Istanbul: porta d’Europa porta del tempo

Un luogo sospeso tra Oriente ed Occidente che vi stupirà con i suoi contrasti e i suoi eccessi e vi farà innamorare col fascino dei suoi edifici storici e della sua atmosfera
Partenza il: 25/04/2019
Ritorno il: 28/04/2019
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

L’idea di visitare Istanbul mi stuzzicava da anni: il fascino di questo luogo sospeso tra Oriente ed Occidente, ancorato ai dettami islamici e con un passato glorioso è innegabile. Così profittando del lungo ponte del 25 Aprile siamo partiti alla scoperta di questa città dal fascino senza tempo.

Partenza da Napoli con la Turkish Airlines verso il nuovo aeroporto della città inaugurato solo qualche settimana prima. Enorme, il più grande al mondo che però dista 50 km dal centro ed è collegato al centro città solo su gomma: taxi, navette e bus che partono ogni 30 minuti e che impiegano quasi un’ora, traffico permettendo, per raggiungere il centro. Attraverso i vetri del bus che ci porta in centro ho il primo impatto con Istanbul. Nelle strade c’è movimento: auto, carretti, persone si affollano tra palazzoni moderni e moschee. Ma soprattutto si vedono bandiere: tantissime ovunque. La mezzaluna e la stella, bianco su rosso, sui palazzi importanti così come sui balconi delle case modeste, sui cancelli, fuori dai negozi, sulle fermate dei mezzi pubblici e si capisce subito che l’orgoglio nazionale è forte. Il centro di Istanbul è caotico e pieno di traffico, dall’aeroporto al centro abbiamo impiegato circa un 50 minuti ma ora si si procede a passo d’uomo, l’hotel non dista molto cosi decidiamo di anticipare la fermata e proseguire in metro.

Arriviamo all’Hotel situato nel quartiere Fatih a poco più di un km dalla colonna di Costantino considerato uno dei quartieri più “conservatori” di Istanbul, è la zona più osservante dal punta di vista religioso, con al centro il monumentale complesso della Moschea di Fatih. Passeggiare per le sue strade, nella zona di Malta Çarşı, la zona del mercato, è un’esperienza che non può lasciare indifferente. le strade pullulano di negozietti di tappeti e tessuti e le vetrine straripano di dolci, nell’aria odore di kebap e poi carretti di ambulanti che vendono pannocchie o caldarroste. Tenete presente che tutta la zona a sud di Sultanahmet è verso il basso. Quindi se scegliete un albergo in questa zona, sappiate che occorre fare un po’ di salita prima di arrivare nella zona della Moschea Blu. Non vediamo l’ora di tuffarci nell’atmosfera turca, e con l’adrenalina a mille usciamo. Essendo tarda sera decidiamo di fare un giro del quartiere e di salire fino alla piazza dell’antico ippodromo bizantino, dove ci sono due obelischi ed il resto di un antica colonna romana. Ormai è a portata d’occhio la famosa Moschea Blu o Sultanahmet Camii. Dall’esterno è maestosa con i suoi 6 minareti altissimi. L’entrata dei visitatori (visita gratuita essendo luogo di culto – gradita un offerta simbolica) è sulla destra rispetto all’ingresso principale. Sono passate le 18, la moschea sembra ancora aperta, ci togliamo le scarpe ed entriamo e riusciamo a godercela quasi in solitudine in tutto il suo splendore. L’interno per quello che abbiamo potuto ammirare, in quanto in fase di restauro, è davvero bello e il colore blu dei tulipani dipinti sulle ceramiche la rende unica. L’appellativo Blu deriva dalla colorazione delle 15 mila piastrelle che rivestono l’interno della maestosa cupola centrale (coperta per restauro). Una vista spettacolare di questa moschea si ha quando si esce e si fanno un po’ di passi verso la moschea posta di fronte, quella di Santa Sofia, e ci si gira le spalle attraversando la zona della fontana che di notte è davvero suggestiva. Ceniamo al vicino Gulhane Sark Sofrasi ben recensito su TripAdvisor. Si mangia bene, prezzi convenienti ed ospitalità da parte del personale molto familiare e cordiale. Stanchi e assonnati si va a nanna.

