Karpathos, selvaggia e affascinante

Una bella isola ancora poco frequentata
 
Partenza il: 19/06/2012
Ritorno il: 26/06/2012
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

L’ho visitata a Giugno (2012) e l’ho trovata molto affascinante perché è brulla, selvaggia e soprattutto poco affollata, con un turismo fatto di persone per bene e rispettose delle bellezze naturali di quest’isola. In pratica, è un piccolo paradiso conosciuto ancora da pochi.

E’ un’isola montuosa, infatti per raggiungere le calette più rinomate (Apella, Achata e Kira Panagia) bisogna “salire in montagna” e poi iniziare a scendere, percorrendo stradine tortuose e, in alcuni casi, senza guard-rail. Ma non voglio spaventare nessuno: è sufficiente un po’ di attenzione e si arriva a destinazione senza problemi.

Altra caratteristica è il vento, quasi sempre presente, più o meno forte, ma è apprezzato perchè le temperature sono molto elevate. Comunque, la parte più ventosa dell’isola è quella ad ovest (Finiki, Lefkos ecc.).

La vita notturna è praticamente inesistente, fatta eccezione per qualche locale nella capitale Pigadia, e questa caratteristica la rende un’isola adatta a chi, in vacanza, preferisce fare vita di mare e trascorrere piacevoli serate in qualche taverna caratteristica a gustarsi le specialità del posto.

Il noleggio di due lettini e un ombrellone costa € 6 al giorno, mentre per una cena per due persone si spende mediamente intorno ai € 30-35, quindi molto poco.

Ma veniamo ad informazioni più dettagliate.

Amoopi: è un piccolo paese con tanti hotel caratteristici che offrono un bel panorama. Ha diverse spiagge, piuttosto “raccolte”, oltre a Golden Beach che è quella principale. Amoopi non ha un vero e proprio centro con negozi e/o locali, per cui la consiglierei a chi desidera un hotel in una zona tranquilla, con un bella vista e che alla sera ama trattarsi bene a tavola. Infatti, Amoopi è ricca di taverne, sia nella parte bassa, che sulle alture. Personalmente ho cenato diverse volte alla Taverna Four Season e mi sono sempre trovata benissimo, perché sono stata accolta con gentilezza, ho mangiato bene e ho pagato poco. Inoltre la taverna offre un ouzo come aperitivo e alcune fette di anguria a fine cena. Io ho soggiornato all’Amoopi Bay e sono stata bene, anche perché avevo una camera con un delizioso balconcino vista mare. E’ un hotel molto grazioso, in una buona posizione e direi che non gli manca nulla. La colazione, forse, potrebbe migliorare, nel senso che potrebbero offrire qualcosa di più (come ad es. la frutta fresca ), ma la sufficienza la raggiunge ampiamente. Sotto l’hotel c’è un sentiero che in cinque minuti a piedi conduce a tutte le spiagge.

Pigadia: è la capitale e merita una visita, soprattutto nella zona del porto, che è pedonale e ricca di negozietti e ristoranti. Il resto del paese è molto incasinato e privo di interesse. Poco fuori Pigadia c’è una lunga spiaggia dove hanno costruito due alberghi-mostri che stonano completamente con il paesaggio circostante. In generale, direi che l’isola offre spiagge e scorci molto più affascinanti rispetto a quanto si può vedere nella piccola capitale.

Arkasa: è sulla strada per Finiki, ma non l’ho trovata particolarmente interessante e inoltre, la sua spiaggia era piena di alghe.

Finiki: il suo punto di forza sono le taverne ove si mangia pesce fresco che si sceglie personalmente in cucina. La spiaggia, invece, non è un granché.

Lefkos: per raggiungerla bisogna fare un po’ di strada. In pratica, una volta passata Finiki, bisogna andare avanti ancora per un bel po’, percorrendo una strada di montagna dalla quale si gode un bel panorama. Proprio perché la strada è un po’ lunga, conviene visitarla in giornata, anziché di sera, magari facendo sosta a pranzo in una delle sue taverne, ove si mangia ottimo pesce.

Arkasa, Finiki e Lefkos si trovano nella parte ovest dell’isola, quella più battuta dal vento e con le spiagge meno belle, ma dove si mangia il pesce migliore di tutta Karpathos.

Tenete presente che in questa parte dell’isola non ci sono distributori di carburante, per cui se volete visitarla, fate benzina in anticipo.

SPIAGGE

Diakoftis: secondo me, è la migliore. Si trova a sud dell’isola, dietro l’aeroporto ed in realtà è composta da due spiagge, l’una vicina all’altra, molto selvagge e simili alle spiagge della Sardegna di trent’anni fa, quando non erano ancora state invase da lettini e ombrelloni. E infatti, per molte persone, l’inconveniente di Diakoftis è proprio questo: non è attrezzata e non ci sono taverne, ma solo con un piccolo furgoncino che vende qualche bibita, gelato e serve piatti modesti. Quindi, armatevi di berretto, ombrellone e pranzo al sacco!

