Isole Eolie mini vacanza nelle ali di un gabbiano

In barca a vela tra Lipari, Vulcano, Salina e Cefalù
 
Partenza il: 27/06/2014
Ritorno il: 30/06/2014
Viaggiatori: 4
Spesa: 500 €

Sono le 6.30 mi sveglio c’è già una luce che entra dalla finestra, è l’alba, mi alzo e ho l’anticamera completamente piena di bagagli. Sono pronta, oggi 27/06 insieme alla mia famiglia parto per le isole Eolie. Mi sento emozionata, sarà una vacanza fantastica. 5 giorni tutti insieme, non sono una cosa da poco, per noi è un evento, un grande regalo che i miei figli ci donano. La loro presenza.

Programma: Milano-Palermo, noleggio auto per Cefalù. Barca a vela comandata dallo Skipper Attilio di Cefalù Yacht Service wow… partenza per l’isola di Vulcano, poi Lipari e l’isola di Salina, ritorno a Cefalù. Pomeriggio a Cefalù serata e cena da amici, nelle Madonie con vista mozzafiato di Polizzi Generosa un paese come una donna sdraiata che ti sorride e ti guarda. Abbronzatura assicurata. Ritorno Palermo-Milano/Bergamo.

Certo è un programma ambizioso per soli 3 giorni di barca a vela, scivolare, veleggiare sul mare blu zaffiro delle Isole Eolie, che dal 2000 sono state insignite del titolo di patrimonio dell’Umanità da parte dell’Unesco, come patrimonio culturale e riserva della biosfera. Dispiace non poter vedere le altre bellissime isole Stromboli, Filicudi, Alicudi e Panarea; ma tutto non si può avere nella vita, sarà per la prossima vacanza.

Siamo arrivati al porto di Cefalù, dove ci aspettano lo Skipper e il suo amico. Dopo acquisti per la cambusa si esce dal porto e via con il vento in poppa. Che emozione la barca scivola silenziosa verso un tramonto sull’acqua turchese, fantastico sembra un film… e io ho un conato di vomito. Prendo subito una pastiglia, non voglio rovinarmi l’avventura, però per questa sera non mangio preferisco una fetta di limone tra i denti.

Viaggiamo tutta la notte coperti da un mantello di stelle. Come siamo piccoli. Mi addormento cullata dalle onde e mi sveglio a Vulcano. Tre obiettivi: vedere e scalare il vulcano, la piscina sulfurea e la spiaggia nera, ma prima di tutto colazione al bar. Un enorme cornetto ripieno di marmellata o di crema, a piacere, e un caffè per iniziare una meravigliosa e caldissima giornata. 2 cornetti ,tre caffè € 8.00 per tutta la famiglia comprese 3 bottiglie di acqua.)

Camminiamo, camminiamo su per le pendici del Vulcano della Fossa con un profumo di zolfo da far frizzare i peli a un gatto siamese. A proposito, ci segue un gatto di razza Europea che ci fa compagnia, il panorama è stupendo e il mare blu. Ci avventuriamo su per le pendici molto ripide camminando lentamente sotto un sole cocente, spalmandoci crema protettiva mista a polvere sollevata dai nostri piedi che arrancano sulle pendici. Siamo proprio gente di città. Arrivati in cima, 386 m s.l.m. -Con fumarole e getti di vapore il vulcano ci comunica che è vivo e lo guardiamo con assoluta meraviglia e rispetto. Incontriamo persone di tutti i tipi e nazioni, vestiti in tutti i modi e con calzature varie: sandali ciabatte e scarponcini da trekking. Io nello zainetto avevo anche asciugamano e costume.

Per chi non vuole fare l’esperienza in barca a vela, esistono una nave che in circa un’ora e mezza e un aliscafo che in tre/quarti d’ora permettono di raggiungere comodamente l’Isola di Vulcano con partenza da Milazzo.

Scendiamo velocemente dopo aver visto e guardato dentro il cratere, sensazione da brivido. Ci incamminiamo verso la piscina naturale dei fanghi sulfurei dalle note proprietà terapeutiche, dove si vedono numerose persone ricoperte di fango, Le salutiamo con la mano e loro ci invitano; ma proseguiamo verso la spiaggia nera, dove ci aspetta un meraviglioso bagno in acqua fredda. Ormai abbiamo la pelle rossa, che richiede un po’ di refrigerio, e un tuffo nel bel mare blu. Che nuotata. Dopo l’acquisto di braccialetti e collanine di lava e pietra pomice colorata, ritorniamo alla barca e ripartiamo verso l’isola di Lipari.

Scivoliamo sulle onde con il vento a 45°, i miei uomini aiutano lo skipper a issare le vele e governare la barca; noi donne in pozzetto prendiamo gli ultimi raggi di sole. Ci fermiamo di fronte ad un’insenatura, dove c’è una caletta con una piccola striscia di sabbia. Sotto di noi il mare è un gioiello turchese e smeraldo e decidiamo di tuffarci nelle acque cristalline. Fare il bagno al largo è una cosa indescrivibile, mi è sempre piaciuto fare il bagno dove non c’è nulla.

