Isola di Cres

Cinque giorni tra eco-sentieri, villaggi e spiagge
 
Partenza il: 25/05/2015
Ritorno il: 29/05/2015
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

Intanto il sole sembra tenere e comincia ad affacciarsi la voglia di mare. Proseguiamo rapidamente decisi a ritornare a Beli, fermandoci però per visitare un altro labirinto (situato poco prima di rientrare nel paesino), prendiamo l’auto e scendiamo fino alla spiaggia. Alle spalle di questa una minuscola area di campeggio completamente immersa nel verde. Sulla spiaggia di ciottoli si affacciano graziosi capanni di pietra. In fondo alla spiaggia notiamo un piccolo sentiero, decidiamo di proseguire e giungiamo a due spiaggette completamente deserte. Dopo un rapido bagno osservando un temporale in corso sulla costa istriana, la scomparsa del sole ci spinge a rientare a Cres.

Terminiamo la giornata con le nostre biciclette esplorando il lungomare di Cres in direzione opposta al centro, fino al suo punto finale in corrispondenza di una spiaggetta di sassi. Dopo quest’ultima un sentiero litoraneo segnato di rosso corre in mezzo agli ulivi e si affaccia sugli scogli e il mare cristallino.

3° Giorno (Spiaggia di Meli e Ustrine)

La forma affusolata di Cres ci dà l’idea di abbinare in un giorno la visita di due spiagge situate alla stessa altezza ma su versanti opposti dell’isola. La mattina decidiamo di esplorare Meli, che si trova nella costa orientale. Si tratta di una spiaggia con fondo sabbioso. Per raggiungerla bisogna arrivare a Belej, poi seguire una carrozzabile per circa 3-4 km fino alla località di Plat. Da lì si parcheggia e si prosegue a piedi per 1-2 km.

Lungo la strada costeggiamo il lago di Vram, e ci inoltriamo per una stradina per poter dare un’occhiata dall’alto a questo curioso ma inaccessibile fenomeno idrologico (l’accesso non è consentito perchè il lago è una riserva di acqua potabile usata nell’isola di Cres e Lussino).

Superiamo la località di Belej in cerca della carrozzabile, ma l’unico viottolo che ci ispira fiducia è quello opposto al bivio per Ustrine. Ci inoltriamo per questo sterrato tenendo la destra e dopo poco giungiamo ad un bivio con indicazioni per Plat. Giungiamo al gruppo di case (ora convertite a residenze di lusso) denominato Srem e poco dopo a Plat, dove alcuni muratori sono all’opera. Superate le case troviamo un cartello che indica l’inizio del sentiero per Meli. Il paesaggio campestre è meraviglioso, con ulivi e grandi ammassi di euforbie dalla fioritura rossiccia. Purtroppo, tutti presi dal panorama bucolico, poco dopo sbagliamo un bivio (avremmo dovuto tenere la destra, invece proseguiamo dritti) e non riusciamo ad arrivare a Meli. Arriviamo con fatica sulla costa e troviamo una spiaggetta deserta, minuscola ma anch’essa con fondo sabbioso. A questo punto mi sento di raccomandare attenzione, Cres è veramente selvaggia e perdere il percorso può risultare pericoloso. Dopo qualche ora di spiaggia, ritorniamo a Plat e ci dirigiamo in macchina a Ustrine, un golfo a forma di “manina”, con spiaggette su ciascun “dito” e sentieri che le collegano. La discesa è impegnativa. Noi decidiamo di farla a piedi, anche se un paio di macchine ci superano in allegria. Trascorriamo le ultime ore del pomeriggio sulla spiaggia. Al ritorno, un anziano signore locale, vedendoci alle prese con la salita accosta con la sua golf e ci propone un passaggio. Non ce lo facciamo ripetere due volte e durante il percorso parliamo della bora e della freddezza dell’acqua in quella stagione.

Dopo cena, concludiamo la serata esplorando le stradine di Cres.

4° Giorno (Mali Bok e Lubenice)

Oggi ci attende la visita di Lubenice, un villaggio arroccato su una scogliera con una spettacolare vista sull’Adriatico. Dal vilaggio un sentiero impegnativo conduce in circa 1 ora ad una grande spiaggia di ciottoli. Vi è anche un bivio per una seconda spiaggia, che abbiamo letto essere caratterizzata da una grotta illuminata dell’azzurro del mare. Noi però non avremo il tempo di visitarla.

