La nostra prima crociera in quattro!

Crociera nel Mediterraneo orientale in quattro.
 
Partenza il: 28/12/2010
Ritorno il: 06/01/2011
Viaggiatori: 2 adulti + 2 bambini
Spesa: 2000 €

Finalmente riusciamo a “pensare” alle nostre vacanze…a fine novembre decido di “tentare” la famigliola con un viaggetto per Capodanno e, per puro caso, mi imbatto in un sito internet dove sono pubblicizzate delle crociere…perchè no? Viaggiando con due bimbi al seguito ci è sembrata una soluzione alternativa alla “solita” vacanza nei villaggi e, soprattutto, l’opzione “bimbi gratis” ci convince definitivamente. Prendiamo una semplice cabina esterna con vista (cioè, quella con oblò…senza balcone) con la convinzione che in inverno non sia possibile affacciarsi al balcone della nave in movimento…La nave è la MSC Fantasia!

Il 28 dicembre comincia la nostra avventura: ore 16.00 imbarco da Civitavecchia su quel mastodonte galleggiante! I bambini (8 e 3 anni) sono entusiasti e senza disfare le valigie ci dirigiamo al buffet per uno spuntino pomeridiano (dove il termine “spuntino” non è molto indicato a descrivere quella montagna di cibo a disposizione!). Il pomeriggio trascorre serenamente e alla scoperta della nave, 18 ponti da esplorare nei minimi dettagli, per scoprire una scala interamente costituita da cristalli swarosky, una serie interminabile di piscine e vasche idromassaggio, la palestra attrezzatissima, diversi bar e ristoranti… Fino all’aperitivo sorseggiato a bordo piscina davanti ad una vetrata sul mare mentre la nave “molla gli ormeggi” e si dirige verso Genova. Alle 21.00 ci dirigiamo al ristorante per cena (il Red Velvet), siamo stati assegnati al secondo turno…decisamente troppo tardi per i bimbi, ma ce lo cambiano senza problemi…da domani si cena alle 19.00! consiglierei a tutti i naviganti con figli a seguito di chiedere di essere assegnati al 1° turno per diversi motivi, principalmente perchè il turno inizia alle 18,30 – 18,45, ma i tempi “tecnici” di ordinazione, preparazione e servizio delle portate ti permettono di cenare tra le 19,30 e le 20,00…orario tutto sommato accettabile; inoltre, il baby club a bordo è aperto dalle 20,00 alle 22,45, quindi, finito di cenare, i bimbi possono giocare con i loro coetanei e i genitori si possono dedicare ad altre attività: casinò, caffetterie, quattro chiacchiere con gli altri passeggeri mentre il pianista suona qualche canzone!

2° giorno: Genova. Naturalmente siamo stati “costretti” a visitare l’acquario! Scesi dalla nave è possibile raggiungere l’acquario con una breve passeggiata di pochi minuti, ma, come potete immaginare, tutti i passeggeri hanno avuto la stessa idea…quindi alle casse c’è il panico! molto meglio acquistare i biglietti in anticipo tramite inernet…si risparmia tempo e fatica! Finita la visita dell’acquario (abbiamo seguito l’itinerario consigliato) siamo usciti alla scoperta di Genova…una città veramente affascinante… Di fronte all’acquario c’è un negozietto in cui è possibile acquistare fritti espressi…meravigliosi! Fritti alla mano siamo saliti su un pulmino “hop on hop off” che ci ha portati a spasso per la città e ci ha lasciati proprio davanti al molo dove era attraccata la Fantasia (il giro è durato un’oretta ed è stato tutto sommato piacevole… Anche perchè i tempi stretti del “tutti a bordo” non permettono grandi circumnavigazioni!). La cena al primo turno ci ha permesso di fare una “puntatina” al casinò…giusto il tempo di perdere qualche soldo…poi abbiamo preso i bimbi al mini club e…tutti all’Insolito lounge per la serata di animazione e la discoteca! In realtà la serata di animazione è stata sempre un po’ moscetta e sottotono…alla “villaggio turistico un po’ sfigato”…il bingo, la miss Fantasia, il mister Fantasia…insomma, una serie di giochi e intrattenimenti che non hanno divertito molto!

3° giorno: Napoli. La nave attracca direttamente di fronte al Maschio Angioino, quindi è possibile scendere e fare una bella camminata in centro…a due passi ci sono il Palazzo Reale, Piazza del Plebiscito, Galleria Umberto I, immancabile la pizza seduti al tavolo di un ristorantino sul Molo Beverello…e il caffè e la sfogliatella al Gambrinus! Di nuovo a bordo la serata è trascorsa tra pianobar e discoteca.

