Irlanda del Nord on the road

Dopo aver visitato il Sud di questa stupenda isola, riprendiamo da dove l'avevamo lasciata per esplorare la parte settentrionale
 
Partenza il: 13/07/2015
Ritorno il: 26/07/2015
Viaggiatori: 3
Spesa: 2000 €

13 Luglio 2015

Irlanda 2015, torniamo alla scoperta dell’Isola verde e completare il viaggio iniziato due anni prima. Questa volta si punta al Nord.

A differenza della volta scorsa, quest’anno siamo solo in 3, Alessio è maggiorenne, voglia di indipendenza e altri interessi lo tengono a casa, mi dispiace ma rispetto la sua decisione.

La programmazione del viaggio è già stata fatta ai primi di Maggio, tappe, luoghi da visitare, prenotazioni B&B, aereo e auto, tutto dovrebbe combaciare.

Per il viaggio in aeroporto a Bergamo, otteniamo un passaggio dai nonni, partenza da casa alle 6:00 e arrivo a BG prima delle 8:00. Salutiamo i nonni e passiamo i controlli di sicurezza, entrando nella zona imbarchi in attesa del nostro Gate. Nel frattempo raggiungiamo all’imbarco, una collega di Daniela in partenza per la Sardegna per un saluto e qualche battuta scherzosa. Ci portiamo quindi al Gate 110 da cui partirà il nostro volo per Dublino, dove troviamo una tipa un po’ strana, che incontreremo poi anche in Irlanda.

Volo tranquillo di poco pù di due ore ed arriviamo a Dublino dove ci accoglie da subito una pioggerella leggera. Ci rechiamo quindi al banco della compagnia di Noleggio Sixt, dove sbrighiamo le carte e ci viene assegnata una Renault Clio che ci accompagnerà nel nostro viaggio sulle strade dell’Irlanda. Bus Navetta verso il deposito Sixt e partenza. A differenza della volta scorsa, la guida a sinistra è da subito più agevole, superiamo le autostrade intorno a Dublino e ci dirigiamo verso la nostra prima tappa, Mullingar. All’uscita dell’autostrada, ci fermiamo ad una Lidl per il pranzo e un primo rifornimento di acqua, acqua aromatizzata al limone (x Dany…) e spuntini per i prossimi giorni. Pranziamo nel parcheggio del supermercato e ci dirigiamo quindi verso il primo B&B, Petitswood House. Veniamo accolti da una signora gentilissima, Pamela, che ci mostra la nostra stanza, la casa e ci spiega le informazioni necessarie per il nostro breve soggiorno, oltre che alla richiesta della colazione rigorosamente Irish. La casa si trova all’ingresso della città, a circa 1,5/2 km dal centro e dopo esserci rilassati qualche minuto, raggiungiamo il centro in auto. La città non ha un gran chè da offrire, la cattedrale, qualche chiesetta minore con annesso cimitero con croci celtiche, un monumento ad un cantante famoso del luogo, un monumento ai pellegrini che un tempo transitavano per questi posti, edifici grigi usati in passato come casermoni militari dell’esercito britannico e un bel parco cittadino con un laghetto dove incontriamo una coppia di italiani trasferita in Irlanda per lavoro. Su consiglio di questa coppia, ceniamo con Fish and Chips da asporto di Lino’s, un italiano, ma la scelta non è stata delle migliori. Prime spese per Giorgia, una felpa di Mullingar e uno zaino, in ricordo della città da cui proviene un componente (non chiedetemi il nome…) del suo gruppo musicale preferito, gli OneDirection. Chiudiamo la serata ancora a passeggio per le vie quasi deserte della città e ritorno al B&B per un the caldo e per una bella dormita nei letti comodi di Pamela (siamo svegli da questa mattina alle 5:00)

14 Luglio 2015

Ore 8:00, sveglia e prima colazione Irish. Ottima, abbondante e servita dalla gentilissima Pamela. Ricarichiamo i bagagli in macchina, salutiamo la proprietaria e partiamo per la nostra prima vera giornata irlandese. Prima tappa al Belvedere House and Garden. Bel castello con parco che si specchia su uno dei tanti laghi che circondano Mullingar, lago Ennell. La storia, racconta di due fratelli che si contendevano la stessa donna rinchiusa poi dal marito legittimo nel castello, separato da un alto muro fatto costruire per togliere al secondo fratello la vista del castello e della donna contesa. Bella passeggiata nel parco, visita alle stanze arredate del castello, all’orto-giardino con varie specie di prodotti per soddisfare le esigenze delle cucine della residenza, passeggiata sul lungo lago con bei panorami.