Decidiamo di visitare Lubenice il pomeriggio, anche per godere al termine della giornata del tramonto, e la mattina la trascorriamo sulla costa est presso la spiaggia di Mali Bok, alla quale si arriva abbastanza agevolmente in macchina, passando per Orlec e con circa 10 minuti di discesa a piedi. Si tratta di una caletta incuneata in un’alta scogliera, con mare cristallino.

Dopo pranzo ci rimettiamo in moto verso Lubenice e iniziamo subito il sentiero che conduce alla spiaggia.

Durante il percorso, con viste spettacolari sul mare e la scogliera di Lubenice, ringraziamo di aver portato i nostri bastoncini da camminata, che rendono il percorso piacevole anche per noi che non siamo particolarmente sportivi.

Dopo aver trascorso il pomeriggio in spiaggia e aver affrontato la risalita esploriamo il magnifico paesino. Il bar sulla piazzetta della chiesa sta chiudendo, ma un ristorante dall’aria molto gustosa è nel pieno dell’attività. Troviamo il museo dedicato alle pecore, che purtroppo è chiuso. Ci sediamo a guardare il tramonto che in questo periodo dell’anno è quasi alle 9 di sera. Non vorremmo più venire via e infatti arrivamo a casa tardissimo. Soltanto il tempo di cenare e di andare a mangiare un gelato in piazza.

Il giorno dopo ci aspetta il rientro in Italia.

Guarda la gallery
mare-g24fk

Eco-sentieri tramuntana

mare-gqhqr

Sentieri a Cres

mare-mvtur

Uvala Casarov

mare-khmhr

Ustrine



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su cres
    Diari di viaggio
    in bici e barca nel nord della croazia: un percorso tra le isole più affascinanti dell’adriatico

    In bici e barca nel nord della Croazia: un percorso tra le isole più affascinanti dell’Adriatico

    14 AGOSTO: Roma - Trieste Partiamo da Roma, con la nostra macchina, alle 05.30 del mattino. Siamo a Trieste verso le 12.30. Ad...

    Diari di viaggio
    isola di cres

    Isola di Cres

    Periodo: fine maggio 2015 Durata: 5 giorni compreso il viaggioCosto totale per persona: 150 euroLocalità visitate: Cres, Beli,...

    Diari di viaggio
    cres no stress...una vacanza in croazia

    Cres no stress…una vacanza in Croazia

    Per chi ama passare le vacanze estive al mare non solo in tranquillità ma anche facendo passeggiate e, a volte, camminate ardite,...

    Diari di viaggio
    isole di cres di cherso e losinj di lussino in croazia...

    Isole di Cres di Cherso e Losinj di Lussino in Croazia…

    18 giorni per esplorare la natura di Cres e Losinj, tra bellissime spiagge deserte da raggiungere camminando ( a volte non poco.. ), o via...

    Diari di viaggio
    croazia... da spalato all'istria

    Croazia… da Spalato all’Istria

    12/8/12 Partenza da Ancona alle 20.30, dopo 6 ore di auto. Prenotato cabina interna e nottata tranquilla, a parte il freddo gelido che...

    Diari di viaggio
    istria, terra di contrasti

    Istria, terra di contrasti

    Fasana è un dolce paesetto veneto, coi suoi vicoli sul mare; i selciati sconnessi e grigi; i piccoli porticati; la gente rada e triste...

    Diari di viaggio
    croazia, isole del quarnaro in bici

    Croazia, isole del Quarnaro in bici

    Il nostro viaggio inizia a metà agosto da Bakar, vicino a Fiume, dove lasciamo la macchina e, dopo un pranzo di Cevapcicci e Radler,...

    Diari di viaggio
    istria incantevole... cherso selvaggia, lussino turistica

    Istria incantevole… Cherso selvaggia, Lussino turistica

    Dopo otto anni decidiamo di tornare in Croazia, anzi in Istria per la precisione, infatti prima di partire decido di documentarmi sul luogo...

    Diari di viaggio
    croazia e slovenia: inaspettati angoli di paradiso

    Croazia e Slovenia: inaspettati angoli di paradiso

    Fare le valigie, e partire. Partire così, senza programmi, senza orari, senza una meta precisa, solo una destinazione scelta a grandi...

    Diari di viaggio
    il meglio di istria e quarnaro

    Il meglio di Istria e Quarnaro

    Partiamo da Como alle 3 e mezza di mattina e nonostante sia agosto non troviamo alcun intoppo, almeno fino alla famigerata dogana tra...

    Video Itinerari