La Grande Mela ed il triangolo dell’Est

… e rieccoci … Emiliano e Viviana a poco meno di 2 anni dal nostro favoloso viaggio di nozze a San Francisco e nel mitico far west irresistibilmente attratti (soprattutto io!) dai favolosi States pronti a partire per un’altra avventura a New York e nell’est. Ancora una volta grazie a tutti i Turisti per caso che, con i loro diari, ci...
 
Partenza il: 29/08/2006
Ritorno il: 13/09/2006
Viaggiatori: in coppia

… e rieccoci … Emiliano e Viviana a poco meno di 2 anni dal nostro favoloso viaggio di nozze a San Francisco e nel mitico far west irresistibilmente attratti (soprattutto io!) dai favolosi States pronti a partire per un’altra avventura a New York e nell’est.

Ancora una volta grazie a tutti i Turisti per caso che, con i loro diari, ci hanno aiutato ad organizzare il nostro viaggio come nessuna guida potrebbe fare! 29 agosto 2006 Partenza in piena notte per Malpensa poiché sul sito di British consigliano, dopo l’allarme di ferragosto, di essere in aeroporto almeno 5 ore prima, la qual cosa si rivela del tutto inutile poiché l’imbarco e relativi controlli iniziano le solite 2 ore prima… Controlli più severi di due anni fa, bagaglio a mano limitatissimo, ma per fortuna consentito, e si parte, coincidenza a Londra al cardiopalma e via verso New York.

Arriviamo al JFK poco dopo le 13, soliti controlli sempre con la massima cortesia e, al ritiro bagagli, la prima amara quanto attesa sorpresa, manca una valigia… La signora del servizio bagagli smarriti è di origine italiana, gentilissima, e quanto sente che la valigia dispersa è la mia, cioè di una ragazza, si intenerisce e ci da una carta prepagata col doppio della cifra che la compagnia aerea ti da per far fronte all’emergenza, intanto che aspetti il bagaglio, 100$.

Fortunatamente avevo diviso tutto equamente tra i 2 bagagli, cosa che consiglio vivamente e, perciò, l’emergenza è relativa.

New York si rivela decisamente freddina, pioviggina, abbiamo perso un sacco di tempo per cui prendiamo un taxi (49$ fissi + mancia dal JFK a Manhattan) per andare al nostro hotel Edison in Times Square (ottimo per posizione e adatto a noi per un trattamento senza pretese).

Anche se piove ci buttiamo subito nella mischia di Times Square pienissima di gente ed assolutamente sicura per girare a qualsiasi ora.

Iniziamo ad assaporare le mille luci dei cartelloni, dei teatri di Broadway, dei negozietti di souvenir, dei tantissimi ristoranti di tutte le cucine del mondo… Entriamo da Toy’s, il più grande negozio di giocattoli del mondo, con una vera ruota panoramica al suo interno, un dinosauro a grandezza naturale, la casa di Barbie più grossa di casa nostra, distributori di Lego alti come silos con i rubinetti, decine e decine di dolciumi… ah gli States, come mi sono mancati! Cena messicana e a nanna.

30 agosto come al solito sveglia prestino di là dal mondo, la mitica colazione americana e via alla scoperta della città.

Fa freddino ed il tempo è bruttino (come per quasi tutto il soggiorno, sigh!), ma non piove perciò andiamo a fare una passeggiata fino al Rockefeller Center, immenso, passiamo davanti alla Radio City Music Hall, strapiena di gente perchè tra due giorni ci sono gli MTV Awards, e troviamo l’Emporio della NBC, un paradiso per un appassionato di telefilm americani! Troviamo gadget di Supercar, E.R., Law and Order, ecc… e poi, già che ci siamo, facciamo la visita degli Studios, un’esperienza molto Newyorkese! All’uscita andiamo davanti alla statua dorata di Prometeo dove d’estate ci sono i tavolini all’aperto, ma dove d’inverno c’è la famosa pista di pattinaggio sul ghiaccio vista in 1000 film.

Andiamo, quindi, giù per la Fifth Avenue, passiamo davanti alla Trinity Church, chiesa gotica settecentesca in mezzo ai grattacieli, alla Public Library (quella del film The day after tomorrow) e arriviamo all’Empire State Building, mamma mia quanto è alto! Anche se il tempo non è dei migliori decidiamo di salire perché la visibilità è buona, la fila è lunga per i controlli tipo aeroporto, ritiriamo il New York City Pass (comprato via internet su www.Expedia.It che ci consente di entrare in 6 attrazioni risparmiando ed evitando le code) e saliamo.

Prima facciamo l’Empire experience un cinema a 3D molto carino che ci permette di conoscere una New York soleggiata che dal vivo non riusciamo proprio a vedere! Poi l’ascensore, che fa meno effetto del previsto, e arriviamo all’86° piano.

