Koh Lipe, paradiso perduto

Note di un viaggio che ci ha portato in 13 giorni a toccare Istanbul, Kuala Lampur, Cangkawi e Koh Lipe
 
Partenza il: 22/12/2013
Ritorno il: 05/01/2014
Viaggiatori: 4
Spesa: 2000 €

22-12-2013 ore 11,15 Malpensa-Kuala Lampur con scalo a Istanbul. Voli Turkish airlines (aeromobili nuovissimi e ottima assistenza a bordo) acquistati a fine febbraio direttamente in internet a € 640.

La tappa di 8 ore a Istanbul ci ha permesso una rapida visita del centro cittadino che abbiamo raggiunto prendendo la metropolitana sotto l’aeroporto fino alla fermata Zeytinburnu poi dall’attiguo marciapiede bus cittadino T1 fermata sulthannameth. Acquisto dei gettoni per ogni singola corsa alle macchinette presenti prima dell’ingresso lt 3 per ogni viaggio. 25 euro a coppia cambiati in lire turche all’aeroporto di malpensa ci sono stati sufficenti. Cisterna basilica ingresso fino alle17,30 € 5. Moschea blu -ingresso possibile alle 17,30 dopo l’ultima preghiera. Cena da mac donald dell’aeroporto. 23-12-2013 si atterra al KLIA du Kuala Lapur con una differenza di fuso di + 7 ore rispetto all’Italia. Si acquista la corsa in taxi prima di uscire dall’aeroporto al costo di 105 Myr ( in 4+ bagagli risulta più conveniente dell’utilizzo del Klia express + metro cittadina ) L’ hotel prenotato tramite booking.com per 3 notti è il The Zone All suite che ha il vantaggio di essere a 5 mm a piedi dalle Petronas e dalle fermata Lcc della metropolitana. Davvero un ottima soluzione considerando anche il costo di € 297 per un appartamento con due camere doppie con bagni individuali, cucina dotata di tutto l’occorrente per cucinare, internet e colazione compresa. Siamo gli unici turisti occidentali, ma la cosa non ci disturba affatto. 24-12-2013 visita della città anche con l’utilizzo del bus turistico hop on-hop off www.myhoponhopoff.com. Il biglietto costa 10 € ed è valido per 24 ore dalla timbratura. Sali e scendi alle varie fermate e soprattutto la parte del garden dove si trovano anche il museo nazionale e i giardini di orchidee risulta facile da raggiungere e da attraversare.

Pomeriggio ore 18,15 salita alle Petronas. Biglietto acquistato mesi prima in internet sul sito www.petronastwintowers.com.my al costo di 80 myr. Grande delusione visto che il tempo non è dei migliori e mentre siamo sullo sky che collega le due torri inizia a piovere con nuvole basse. Cena al food che c’è al piano sotterraneo delle torri dopo una lunga visita con acquisti al mega centro commerciale che occupa 5 piani delle stesse. 25-12-2013 mattina a Batu Cave per vedere il decantato tempio indù. E’ facile da raggiungere utilizzando la metropolitana fino alla fermata KL central e poi di lì treno che parte ogni 20mm. Il biglietto della metrò si fa alle macchinette al costo di 2,60 myr. Quello del treno ha un costo irrisorio e si acquita in stazione. Di ritorno scendiamo alla fermata di Pasir che è vicinissima al Central Market in zona Chinetown dove acquistiamo splendide pashime ( no made in chine!) dal negozio di Fayaz “Gold Leaf gallery” al piano terra. Vale assolutamente la pena contrattare per portarsi a casa gli splendidi articoli che si trovano qui. Anche collane d’artigianato, cuscini e batik. Al piano superiore del central market si può mangiare ai tanti fast food di cucina locale, ma anche solo bere succhi di frutta o rinfrescarsi con un gelato Cena alle 21 prenotata dal sito www.atmosphere360.com.my al ristorante all’ultimo piano del Menara Tower. Al suggestivo panorama sulla città a 360° (il ristorante è su piattaforma girevole) purtroppo non corrisponde un adeguato servizio. La cena è a buffet al costo di 198 myr a testa con shusi e vari tipi di carne… Le bevande sono escluse (€ 6,88 per una minerale, il vino improponibile ) ma tant’è : è la cena di Natale…

