Irlanda on the road 8

Alla scoperta di paesaggi incantati e di un popolo allegro e ospitale
Scritto da: winani
irlanda on the road 8
Partenza il: 29/08/2018
Ritorno il: 12/09/2018
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

Riprendiamo l’auto e raggiungiamo Giant’s Causeway, il selciato del gigante. Anche qui una volta parcheggiato raggiungiamo l’ingresso, paghiamo il ticket che comprende anche un audio guida, e si va. All’inizio il paesaggio non sembra poi niente di che, ma andando avanti ci si trova immersi in circa 40.000 colonne di basalto di tutte le altezze, dal nero, al marrone, al grigio. Tutto questo circondato alle spalle dalle montagne e di fronte l’azzurro mare dell’Irlanda del Nord. Veramente bellissimo! Ogni scorcio è da immortalare e scrutare… sicuramente tra i paesaggi più belli e suggestivi di tutta l’Irlanda.

Prossima tappa è il Dunluce Castle. Arriviamo per fortuna all’ultimo ingresso prima della chiusura ed il bello è che non c’è quasi più nessuno! Anche qui paghiamo il ticket ed entriamo. Queste rovine di un castello a picco sul mare si rivela una bella sorpresa! Molto suggestivo soprattutto per il contesto in cui si trova! Usciti ci dirigiamo a Derry Londonderry per pernottare.

4/9: DERRY LONDONDERRY – SLEAVE LEAGUE – DONEGAL TOWN – WESTPORT

Questa mattina ci dedichiamo alla cittadina di Derry. Tutta concentrata dentro le mura e subito fuori, è piccola e ricca di murales. Con i suoi Gate, la passeggiata sulle mura, i suoi bastioni e la cattedrale richiede non più di mezza giornata ed è l’ideale per fare una piccola tappa come la nostra. Partiamo così verso Sleave League. Lasciamo l’auto al primo parcheggio (per chi vuole si può oltrepassare il cancello con l’auto) e percorriamo a piedi la strada per salire fin su al punto panoramico della scogliera. Da vertigini! Sorprendente e fantastica! Per chi volesse e fosse in grado fisicamente, una bella salita di circa 5km vi permetterà di raggiungere la cima, che supera di gran lunga le tanto famose Cliff of Moher. Dopo le foto di rito e dopo aver contemplato questo panorama spettacolare, partiamo per Donegal town, una minuscola ma carina cittadina, l’ideale per iniziare ad immergersi nelle realtà più piccole dell’Irlanda. Poi dritti a Westport dove dormiremo.

5/9: ACHILL ISLAND – GALWAY

La mattina giretto per Westport, piccolo centro abitato ma come tutti molto rifinito e colorato, poi sotto un cielo plumbeo partiamo per Achill Island. A convincerci ad andare sono stati i tantissimi commenti positivi al riguardo, ma sarà stato per il tempo pessimo, a noi a parte le pecore ovunque, ha colpito soltanto Keem Beach a dir poco fantastica! Nonostante il tempo pessimo la sua location sembra davvero da film! Torniamo così per il pranzo a Westport poi partiamo in direzione di Galway.

6/9: GALWAY – THE BURREN – DOOLIN – CLIFF OF MOHER – ENNIS

Accompagnati sempre da una pioggerella a sprazzi fastidiosa, scopriamo Galway con le sue insegne e bandiere colorate che mettono allegria anche nelle giornate uggiose. Passiamo davanti alla cattedrale, ad Eyre Square poi le stupende vie di William street, Shop street e Cross street fino al porto. Una cittadina davvero piacevole che ha saputo mantenere la tipicità irlandese. Lasciamo Galway, direzione Burren. Confesso che non ci eravamo informati molto a tal proposito e per questo, ci siamo trovati un po’ in difficoltà sul trovare il punto di destinazione. Col senno di poi il consiglio è quello di vedere bene cosa del Burren vi interessa, perché occupando un area molto ampia, e avendo diversi punti di osservazione e numerosi trail, vi sarà sicuramente più facile raggiungere quello che vi interessa. Detto questo, lo spettacolo è garantito; è un posto lontano dal tempo, quasi surreale, che vale sicuramente la pena vedere, anche con la pioggia come è capitato a noi. Ci lasciamo alle spalle questo deserto di roccia e ripartiamo verso Doolin dove facciamo una breve tappa culinaria per aspettare l’orario giusto e avvicinarci di più al tramonto, prima di dirigerci alle tanto attese Cliff of Moher.

