Kalimera Santorini

Una settimana fra i tramonti sul mare Egeo e le piccole cupole blu che spiccano sulla caldera
Partenza il: 26/07/2013
Ritorno il: 02/08/2013
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

26 LUGLIO

Eccomi, all’alba del 26 luglio si parte. Finalmente il tanto agognato viaggio a Santorini. Ci dirigiamo verso l’aereoporto di Verona da dove partirà il nostro volo Meridiana per Santorini.

Il volo è di circa 3 ore e 10,con scalo di 20 minuti (in cui non scendiamo dall’aereo) a Mykonos. Atterriamo a Santorini alle 11.05 e davvero stupiti del piccolissimo aereoporto prendiamo un taxi alla volta di Perissa, dove abbiamo prenotato l’alloggio in un grazioso hotel. L’hotel è “Lucia villas”, molto pulito carino ed economico. Il figlio della proprietaria ci aiuta subito ad affittare un auto, non proprio ad un prezzo economico (260 euro una settimana per una minuscola ma funzionale Nissan Pixo). Al pomeriggio iniziamo a “scoprire” un po’ Perissa, andando verso la spiaggia. La spiaggia è lunga km, non c’è molta gente e ci sono tantissimi tratti di spiaggia attrezzati. Ma attenzione: non immaginatevi Rimini, gli ombrelloni sono di paglia e gli sdraio di legno con soffici materassi, davvero molto belli. Sono inoltre molto economici, infatti in quasi tutta l’isola con una consumazione a testa puoi utilizzare ombrellone e lettino tutto il giorno. Alla sera facciamo una piccola passeggiata in una specie di lungo mare pieno di negozietti a perissa. Ci gustiamo una greek salad e con 9 euro in due ceniamo.

27LUGLIO

Ore 8 colazione fai da te, panini e via alla volta di Fira, la capitale dell’isola. Purtroppo Perissa è un po isolata poichè le strade sono poche,quindi ci vogliono circa 20 minuti per fare 5km in linea d’aria. La strada è già di per se bellissima, si passa su una panoramica che incrocia il borgo di Emporio e costeggia per un buon tratto la caldera regalando panorami mozzafiato. Arrivati a Fira parcheggiamo in un ampio parcheggio fuori dalla città, gratuito. Da lì in 5 minuti a piedi attraverso mura e casette abbandonate si arriva nella strada principale di Fira che porta alla parte piu’ famosa affacciata sulla caldera. Arrivati sull orlo della caldera davanti a noi si apre un panorama imperdibile e davvero unico: decine di casette bianche e chiesette dalle cupole blu a ridosso del burrone, con fiori fucsia qua e la.Il tutto a contrasto con la roccia bruna ed il mare di un blu molto intenso. Percorriamo una lunga ed estenuante scalinata per arrivare al piccolo porticciolo ai piedi della caldera. Per chi volesse far meno fatica ci sono tantissimi signori che con pochi euro ti affittano asini che ti trasportano su e giu dalla scalinata che offre panorami unici. Il porticciolo non è nulla di che ma dal basso si puo’ ammirare tutta la bellezza di fira. Per tornare in cima utilizziamo la funicolare che con 4 euro e due minuti ti evita la fatica delle scale e di schiantarti contro al muro con un asino. Al pomeriggio torniamo in spiaggia a Perivolos,sempre sabbia nera e mare gelido come il giorno precedente. Badate bene: il mare è gelido, l’acqua è subito a riva molto alta e seppur trasparente è scura a causa della sabbia nera. Non sognatevi il mare delle altre cicladi! Tutt’altro! La sera facciamo un giro a Kamari, località sulla costa molto piu ridente di perissa ma molto simile sia in spiagge che in lungo mare.

Guarda la gallery
Oia sunset

Oia sunset

Oia

Oia

red beach

red beach

asini a fira

asini a fira

fira

fira

Emporio

Emporio

perissa

perissa

Faro

Faro



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo Leggi i Diari di viaggio su Cultura
Diari di viaggio
Dubai Gold

Dubai Gold

1°g sab 16 ottobre - Volo Milano-Dubai Volo Emirates Milano-Dubai con partenza alle ore 14.45 e arrivo alle ore 22.50. Preleviamo...

Diari di viaggio
Bulgaria: Sofia e Plovdid

Bulgaria: Sofia e Plovdid

Viaggio in Bulgaria, tre notti, quasi quattro giorni, due a Plovdid e due a Sofia. Plovdid è stata capitale europea della cultura nel...

Diari di viaggio
Vienna, la città imperiale a misura di bambino

Vienna, la città imperiale a misura di bambino

Atterriamo nell'aeroporto (flughafen in tedesco) di Vienna-Schwechat (20 chilometri sud-est della cittadina) a pomeriggio inoltrato con un...

Diari di viaggio
Interrail con le ali tra le capitali del Nord Europa

Interrail con le ali tra le capitali del Nord Europa

Un viaggio con tre giorni in media per ogni capitale, con la permanenza in ogni città influenzata dalle tariffe che si riuscivano a...

Diari di viaggio
In tutti i laghi: Val d'Ega e dintorni

In tutti i laghi: Val d’Ega e dintorni

19 AGOSTO 2021: NOVA PONENTE Partiamo prima dell'alba per evitare traffico ed alte temperature. Il viaggio si svolge senza problemi in...

Diari di viaggio
Scoprendo i musei di Torino

Scoprendo i musei di Torino

Scoprendo alcuni dei più importanti musei di TORINO si comprende l'anima orgogliosa, policroma e resiliente di quella che è stata la...

Diari di viaggio
Monaco di Baviera 2

Monaco di Baviera 2

Non avevo mai considerato la Germania come una destinazione turistica (Berlino a parte), e mi sbagliavo, perché Monaco è sicuramente una...

Diari di viaggio
Sei giorni ad Amsterdam in agosto

Sei giorni ad Amsterdam in agosto

GIORNO 1: 10 agosto 2021 Siamo partiti da Bologna con il volo KLM delle 6 di mattina, a bordo ci hanno dato un panino non molto buono...

Diari di viaggio
Le scimmie di Kathmandu

Le scimmie di Kathmandu

Non passa giorno in cui io non pensi all'Asia e ormai dopo un anno e mezzo di separazione forzata, a causa delle restrizioni pandemia,...

Diari di viaggio
L’Oltrepò Pavese

L’Oltrepò Pavese

Partenza per L’Oltrepò Pavese, area a sud del fiume Po in provincia di Pavia, ricca di punti d’interesse storici e naturalistici.Il...