l’islanda dei ghiacci 2009

Amici di Turisti per Caso vi voglio brevemente raccontare il mio viaggio in Islanda di quest’estate con mia moglie Silvia e l’amica Cristina. Come sempre non vi descriverò nel dettaglio i posti visitati ma cercherò di darvi quelle informazioni che possano esservi utili per visitare al meglio il paese. VIAGGIO AEREO: Dopo un’attenta...
Scritto da: spenk
Partenza il: 15/08/2009
Ritorno il: 02/09/2009
Viaggiatori: fino a 6
Spesa: 2000 €
Amici di Turisti per Caso vi voglio brevemente raccontare il mio viaggio in Islanda di quest’estate con mia moglie Silvia e l’amica Cristina. Come sempre non vi descriverò nel dettaglio i posti visitati ma cercherò di darvi quelle informazioni che possano esservi utili per visitare al meglio il paese. VIAGGIO AEREO: Dopo un’attenta consultazione in Internet abbiamo deciso di volare con Easy Jet da Milano Malpensa a Copenaghen per poi proseguire per Rekjavik con ICELANDAIR. Il ritorno è stato fatto con le stesse compagnie aeree ma via Stoccolma. Ho prenotato a Gennaio al prezzo di €. 343,00 a testa. AFFITTO MACCHINA: Essendo in 3 abbiamo optato per l’affitto di un Suzuky Jimny 4×4 al prezzo di €. 1900,00 per 18 giorni. L’abbiamo prenotata sul sito www.reykjavikrentacar.is Premetto che per vedere la vera Islanda l’affitto di un fuori strada è indispensabile. STRADE: A parte la strada n. 1 che costeggia tutta l’isola che è quasi interamente asfaltata e a poche altre l’intera isola è percorribile unicamente su strade sterrate ( percorribili anche con macchine normali) e piste unicamente per fuori strada. Le piste generalmente aprono da metà giugno sino a settembre in base alle condizioni meteo e in molti casi ci sono guadi più o meno difficili da attraversare. Noi non avevamo nessuna esperienza con un 4×4 ma tranne in due casi non abbiamo mai avuto difficoltà nel attraversare i fiumi. L’importante è prestare attenzione e valutare la zona migliore del fiume dove passare. CARBURANTE: La benzina costa circa 1 euro al litro. I distributori sono presenti numerosi a Reykjavik e nei centri abitati più grossi. Nel resto del paese sono abbastanza scarsi. Consiglio di effettuare sempre il pieno quando si presenta l’occasione soprattutto se se si vuole avventurarsi all’interno dove chiaramente i distributori non ci sono. Comunque comprando una buona cartina sono indicati anche i punti di rifornimento. La maggior parte dei distributori funziona solamente con carta di credito. PERNOTTAMENTO: Noi abbiamo fatto 11 giorni in campeggio e 7 giorni in Ostelli e rifugi di montagna. I campeggi si trovano ovunque e quasi tutti sono provvisti di sala per mangiare ed una zona attrezzata per cucinare. Il costo è di 4/5 euro a persona e si può pagare con carta di credito. Gli ostelli in tutta l’Islanda sono poco più di 20 e nei mesi estivi è consigliato prenotare soprattutto nelle zone più turistiche. Il costo si aggira intorno ai 16/18 euro a persona con sacco a pelo. Stesso discorso per i rifugi di montagna. MANGIARE: A Rekjavik, Akureyri e nei centri un po’ grossi ci sono supermercati di grosse dimensioni, nel resto del paese troverete stazioni di servizio o piccoli supermercati con generi alimentari di prima necessità. Consiglio personale è di fare una grossa spesa a Rekjavik o quando si presenta l’occasione. Il costo del cibo è leggermente superiore al nostro. Gli alcolici si trovano solo nei liquor store che sono pochi in tutta l’Islanda. CLIMA: In Agosto il clima è molto variabile, si passa da ampie schiarite a piovaschi nel giro di poche ore e le temperature spaziano da 1° a 16°. Nel complesso abbiamo trovato un clima molto accettabile con parecchie giornate soleggiate e solo 3 giorni veramente brutti con pioggia tutta la giornata. Abbiamo anche trovato una bufera di neve. ABBIGLIAMENTO: Con il clima islandese è consigliabile vestirsi a strati. Quindi portatevi sia indumenti pesanti che primaverili. Indispensabile giacca e pantaloni anti vento e pioggia. COSA VEDERE: L’Islanda chiaramente è un paese per gli amanti della natura. I posti da vedere variano a seconda del tempo a disposizione e del mezzo di trasporto utilizzato. Avendo a disposizione 18 gg e un 4×4 abbiamo visitato: Rekjavik mezza giornata più la Laguna Blu assolutamente da non perdere ( costo 23 a persona ). Parco Nazionale di Pingvellir con annesse la zona dei Geysir e le Gullfoss. Attraverso la Pista F35 abbiamo raggiunto le zone solfuree di Hveravellir per poi proseguire fino a Akureyri Proseguendo abbiamo visitato per 2 giorni la bellissima zona del lago Myvatn per poi addentrarci all’interno verso l’Askya e alle grotte di Kverkfjoll. Ci siamo poi spostati sui fiordi orientali nella speranza di vedere le pulcinelle di mare ma ormai se ne erano già andate e infine siamo arrivati nella zona dei ghiacciai con la bellissima laguna degli Iceberg (Jokulsarlon) e la zona di Skaftaffel. La vacanza è terminata con la visita dell’incantevole zona di Porsmorke le zone solfuree di Landmannalaugar. Avendo più giorni a disposizione avremmo potuto fare dei bellissimi Trekking che consiglio vivamente a tutti.

CONSIDERAZIONI FINALI: L’Islanda è un paese molto bello che offre al viaggiatore paesaggi molto diversi a secondo della zona visitata ed è adatto agli amanti del Trekking. Ci sono bellissime escursioni di uno o più giorni .Si passa da zone interamente ricoperte da ghiaccio a montagne fumanti con corsi d’acqua calda che formano pozze dove si può fare il bagno. La crisi economica che ha colpito il mondo a reso questo paese accessibile a tutti, infatti a parte il costo della macchina che è rimasto alto tutto il resto costa più o meno come da noi. La nostra spesa totale è stata di €. 1650,00 a persona. Consiglio quindi di approfittare di questo momento per visitare questa magnifica isola. La gente è cordiale, di poche parole e non infastidisce il turista.

Con questo concludo il mio breve racconto sperando di potervi essere stato utile e auguro una buona vacanza a tutti. Per qualsiasi tipo di informazione potete contattarmi all’indirizzo mail storzini.giovanni@libero.it



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi anche