India: Ladakh, Arunachal P., Negaland

Straordinario paese, ricco di storia tra tradizioni e culture millenarie. Una popolazione cordiale, e una cucina dai sapori unici.
Scritto da: morak14
india: ladakh, arunachal p., negaland
Partenza il: 28/07/2018
Ritorno il: 26/08/2018
Viaggiatori: 2
Spesa: 3000 €

Un’avventura iniziata nella remota zona dello Zanskar, camminando per 8 giorni circondati dalle vette Himalayane ad un altitudine media di 4000 mt. Tenzin, la nostra guida, ci ha fatto vivere un’esperienza memorabile camminando in un territorio desertico, guadando le forti correnti del fiume Zanskar e valicando passi oltre i 5000 mt fino a raggiungere remote zone abitate solo da pastori di Yak. Abbiamo dormito sotto trilioni di stelle, per poi tornare a camminare tra stretti sentieri rocciosi nel silenzio più totale spezzato a volte solo dal suono del forte vento. Siamo arrivati a Shade, una perla di un minuscolo villaggio dove solo un anno fa hanno portato la luce con pannelli solari. Sui tetti delle case sterco e legna essiccano al sole per il rigido inverno che presto arriverà.

Ancora un paio di giorni di cammino ed arriveremo a Phugtal, famoso e antico Monastero diroccato a picco sul fiume. Ed ecco i primi turisti. La strada che da qui porterà a Padum sarà sempre più battuta. Lasciamo questo paradiso incontaminato fino a raggiungere Leh, deliziosa cittadina montana nonché capoluogo di questa estrema regione. Vista dall’alto è uno spettacolo surreale: rocce color oro con sprazzi di oasi verdi e vertiginosi picchi innevati. Passeremo qualche giorno sul Tsomoriri Lake, a quota 4500 mt. Una camminata in salita porta ad un punto panoramico dove i colori appaiono più pronunciati. Da qui un senso di pace totale. Con un volo raggiungiamo Kolkata, una città squallida ed elegante allo stesso tempo. Disperata, sofferente, povera ma fortemente affascinante. Un film in bianco e nero ma con spruzzate di colore intenso. Ci abbandoniamo al caos più totale scoprendo vicoli di immensa bellezza. Travolti dalla folla di persone e dai forti odori andiamo alla scoperta di questa incredibile città, fermandoci ad assaporare ogni prelibatezza: questa cucina è deliziosa.

Un altro volo ci porterà poi a Guwahati, nell’estremo Nord Est indiano. Siamo nell’Arunachal Pradesh, patria di antiche Tribù primitive nonché di immense coltivazioni di Thè. La regione richiede permessi speciali per entrare, per questo abbiamo ingaggiato una guida, Nah-mei ed un autista, Hamen. Nella Ziro Valley si incontrano facilmente le donne Apatani famose per i “tappi neri” affissi sopra alle narici ed con il volto tatuato. Considerate donne bellissime, al tempo erano state “imbruttite” in questa maniera per non farle catturare dai nemici delle altre tribù. Oggi soltanto le anziane sono riconoscibili come Apatani, poi scomparirà tutta la loro generazione. I villaggi nell’Arunachal e nell’Assam sono ormai modernizzati. Le tribù dei Galo, Adi, Nishi, Tagin e tante altre sono riconoscibili solo dalle loro abitazioni. Difficilissimo trovare anziani che vestono ancora in abiti tradizionali se non durante le cerimonie dei festival. Ma qualcuno ancora c’è. Anche nel Nagaland vivono tantissimi gruppi etnici, tra i quali i Konyak famosi ex cacciatori di teste. La nostra guida Nah-mei è loro discendente e suo padre è un volto famoso spesso ritratto in fotografie. Questa zona è travolta da fotografi di alto livello disposti a pagare grosse somme per un buono scatto, pertanto anche a noi viene chiesta una ricompensa. Essendo bassa stagione ed essendo gli unici turisti del momento riusciamo a cavarcela con poco. Loro sono veramente suggestivi: orecchie perforate, volto, petto e dorso tatuati per aver preso la testa del nemico. Le loro collane ne rivelano il numero. Portano sempre una cintura cerimoniale ed un copricapo adornato con pelle d’orso e zanne di cinghiale. Le loro mogli indossano lunghe collane colorate ed hanno i polpacci tatuati. Anche qui quando scompariranno gli anziani rimarranno solo i libri della loro storia.

Tappe Trekking Ladakh: Zanglà – Niri la Pass – Lar là Pass – Gorten la Pass – Shade – Tangtac – Phugtal – Yugar – Cha – Anmu – Padum

Alloggi: Tenda Tsomoriri Lake: Homestay Wangdu

Tappe Nord/Est: Guwahati Kamakhya Temple – Tezpur – Ziro Valley – Daporijo – Along – Pasighat – Dibrugarh – Mon

Alloggi: Homestay/Hotel Kolkata: Guesthouse Sun Flower/ Swat

Spese:

Voli Airflot Bologna/Mosca/Nuova Delhi Kolkata/Nuova Delhi/Francoforte/Bologna tot€ 840 cad (inclusa assicurazione)

Volo Nuova Delhi/Leh €70 cad Volo Leh/Kolkata €290 in 2

Volo Kolkata/Guwahati €104 in 2 Volo Dibrugart/Kolkata € 88 in 2

Visti €45 cad

Tribe Tour NordEst 12gg con guida e Autista privati €900 a testa

Trekking Zanskar 8gg con guida e taxi privato da Leh/Kargil/Padum a/r €500 in 2

Totale viaggio di 30 gg compreso tutti i voli ed extra €2600 a testa

www.likeme.it

Guarda la gallery
india-cw5qw

Sul fiume zanskar

india-kmd5c

I pastori di yak

india-te1th

Il villaggio phugtal

india-8wun1

Kolkata

india-149cj

Tsomoriri lake

india-fxh55

Coltivazione di the

india-yas75

Donna apatani

india-sce4d

Tribù locali

india-dqt92

Membro della tribù konyak

india-9r233

Collana dei konyak



    Commenti

    Lascia un commento

    India: leggi gli altri diari di viaggio

    Video Itinerari