In Vietnam con la famiglia

Tour fai da te di 10 giorni: da Hanoi a Ho Chi Minh, passando per Halong Bay e Hoi An
 
Partenza il: 21/10/2017
Ritorno il: 31/10/2017
Viaggiatori: 3
Spesa: 3000 €

Ritorniamo al tempio della letteratura passando per una boutique che vende solo rose di cera di tantissimi colori e le raggruppa a formare composizioni con forme diverse, l’insieme di colori è bellissimo e lei molto è gentile ed ha classe, compro un piccolo mazzo di rose color panna che porterò con me per tutto il viaggio e che adesso fanno bella figura nella mia sala, forse non sarà il souvenir più tipico che potessi acquistare ma mi ricorderà sempre di questi giorni magici.

Il pomeriggio è ancora nel suo pieno, prendiamo un altro taxi e andiamo a Notre Dame, quartiere carino e chiesa con facciata di stile Gotico che ricorda solo lontanamente l’omonima Parigina, arriviamo a piedi al lago, passando davanti al famoso teatro di marionette sull’acqua, ma il prossimo spettacolo è tra due ore e noi non abbiamo voglia di ritornare così decidiamo di non andare e proseguiamo direttamente per il lago che la guida ci fa “circumnavigare” perché quella è l’abitudine dei locali.

Siamo stanchi ma effettivamente la passeggiata è piacevole ed arriviamo al suggestivo ponte rosso Huc con relativo templio Ngoc Son dove è interessante vedere signore che bruciano soldi finti nel piccolo tempietto,. Effettivamente ci sono negozi che vendono mazzetti di queste banconote, ma noi prima che ce lo dicesse la guida non ci avevamo fatto caso. Torniamo a piedi all’Hotel dove ci separiamo da lei, ringraziandola per la bellissima giornata che ci ha fatto passare ed augurandole di terminare con successo i suoi studi e magari venirci a trovare in italia prima o poi…

La giornata finisce al ristorante Home di Hanoi www.homehanoirestaurant.com/vietnamesefood/our-home.html, suggeritoci da Anh. Posto carino in un’antica casa. Mangiamo bene in un’atmosfera suggestiva, prezzo caro per essere Vietnam ma lo sapevamo. Se avete una sola sera da passare ad Hanoi suggerisco senza dubbio di provare il ristorante con vista lago, perché la vista da sola vale l’esperienza

24 Ottobre

Lasciamo Hanoi. Abbiamo appuntamento alle 8 del mattino per andare ad Halong Bay dove abbiamo prenotato la Dragon Legend cruise via Indochina Junk, da me nominate prima. Questa è la compagnia che gestiste direttamente questo tipo di crociera. Devo dire che il luxury van a 7 posti con WiFi è un bel modo di cominciare il viaggio anche perché le 4 ore di tragitto passano attraverso panorami non troppo suggestivi. La crociera di Halong Bay con Dragon Legend è da fare assolutamente e resterà uno dei ricordi più belli della nostra vacanza, e mi sento di consigliare senz’altro questa esperienza anche a costo di spendere qualcosa in più. Noi abbiamo ottenuto un prezzo scontato, early birds rate, prenotando in anticipo, anche se in assoluto la cifra è molto cara.

La cosa che mi è piaciuta di più di questi due giorni ad Halong Bay è la magia della baia e il fatto che Dragon Legend faccia un percorso meno turistico di tutte le altre compagnie e pertanto molto meno affollato. Unica l’atmosfera sulla barca. La barca stessa e le cabine, i pasti serviti all’aperto sul ponte principale nel silenzio delle onde, il fatto che la barca ospitasse solo 24 cabine, panorami e certi scorci indimenticabili, un tramonto da favola il thai hi all’alba e molto altro ancora… che non svelerò perché potrete trovare tutto sul sito della compagnia e farvi un’idea più precisa.

Mi è piaciuto meno, invece, il fatto che in effetti la crociera duri pochissimo, siamo saliti sulla barca dopo le 13 ed alle 11 del giorno dopo eravamo già pronti a sbarcare, troppo lunghe le procedure d’imbarco, l’animazione è migliorabile ma credo dipenda puramente dagli animatori assegnati alla barca.

