole tropicale, accompagnato costantemente da un venticello leggero che non ti fa percepire il calore, colpisce in maniera decisa. La più bella: Bastano pochi giorni per entrare nel vero spirito caraibico. Cosa portare? Occhiali, crema solare, ciabatte, costume da bagno, pinne, maschera, boccaglio e un po’ de denaro. Unico neo… l’invidia degli amici oer l’abbronzatura invernale in tempi di crisi.

Venerdì 11 gennaio 2013

Johnny: Abbiamo ormai completamente superato la differenza di fuso orario e dopo un’abbondante colazione in giardino, puntiamo con decisione verso la zona di Rockley nella parte sud-occidentale dell’isola diretti alla famosa Accra Beach. Anche se decisamente frequentata, è sicuramente una delle più belle spiagge dell’isola, con una forma a mezzaluna, 300 metri di sabbia bianca e mare trasparente, dove ci tuffiamo immediatamente. Dopo il bagno 2 belle Banks ghiacciate con qualche patatina tanto per ritemprarci. Buona parte della spiaggia è occupata dalle zone riservate ad un paio di hotel, ma un buon tratto è a disposizione di tutti. Per il pranzo ci rechiamo da Justin Grill, alle spalle della spiaggia: si tratta di una grilleria già recensita positivamente da altri viaggiatori, noi abbiamo optato per un piatto di gamberi con contorno e le solite Banks per un totale di 90,90 dollari bds. Dobbiamo dire che abbiamo trovato la location molto deludente, affollatissima, i piatti così così e i prezzi abbastanza sostenuti, tanto che non ci siamo più tornati.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Barbados
    Diari di viaggio
    crociera ai caraibi 6

    Crociera ai Caraibi 6

    Prenotiamo la crociera con largo anticipo attirati più del prezzo che dalla tipologia di vacanza inusuale per il nostro modo di viaggiare....

    Diari di viaggio
    alle antille con la msc preziosa

    Alle Antille con la MSC Preziosa

    Come da ormai consolidata e bellissima abitudine, l’inizio di gennaio è stato nuovamente il momento perfetto per una settimana al caldo...

    Diari di viaggio
    da barbados a barbuda

    Da Barbados a Barbuda

    questo rende il luogo anche piuttosto affollato (nel nostro caso specificamente da croceristi italiani – quindi nessun problema a trovare...

    Diari di viaggio
    vacanze a barbados
    Lic

    Vacanze a Barbados

    La scelta della nostra meta, parte principalmente dal desiderio di una vacanza di mare con la certezza del caldo e da una proposta...

    Diari di viaggio
    capodanno a barbados

    Capodanno a Barbados

    GIORNO 1 (29/12) Per le ferie natalizie abbiamo deciso di andare via all’ultimo momento e per fortuna abbiamo trovato un last second,...

    Diari di viaggio
    barbados, isola da scoprire e da girare

    Barbados, isola da scoprire e da girare

    Causa problemi familiari, io e mio marito non abbiamo potuto prenotare nessuna vacanza fino a metà gennaio e così, dovendo organizzare in...

    Diari di viaggio
    antille e caraibi... in crociera

    Antille e Caraibi… in crociera

    Partiamo con Neos da Malpensa nel primo pomeriggio, il viaggio sarà ottimo, arriviamo a Point a Pitre (Guadalupe) in tarda serata, per via...

    Diari di viaggio
    viaggio di nozze tra new york e barbados

    Viaggio di nozze tra New York e Barbados

    New York e Barbados è stato il mio viaggio di nozze e, come tale, non abbiamo badato a spese! Tutto prenotato tramite agenzia, per evitare...

    Diari di viaggio
    natale a barbados

    Natale a Barbados

    Dopo aver visto molti tra i mari più belli finalmente è arrivata la volta dei caraibi e l'offerta volo trovata era su Barbados. Il volo...

    Diari di viaggio
    la più bella di barbados

    La più bella di Barbados

    Mercoledì 9 gennaio 2013 Johnny: La partenza per Barbados è da Milano Linate alle ore 07.30 con volo British Airways prenotato il13...