Incantevole Francia

Tra i sapori dell'ottima cucina del Perigord, il gusto e il colore unico del vino di Saint-Emilion, il verde della Dordogna e dei filari di vite
 
Partenza il: 29/07/2017
Ritorno il: 05/08/2017
Viaggiatori: 4
Spesa: 1000 €

GIOVEDI’ 3 AGOSTO

8.30 colazione e partenza per Bordeaux. Parcheggiamo proprio in centro in Place de la Bourse (€ 27,40 per circa otto ore) e subito scattiamo qualche foto nella famosa fontana proprio davanti alla piazza chiamata Miroir d’eau. Questa superficie resta coperta da due centimetri di acqua che crea un effetto specchio dove si riflettono gli splendidi palazzi di fronte, poi la medesima superficie nebulizza per qualche minuto avvolgendo i presenti in una rinfrescante nebbiolina ed infine si svuota lasciando comunque un filo d’acqua che mantiene l’effetto specchio. Raggiungiamo l’ufficio del turismo ammirando gli splendidi palazzi di pietra chiara che ricordano Parigi con i loro tetti di ardesia. Caratteristici sono i mascheroni, volti di pietra scolpiti sopra il primo piano. Recuperiamo una mappa della città e proprio davanti l’ufficio del turismo notiamo che partono le visite sui bus turistici scoperti. € 80 in quattro, durata 70′. Non avendo nemmeno una guida con noi ci è parsa una comoda e valida soluzione che ci ha portato a scoprire i luoghi più caratteristici e famosi di Bordeaux raccontandoci anche la storia di questa affascinante città. Il bus attraversa la Garonna grazie ad un moderno ponte che si solleva due volte al giorno bloccando il traffico per due ore e far passare le grandi nave da crociera che attraccano poi proprio a due passi dalla centralissima Place de la Bourse. Si attraversa una zona industriale di stampo ecologico per tornare in centro questa volta attraversando il ponte più antico, pont de Pierre. Questo ponte con le sue 17 arcate, ricorda il numero di lettere che compongono il nome ci colui che lo commissionò, Napoleone Bonaparte. Il tour è interessante ed esaustivo. Al termine veniamo omaggiati di un Canelé Bordelais a testa, il tipico dolcetto di Bordeaux che non conoscevamo e che scopriamo essere veramente delizioso. Ci fermiamo in un bistrot per un pranzo veloce dopo aver percorso le vie dello shopping e poi prendiamo il tram per raggiungere la periferia dove si trovano la Città della Scienza dove si fermano le ragazze e la Citè du vin dove andiamo io ed Emanuele. L’ingresso comprensivo della degustazione di un bicchiere di vino a scelta è piuttosto caro € 20 cad. Già l’edificio del museo è di per sé molto particolare, sembra riprodurre un decanter. L’interno è molto ampio e la visita è agevolata da un tablet che consente di accedere a tutte le spiegazioni riguardo il vino e la sua storia nella propria lingua. Una visita accurata richiederebbe come minimo mezza giornata per cui dovendo raggiungere le ragazze ci limitiamo a quello che ci interessa maggiormente e ci gustiamo la degustazione finale che avviene al belvedere dell’ultimo piano dove abbiamo modo di ammirare lo splendido panorama. Torniamo in centro in tram, acquistiamo una bottiglia di Bordeaux e torniamo allo specchio d’acqua di cui vi ho parlato all’inizio …. che dire sono circa le 18 e sembra di essere a Rimini con tanto di bambini in costume e intere famiglie sdraiate ai bordi della piazza intente a far merenda. Per fortuna le foto “artistiche” le avevamo fatte al mattino. Dopo una rinfrescata siamo pronti per tornare a Saint-Emilion. Cena e a nanna.

VENERDI’ 4 AGOSTO

Sveglia presto e dopo una ricca colazione partenza direzione Dune de Pylat, circa 100 km. Lasciamo l’auto in un ampio parcheggio sotto la duna e iniziamo a calpestare la prima sabbia, percorriamo qualche centinaio di metri e la duna appare dinanzi a noi in tutta la sua maestosità. Decidiamo di “scalarla” senza sfruttare la scala messa a disposizione per agevolare la salita. Affondando e ansimando raggiungiamo presto la cima e qui ci godiamo lo splendido panorama. Foresta alle nostre spalle e la baia di Arcachon dinanzi a noi. La duna è lunga 3 km ma ne percorriamo solo pochi metri perché il caldo inizia a farsi sentire e preferiamo rilassarci un attimo ammirando l’oceano. Dopo un po’ scendiamo, mi svuoto le scarpe dalla sabbia raccolta e decidiamo di raggiungere Arcachon per pranzo. All’ufficio turistico ci consigliano di fermarci in periferia perché essendo alta stagione rischieremmo di restare intrappolati nel traffico. Seguiamo il consiglio e facciamo bene. Ci fermiamo a pranzo proprio sul molo con vista oceano e gustiamo delle deliziose cozze con patatine. Poi prendiamo il biglietto per il battello e in dieci minuti raggiungiamo Cap Ferret che si trova proprio di fronte a noi. Raggiungerlo in auto ci hanno spiegato che avrebbe richiesto più di due ora sempre a causa del traffico. Cap Ferret è molto bello anche se qui si respira un’aria un po’ esclusiva. La baia è punteggiata di pali che delimitano gli allevamenti di ostriche e proprio di fronte si può ammirare la duna che abbiamo scalato al mattino. Fa molto caldo ma raggiungiamo comunque il faro, scattiamo qualche foto e anche qui ci godiamo per qualche momento il panorama e il luccichio del mare. Riprendiamo il battello, l’auto e rientriamo a Saint-Emilion per l’ultima cena di questa intensa vacanza.

SABATO 5 AGOSTO

Oggi sarà solo viaggio di rientro. Ci aspettano 981 km che percorriamo in circa undici ore facendo anche una ventina di km di coda.

Costi di autostrada comprensivi di tunnel: € 265

Carburante: € 160

Musei, parcheggi, visite: € 243

Pranzi e cene: € 1.050

Km percorsi: 2.500

Un’altra bella vacanza “on the road” si è conclusa dopo circa 2.400 km percorsi. A chi sostiene che Bordeaux sia più bella di Parigi dico…. naaaa. Bordeaux è molto bella ma Parigi è un’altra storia.

Ci restano i sapori dell’ottima cucina del Perigord, il gusto e il colore unico del vino di Saint-Emilion, il verde della Dordogna e dei filari di vite. Ancora una volta la Francia ci ha regalato tanti bei ricordi. Abbiamo ancora qualche angolino da scoprire … sarà per la prossima volta.

Rossana, Emanuele, Erica e Linda.

Guarda la gallery
francia-pq9fe

la citè du vin



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Bergerac
    Diari di viaggio
    incantevole francia

    Incantevole Francia

    RITORNO IN PERIGORD E SAINT-EMILION SABATO 29 LUGLIOPartiamo con calma sabato mattina verso le 9.00 da Uggiate-Trevano direzione...

    Diari di viaggio
    l'aquitania da non perdere

    L’Aquitania da non perdere

    Francia 2011 27 giugno 2011, calda accoglienza a BordeauxCon un comodo volo Ryanair da Bologna, in partenza alle 15.30, arriviamo...

    Video Itinerari