Inaspettati Paesi Baschi!

Tour completo fai da te, nelle tre province: BIZKAIA, GUIPUZCOA e ALAVA, tra paesaggi naturali mozzafiato e pintxos.
Scritto da: gabry1962
inaspettati paesi baschi!
Partenza il: 24/06/2019
Ritorno il: 03/07/2019
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

Circa due mesi prima della partenza, abbiamo prenotato il volo a/r Milano MPX – Bilbao sul sito della easyJet, 227.00 euro per due persone (con un bagaglio in stiva). Sempre on line abbiamo prenotato l’auto a noleggio con la Goldcar, al prezzo di 191.00 euro per 10 giorni, comprensivo di assicurazione totale (senza franchigia).

Poi, dopo aver stilato un percorso di massima per il nostro tour, abbiamo riservato i seguenti hotel:

  • 2 notti a Bilbao presso l’hotel Ercilla Lopez de Haro, 175.00 euro senza colazione (tramite Trivago – hotel.com), più parcheggio in garage disponibile sul posto per 20.00 euro al giorno;
  • 1 notte a Bermeo presso l’Hotel-Apartamento Rural Atxurra, 99.90 euro (prenotato on line su booking.com), con colazione e parcheggio gratuito;
  • 1 notte a Lekeitio presso l’Hotel Zubieta (prenotato sul sito dell’hotel con il 5% di sconto, 114,00 euro anziché 120,00), con parcheggio gratuito, ma senza colazione;
  • 3 notti a San Sebastian-Donostia presso l’Hotel Astoria, 270.00 euro senza colazione (prenotato sul sito hotel.com), più parcheggio in garage per 18.70 euro al giorno;
  • 1 notte a Hondarribia presso l’hotel Sercotel Jauregui, 89.00 euro senza colazione (prenotato sul sito hotel.com), più garage privato a 200 metri per 12.00 euro;
  • 1 notte a Vitoria Gasteiz presso NH Hotel, 83.80 euro con colazione “stratosferica” (prenotato sul sito Expedia); il parcheggio dell’hotel era al completo e quindi abbiamo lasciato l’auto in un parcheggio pubblico coperto distante 300 metri (non ricordo esattamente quanto abbiamo pagato, ma sicuramente meno di quanto avremmo speso in hotel).

24 giugno 2019 (BILBAO)

Arrivo all’aeroporto di Bilbao in perfetto orario. All’uscita dell’aeroporto prendiamo la navetta dell’autonoleggio Goldcar, che ci porta presso i loro uffici, per ritirare l’auto. Le pratiche si svolgono velocemente e quindi possiamo partire per raggiungere l’hotel. Lasciamo i bagagli in camera e usciamo subito per recarci all’ufficio del turismo che è aperto fino alle 20.00.

Facciamo poi un giro nelle viuzze del Casco Viejo, sino ad arrivare alla Plaza Nueva, la piazza principale in tipico spagnolo: pianta rettangolare, contornata da portici, con i balconi che si affacciano sulla piazza e piena di locali dove servono i famosi pintxos.

Fra i tantissimi ristoranti che incontriamo nelle vie, ne scegliamo uno a caso per la cena ( a nostro avviso nei Paesi Baschi si mangia bene ovunque): Izen Barik. Tra una chiacchiera e l’altra con il simpatico titolare sul calcio italiano e spagnolo, ordiniamo 2 antipasti, 1 paella e 1 secondo di pesce, tutto buono, al costo di 56,00 euro con 1 birra e acqua.

Prima di ritornare in hotel, passeggiamo lungo il fiume Nervion, attraversiamo il ponte Zubizuri (progettato da Calatrava), fino ad arrivare al famosissimo Guggenheim, ben illuminato e dove possiamo osservare due delle principali sculture esterne del museo: Maman (lato fiume) a forma di ragno e Puppy (lato ingresso), un enorme cucciolo ricoperto di fiori coloratissimi.

25.6.2019 (BILBAO – GETXCO)

Dopo aver fatto colazione, ci dirigiamo subito alla Plaza Moyua, bellissima piazza ricca di aiuole fiorite, dove convergono tette le principali strade di Bilbao e su cui si affacciano importanti edifici come l’Hotel Carlton ed il Palacio de Chavarri in stile fiammingo.

