Kenya – Mare e Safari.. 2

Ciao a tutti, sono tornato lunedi 26/07/2004 da un soggiorno di due settimane in Kenya. Era la mia prima volta in Kenya ... Ma ahime .. "il mal d'Africa" ... La quarta consecutiva in questo fantastico continente. Solo nel tragitto dall'Aeroporto al villaggio sentivo già salire quella strana sensazione di commozione ... un po' come quanto uno...
Scritto da: marco-lorenzetto
kenya - mare e safari.. 2
Partenza il: 11/07/2004
Ritorno il: 26/07/2004
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 2000 €

Ciao a tutti, sono tornato lunedi 26/07/2004 da un soggiorno di due settimane in Kenya.

Era la mia prima volta in Kenya … Ma ahime .. “il mal d’Africa” … La quarta consecutiva in questo fantastico continente.

Solo nel tragitto dall’Aeroporto al villaggio sentivo già salire quella strana sensazione di commozione … un po’ come quanto uno torna a casa, tutto questo nonostante davanti a me vi fossero solo baracche, case di fango ed un mondo decisamente contrastante al mio ed in cui non solo il mio lavoro non esisterebbe (che ci fa un informatico in mezzo alla savana ?? Computer di sabbia direbbe qualcuno ! ;)) Detto ciò arrivo alla descrizione del viaggio da cui molti potrebbero trovare utili consigli come io li trovai nei vari racconti/chat/mailling list sul tema.

Premetto che la mia intenzione, quando scelsi il Kenya come meta per quest’anno, fu quella di fare qualche Safari ma i costi da catalogo risultarono subito abbastanza onerosi. Leggendo qua e là in rete appresi che era possibile, con notevole risparmio, organizzarsi in loco e quindi optai per un soggiorno mare di 15gg che mi avrebbe permesso di prendere la cosa con molta calma lasciandomi il tempo anche per qualche immersione, un po’ di sport e relax …

VOLO Prenotando il pacchetto ho scelto di partire la domenica da Malpensa con vettore VOLARE che utilizza un 737 (credo il 300).

L’aereo da 300 posti circa, pur avendo qualche anno, è abbastanza comodo, il cibo è negli (ahime) standard aeroportuali. I televisori non sono LCD e sono solo al centro ma permettono comunque una visione accettabile dei 2 film che proiettano durante il viaggio nonchè delle informazioni di volo.

L’aereo è utilizzato sia da chi si reca in Kenya, sia da chi va a Zanzibar in cui fa scalo. La proporzione tra i passeggeri era di circa 70 persone per il Kenya e 230 per Zanzibar !! Il check-in è stato pazzesco, un solo sportello per il Kenya contro i 3 per Zanzibar (più uno in comune per la Businness) ed era lentissimo: sono stato in coda per oltre 1h45′ ! L’aereo è partito con 1 ora di ritardo da Malpensa quindi alle 23:30 circa. Il ritardo è stato comunque parzialmente recuperato durante il volo che svolgendosi di notte passa abbastanza leggero tra uno sguardo ai 2 film ed un sonnellino.

Nel mio caso era il primo volo della stagione per il Kenya/Tanzania quindi, lo scalo a Zanzibar, ha letteralmente svuotato l’aereo perchè non c’era nessun turista che doveva tornava a casa. Nel tratto tra Zanzibar e Monbasa (30 minuti circa di volo) sembrava un aereo privato: eravano in 70 con oltre 300 posti e ci potevamo spostare ovunque volessimo. Il fatto che non ci fossero turisti da caricare ha fatto sì che l’aereo ripartisse da Zanzibar dopo solo 40 minuti circa permettendo quindi il totale recupero del ritardo.

Personalmente sconsiglio vivamente la East Africa, altro vettore utilizzato da Francorosso per la medesima tratta. In queste 3 settimane di voli ha avuto: – un caso di overbooking a Roma (40 persone sono rimaste a terra e successivamente, con un aereo più piccolo, sono state portate a destinazione. Per coprire il percorso è stato necessario uno scalo al Cairo per rifornimento e il tutto ha provocato 8 ore di ritardo nell’aereo pianificato e quasi 10 nell’altro recuperato dopo). C’è da dire che se il T.O. Non fosse stato della grandezza e il nome di F.R. Forse l’aereo di “scorta” non sarebbe mai arrivato.

– un incendio al motore, partita da Milano con atterraggio di emergenza e Roma.

TROPICAL VILLAGE La scelta della struttura è caduta sul Tropical Village di Malindi con il T.O. Francorosso in quanto ero già stato in altri due loro Sea Club (Sharm e El Quseir) ed erano sempre state valide scelte adatta a quanto cercavo.

Questo villaggio non è per niente paragonabile agli altri Sea Club della catena che sono più grandi e tirati a lucido ma è comunque una delle più valide strutture della zona (le altre 2 vicino sono sempre vendute dal medesimo T.O. E offrono maggiori comfort e più riservatezza ma meno animazione e sport … Dipende dai gusti). E’ un villaggio in perfetto stile Kenyota, perfettamente ambientato e che offre tutto quello che può servrire. Certamente le stanze sono più spartane delle altre splendendi struttre Sea Club ma mi ripeto, lì non si va per “il gran ballo”, sono puliti essenziali e dotate di aria condizionata e cassette di sicurezza.

Anche sul villaggio, avendone inaugurato la stagione, abbiamo sicuramente goduto dei vantaggi portati dalla presenza di poche persone che hanno reso subito l’atmosfera scherzosa e familiare anche con tutto il personale.

Sul posto troverete due fantastiche PAZZE ragazze .. Desirè e Flavia .. Attorniate da un sacco di locali sempre gentili e disponibili tra cui spicca il mitico barista KASENA … (non CASINO mi raccomando !! 😉 Se qualcuno cerca un villaggio con un’animazione che metta in piedi spettacoli da Brodway, balli etc … Non sarà forse appagato, qui le cose sono molto soft … Ops .. Akuna matata … POLE POLE Il vilaggio ha una spiaggia privata, sabbia bianca e palme un po’ in stile caraibico nel quale rilassarsi. E’ separata da quella pubblica da un muretto oltre il quale troverete un sfilza di persone (i Beach Boys) che vorranno vendervi di tutto e che vi accompagneranno per ogni passo.

Non sono maleducati e non ci sono problemi di sicurezza ma dimenticatevi una bella passeggiata romantica in coppia o persino una corsa in spiaggia al mattino .. Sarete sempre in compagnia.

Alcuni vendono safari (vedi sotto), altri collanine, altri chiedono solo soldi, magliette, scarpe etc …

Il fenomeno di alta e bassa marea è molto forte, a settimane alterne avrete al mattino o al pomeriggio la spiaggia sommersa o no. A qualcuno potrebbe dare fastidio la presenza di alghe che, quando c’è bassa marea, coprono la spiaggia emersa. Le spiagge sono più o meno tutte così in zona, se non volete le alghe dovete andare all’Isola dell’Amore, Sardinia 2 etc …Ma sono escursioni a pagamento.



    Commenti

    Lascia un commento

    Kenya: leggi gli altri diari di viaggio