Guarda la gallery
10

10

11

11

12

12

2

2

3

3

1

1

6

6

7

7

4

4

5

5

8

8

9

9



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo
Il piccolo Borgo di San Vittore Terme, piccolo, silenzioso e quasi incantato

Il piccolo Borgo di San Vittore Terme, piccolo, silenzioso e quasi incantato

La stazione dei treni di San Vittore Terme è minuscola, circondata dal verde intenso...

Patrizio incontra Dellino Farmer, agro rapper

Patrizio incontra Dellino Farmer, agro rapper

Nell’immaginario collettivo il contadino è legato al liscio, ma oltre alla transizione...

Il viaggio dei viaggi: fino al circolo polare in auto

Il viaggio dei viaggi: fino al circolo polare in auto

Il primo grande viaggio, il viaggio dei viaggi, da Parma a Napapijri. Amici...

Leggi i Diari di viaggio su Istanbul
Diari di viaggio
Turchia: melting pot di culture e un paese pieno di sorprese

Turchia: melting pot di culture e un paese pieno di sorprese

La cultura araba mi ha sempre affascinata: la cucina, i luoghi di culto, gli abiti tradizionali, le danze e i canti. Al giorno d'oggi molti...

Diari di viaggio
Istanbul: porta d’Europa porta del tempo

Istanbul: porta d’Europa porta del tempo

L’idea di visitare Istanbul mi stuzzicava da anni: il fascino di questo luogo sospeso tra Oriente ed Occidente, ancorato ai dettami...

Diari di viaggio
Cappadocia e un po' di Istanbul

Cappadocia e un po’ di Istanbul

Ci sono dei luoghi che ti rimangono negli occhi e nel cuore: uno di questi è la Cappadocia o meglio una sua porzione abbastanza...

Diari di viaggio
Cavalcata Turca

Cavalcata Turca

Quest’anno, dopo vari ripensamenti, abbiamo deciso di visitare la Turchia. Per me che scrivo è la prima volta in assoluto che metto...

Diari di viaggio
Turchia 2019

Turchia 2019

ITINERARIO Istanbul, Cappadocia, Pamukkale, Efeso e Bodrum. VOLI Andata Zurigo-Istanbul con Turkish Airlines € 172 cad., ritorno...

Diari di viaggio
Turchia fai da te 5

Turchia fai da te 5

La scelta per le vacanze di questa estate 2019 è ricaduta sulla Turchia. Grazie ad alcuni nostri amici di Istanbul, che ci hanno fatto...

Diari di viaggio
Ponte dell'Immacolata a Istanbul

Ponte dell’Immacolata a Istanbul

Mia sorella ed io partiamo alla volta di Istanbul dall'aeroporto Marconi di Bologna giovedì 06 dicembre alle 13.20 e dopo 4 ore di volo...

Diari di viaggio
Carnevale a Istanbul

Carnevale a Istanbul

Cari tpc, oggi vi voglio raccontare del viaggio che per il ponte di carnevale io e mia moglie abbiamo fatto a Istanbul e dare qualche...

Diari di viaggio
Sogno Kenya e incubo Istanbul

Sogno Kenya e incubo Istanbul

Ieri sera ci sono finalmente arrivate a casa le valigie tramite corriere, da Fiumicino, dopo una settimana dal nostro rientro allucinante...

Diari di viaggio
Turchia, l’Oriente a portata di mano

Turchia, l’Oriente a portata di mano

1° GIORNO Il 2011 è stato un anno molto triste per me, per via della malattia e della morte di mia mamma. L'idea di affrontare il...