Da Doolin distano circa 10 minuti di auto. Lasciamo l’auto al parcheggio (che resterà aperto 24h), tralasciamo del tutto il centro visitatori e ci avviamo verso la scogliera. Lo spettacolo che si apre davanti ai nostri occhi è indescrivibile e a dir poco sorprendente. La natura in tutta la sua maestosità, sferzata dai venti, lambita dal mare, ci regala un emozione unica! All’arrivo il panorama è un po penalizzato dalle barriere protettive, che riducono di molto la visibilità, ma basta percorrere la scogliera in entrambe le direzione perché le barriere finiscano e a quel punto è vertigine pura! Potrei stare qui all’infinito per cercare di descriverne la bellezza, ma l’unico modo è vederle con i proprio occhi. Di sicuro ne vale davvero la pena! Inizia a fare buio, quindi con riluttanza torniamo alla nostra auto e partiamo per Ennis.

7/9: ENNIS – ADARE – SLEA HEAD – DINGLE – PORTMAGEE

Ennis è un piccolo paesino adatto per fare una sosta per chi come noi prosegue il giro venendo dalle Cliff. Dopo la colazione e aver girovagato un po’ ripartiamo. Passiamo per Adare, piccolo centro con le sue casette ancora con il tetto di paglia, e attraversiamo la penisola di Dingle: direzione Slea Head. Il cielo nero, la pioggia fina ed il vento, hanno contribuito a rendere questo posto ancora più suggestivo. Grazie al brutto tempo lo visitiamo quasi in solitaria, a parte le pecore che ci circondano ignare, poi raggiungiamo la spiaggia sottostante… semplicemente splendida! Riprendiamo la nostra fedele macchinine e raggiungiamo Dingle, un piccolo paese di porto, accogliente, colorato e curato. Veramente una bomboniera! Per chi volesse da qui partono le escursioni per l’avvistamento del delfino funji. Per strada passiamo davanti ad Inch strand (spiaggia enorme) e arriviamo a Portmagee, un piccolissimo agglomerato di case e barche, dove pernotteremo.

8/9: DERRYNANE BEACH – KENMARE – KILLARNEY – KINSALE – CORK

Partiti da Portmagee decidiamo di fare una piccola deviazione per vedere Derrynane beach, anche questa una spiaggia bellissima in un contesto verdissimo. Lungo il percorso facciamo sosta alla piccola cittadina di Kenmare per poi fermarci a Killarney. Qui sostiamo un paio d’ore, il tempo necessario per fare una passeggiata in high street, la via principale, e girovagare un po tra i negozi. Ripartiamo poi alla volta di Kinsale, più piccola del previsto, ma carina; l’ideale per fermarci a pranzo prima di proseguire in direzione di Cork.

Guarda la gallery
kilkenny-w2waa

Irlanda on the road

kilkenny-b8gtz

Irlanda on the road

kilkenny-nffv5

Irlanda on the road

kilkenny-yrjs7

Irlanda on the road

kilkenny-ewqs1

Irlanda on the road

kilkenny-ujznc

Irlanda on the road

kilkenny-1zhk5

Irlanda on the road

kilkenny-ws454

Irlanda on the road

kilkenny-a4n4a

Irlanda on the road

kilkenny-4y1f2

Irlanda on the road

kilkenny-ha5c7

Irlanda on the road



    Commenti

    Lascia un commento

    Irlanda: leggi gli altri diari di viaggio

    Video Itinerari