La prossima tappa giornaliera è il sito monastico di Clonmacnoise sulle rive del fiume Shannon. E’ considerato uno dei luoghi sacri per la religione in Irlanda, meta di pellegrinaggio da molti secoli, composto dalle rovine di una cattedrale, altre chiese minori, due torri di avvistamento intatte e circondato da un cimitero dove si trovano due alte croci celtiche composte da un unico blocco di granito ancora ben conservate e scolpite con scene della crocifissione e del giudizio universale. Luogo saccheggiato e devastato dagli inglesi durante il loro tentativo di colonizzazione dell’Irlanda. Pace e tranquillità regnano su questa collina con vista sul fiume Shannon, crocevia di pellegrini da ogni parte d’Irlanda. Dopo un pranzo al sacco all’uscita del monastero e acquisto di qualche ricordino, ripartiamo in direzione della città Galway, già visitata due anni prima. Parcheggiata la macchina nei pressi della City Hall (la sede del Comune-Municipio), raggiungiamo a piedi in pochi minuti le affollate vie del centro. La città e molto bella, allegra e giovane, anche un po’ “fumata” con le vie piene di artisti di strada che suonano, cantano e si esibiscono in cambio di qualche soldo. Rivediamo la ragazza italiana incontrata all’aeroporto di BG, che si è unita ad un gruppo di ragazzi di strada che cantano e suonano allegramente. Cena con Fish and Cips, Hamburgher e Guinness o Smithwik’s in un Pub già frequentato due anni prima, ottimo come allora. Al termine della giornata, raggiungiamo il nostro B&B (The Watherfront House) prenotato ad Outherard sulle rive del lago Corrib, il lago più grande della Repubblica d’Irlanda. Posto sperduto nel nulla, ma per questo molto particolare a pochi metri dalla riva del lago. Dopo essere stati accolti dalla proprietaria, decidiamo di terminare la serata mangiando qualche dolcetto su una panchina con tavolino sulla riva del lago, mentre le luci che ci circondano, cambiano al calare del sole.

15 Luglio 2015

Sveglia e ricarica giornaliera con ottimo Irish Breakfast. Poco distante dal B&B, visitiamo il Castello di Aughnanure, sempre sulle sponde del lago Corrib. Le visite guidate sono chiuse, ma è possibile visitare il parco circondato dalle mura, un piccolo porticiolo, una torretta di guardia e dall’esterno il castello vero e proprio composto da una ben conservata casa-torre irlandese.Tutto molto bello e caratteristico, ingresso gratuito vista la non disponibiltà della visita all’interno del castello. Ripartiamo per il nostro viaggio, il programma di oggi, prevede l’ingresso nella regione del Connemara (in gaelico significa insenature nel mare), lasciamo quindi la strada interna N59, per prendere quella costiera lungo la Wild Atlantic Road, in direzione delle due penisole della Galway Bay verso Carna e Roundstone. Arrivati a Carna, seguiamo i consigli di irlandando, lasciamo la macchina e ci inoltriamo a piedi verso la costa. Forse abbiamo sbagliato qualche cosa, ma tutte quelle spiagge, ponticelli, isolette indicate nella recensione, non le troviamo, arriviamo comunque alla costa attraverso una zona paludosa, ma niente di chè. Ritornati a Carna facciamo acquisti in un MiniMarket e pranzo sul porticciolo. Ripartiamo per la strada costiera e raggiungiamo un bel villaggio di pescatori con case colorate, Roundstone, dove facciamo una piccola sosta al porto con le barche ormeggiate, all’unica via di negozzi e pub colorati e ad un giardino con una piccola torre, entriamo in un negozio di articoli musicali tradizionali. Riprendiamo il nostro viaggio, fermandoci quasi subito ad una pccola insenatura con una bella spiaggia bianca che si affaccia sull’oceano azzurro, vista dall’alto sembra una spiaggia Caraibica, Dog’s Bay. Io e Giorgia decidiamo di approfittare della bella giornata per fare un bagno nell’oceano, ma non avendo i costumi lo facciamo in mutande, tanto non ci conosce nessuno… Acqua limpidissima, ma freddissima, comunque uno spettacolo per tutto quello che ci circonda. Usciti dall’acqua e asciugati al sole, riprendiamo la strada verso Clifden che superiamo per raggiungere il prossimo B&B (The Watherfront Rest) poco fuori la città, sulla Sky road con vista oceano. Molto bello ben curato e accolti da una gentile proprietaria di origine francese, Lydia. Torniamo a Clifden per la cena e una visita alla città, percorrendo però per intero i 15 Km della Sky Road. Paesaggi stubendi, con viste dall’alto dell’oceano, delle isolette e insenature di questa piccola penisola. A Clifden, dopo una visita alle vie principali della città, ceniamo in un Pub con musica tradizionale dal vivo e in cui assistiamo alla danza tradizionale irlandese di una ragazzina del posto. Chiudiamo quindi la giornata al nostro B&B con vista sull’oceano.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Belfast
    Diari di viaggio
    irlanda centro nord, tra natura e città