A seguire facciamo una passeggiata nel bel parco di Doria Casilda Park, molto verde con un laghetto dove nuotano cigni ed anatre, statue, fontane e tanto altro. Curatissimo e pulitissimo (come del resto tutta la città), merita sicuramente farci una sosta.

Passiamo davanti al moderno e grande palazzo Euskalduna, il palazzo della musica e dei congressi e ritorniamo al Museo Guggenheim per ammirare le sue forme particolari in titanio che luccicano alla luce del sole, ma anche per rivedere il cucciolo di fiori Puppy, che merita di essere visto soprattutto di giorno!!!

È ora di pranzo e decidiamo di andare a mangiare al Ribera Market, un moderno (servito da scale mobili) e pulitissimo mercato, praticamente senza odori nonostante la presenza di molti venditori di pesce, carne e molto altro. Al 2° piano c’è la zona per mangiare, piena di bar che offrono svariati pintxos, oltre ad altre bancarelle che preparano svariati piatti tipici. Ci fermiamo per pranzo e la scelta è veramente difficile talmente è varia la selezione, noi prendiamo quattro pintxos ed una birra per 8.90 euro.

Una volta usciti, vediamo lì vicino il San Anton Bridge, il ponte più antico della città e l’omonima chiesa. Poi, uscendo dal Casco Viejo, passiamo davanti al teatro Arriaga Antzokia e raggiungiamo la stazione della metro che si trova vicino all’ufficio del turismo. Facciamo il biglietto (euro1,80) e dopo circa 20-25 minuti scendiamo alla stazione Areeta (linea 1). In circa 10 minuti di camminata arriviamo al fiume Nervion, dove si trova il Puente Colgante, noto anche come Ponte di Vizcaya o Bizkaia. Il ponte collega le località di Getxo e Portugalete, con una piattaforma sospesa che attraversa ogni 5 minuti il fiume, caricando passeggeri ed automobili.

Attirati da questo alto ed apparentemente stretto ponte decidiamo di salire in cima (46 metri), dove c’è una passerella che lo attraversa (senza paura in quanto ben protetto) e dal quale si vede un bel panorama. Salita in ascensore e attraversamento 8,00 euro.

Rientriamo a Bilbao sempre con la metropolitana e scendiamo alla fermata Indautxu per andare a curiosare dentro l’Azkuna Zentroa: un ex magazzino trasformato in centro culturale e di intrattenimento, sorretto da 43 diverse e tozze colonne, di svariati colori e ognuna di forma diversa. Molto particolare, forse un po’ buio, ci si può trovare un cinema, gallerie d’arte, piscina sul tetto con fondo trasparente, caffè e ristoranti.

Cena al ristorante La Vina del Ensanche (meglio prenotare perché è sempre pieno): 2 antipasti (asparagi gratinati ed acciughe), un secondo e due dolci 56,00 euro. Il locale è caratteristico e molto caotico, noi abbiamo cenato all’interno. Buono e servizio veloce.

26 giugno 2019 (BILBAO – GETXO – ACANTILADOS DE AZKORRI – SOPELANA – PLENTZIA – BERMEO)

Dopo aver fatto colazione alla panetteria Bertiz (a Bilbao ce ne sono molte), una valida alternativa alle care colazioni degli hotels, partiamo in direzione di Getxo e facciamo una breve sosta per vedere il palacio Lezama Leguizamon che si trova sullla strada che costeggia il mare, in alto sulla destra. Lo vediamo solo esternamente, un bel palazzo con un bel parco.

Guarda la gallery
paesi-baschi-nrcp2

Bilbao

paesi-baschi-h3q7z

Puppy Bilbao

paesi-baschi-aqcp6

San Juan de Gaztelugatxe

paesi-baschi-1v88p

Pasai Donibane

paesi-baschi-4kd5t

Zumaia

paesi-baschi-pgbma

Playa de Arrigunaga

paesi-baschi-9wxxh

Acantilados de Azkorri



    Commenti

    Lascia un commento

    Bilbao: leggi gli altri diari di viaggio

    Video Itinerari