4° giorno: in navigazione. Durante la navigazione il baby club ha orari più elastici e la mattina i bambini sono andati a giocare, mentre noi abbiamo approfittato della solitudine per un rilassante massaggio balinese di coppia presso l’Aurea spa… Il bagno turco e la sauna… E una pausa nella zona relax della spa: è possibile sedersi sui divanetti o sdraiarsi sulle chaise longue di fronte al mare! Ripresi i bimbi tutti a pranzo al buffet presso Zanzibar e, dopo un pomeriggio in piscina tutti insieme… Doccia e preparazione per la serata di gala, Capodanno!!! Festeggiare il capodanno sulla nave è stato emozionante: in realtà tutto funziona come le altre sere, per cui si può decidere senza problemi come, dove e con chi festeggiare. Noi abbiamo optato per la mezzanotte a bordo piscina con altri compagni di viaggio incontrati a bordo! Devo dire che i tre suoni di sirena a mezzanotte sono stati commoventi.

5° giorno: Heraklion – Creta. Qui cominciano le nostre diavventure con le escursioni guidate! presi dall’entusiasmo e dalla paura di trovarsi sperduti in un paese “straniero” abbiamo prenotato 4 escursioni che sono state una più deludente dell’altra! A Creta avevamo scelto l’escursione “i villaggi di Creta”. Dopo aver raggiunto il punto di incontro siamo montati su un pullman con guida che ci ha fatto fare un giro per due villaggi di Creta: uno in montagna che non aveva nulla di caratteristico o particolare e l’altro al mare (Agios Nicolaos) che, al contrario, è un posto molto carino da cui è possibile ammirare un panorama mozzafiato del Golfo di Mirabello (ne vale la pena!). Ma dopo soli 45 minuti di nuovo a bordo del pullman per fare ritorno alla nave… Altri passeggeri che non avevano prenotato le escursioni, hanno trovato ad aspettarli un bel “comitato d’accoglienza”, con tanto di banda del paese e assaggi di prodotti tipici locali, insomma, a Creta sono stati molto ospitali!

6° giorno: Rodi. Rodi è una città medievale bellissima. Ne siamo rimasti talmente affascinati che abbiamo deciso di tornare in estate! Anche qui, però, abbiamo fatto l’errore di prenotare l’escursione: Filerimos…un monastero situato in un punto panoramico da cui è possibile scattare foto di quasi tutta l’isola e della costa turca. Il posto in sè era bello, ma, ancora una volta, la visita è durata pochissimo! Rientrati a Rodi abbiamo deciso di abbandonare il gruppo e abbiamo continuato da soli la nostra visita della città, camminando tra le piccole strade medievali e fermandoci ogni tanto ai negozi di souvenir…immancabili i sandali (fatti a mano?) per la piccolina!



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Acquario di Genova
    Diari di viaggio
    tour nel territorio ligure

    Tour nel territorio Ligure

    Ciao carissimi … Allora, con questo report voglio raccontarvi la nostra vacanza che abbiamo trascorso questa estate in Liguria. Abbiamo...

    Diari di viaggio
    genova da amare e da scoprire

    Genova da amare e da scoprire

    Genova non è come le altre città d'arte Italiane la cui sfarzosità del centro e dei monumenti s'impone prepotentemente sui quartieri...

    Diari di viaggio
    liguria, il fascino colpisce all'improvviso

    Liguria, il fascino colpisce all’improvviso

    ALASSIO Stretta tra il mare orizzontale e le sue pendici verticali, la Liguria è sintesi di avversità, vicinanza di opposti ed...

    Diari di viaggio
    destinazione genova

    Destinazione Genova

    Lo scorso anno, in realtà solo a dicembre, abbiamo scelto Genova come meta per il nostro anniversario di matrimonio, approfittando di...

    Diari di viaggio
    la nostra prima crociera in quattro!

    La nostra prima crociera in quattro!

    Finalmente riusciamo a "pensare" alle nostre vacanze...a fine novembre decido di "tentare" la famigliola con un viaggetto per Capodanno e,...

    Diari di viaggio
    genova non solo acquario

    Genova non solo acquario

    Genova è diventata da qualche anno la meta preferita di molte famiglie infatti l'acquario e la città dei bambini offrono la possibilità...