L’inghilterra in moto

L'INGHILTERRA IN MOTO: UN VIAGGIO TRA PECORE, CONIGLI E CATTEDRALI “C'è qualcosa di eccitante nello scrivere le prime parole di un racconto... Non puoi mai prevedere dove ti porteranno. Le mie mi hanno portata qui, nel luogo a cui appartengo.” Beatrix PotterIl desiderio di realizzare questo viaggio inizia un bel po' di anni fa,...
 
Partenza il: 01/07/2007
Ritorno il: 15/07/2007
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 1000 €

L’INGHILTERRA IN MOTO: UN VIAGGIO TRA PECORE, CONIGLI E CATTEDRALI “C’è qualcosa di eccitante nello scrivere le prime parole di un racconto… Non puoi mai prevedere dove ti porteranno.

Le mie mi hanno portata qui, nel luogo a cui appartengo.” Beatrix Potter

Il desiderio di realizzare questo viaggio inizia un bel po’ di anni fa, quando al I° anno delle scuole medie ho avuto la fortuna di avere una professoressa che oltre ad insegnarci la grammatica e la fonetica, ha posto davanti ai nostri occhi numerose immagini della bella Inghilterra, e ci ha fatto conoscere le abitudini, le tradizioni, i paesaggi e la storia inglesi.

Sogno Londra, Stonehenge, Oxford e il Vallo di Adriano da quando avevo 11 anni, e il Lake District da quando vidi un buffo coniglio sulla copertina di un quadernino.

Sono stata a Londra diverse volte ormai, ma si sa, come Roma non è l’Italia, Londra non è assolutamente l’Inghilterra! Il sogno inglese è sempre rimasto dentro di me, ma non avevo mai chiesto a nessuno di portarmi fin là; sapevo che sarebbe stato un viaggio abbastanza costoso… E poi, pensavo, a chi interessano 15 giorni di pioggia, cattedrali e patatine fritte?! Ma la fortuna è spesso dietro l’angolo, e il caso ha voluto che anche a Luca interessasse un bel giro in terra inglese! Abbiamo valutato altri viaggi e zone con relativi prezzi, e ci siamo accorti che due settimane in Inghilterra non erano poi così costose se organizzate in tempo e se, soprattutto, si fosse usato un mezzo proprio. La cifra che avrebbe alzato il costo della vacanza era infatti il noleggio in loco di macchina o moto.

Optiamo all’inizio per un giro in senso orario, facendo varie tappe più o meno famose e calcolando anche un salto all’isola di Man. Poi compriamo la Lonely Planet, la leggiamo con attenzione, e ci rendiamo conto che sarebbe molto più intelligente un giro nel senso opposto: si eviterà così l’effetto zig-zag, e risulterà più logico per i viaggi aerei di andata e ritorno che riguarderanno solo me.

Prenoto io stessa il volo, sia per l’andata sia per il ritorno: Roma/Ciampino-Londra/Stansted il 1° luglio, e ritorno il 15 da Londra/Gatwick, entrambi con Ryanair.

Luca parte da Monza il giorno prima, in modo da essere già a Stansted al mio arrivo. Ah, naturalmente il viaggio in Inghilterra si fa in moto: una Suzuki750, due borse laterali, io, Luca, e il mio zaino Hello Kitty all’interno del bauletto! Quattordici sono stati i giorni totali in Inghilterra.

Dopo aver buttato giù diverse bozze di itinerario (al quale parteciperanno attivamente anche diversi utenti del Forum di Cisonostato) e tagliato qua e là cittadine, ahimè, non visitabili per il fattore tempo, la nostra lista finale sarà questa.

In ordine di apparizione: 1.Cambridge 2.Lincoln 3.York 4.Durham 5.Vallo di Adriano 6.Lake District 7.Haworth 8.Ironbridge 9.Stratford Upon Avon 10.Oxford 11.Lacock 12.Avebury 13.Bath 14.Cheddar Gorge 15.Wells 16.Shaftesbury 17.Stonehenge 18.Salisbury 19.Winchester 20.Canterbury 21.Dover Totale km complessivi: 1671, in terra inglese.

Naturalmente non dormiremo nelle città più famose, ma sceglieremo bellissimi, confortevoli e decisamente più economici B&B di campagna e fattorie, dove ci serviranno ottime full english breakfast, che si faranno risparmiare sul pranzo! Nel web ho trovato diversi motori di ricerca per trovare il B&B o la farm più adatti a noi, ma i migliori son stati questi: www.Bedandbreakfastnationwide.Com www.Bedandbreakfasts-uk.Co.Uk www.Smoothhound.Co.Uk Sono suddivisi in Regioni e, in base all’itinerario, si trovano tutte le cittadine che si incontrano lungo la strada.

Alla fine del mio diario di viaggio scriverò i siti web dei nostri alloggi, sperando che possano essere utili a qualcuno.

Come ho scritto sopra, a parte la tappa di York, non abbiamo mai dormito in città: se si ha un mezzo proprio per girare, vale la pena fare qualche km in più per avere una sistemazione di tutto rispetto immersa nella campagna inglese, con gente genuina, e persino risparmiando un bel po’.