Per raggiungere Diakoftis, arrivando da Amoopi, bisogna costeggiare tutta la pista dell’aeroporto (che rimane alla vostra sinistra), arrivare fino in fondo alla pista, girare a sinistra e iniziare a costeggiarla dall’altra parte, avendo il mare alla vostra destra. In fondo alla pista la strada diventa sterrata e dopo 4-5 km si arriva a destinazione.

Apella: bellissima. E’ incastonata tra alte montagne, ciononostante è piuttosto lunga. E’ attrezzata, ma c’è anche una parte libera e ha una piccola taverna con un menù un po’ risicato, ma sufficiente per una giornata in spiaggia.

Achata: molto bella e vicina a Pigadia. E’ attrezzata, ma se arrivate tardi e i lettini sono già tutti occupati, potete stendervi all’ombra degli alberi a destra della spiaggia. Ha anche una taverna, che però non ho provato perché mi ero portata il pranzo al sacco.

Amoopi: delle spiagge di Amoopi ho già detto sopra. Sono tutte molto belle, con mare splendido e dietro ci sono diverse taverne.

Kira Panagia: come Apella e Achata, anche Kira Panagia è incastonata tra le montagne, ma è meno estesa di Apella. Non mi ha entusiasmata perché già di prima mattina il mare, visto in controluce, risultava un po’ sporco e anche perché quel giorno non c’era un filo d’aria ed essendo una baia piccola e chiusa dietro da alte montagne, mi sentivo un po’ soffocare. Ma merita assolutamente una visita, magari voi siete più fortunati e la trovate in condizioni migliori.

Concludo consigliandovi vivamente di visitare quest’isola, magari in un periodo poco affollato, così ve la potrete godere con tranquillità a 360° e tornerete con un bel ricordo, come è accaduto a me e mio marito.

Guarda la gallery
mare-p13e9

Spiaggia di Apella

mare-ndjn5

Spiaggia di Diakoftis

mare-eksjh

Spiaggia di Amoopi

mare-2xnx8

Finiki

mare-317qw

Spiaggia di Diakoftis

mare-sks7q

Spiaggia di Achata



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Grecia
    Diari di viaggio
    zante seen by my eyes

    Zante seen by my eyes

    Perdendosi tra ulivi e vigneti, curva dopo curva arrivi al mare, accolto dalle sacre sponde frastagliate, imponenti e incantevoli. I...

    Diari di viaggio
    nel dodecaneso, tra passato e presente

    Nel Dodecaneso, tra passato e presente

    Siamo tornati a Rodi. L’isola non sarebbe stata la meta principale ma un soprattutto un transito per raggiungere via mare altre isole...

    Diari di viaggio
    due settimane a naxos (cicladi)

    Due settimane a Naxos (Cicladi)

    NAXOS by Rosella & Edoardo: 2 settimane di esplorazione, sole, mare, riposoInnanzitutto i doverosi ringraziamenti ai Turisti per...

    Diari di viaggio
    due settimane di mare a creta

    Due settimane di mare a Creta

    Due settimane a Creta24 giugno - 8 luglio 2022Partecipanti: io e FrancaPrologoCon la situazione Covid che non è...

    Diari di viaggio
    corfù, isola diversa

    Corfù, isola diversa

    Corfù è forse la meno bella delle Isole Greche visitate, tuttavia interessante e con spunti notevoli che hanno reso la vacanza gradevole...

    Diari di viaggio
    rodi, buona la prima e anche le altre nove

    Rodi, buona la prima e anche le altre nove

    Dopo 2 ore che "traffico" su internet cercando voli (lievitatissimi come costo), coincidenze e trasferimenti per raggiungere un paio di...

    Diari di viaggio
    week end a preveza

    Week end a Preveza

    Weekend a Preveza, una perla dello Jonio. 27 Maggio 2022, venerdì. Volo economico (Ryanair) Fiumicino –  Aktio AR a 32 euro, acquistato...

    Diari di viaggio
    primavera nel peloponneso

    Primavera nel Peloponneso

    Il Peloponneso è ricchissimo di testimonianze storico-archeologiche/naturalistiche e gli stessi greci sostengono che il mese di maggio sia...

    Diari di viaggio
    cosa vedere a santorini

    Cosa vedere a Santorini

    Dove vado e dove non vado, in una bussola immaginaria fatta di destinazioni più o meno vicine, la mia scelta per l’estate 2021 ricade...

    Diari di viaggio
    grecia on the road: atene, meteore, epidauro e isole ionie

    Grecia on the road: Atene, Meteore, Epidauro e isole Ionie

    Vi propongo il nostro itinerario di 15 giorni studiato con cura tra la Grecia continentale e le isole Ionie, tutto effettuato con la nostra...