Arriviamo a Lipari che è ora di cena e, poiché a pranzo abbiamo mangiato frutta e verdura, pensiamo di attraccare al porto, farci belli e andare in un ristorante. Abbiamo passeggiato tutti insieme per il paese rilassati e felici percorriamo il Corso, via Garibaldi e numerosi vicoli molto suggestivi, scoprendo così la rocca del Castello, la storica Chiesa delle Anime del Purgatorio (Purgatorio mai esistito nella bibbia) troppe cose belle da vedere e troppo poco tempo. E’ buio e abbiamo fame. Lo skipper si ferma a parlare con delle persone e ci porta in un “ristorante diffuso” con i tavolini sulla strada in salita, è particolarmente accattivante il ristorante Nenzyna.

Ordiniamo varie specialità di pesce e il nostro comandante ordina tonno, ma vuole sapere che parte gli avrebbero servito, poiché Lui vuole mangiare solo “surra”. Noi rimaniamo in silenzio pensando ‘che stranezza’. Tonno è tonno. Ma lui, che è un intenditore, sa tutto sui pesci e sulla pesca; siamo in ottime mani. Il nostro formidabile skipper che ha recentemente battuto il record di traversata Atlantica, ci racconta aneddoti pazzeschi, svoltisi nelle sue decine e decine di traversate ed esperienze nei sette mari. Ci divertiamo moltissimo, nel frattempo sono arrivati i nostri piatti dopo aver assaggiato la surra, ci strabiliamo per la sua morbidezza e gustosità. Passeggiando lentamente torniamo in barca e passiamo la notte in porto dormendo benissimo.

Sveglia all’alba e via con il vento che soffia nelle orecchie e gonfia le vele verso l’isola di Salina. Decidiamo di circumnavigare l’isola. Salina è l’isola più fertile e ricca di acqua dell’arcipelago, questo consente di produrre la Malvasia, un vino dolce e buonissimo, e i famosi capperi che mi ha regalato una mia amica. Favolosi!

Guarda la gallery
crociera-jumqc

L'arrivo a vulcano

crociera-tne1q

Casa!

crociera-p35nm

Il cratere di vulcano

crociera-u1rq3

Il grande forno delle madonie

crociera-a8egw

Lavatoio medievale

crociera-8t9nj

Lavatoio medievale

crociera-9spr4

Lipari classic car!

crociera-tt6zb

Pane e ricotta

crociera-y8u6k

Prima volta al timone

crociera-p5mqw

Salina

crociera-sprst

Tramonto siciliano

crociera-84dee

Le vigne di salina



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Cefalú
    Diari di viaggio
    sicilia a maggio

    Sicilia a maggio

    Dopo un periodo difficile, io e mio marito ci concediamo una meritata vacanza. Sicilia... arriviamo!Partenza il giorno 16 maggio da...

    Diari di viaggio
    sicilia per caso. viaggio itinerante alla scoperta di 20 località sorprendenti e uniche!

    Sicilia per caso. Viaggio itinerante alla scoperta di 20 località sorprendenti e uniche!

    Itinerario: Castelmola, Taormina, Catania, Siracusa, Laghetti Cavagrande - trekking, Avola, Noto, Palazzolo...

    Diari di viaggio
    sicilia e le eolie

    Sicilia e le Eolie

    Premessa ai tempi del Covid E’ l’estate del Covid, delle incertezze, dei timori e delle occasioni mancate. Regna ovunque una gran...

    Diari di viaggio
    giro della sicilia

    Giro della Sicilia

    Dopo aver passato le ultime estati in giro per l’Europa, finalmente si torna nella mia terra d'origine: Sicilia! È stata una bellissima...

    Diari di viaggio
    palermo e dintorni

    Palermo e dintorni

     Quattro giorni a Palermo e dintorni (5 -9 maggio 2018)Partecipanti: io e FrancaQualche anno fa avevamo passato le...

    Diari di viaggio
    itinerari d'arte nella sicilia occidentale

    Itinerari d’arte nella Sicilia occidentale

    strada che si inerpica sul versante del monte non posso fare a meno di fermarmi varie volte per ammirare dall’alto il panorama della...

    Diari di viaggio
    itinerario arabo normanno tra palermo e cefalù

    Itinerario arabo normanno tra Palermo e Cefalù

    Quando si dice il caso… Nel 2015 il Comitato del Patrimonio Mondiale dell'Unesco ha dichiarato l'itinerario Arabo Normanno "Patrimonio...

    Diari di viaggio
    sicilia occidentale on the road

    Sicilia occidentale on the road

    TRASPORTI: volo a/r Verona Palermo prenotato con Volotea. Abbiamo noleggiato una Fiat Multipla per nove giorni con "autonoleggio Valenti"...

    Diari di viaggio
    sicilia bedda

    Sicilia bedda

    all’isola di Vulcano veniamo catturati subito da odore di uova marce. Lì vicino infatti vi è un laghetto di fango sulfureo, dove le...

    Diari di viaggio
    sicilia meravigliosa 2

    Sicilia meravigliosa 2

    Dopo aver scorrazzato per i paesi del Nord, quest’anno abbiamo deciso di visitare la meravigliosa terra di Sicilia. In realtà è un...

    Video Itinerari