Italia e Francia, semplicemente meravigliose

Dalle montagne al mare passando dal lago...
 
Partenza il: 10/08/2012
Ritorno il: 23/08/2012
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

10 Agosto, partenza in automobile da Bari alle ore 7:00 del mattino. Io e il mio ragazzo (Roberto) siamo pronti per affrontare circa 3000 km alla scoperta delle montagne Valdaostane e di alcune zone della Francia per poi terminare con delle rilassantissime cascate termali. Per cui… pronti, partenza e… via! Dopo circa 10 ore di viaggio eccoci alla nostra prima destinazione: Valtournenche. Il paesino è piccolino ma incantevole e a soli 8 km da Cervinia. Arriviamo al nostro affittacamere (Miramonti) a dir poco incantevole! La giornata purtroppo è ormai quasi giunta al termine, per cui io e Roberto, ci limitiamo ad esplorare il paesino. E’ ormai quasi ora di cena e dopo un po’ di sguardi ai menù dei ristoranti decidiamo di andare a “La Maison du Coq Rouge” mooolto carino..ma la cucina pessima!! Abbastanza delusi andiamo a dormire.

11 Agosto

Svegli di buon ora, decidiamo di andare a fare una bellissima passeggiata in vetta! Attraversiamo il paesino a piedi costeggiando un bellissimo ruscello. Raggiungiamo l’ovovia (6,50€) che ci avrebbe portato sulle montagne per iniziare un bel percorso. Devo dire, il sentiero che abbiamo deciso di scegliere (direzione Cervinia) era abbastanza difficoltoso, ma con un po’ più di calma siamo riusciti a farlo tutto. Durante il nostro percorso, quasi a meta, abbiamo deciso di fermarci al lago blu. Bellissimo! Incantevole! Non ci sono altre parole per descriverlo, mi è rimasto nel cuore! Terminate foto e fotine, decidiamo di proseguire per Cervinia! Era quasi ora di pranzo per cui perchè non mangiare in vetta?! Ma sì, pranziamo sul Plateau Rosà! Prendiamo 3 impianti al modico prezzo di 29€! In vetta c’è la neve! Bellissimo! Ci sono 7° ma il sole è talmente caldo che si sta benissimo anche con una maglietta di cotone. Pranziamo al primo rifugio e devo dire, pranziamo anche bene!! Finito il nostro pranzo decidiamo di scendere nuovamente e andare a fare un giretto nel paese di Cervinia. Carino. ben tenuto, ma non nascondo di preferire Valtournenche malgrado sia molto più piccola. Terminata anche questa giornata andiamo a cena per poi crollare subito dopo!

12 Agosto

Siamo pronti per una nuova avventura! Annecy e Lione ci aspettano! Annecy: che dire di questa cittadina della Francia? E’ a dir poco meravigliosa! Piena di parchi, un lago cristallino e la cittadina molto simile alla nostra Venezia, ma molto più viva e colorata! Non appena arrivati abbiamo girato un po’ ma poi abbiamo deciso di rilassarci sui verdi prati che circondano il lago. Post pranzo abbiamo deciso di fare un giro lungo il perimetro del lago..ma man mano che camminavamo ci rendevamo sempre più conto di quanto fosse grande e abbiamo desistito! Sulla riva ci sono una miriade di pedalò e barche assalite dai turisti. Il lago è così pulito che molta gente fa anche il bagno! Mai visto un lago così bello! Ma purtroppo qua eravamo solo di passaggio! Ore 17:00 credo sia arrivato il momento di proseguire per Lione! Dopo circa 150 km arriviamo a destinazione. Pernottiamo al Kyriad (82€ la matrimoniale per 2 notti ma la stanza a dir poco soffocante). Lasciamo tutto in camera e prendiamo la metropolitana per andare a fare un giro in centro. A dire il vero siamo esausti per cui troviamo un posto dove mangiare. Due hamburger e due coca cola solo 39€!! Un po’ sconvolti torniamo in hotel.

13 Agosto

Il giorno dopo facciamo un giro per Lione. Dopo la prima salita pendenza 90% per raggiungere La Basilica di Notre-Dame de Fourvière, (molto bella sia internamente che esternamente. Domina la città, da li su è possibile vedere tutta la città) e le forze che scarseggiano decidiamo di prendere le biciclette. Devo dire che non è proprio chiaro il meccanismo per noleggiarle ma dopo un po’ di scetticismo decidiamo di farlo. Inutile dire che abbiamo girato tutta la città in bicicletta. Lungo il fiume ci sono dei bellissimi giardini, piste ciclabili, panchine per ammirare il paesaggio e giochi per bambini. Abbiamo visitato i trauboles. Si tratta di passaggi tradizional che consentono di passare da un edificio all’altro, senza uscire in strada. Sinceramente noi siamo rimasti un po’ delusi!