Che effetto da lassù, central park, l’Hudson, l’Est river, il Crysler Building (bellissimo), le mille vie dell’isola più importante del mondo e, poi, in fondo, la Downtown ed un panorama meraviglioso che non c’è più… All’uscita passeggiamo ancora fino al Flat Iron building, il famoso palazzo a forma di ferro da stiro (la sede del giornale di Spider Man), primi del novecento, costruito all’incrocio tra la Fifth e la Broadway e poi, sfiniti, rientro in metro (tranquillissima e facile da usare, soprattutto se il solito americano gentilissimo ti aiuta a fare il biglietto come è successo a noi) e subito a nanna! 31 agosto Oggi è il giorno dedicato alla Downtown ed a Miss Liberty.

Arriviamo in metro nella zona sud di Manhattan e facciamo un giro nella zona dei tribunali: che effetto la Corte Suprema dai cui gradini abbiamo visto scendere gli avvocati di molti film e telefilm famosi! Da lì arriviamo a piedi al ponte di Brooklyn che collega Manhattan all’omonimo quartiere.

È lungo 1600 metri sotto corrono le auto e sopra, su una corsia in legno, passano pedoni e bici: è stata una passeggiata molto piacevole che ti regala splendidi panorami della città.

Scesi dal ponte ci aspetta un momento molto triste, ma dovuto: Ground Zero.

È adesso un enorme cantiere, c’è la croce formatasi dalle lamiere contorte, ci sono i grattacieli vicini ancora in riparazione, si lavora in questa enorme ferita nel terreno dove migliaia di persone vivevano la loro normalità e dove, un giorno, il mondo è cambiato.

Adesso c’è una mostra fotografica che mostra quel giorno da un’alba meravigliosa e serena alla fine e ci sono tutti i nomi dei caduti scolpiti su una lapide.

Sono andata lì non so, forse sperando di vedere che in realtà nulla era davvero successo, o che in realtà era meno orribile, ma trovarsi lì è ben più agghiacciante di qualsiasi filmato e di qualunque dietrologia… Andiamo poi a Battery park per prendere il traghetto verso la statua della Libertà: abbiamo prenotato tutto sul sito per cui troviamo i nostri biglietti in una busta al botteghino senza far coda.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Boston
    Diari di viaggio
    da washington a chicago: costa est degli states on the road

    Da Washington a Chicago: Costa Est degli States on the road

    In una delle tante fredde serate invernali passate in birreria, io, Steve e Andry decidiamo di fare una vacanza insieme negli Stati Uniti....

    Diari di viaggio
    nord est usa

    Nord Est USA

    Info pratiche17 giorni/16 notti Noleggio auto per 13 giorni. 2800 km percorsi. Costo totale per 3 persone: 6900 euroDettaglio: ...

    Diari di viaggio
    je me souviens

    Je me souviens

    Un lungo viaggio in aereo con scalo a Roma Fiumicino. Siamo un bel gruppo di 6 amici e 2 bambine. Il viaggio in areo mi dà sempre la...

    Diari di viaggio
    da new york al canada e ritorno

    Da New York al Canada e ritorno

    Da New York al Canada e ritorno (by Luca, Sabrina, Federico, Leonardo e Valentina)Sabato 11 Agosto:Finalmente! … Dopo...

    Diari di viaggio
    negli states per un tour nella grande mela e non solo

    Negli States per un tour nella Grande Mela e non solo

    di metri ma molto caratteristica. Attraversiamo il Distretto Finanziario, il Benjamin Franklin Parkway e la notevole porta cinese a...

    Diari di viaggio
    indian summer nel new england e québec

    Indian Summer nel New England e Québec

    parte sterrata ricca di curve e abbastanza ripida. Dopo aver parcheggiato, passeggiamo in vetta, con un tempo che continua a cambiare, e...

    Diari di viaggio
    alla scoperta degli states per festeggiare 50 anni

    Alla scoperta degli States per festeggiare 50 anni

    Ad agosto compio 50 anni e voglio regalarmi un viaggio in USA. E' da bambina che ho questo sogno nel cassetto e mi sembra arrivata l'ora di...

    Diari di viaggio
    canada orientale e new england

    Canada orientale e New England

    Il nostro terzo viaggio in America si è svolto tra Canada Est e New England. Abbiamo potuto fare un viaggio di soli 16 giorni e questo è...

    Diari di viaggio
    states fai da te

    States fai da te

    VIAGGIO A NEW YORK, WASHINGTON E BOSTON MERCOLEDÌ 14 SETTEMBRE Partenza dall'Aeroporto Marco Polo di Venezia alle ore 13.25. Arrivo al...

    Diari di viaggio
    a spasso negli usa

    A spasso negli Usa

    è veramente unica e assolutamente da visitare, per la sua mescolanza allegra di stili e una realtà completamente originale.10...