Indimenticabile messico.. 2

Io, mio marito Andrea, i nostri amici Simona e Michele con i due bambini di 6 e 4 anni, e la nostra amica Alessia, siamo partiti da Milano Malpensa il 27 luglio 2008 e siamo giunti in Messico il 31 luglio, dopo una breve “deviazione” a Cuba causata da un overbooking sul volo. Ne abbiamo approfittato per rilassarci sulla splendida spiaggia di...
Partenza il: 27/07/2008
Ritorno il: 18/08/2008
Viaggiatori: in gruppo
Spesa: 2000 €

Io, mio marito Andrea, i nostri amici Simona e Michele con i due bambini di 6 e 4 anni, e la nostra amica Alessia, siamo partiti da Milano Malpensa il 27 luglio 2008 e siamo giunti in Messico il 31 luglio, dopo una breve “deviazione” a Cuba causata da un overbooking sul volo. Ne abbiamo approfittato per rilassarci sulla splendida spiaggia di sabbia bianca di Varadero e per immergerci nelle sue acque cristalline e calde; inoltre siamo stati all’Havana, città ricca di fascino e suggestione, e che merita sicuramente più di una fugace visita in giornata.

Giunti finalmente in Messico, destinazione sognata da molto tempo, siamo rimasti estasiati dalle condizioni climatiche (18 giorni di sole, con il cielo di un blu intenso e una umidità assolutamente sopportabile), dal contatto con la gente del posto e, ovviamente, dalle meraviglie della civiltà maya. Abbiamo soggiornato presso il Gran Bahia Principe Tulum, circa 15 chilometri a nord di Tulum, che si è rivelato un villaggio con elevati standard qualitativi e la cui ubicazione ci ha permesso di muoverci agevolmente nella penisola dello Yucatan.

Abbiamo effettuato tutte le escursioni autonomamente, o noleggiando un’auto o servendoci di un taxi o utilizzando i collettivos, il mezzo di trasporto pubblico locale molto efficiente e dal costo irrisorio (Tulum – Playa del Carmen 2 dollari, con fermate a richiesta).

Il nostro assaggio della cività maya è comiciato con la visita al sito archeologico di Tulum, che si erge su un promontorio a picco sul Mar dei Caraibi. L’ingresso costa 45 pesos cui vanno aggiunti 35 pesos per l’utilizzo della videocamera (all’incirca 10 pesos equivalgono a 1 dollaro). Il nome preispanico era Zamà che significa “alba”; per via della vicinanza al mare e dell’ubicazione che permettono di osservare l’ascesa del sole ogni giorno, non è difficile supporre la ragione del suo nome. Zamà significa anche “cerchio” o “recinto”; infatti le mura circondano per tre lati il settore principale dell’antica città.

La posizione costiera di Tulum, con l’alto edificio del Castillo a picco sul mare, ha fatto sì che la cittadella fosse la prima ad essere avvistata dagli spagnoli. Il 3 marzo 1517 tre vascelli spagnoli giunsero nei pressi della città e vennero raggiunti da alcune piroghe maya. Tulum fu teatro di un primo scontro tra maya e invasori, avvenuto allo sbarco degli europei e che si risolse a favore degli invasori. La favorevole posizione geografica collocava Tulum sull’asse commerciale che congiungeva l’altopiano messicano e l’America centrale. I commerci si svolgevano via mare, su grandi piroghe che approdavano nell’insenatura presso il Castillo scaricando merci quali miele, sale, pesci, oggetti di ossidiana e piume di quetzal.

Uscendo dal sito, abbiamo preso la strada a sinistra e, dopo aver percorso circa 1 chilometro sotto il sole cocente, siamo giunti nella splendida Playa Paraiso, che ci ha ripagato di tutti gli sforzi fatti per raggiungerla.

Il nostro viaggio è proseguito con la gita all’isola Mujeres, uno scudo calcareo lungo 8 chilometri, che si trova 11 chilometri a nord-est di Cancun. Abbiamo preso un taxi fino a Cancun e ci siamo imbarcati sul ferry boat da puerto Juarez. Il biglietto di andata e ritorno costa 70 pesos; ci sono imbarchi ogni 30 minuti. Isola Mujeres è un’isola dall’atmosfera rilassata; perfino gli squali se la prendono comoda e spesso sonnecchiano nelle grotte a circa 25 metri di profondità. Gli esperti ritengono che la mancanza di anidride carbonica e l’abbondanza di ossigeno delle sorgenti subacquee inducano negli squali uno stato di sonnolenza. L’intera isola è costituita da poche strade con ristoranti, hotel e negozi; quasi ovunque si può andare in giro a piedi nudi e in costume.



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo

Barcellona meravigliosa

Barcellona meravigliosa

Fuerteventura: due settimane di primavera a Novembre

Nonostante la pandemia Covid, in ambito europeo ci si può muovere sia pure con qualche...

Festival degli aquiloni

festival degli aquiloni

Leggi i Diari di viaggio su Messico
Diari di viaggio

Messico Pueblo Magico

Svegli da quasi 48 ore, nel primo aereo era impossibile dormire causa vicino con attacchi di panico da dover gestire con tanto di mano di...

Diari di viaggio

Da Città del Messico a Fortaleza

Guardando per l'ennesima volta le foto dell'album di un viaggio che ho fatto molti anni fa mi è venuta voglia di raccontarvi questa...

Diari di viaggio
Tikal - Guatemala

Guatemala e Tulum in solitaria sui mezzi pubblici

Un paese che desideravo visitare da molto tempo, un viaggio troppo a lungo rimandato, un po’ per via delle preoccupanti notizie sulla...

Diari di viaggio
Cancun

Messico e nuvole 9

17/12/2019 Quest’anno saltiamo il Natale e tutte le feste a piè pari e ce ne andiamo in Messico! È finalmente arrivato l’atteso...

Diari di viaggio

Tra rovine Maya e cenote on the road alla scoperta dello Yucatan

Equipaggio: Leonardo 50a, Silvia 50a, Enrico 20a, Matteo 19a. 21 febbraio: Partiamo oggi da Venezia direzione Cancun. Scalo a Madrid e si...

Diari di viaggio

Cuba e Messico zaino in spalla

MESSICO- CUBA Periodo di viaggio: dal 25/08/19 al 10/09/19 Viaggiatori: 2 Giorni di viaggio:16 di cui 6 in messico e 9 in cuba....

Diari di viaggio

Tre settimane nel Messico del sud

Eccoci qua, è arrivato il momento di scrivere il diario di viaggio, questo momento stimola sempre molti ricordi e nostalgia. Tralascio la...

Diari di viaggio

Yucatan con bambini

Dopo 12 anni ho deciso di tornare nello Yucatan, questa volta con la famiglia (bambini di 6 e 10 anni, oltre a mio marito). Sì perchè...

Diari di viaggio

Guatemala, Messico e Florida tra vulcani, spiagge e siti maya

E finalmente il grande giorno è arrivato. All’inizio il Guatemala era solo un miraggio che baluginava nella testa durante le nuvolose e...

Diari di viaggio

Yucatan on the road

Giorno 1: Cancun Partenza da Venezia con volo AirFrance molto presto la mattina, volo molto comodo e servizio eccellente, la...