    Irlanda centro nord, tra natura e città

    Torniamo per la seconda volta in Irlanda, in una terra che ci ha stregati per la sua natura rigogliosa, i paesaggi incantevoli e un popolo...

    Diari di viaggio
    giro d'irlanda in 7 giorni in self-drive

    Giro d’Irlanda in 7 giorni in self-drive

    Questo racconto sarà così organizzato: all'inizio raccoglierò una serie di consigli utili per coloro che vogliono organizzare un viaggio...

    Diari di viaggio
    irlanda on the road 8

    Irlanda on the road 8

    29/8: DUBLINO Finalmente ci siamo! Partiamo da Roma Ciampino il 29 Agosto alle ore 12:30 (volo Ryanair in ritardo di 1 ora) e dopo 3 ore...

    Diari di viaggio
    emozionante irlanda del nord

    Emozionante Irlanda del Nord

    Si parte con Aer lingus Napoli – Dublino, volo splendido, all’arrivo prendiamo un'auto a noleggio e ci dirigiamo direttamente da...

    Diari di viaggio
    long weekend a belfast

    Long weekend a Belfast

    Primo giorno (venerdì 6 lug 2018) Il viaggio inizia col volo easy jet da VCE alle 11 di venerdì 6 luglio (A/R 100€). Atterraggio a...

    Diari di viaggio
    in irlanda del nord, sulle orme del trono di spade

    In Irlanda del Nord, sulle orme del Trono di Spade

    Agosto 2017: la nostra meta estiva è l’Irlanda, in particolare la parte nord dell’isola (nel 2012, invece, ci eravamo concentrati...

    Diari di viaggio
    belfast e dublino, due facce della stessa medaglia

    Belfast e Dublino, due facce della stessa medaglia

    L'Irlanda è una delle nazioni più affascinanti d'Europa, o questo almeno è il mio punto di vista, e fosse anche solo per la storia...

    Diari di viaggio
    ponte dell'immacolata a belfast

    Ponte dell’Immacolata a Belfast

    Per il ponte dell'Immacolata inviaggioconimiei quest'anno abbiamo scelto come meta Belfast, nell'Irlanda del nord. Ci hanno...

    Diari di viaggio
    wild atlantic way tutta d'un fiato

    Wild Atlantic Way tutta d’un fiato

    Wild Atlantic Way tutta d’un fiato. Giorni tra fine aprile e primo maggio, con relativi ponti e pause di lavoro. L’istinto del...

    Diari di viaggio
    nel nord dell'irlanda

    Nel Nord dell’Irlanda

    Non si poteva più attendere di ritornare tra le verdi vallate tempestate di mucche e candide pecorelle, tra castelli fiabeschi e scorci...