L’isola nell’isola

Quest'anno io e il mio ragazzo Matteo abbiamo deciso per una vacanza all'insegna del "risparmio"...destinazione sardegna, ma non verso la solita super turistica zona, bensì verso Sant'Antioco e Isola di San Pietro (quella che chiamano la Liguria in Sardegna). Al risparmio perchè il nostro soggiorno è stato nella nostra adorata tendy! Partenza...
Scritto da: lisa78
l'isola nell'isola
Partenza il: 13/08/2006
Ritorno il: 24/08/2006
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 500 €

Quest’anno io e il mio ragazzo Matteo abbiamo deciso per una vacanza all’insegna del “risparmio”…Destinazione sardegna, ma non verso la solita super turistica zona, bensì verso Sant’Antioco e Isola di San Pietro (quella che chiamano la Liguria in Sardegna).

Al risparmio perchè il nostro soggiorno è stato nella nostra adorata tendy! Partenza da Livorno verso Olbia, traversata bella lunga, ma con strade praticamente deserte, di tutta la Sardegna fin giù quasi a Cagliari, arrivati nella nostra prima tappa, Sant’Antioco, andiamo al campeggio che avevamo scelto sulla guida e ci stabiliamo lì per 4 notti, premetto che abituata ai campeggi della riviera romagnola…Sono rimasta un pò delusa…Ma poi con il mare stupendo e le spiaggette bellissime che ci sono si dimentica tutto!!! Sant’Antioco è a metà tra un’isola ed una penisola,perchè è attaccata alla Sardegna sl da un ponte, meta molto tranquilla con spiagge piccole e molto selvagge ma belle proprio per quello!dopo 4 giorni di solo relax ci siamo spostati con un traghettino sull’Isola di San Pietro che gli sta a fianco a circa mezz’ora di navigazione…Si sbarca nell’unico centro abitato, Carloforte, un paesino proprio carino in stile Ligure (c’è un bel pò di storia dietro al fatto che quest’isola sia Ligure e non Sarda…Ma sorvolerò!),qua abbiamo trascorso gli altri 5 giorni delle nostre vacanze in un campeggio ancora più spartano del primo, ma devo dire di una tranquillità inimmaginabile!e abbiamo passato ogni giorno a cercare una caletta o una spiaggia diversa…Che spettacolo scogliere rosse a picco sul blu o mini piscine di colori meravigliosi!e non ultimo per i buon gustai questo è il regno del tonno di corsa (come lo chiamano loro) il tonno rosso pescato nelle tonnare, che sono rimaste ormai solo in quest’isola, e vi garantisco che i soldi spesi per mangiarlo nei tantissimi ristoranti di Carloforte, non mi sono pesati affatto…(anche se così ho mandato a monte il budget preventivato “al risparmio”!!) era davvero buonissimo, e unico!! -conclusioni- luogo di tranquillità lontano dalla sardegna modaiola e notturna, lo consiglio a chi ama la natura un pò selvaggia, a parte tre strade asfaltate il resto è tutto sterrato, ma posso assicurare che si torna davvero rilassati! Lisa78



    Commenti

    Lascia un commento

    isola di san pietro: leggi gli altri diari di viaggio