Il nostro viaggio inizia molto prima del 1° luglio! Io non sto nella pelle: riempio la mia LP di post-it, di freccette, sottolineature e note a matita! Riempio e disfo lo zaino decine di volte! Sono nervosa e i motivi so quali sono: sarà il mio primo viaggio aereo da sola, e realizzerò finalmente il sogno di quando ero piccola.

Il 1° luglio è giorno di partenza in casa mia: tre componenti su quattro voleranno verso Londra! Mi preparo e aspetto con impazienza mio zio, che mi porterà in stazione Termini a Roma, dove salirò sul pullman Terravision per l’aeroporto di Ciampino (solo andata: 8€).

In giro non c’è nessuno, è domenica, e il pullman arriva presto a destinazione. Avrò tutto il tempo per andare in bagno decine di volte! L’aereo parte puntuale, il volo mi sembra brevissimo, soprattutto grazie ad una coppia inglese che vive nel Kent, con la quale mi intrattengo a parlare di Londra, di Durham, e del giro che farò da lì a breve. Quando arrivo a Stansted, come al solito, mi sento a casa. Tutto mi è familiare. So che Luca è là fuori ad aspettarmi, e che ci aspettano due settimane fantastiche! Fatto il controllo passaporti, mi dirigo verso l’uscita, dove lo vedo mescolato tra la gente per farmi uno scherzo… Ma io naturalmente lo becco subito! Usciamo dall’aeroporto in pochi minuti (quant’è bello viaggiare solo con uno zaino!), preleviamo la moto dal parcheggio e iniziamo finalmente il nostro viaggio per l’Inghilterra! La nostra prima tappa è Great Shelford, 40 km dopo Stansted e 7 km prima di Cambridge. Durante il tragitto scorgiamo le prime case col tetto di paglia, i cottages, pubs di campagna, signore intente a curare i loro graziosi giardinetti.

Ricordo che a casa avevo scritto su un foglio tutti gli indirizzi degli alloggi in cui saremmo dovuti andare, ma naturalmente, nel momento in cui mi è servito, quel foglio non l’ho trovato. E così, la nostra vacanza inizia con la ricerca di un B&B di cui non conosciamo l’indirizzo! Arrivati in paese, fatto esclusivamente da poche casette e una bella chiesa contornata dal cimitero, ci fermiamo nell’unico pub presente per chiedere informazioni alla gente del posto, ma nessuno di loro sembra conoscere il suddetto B&B. Non ci perdiamo d’animo, ci sediamo e ordiniamo birra e patatine nell’attesa che mio cugino mi invii un sms d’aiuto dal suo pc in Italia.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Bath
    Diari di viaggio
    una settimana nelle cotswolds

    Una settimana nelle Cotswolds

    4 luglio 2019 Ci siamo alzati molto presto, alle 4,30 per raggiungere l’aeroporto di Malpensa con il dovuto anticipo. E’ una...

    Diari di viaggio
    un primo assaggio della vecchia inghilterra

    Un primo assaggio della vecchia Inghilterra

    Castelli, cattedrali e pecore: viaggio in Inghilterra, Cornovaglia, Galles e Londra Atterrati, prediamo subito la macchina noleggiata...

    Diari di viaggio
    da londra verso la cornovaglia

    Da Londra verso la Cornovaglia

    Il 10 agosto si parte verso Londra Gatwick da Linate. Avevamo precedente prenotato un'auto con la Hertz scegliendola tra le piu' piccole...

    Diari di viaggio
    inghilterra del sud on the road 2

    Inghilterra del sud on the road 2

    Inghilterra del sud e Londra.Agosto 2017, io, mia moglie Donatella ed una coppia di nostri amici (Riccardo e Milly) abbiamo...

    Diari di viaggio
    wessex on the road
    kat

    Wessex on the road

    Volevamo fare questo viaggio da un po' di tempo, soprattutto per visitare Stonehenge, un luogo pieno di fascino e di mistero, e il ponte...

    Diari di viaggio
    inghilterra del sud, on the road e con bimbi al seguito

    Inghilterra del Sud, on the road e con bimbi al seguito

    Il viaggio è una andata-ritorno dall'Italia all'Inghilterra del sud 1^ Giorno - 27 luglio: Torino-Troyes Partendo da Torino all'alba,...

    Diari di viaggio
    inghilterra tra storia, miti e cattedrali imperdibili

    Inghilterra tra storia, miti e cattedrali imperdibili

    Un viaggio per scoprire l’Inghilterra del sud, molte miglia percorse in strade strette e con la guida a destra, decisamente costoso, ma...

    Diari di viaggio
    guidando dal lato sbagliato

    Guidando dal lato sbagliato

    Ho regalato questo viaggio on the road al mio ragazzo per un anniversario. Nell’arco di una settimana gireremo il sud-ovest...

    Diari di viaggio
    inghilterra del sud

    Inghilterra del Sud

    Tour intensivo in terra di Albione alla scoperta delle regioni del sud, da una punta (Kent) all’altra (Cornovaglia), bazzicando tra le...

    Diari di viaggio
    una settimana in giro per l'inghilterra sud-occidentale

    Una settimana in giro per l’Inghilterra sud-occidentale

    Temperature basse, pioggia, vento e ogni tanto anche qualche raggio di sole. Il diario include informazioni circa i costi che abbiamo...