Innamorarsi della Costiera Amalfitana

Montagne che cadono dove il mare è sempre più blu!
 
Partenza il: 14/08/2010
Ritorno il: 21/08/2010
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

Eccoci qua, dopo una settimana di puro ozio e relax sulle spiagge del Salento la nostra destinazione è la Costiera Amalfitana dove trascorreremo una settimana tra mare, visite e paesaggi mozzafiato. ALLOGGIO: Inizialmente avevamo pensato di visitare la costiera amalfitana cambiando hotel e paesi, ma per evitare lo stress dei continui spostamenti alla fine abbiamo scelto di alloggiare tutta la settimana a Postano punto strategico per accedere sia alla penisola Sorrentina che alla Costiera Amalfitana vera e propria. Durante il nostra soggiorno abbiamo alloggiato in una Country House che non si trova in centro, ma nel quartiere di Arienzo; è stata un’ottima sorpresa, per arrivare alla casa bisogna fare circa 250 scalini, ma quando sarete lì il paesaggio sublime ripagherà tutte le vostre fatiche. Avrete ai vostri piedi una baia incantata, intervallata qua è là dalle luci delle barche e il riflesso della luna vi apparirà come non lo avete mai visto! Meraviglioso! COME MUOVERSI: I trasporti sono il tallone di Achille della Costiera, le strade sono strettissime e fitte di curve, i parcheggi quasi introvabili e decisamente costosi. Essendoci informati prima di partire abbiamo deciso di lasciare per tutta la settimana la macchina in un parcheggio custodito e poi di noleggiare uno scooter per gli spostamenti. Abbiamo lasciato l’auto al parcheggio EuroLimo e Sorrento, trovato tramite internet, non è in centro ma il costo di 30 euro per tutta la settimana contro i 140 dei parcheggi in centro ci ha fatto optare per questa scelta. Il parcheggio è ben custodito e i proprietari si sono rivelati molto gentili disponibili. Abbiamo poi noleggiato una scooter presso Jolly Service di Sorrento, un 125 cc al costo di 160 euro per 6 giorni(il 50 cc costa sicuramente meno, ma se siete in due e lo usate per molti giorni è molto più comodo un 125, perché è a 2 posti, e ha sia il porta oggetti sotto la sella che il bauletto posteriore quindi non dovete portarvi i caschi in giro). Vi starete sicuramente chiedendo perché, pur alloggiando a Positano, abbiamo usufruito di questi servizi a Sorrento; la risposta è semplice: Positano è veramente carissima e inavvicinabile mentre Sorrento essendo una città di medie dimensioni ha prezzi più competitivi (pensate che per uno scooter 50 cc ci avevano chiesto 300 euro per 6 giorni!). Noleggiato lo scooter penso sia stata una settimana meravigliosa, è un esperienza unica godersi quei panorami da favola con il vento sul viso sentendo l’odore del mare. Vorrei inoltre sottolineare che questi sono consigli personali, validi soprattutto per il mese di Agosto in cui l’affluenza in Costiera e massima e ci sono molti problemi di circolazione; sicuramente se si decide di andare in un periodo meno affollato è possibile muoversi agilmente anche in auto (anche se visto il gran numero di curve si perde ugualmente più tempo che con lo scooter). RISTORANTI: Durante la nostra vacanza purtroppo non ci è mai stato possibile cenare al ristorante sia perché avendo l’appartamento con giardino panoramico era molto piacevole mangiare all’ aperto con una tale vista, sia perché abbiamo notato che i ristoranti erano molto costosi. Per una cena normale (2 portate più dolce) ci vogliono almeno 50 euro (contate che una pizza margherita costa 10 euro). Così abbiamo dovuto rinunciare anche se ammetto che ci sono ristoranti davvero bellissimi, super panoramici e romantici e davvero invitanti.. L’unico locale che posso consigliare è la Pasticcerai De Riso a Minori… dolci indimenticabili! COSA VEDERE: – POSITANO: una vera perla rara… è sicuramente il posto che ci è piaciuto di più!Questa case arroccate sugli scogli, tra una miriade di fiori colorati e profumatissimi in questa baia da sogno dove svetta la cupola della Chiesa dell’Assunta.. Davvero romantico e suggestivo! L’unico neo.. E scale, le discese e le salite… è una città che si sviluppa in verticale e a mio parere la sconsiglio a persone con bambini molto piccoli che stanno nel passeggino o in braccio perché si fa davvero una faticaccia. – PRAIANO: è il paese più vicino a Positano e in