Isla de Margherita consigli pratici

..dopo un anno di digiuno da viaggi .. E di full immertion nell'arredare la nuova casa..riesco con la mia dolce metà e ai nostri storici 2 compagni di viaggio a partire, destinazione isla margherita. scelta della destinazione avvenuta per un'offerta data dalla ns. Agenzia di fiducia tramite il tour operator "albatour" spesa in all inclusive per 7...
 
Partenza il: 22/03/2007
Ritorno il: 30/03/2007
Viaggiatori: fino a 6
Spesa: 1000 €

..Dopo un anno di digiuno da viaggi .. E di full immertion nell’arredare la nuova casa..Riesco con la mia dolce metà e ai nostri storici 2 compagni di viaggio a partire, destinazione isla margherita.

scelta della destinazione avvenuta per un’offerta data dalla ns. Agenzia di fiducia tramite il tour operator “albatour” spesa in all inclusive per 7 giorni 700,00 euro a testa.

partiamo in orario con air italy, volo un po’ lungo e con scalo a samanà, ma tranquillo e con personale a bordo molto disponibile, cibo servito di buona qualità.

arrivati dopo 14 ore a porlamar veniamo accolti dall’assistente albatour simona che ci trasferisce con il pulmino all’albergo.

dopo 45 minuti di strada arriviamo all’hotel puerta del sol di playa de agua.

l’albergo è suddiviso in diverse unità che al loro interno suddividono le diverse nazionalità di ospiti che alloggiano in questo albergo internazionale.

per gli italiani viene data l’unità denominata ibicus: le stanze sono grandi ma lasciate andare, la pulizia interna è appena sufficente.

all’arrivo troverete all’interno del frigo bar 2 bottigliette d’acqua ricordatevi di non buttarle via perchè devono essere riutilizzate e riempite da voi presso il bar centrale se volete ulteriore acqua in camera.

se malauguratamente le aveste buttate preparatevi ad una dura battaglia presso la reception perchè neanche a pagamento sono molto disponibili a darvene delle altre.

le aree comuni dell’albergo sono invece ben tenute, anche i ristoranti e le piscine son puliti e curati.

la ristorazione non è eccezionale, premetto la fame non si fa, ma secondo me è uno dei punti debopli dell’hotel;..Se vi aspettate scorpacciate di pesce scordatevele; gli ospiti son in prevalenza americani- francesi- tedeschi- italiani, così i cuochi dell’hotel preferiscono cucina internazionale modificata alla venezuelana proponendo cucina spagnola, tailandese, messicana …

l’unico pasto veramente soddisfacente è la colazione vi è dolce , salato e molta frutta, quest’ultima non cercate di averla a pranzo o a cena perchè è un tentativo inutile, non si riesce a capire per quale motivo alla mattina la frutta abbonda e durante la giornata non se ne vede, potete arrangiarvi come noi prendere le decorazioni del buffet ,ananas intere o manghi posti lì per bellezza e portarli comodamente al tavolo.

la spiaggia dell’hotel è attrezata con lettini e parasol, durante l’arco della giornata passano parecchi venditori ambulanti ma non son per niente assillanti, se avete intenzione di comprare da loro ricordatevi di contrattare sulla marce.

per quanto riguarda le escursioni,se partite con l’intento di visitare los roques, prenotatevi immediatamente dall’assistente se no rischiate di non trovare posto.

noi volevamo fare 3 gioni a los roques ma invece abbiamo dovuto ripiegare su un’intera giornata al costo di 180,euro a persona inquanto non c’era altra disponibilità per il volo di rientro.

come costo è adeguato se la comprate fuori dall’hotel tramite agenzie o direttamente in aereoporto il costo oscilla di 20,00 euro in più o in meno .

a noi ciò che ci è stato venduto però non è quel che abbiamo avuto.

la sera prima chiediamo all’assistente chi è la ns. Guida ma non si sa .. Lo scopriremo in loco.

sveglia ore 4.30 per partenza con volo alle 7 invece sino alle 8.15 siamo stati in aereoporto fermi.

box lunch dato dall’hotel come colazione 1 fetta di prosciutto con 1 fetta di formaggio e 1 fetta di pane e un mandarino..E già non vedi l’ora che arrivi il pranzo..

dopo un’ora di volo arriviamo a gran roques la ns. Guida è una locale disponibile ma un po’ svogliata; veniamo trasferiti a francisqui con un gozzo, da lì dovevamo sostare qualche minuto per poi fare un giro in catamarano ed invece non lo abbiamo mai visto arrivare cosi sempre col gozzo siamo andati a fare snorkelling in una piscina naturale,a detta della guida dovevamo farne 45 minuti ma dopo 20 ha detto che era già tempo di tornare a francisqui per il pranzo .