14 Agosto

Si parte di nuovo! La nostra meta è Montpellier ma sulla strada decidiamo di fermarci nella città medioevale di Gordes. Piccola ma carina! viuzze piene di negozietti e gelaterie. Ma ci passiamo poco tempo! Decidiamo di proseguire per Montpellier! Arrivati a destinazione e trovato l’hotel (hotel Royal) molto bello, lasciamo la macchina in un parcheggio custodito (ci è stato consigliato così) e con cartina alla mano, decidiamo di iniziare a girare la città. Passiamo dalla piazza principale pl. della comèdie. Molto grande e sicuramente molto suggestiva soprattutto di sera! Dopo un gelato decidiamo di andare nella parte nuova di Montpellier dove troviamo bambini che fanno il bagno nelle fontane! Bah! Putroppo essendo 14 Agosto molti negozi sono chiusi.

15 Agosto

Svegliati di buon ora decidiamo di prendere il trenino turistico di Montpellier (7,00€) che ci permette di visitare la città stando comodamente seduti! Peccato che il giro duri veramente poco! Dopo circa 40 minuti siamo già a destinazione per cui, decidiamo di andare a vedere la Camargue. Devo dire che lo spettacolo è veramente suggestivo! All’inizio strano, ma dopo poco ci si abitua piacevolmente a vedere strane paludi. Il giro nelle camargue è bellissimo da fare a cavallo, ma purtroppo proprio quel giorno avevo deciso di mettere la gonna! Sigh! Camminando camminando ci fermiamo su una spiaggia di ciottoli dove malgrado il vento fresco c’è molta gente che fa il bagno. e mentre guardiamo gli altri che si divertono con le onde e il cielo si oscura sempre più da nuvoloni che apparentemente minacciavano pioggia, noi consumiamo il nostro pranzo a sacco! Finito di pranzare decidiamo di vedere Aigues Mortes. Bellissima! Una cittadina medioevale che ci è piaciuta tanto!!! Un bellissima piazzetta piena di Bar e ristoranti. Sicuramente molto turistica, ma allo stesso tempo anche molto “medioevale”! Poco prima della piazzetta c’è una chiesetta meravigliosa che vale sicuramente la pena visitare! I vetri colorati rappresentati santi, illuminano l’interno della chiesa con colori caldi che danno una sensazione di serenità.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Aigues-Mortes
    Diari di viaggio
    italia e francia, semplicemente meravigliose

    Italia e Francia, semplicemente meravigliose

    10 Agosto, partenza in automobile da Bari alle ore 7:00 del mattino. Io e il mio ragazzo (Roberto) siamo pronti per affrontare circa 3000...

    Diari di viaggio
    in provenza con la moto

    In Provenza con la moto

    Lunedì 23/07/2012 Partenza da Pecetto Torinese alle 9.45 destinazione Arles mezzo di trasporto: Bmw 650 GS.Tappa carburante e poi...

    Diari di viaggio
    barcellona e linguadoca-rossiglione

    Barcellona e Linguadoca-Rossiglione

    Itinerario: Primo giorno: Aosta, Montpellier Secondo giorno: Montpellier, Aigues Mortes, Sète, Barcellona Terzo giorno: Barcellona Quarto...

    Diari di viaggio
    francia camargue

    Francia Camargue

    Lattes - Palavas les Flots Atterro a Montpellier nel primo pomeriggio ed inizio a guardarmi intorno alla ricerca della mia amica Aliza,...

    Diari di viaggio
    france en route!

    France en route!

    Siamo partiti proprio il giorno di Ferragosto, Papà, Mamma e la piccola Sofia di 2 anni e mezzo. La macchina era strapiena. Vestiti,...

    Diari di viaggio
    provenza il paese della lavanda
    det

    Provenza il paese della lavanda

    Il mio viaggio in Provenza ha toccato la Camargue a sud, il Mont Ventoux a nord, risalendo per Arles e Avignone; sono poi ridiscesa girando...

    Diari di viaggio
    una settimana in provenza

    Una settimana in Provenza

    Milano - Gardanne (12/08/2002) Partenza ad un'ora accettabile, 9.30. Abbiamo scelto di evitare l'autostrada Milano - Genova, sempre molto...

    Diari di viaggio
    dove terra acqua fuoco e aria si incontrano

    Dove terra acqua fuoco e aria si incontrano

    La sua storia ha inizio molto, ma molto, tempo fa. Occorre, infatti, tornare indietro di qualche milione di anni per capire le origini...

    Diari di viaggio
    provenza 2

    Provenza 2

    Vacanza in Provenza. Ho deciso di raccontarvi la mia vacanza nel caso foste interessati a vedere questa regione che sicuramente ha molto da...