alcuni tratti ci assomiglia molto. Soprattutto la chiesa si San Gennaro; è molto bella poi la piazza antistante la chiesa, decorata con ceramiche colorate che formano un fiore. La cosa più bella però è attraversare Praiano in scooter e fermarsi a fotografare le sue torri, i suoi paesaggi. – AMALFI: cittadina molto animata e anche molto turistica (qui infatti c’è sempre molto traffico), da non perdere sicuramente il Duomo (noi purtroppo non siamo riusciti ad entrare perché era già chiuso) e una giro tra le vie del centro. Purtroppo non riesco a dare altri consigli perché siamo stati poco. – RAVELLO: è unica! Non sia trova direttamente sul mare, ma su un alto monte con vista sul mare. Per arrivarci è necessario percorrere salite molto ripide, ma una volta arrivati….che spettacolo!la cittadina è bellissima e molto curata, a piazza principale ha una panorama bellissimo e poi è ricca di storia.. Noi purtroppo abbiamo avuto il tempo di visitare solo Villa Cimbrone, bellissima, farete fotografie bellissime! Costo dell’entrata 6 euro. A Ravello inoltre vi è anche un’altra villa visitabile, cioè Villa Rufolo (sicuramente da visitare quando torneremo a Ravello) – MAIORI: è il paese che ci è piaciuto meno, cioè…non che sia brutto, anzi.. Però è meno caratteristico degli altri paesi!a Maiori si esce dall’atmosfera d’ incanto che domina tutta la Costiera. Non a caso la Costiera amalfitana è considerata patrimonio dell’ UNESCO escluso il lungo mare di Maiori. Sicuramente da visitare se si ha a disposizione molto tempo (almeno 5-7 giorni), ma se si sta in zona solo per 2-3 giorni e si devono fare delle scelte io la escluderei. – MINORI: Cittadina molto carina,anche se molto piccola!vale la pena però passarci qualche ora e gustarsi un ottimo dolce alla pasticceria De Riso. – SORRENTO: A differenza degli altri paesi menzionati, di Sorrento si può dire che sia una vera e propria città!noi ci abbiamo trascorso una serata e ci è piaciuta molto, vi sono tanti negozi locali ed è l’ideale per chi vuole passare una serata per negozi.. I prezzi di locali e ristoranti sono un po’ più bassi che nella Costiera amalfitana. La città è ricca di edifici molto belli e ricchi di storia. – CAPRI: Per chi visita questa zona è d’obbligo… ora capisco perché la pubblicità di Light Blu l’hanno girata qua!è l’azzurro che domina!ma partiamo con ordine.. Noi per raggiungerla abbiamo deciso di appoggiarci alla Jolly Service di Sorrento, in quanto organizzava una giornata in questa modo: visita dell’isola via mare con visita facoltativa alla grotta azzurra e 6 ore a disposizione per visitare l’isola liberamente. Costo 38 euro a testa (possono sembrare tanti, ma a meno non si trova quasi niente), contate che per raggiungere Capri (quindi senza giro via mare) da Positano si spendevano 30 euro a testa. L’isola via mare è bellissima, ci sono dei colori bellissimi e un mare limpidissimo.. Per non parlare dell’emozione di passare sotto all’arco del faraglione di mezzo scambiandosi un bacio (si dice che porti fortuna). Arrivati sull’isola veniamo lasciati a Marina piccola, un piccolo porto dove si trova anche una spiaggia (molto graziosa per la presenza di scogli multiformi) che però è molto piccola e visto il grande afflusso di gente al pomeriggio aveva un acqua decisamente sporca se pur limpida. Da qui raggiungiamo Capri città con un autobus (ne passano in continuazione e sono stracolmi di gente) costo della corsa circa 1 euro ma non ricordo di preciso. Arrivati a Capri città è d’ obbligo una passeggiata nella piazzetta (molto piccola e affollata) e nelle vie dello shopping e dei locali/hotel lussuosi.. Certo è una zona molto turistica ma penso che senza questo Capri non sarebbe la leggenda che è!La cittadina è molto bella e pulita, piena di fiori profumati, percorriamo poi la piacevole via Krupp da cui abbiamo una bellissima vista sui Faraglioni anche se non arriviamo fino a marina piccola. Finito il giro di Capri, prendiamo un autobus e raggiungiamo Anacapri.. L’esperienza con l’autobus (se siete sul lato destro del autobus) è indimenticabile…vi sembrerà di viaggiare sul ciglio di un burrone e di precipitare da un momento all’altro. Arrivati ad Anacapri ci perdiamo tra le tante caratteristiche vie caratteristiche, molto più spopolate che e vie del centro.. Qua