26-12-2013

Ci alziamo tardi e prepariamo i bagagli. Il taxi dall’hotel all’aeroporto LCC da cui parte il volo interno dell’Air Asia per l’isola di Langkawi è carissimo Myr 150 che dividiamo in 4…Per Langkawi partono di verse compagnie Noi abbiamo prenotato questa per comodità di orario. Il costo dei voli è stato di circa 50 € comperati in settembre direttamente dal sito della compagnia. L’aeroporto di Langkawi è piccolo e molto ben organizzato. Prima ancora di uscire ci sono diversi sportelli per noleggio auto e tour e hotel. Noi abbiamo via internet prenotato l’auto per 3 giorni da Kasina rent a car [email protected] al costo di 438 Myr con drop off non in aeroporto, ma alla partenza dei traghetti a Telaga Haborur. L’uso dell’auto è obbligatorio se si ha una sistemazione come la nostra in campagna e se si vuole in poco tempo vedere qualcosa dell’isola. Da tenere presente la guida a destra .Il servizio prestato dall’autonoleggio è ottimo, auto perfetta e puntualissimi al ritiro al porto. Alloggiamo in campagna non lontano dall’aeroporto in una delle 6 camere del The box Chalet prenotato direttamente alla e-mail [email protected] Paghiamo 360 myr per 3 notti con aria condizionata, ventilatore, bagno con acqua calda e ottima connessione wi. La pulizia è eccellente e la famiglia si fa in quattro per aiutarti e darti consigli. Buona anche la coalzione che consumiamo al costo aggiuntivo di 5 myr a testa. Cena al ristorante Mexicano di Pantai Chenag. A parte il fatto che dopo aver preso l’ordinazione si dimenticano di noi e solo su sollecitazione dopo 1 ora riprendono l’ordinazione per portarci dopo 10mm le faitas e i chili richiesti, beviamo una caraffa di sangria a 65 myr e la cena non è male!

27-12-2013 giro nord dell’isola

La salita alla cascata di Temurun Waterfall non è niente di speciale e nemmeno le spiagge attorno .Ci fermiamo a Pasir Tengkorak Beach e c’è anche un piccolo obolo di ingresso da pagare… L’acqua è torbida e solo alla spiaggia di Tanjung Rhu c’è un panorama che ricorda i tepui venezuelani. La lunga strada a curve che porta a Gunung Raya purtroppo ci fa arrivare in cima quando grandi nuvoloni minacciano pioggia. Decidiamo di non salire nemmeno sulla torre certi di non potere godere di alcun panorama con questo tempo.

28-12-2013

Con l’auto arriviamo fino a Kuah città in mezzo ad un traffico sostenuto. L’area degli imbarchi è affollatissima. Qualche acquisto nel vicino centro commerciale e cambio dei bath che ci serviranno per la tailandia. Proviamo non senza piacevole sorpresa il tè allo zenzero e pranziamo con banane fritte e riso acquistato nei baracchini lungo le strade. Ci rilassiamo alla spiaggia di Tengah Beach sicuramente più tranquilla della famosa pantaj cenang dalla quale è dvsa solo da un gruppo di rocce.

Guarda la gallery
cultura-a86ud

ko lipe paradiso perduto



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Istanbul
    Diari di viaggio
    turchia: melting pot di culture e un paese pieno di sorprese

    Turchia: melting pot di culture e un paese pieno di sorprese

    La cultura araba mi ha sempre affascinata: la cucina, i luoghi di culto, gli abiti tradizionali, le danze e i canti. Al giorno d'oggi molti...

    Diari di viaggio
    istanbul: porta d’europa porta del tempo

    Istanbul: porta d’Europa porta del tempo

    L’idea di visitare Istanbul mi stuzzicava da anni: il fascino di questo luogo sospeso tra Oriente ed Occidente, ancorato ai dettami...

    Diari di viaggio
    cappadocia e un po' di istanbul

    Cappadocia e un po’ di Istanbul

    Ci sono dei luoghi che ti rimangono negli occhi e nel cuore: uno di questi è la Cappadocia o meglio una sua porzione abbastanza...

    Diari di viaggio
    cavalcata turca

    Cavalcata Turca

    Quest’anno, dopo vari ripensamenti, abbiamo deciso di visitare la Turchia.Per me che scrivo è la prima volta in assoluto che metto...

    Diari di viaggio
    turchia 2019

    Turchia 2019

    ITINERARIO Istanbul, Cappadocia, Pamukkale, Efeso e Bodrum.VOLIAndata Zurigo-Istanbul con Turkish Airlines € 172 cad., ritorno...

    Diari di viaggio
    turchia fai da te 5

    Turchia fai da te 5

    La scelta per le vacanze di questa estate 2019 è ricaduta sulla Turchia. Grazie ad alcuni nostri amici di Istanbul, che ci hanno fatto...

    Diari di viaggio
    ponte dell'immacolata a istanbul

    Ponte dell’Immacolata a Istanbul

    Mia sorella ed io partiamo alla volta di Istanbul dall'aeroporto Marconi di Bologna giovedì 06 dicembre alle 13.20 e dopo 4 ore di volo...

    Diari di viaggio
    carnevale a istanbul

    Carnevale a Istanbul

    Cari tpc, oggi vi voglio raccontare del viaggio che per il ponte di carnevale io e mia moglie abbiamo fatto a Istanbul e dare qualche...

    Diari di viaggio
    sogno kenya e incubo istanbul

    Sogno Kenya e incubo Istanbul

    Ieri sera ci sono finalmente arrivate a casa le valigie tramite corriere, da Fiumicino, dopo una settimana dal nostro rientro allucinante...

    Diari di viaggio
    turchia, l’oriente a portata di mano

    Turchia, l’Oriente a portata di mano

    1° GIORNO Il 2011 è stato un anno molto triste per me, per via della malattia e della morte di mia mamma. L'idea di affrontare il...

    Video Itinerari