il pranzo a noi offerto era composto da insalata -4 patate da dividere e 1 filetto di tarpone panato a testa..Dopo il succulento box lunch delle 4.30.. Il pranzo non è stato molto riempitivo :se pensate all’alzataccia e a tutta la giornata di mare ,la fame si faceva sentire per fortuna con 25 dollari a testa abbiamo preso 1 kilo di aragosta a porzione da un ristorante lì vicino ed è stata veramente libidinosa..

nel pomeriggio dovevamo fare una lunga passeggiata a cayo pirata peccato che dopo 10 minuti era già terminata, speranzosi di visitare almeno l’ultima tappa gran roque per comprare qualche souvenirs e vedere qualche posadas siamo stati subito rimbarcati sull’aereo che ci ha riportato a isla margherita…Che delusione..

il posto comunque è un vero paradiso che merita di essere visitato meglio, così a settembre ci torneremo..

al rientro in hotel speravamo che almeno l’assistente ci chiedesse le ns. Impressioni ma si è puntualmente defilata..

per quanto rigurda isla margherita merita di essere visitata ed esplorata ma fatelo con i tassisti locali saranno sicuramente più disponibili e coinvolgenti dell’assistente in albergo ed il costo non è per nulla eccessivo un tragitto di 40 minuti circa è sui 20000 bolivares.

per la valigia non fatevi problemi l’albergo è spartano e sull’isola non è il caso di portarsi abiti eleganti o tacchetti da sera la vita è molto easy.

per le creme da portarvi vi consiglio una protezione abbastanza alta perchè il sole è perenne ma sulla spiaggia il vento è costante quindi il caldo non si percepisce interamente, a los roques invece puntate tranquillamente su una protezione 30!!! da casa ricordatevi di portarvi qualche medicina antinfluenzale vedrete che vi tornerà utile, infatti non si capisce come mai una buona parte degli italiani che erano con noi ( noi 4 compresi) hanno avuti qualche problemino o di pancia o di febbre.

per i ristoranti di pesce consiglio di recarvi a playa manzanillo di giorno per gustare pesce fresco direttamnte cucinato dai pescatori, per la carne c’è el vaquero e se volete mangiare simile ai nostri ristoranti a playa de agua c’e il pacifico o la isla che son ristoranti per i turisti.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Venezuela
    Diari di viaggio
    da città del messico a fortaleza

    Da Città del Messico a Fortaleza

    Guardando per l'ennesima volta le foto dell'album di un viaggio che ho fatto molti anni fa mi è venuta voglia di raccontarvi questa...

    Diari di viaggio
    venezuela: natura e cultura

    Venezuela: natura e cultura

    Io e mia moglie Lori amiamo molto il Sud America. Prediligiamo gli aspetti naturalistici, archeologici, culturali, etnografici... ed...

    Diari di viaggio
    perù nel cuore

    Perù nel cuore

    donne che sono state strappate ad una condizione di schiavitù come collaboratrici domestiche e aiutano a gestire questo albergo. Il posto...

    Diari di viaggio
    los roques d’amare

    Los Roques d’amare

    Baciati da un sole caldissimo e sopportabilissimo grazie alla perenne brezza, bagnati da un mare incantevole in un arcipelago...

    Diari di viaggio
    venezuela, conocerla es tu destino

    Venezuela, conocerla es tu destino

    Partenza da Malpensa giovedì 8 agosto 2013, non senza ansie e preoccupazioni per l’allerta sicurezza. Più o meno tutti, informati e...

    Diari di viaggio
    magico venezuela

    Magico Venezuela

    Viaggio di grande fascino ed intense emozioni dedicato a una natura per molti aspetti ancora incontaminata. Il viaggio da me impostato (8...

    Diari di viaggio
    los roques, l'isola dei mille colori e dei cani felici

    Los Roques, l’isola dei mille colori e dei cani felici

    Abitiamo nella pianura padana e ad ottobre, anche se la campagna è più bella che ma, la voglia di mare e di sole si fa già sentire ed...

    Diari di viaggio
    viaggio in venezuela autogestito

    Viaggio in Venezuela autogestito

    Il nostro viaggio in VenezuelaViaggio di 4 settimane dal 29/10/2012 al 25/11/2012 effettuato da me e mia moglie Katy con zaino in...

    Diari di viaggio
    venezuela, un viaggio in paradiso

    Venezuela, un viaggio in Paradiso

    Finalmente si parte! L’appuntamento al Guglielmo Marconi di Bologna. Giorgio e Fiorenza (i nostri compagni di viaggio) ci vengono a...

    Diari di viaggio
    venezuela da sogno

    Venezuela da sogno

    1° GIORNO Finalmente dopo mesi di preparazione per questo viaggio da tempo tanto atteso tutti pronti e si parte! Sveglia alle 5 a.m. e...