inoltre si trova una delle più belle vie di Capri, cioè viale Munte.. Da lì potrete ammirare un paesaggio bellissimo.. Capri ai vostri piedi, il Vesuvio e Napoli all’orizzonte il tutto circondato da un azzurro intensissimo e limpidissimo! Purtroppo avendo così poco tempo a disposizione non possiamo visitare tutti i siti storici e le varie ville ma sicuramente tornerò un week end a Capri per farlo… La grotta azzurra non l’abbiamo visitata perché il prezzo ci sembrava troppo alto (11 euro a testa). COSA NON PERDERE: -Avendo soggiornato nella Costiera Amalfitana durante la settimana di Ferragosto, mi è capitato di imbattermi nella feste dell’ Assunta a Positano ed è stata un’esperienza indimenticabile. La sera del 14 Agosto abbiamo assistito direttamente dal nostro terrazzo a una processione via mare: una barca, con a bordo la statua della Madonna percorre tutti i punti di interesse della città e in ogni luogo, quando viene vista la barca viene fatto un piccolo spettacolo pirotecnico.. Noi abbiamo visto i fuochi artificiali dell’ Hotel San Pietro (un istituzione a Positano) , spiaggia d’ Arienzo e Laurito.. Che meraviglia! La sera dopo, cioè il 15 Agosto, invece dopo una passeggiata per le vie del paese in festa siamo tornati alla nostra terrazza per goderci lo spettacolo dei “fuochi a’ mare” come direbbe un vero Positanese.. Cioè i fuochi d’artificio sparata dal mezzo del mare (mai visti prima!)…come scordare quell’emozione! Prendete una baia: quella di Positano, con le sue luci e i suoi colori, con una luna raggiante, un presepe arroccato su una roccia e milioni di luci di barche… i tutto illuminato da questo spettacolo, che può essere visto anche sul riflesso del mare! E il momento più bello viene alla fine, quando un lungo boato viene dal mare.. Sono le barche che con i loro clacson ringraziano per le emozioni di cui hanno potuto godere! – Un giorno, per chi ne ha la possibilità, è sconsigliatissimo fare un giorno in barca lungo la costiera, anche perché visto il territorio roccioso e il modo migliore di raggiungere veri angoli di paradiso. Noi abbiamo fatto una gita con il proprietario del nostro Agriturismo, il Signor Ottavio, su un gozzo tutto per noi.. Certo all’inizio non è facile (il mal di mare non è poco) ma dopo un po’ si ci abitua. Siamo passati dal San Pietro di Positano, poi a Praiano fino a raggiungere il fiordo di Furore; da lì abbiamo fatto una lunga traversata fino alle isole Li Galli dove abbiamo fatto un bellissimo bagno in quella baia da sogno. Dalle isole poi ci siamo spostati verso Nerano e abbiamo ripercorso la Costiera verso Positano fermandoci nei punti migliori per refrigerarci in acqua.. Tutto questo fino a Positano, dove abbiamo visto la così detta Piramide dal mare!bellissimo.. La giornata non è stat economica (abbiamo speso 120 euro in due)ma contando che abbiamo fatto un’ intera giornata di mare, con barca a uso esclusivo accompagnati dalle storie e leggende raccontate dal signor Ottavio penso che siano stati ben spesi.. Avrò sempre un bellissimo ricordo di questa giornata! Per chi volesse godersi una tale giornata consiglio di non affidarvi ad agenzie specializzate (i prezzi vanno dai 300 euro per 2 ore), ma piuttosto di cercare un vero positanese che con la propria barca vi porti a scoprire le magie di questa costa. MARE: Dalla Costiera non aspettatevi spiagge bianche e sabbiose ma piuttosto sassi e molti scogli… Il mare nel complesso è molto limpido e pulito ma non me la sento di consigliare questa zona a chi vuole godersi il mare. Tutte le spiagge (eccetto quelle di Maiori e Minori), sono raggiungibile percorrendo scale davvero notevoli (evitate il ritorno nelle ore più calde della giornata). Noia siamo stati in nella spiaggia di Arienzo a Positano e nelle spiaggia di Conca dei Marini, vicino all Hotel Saraceno, molto bella quest’ ultima ma da raggiungere assolutamente in barca (noi abbiamo percorso le scale ma sono davvero pericolose, in quanto si trovano nel mezzo di una montagna franata). graziosa per la presebbiamo notato che i ristoranti erano molto costosi. Ole mangiare all’e al ristorante sia perchè ooter). Periodo meno affollato Consiglio questa vacanza a chi ha voglia di godersi paesaggi mozzafiato, in uno degli scenari più romantici del mondo. Buon viaggio a tutti!



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Amalfi
    Diari di viaggio
    costiera amalfitana e matera

    Costiera Amalfitana e Matera

    Questa vacanza era stata pensata e programmata per essere fruita da un piccolo gruppo di amici ma alcuni avvenimenti hanno cambiato tutti i...

    Diari di viaggio
    viaggio a passo lento con lo zaino sul sentiero degli dèi

    Viaggio a passo lento con lo zaino sul Sentiero degli dèi

    Quello che amo fare nei viaggi che scelgo di organizzare è unire l'esperienzialità del gusto con l'esplorazione senza filtri del...

    Diari di viaggio
    itinerario di 4 giorni tra costiera amalfitana, sorrentina e capri

    Itinerario di 4 giorni tra Costiera Amalfitana, Sorrentina e Capri

    La Costiera Amalfitana e Capri sono dei piccoli angoli di paradiso caduti sulla terra ed incarnano il concetto di pura bellezza; quella...

    Diari di viaggio
    salerno, costiera amalfitana e pompei con i mezzi pubblici

    Salerno, Costiera Amalfitana e Pompei con i mezzi pubblici

    Per la prima volta dopo 3 anni possiamo fare un viaggetto durante le vacanze di Pasqua! Ma dove si va? Sì, perché anche se l’emergenza...

    Diari di viaggio
    da torino alla costiera amalfitana a tappe

    Da Torino alla Costiera Amalfitana a tappe

    Da Torino alla Costiera Amalfitana a tappe 01/09/21 - 13/09/21Partecipanti: io e FrancaPrologo:Nel 2020 causa covid si...

    Diari di viaggio
    la costiera amalfitana

    La costiera amalfitana

    pesto di alici.

    Diari di viaggio
    fine anno in campania tra storia e natura

    Fine anno in Campania tra storia e natura

    Dove trascorrere le feste di fine anno? A casa? No! Dopo la bellissima esperienza dello scorso anno in Costa Azzurra non potevamo non fare...

    Diari di viaggio
    chist è u paese do sole... ma anche no:

    “Chist è u paese do sole”… ma anche no:

    21 gennaio: Salerno Eccoci pronti e carichi per il nostro solito break invernale: meta di quest’anno Salerno e la costiera amalfitana....

    Diari di viaggio
    natale in costiera amalfitana

    Natale in Costiera Amalfitana

    sole, abbiamo fatto una bella passeggiata lungo la spiaggia. Dopo aver visto da fuori la basilica di Santa Trofimena e il presepe dipinto...

    Diari di viaggio
    qui dove il mare luccica: sorrento, maiori e il castello delle cerimonie

    Qui dove il mare luccica: Sorrento, Maiori e il Castello delle Cerimonie

    Dopo aver visto solo una puntata de "Il Boss delle Cerimonie" su Real Time, ho deciso: devo assolutamente andare in quel posto...