25 Ottobre

Appena sbarcati ci separiamo dal gruppo dei croceristi e prendiamo il solito luxury van prenotato solo per noi con un piccolo supplemento. Abbiamo un aereo da prendere nel pomeriggio per Da Nang e quindi saltiamo l’ultima parte del programma che prevede una sosta lungo il tragitto per assistere ad uno spettacolo di marionette sull’acqua. Non sappiamo se ne sarebbe valsa la pena e comunque non avevamo scelta visto che non potevamo permetterci di perdere il volo per Da Nang. Se decidete di fare un itinerario simile al nostro, vi consiglio vivamente di andare subito ad Halong bay e di passare in seguito un giorno a Hanoi, infatti noi abbiamo dovuto portarci dietro tutto il bagaglio cosa non necessaria per un giorno effettivo di crociera. Facciamo un volo perfetto ed efficiente con Vietnam Airlines, prenotato e pagato su internet direttamente sul sito della Compagnia molte settimane prima, cosa assolutamente necessaria se si vuole ottenere una buona tariffa, che comprenda anche i bagagli. A Da Nang ci aspetta il taxi prenotato tramite il nostro hotel a Hoi An. Il tassista parla Inglese ha una bella macchina moderna. Lungo la strada ammiriamo il moderno ponte del Dragone e i lussuosi resorts sul lungomare, ci sembra un posto turistico di alto livello, e ci chiediamo come siano le spiagge… Se avessimo avuto più tempo forse ci saremmo fermati una notte a Da Nang, sembra una città moderna e ho letto che e’ intellettualmente vivace, chissà… La giornata è stata lunga ed arriviamo dopo le 9 di sera all’hotel Little Hoi An, www.littlehoian.com, consigliatoci da Anh e prenotato da lei. Facciamo il check in e ci precipitiamo in centro. È quasi tutto chiuso e per essere una delle località più famose del Vietnam non c’è quasi nessuno in giro. Probabilmente sono tutti nei locali al di là del fiume, ma noi siamo stanchi e quindi ci infiliamo nel Morning Glory, unico ristorante aperto, ordinando in fretta prima che la cucina chiuda. Il locale ha buone recensioni ma a me non ha colpito particolarmente, rispetto ad agli altri posti dove siamo stati

26 Ottobre

Hoi An. Ci sentiamo veramente fortunati, il tempo è spettacolare, cosa rara in questo periodo dell’anno dove il numero di giorni di pioggia è alto e spesso la pioggia torrenziale provoca allagamenti. Dopo la colazione al Little Hoi An a bordo della piscina, ci incamminiamo in città pagando subito il biglietto di ingresso che dà diritto a vedere cinque templi/monumenti. Noi avevamo studiato la guida e deciso di vedere questi: il ponte Giapponese coperto, la Fujian assembly hall, la casa di Tan ky, la Chinese assembly hall. Non ci pentiamo della scelta. A Hoi An la concentrazione di turisti è molto più elevata che altrove, quindi il trucco è veramente alzarsi presto e visitare le attrazioni più gettonate prima che arrivino i gruppi organizzati, perché i templi e i luoghi di interesse visti senza folla sono veramente magici. Ho letto spesso di turisti che hanno girato Hoi An in bicicletta ma francamente il nostro hotel è molto centrale e la cittadina è un gioiellino che merita di essere gustato lentamente girando a piedi. Noi siamo riusciti a vedere tutto, perdendoci senza fretta nelle stradine caratteristiche ed esplorando tutti gli angoli, incluso il mercato alimentare caratteristico e pittoresco e quello coperto, più carino rispetto ad altri visti in altre città. Per il pranzo mi sentirei di raccomandare vivamente Miss Ly, posto molto carino con ottimo cibo e prezzi giusti. È affollato, ma vale la pena fare la fila o ritornare al di fuori delle ore di punta. Per la cena ci siamo trovati bene alla House of Hoi An, servizio first class e ambiente molto trendy.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Halong Bay
    Diari di viaggio
    sorrisi all'orientale

    Sorrisi all’Orientale

    "Good morning in Vietnam": ecco l’ennesimo film che mi ha ispirato a questo meraviglioso viaggio; marito e figlio di 13 anni, accettano...

    Diari di viaggio
    overland italia australia: tappa in vietnam

    Overland Italia Australia: tappa in Vietnam

    Ultimo giorno in Cina, partenza da Kunming alle sei del mattino, ressa di passeggeri e offerta straripante di fritti e noodles, uno...

    Diari di viaggio
    tre amiche in vietnam, zaino in spalla

    Tre amiche in Vietnam, zaino in spalla

    Che viaggio è stato: amiche, zaino in spalla, fai da te in autonomia Mezzi di trasporto:1) voli: Qatar da Milano a/r, volo interno...

    Diari di viaggio
    vietnam da nord a sud: un buon caffè dal gusto un po’ amaro

    Vietnam da nord a sud: un buon caffè dal gusto un po’ amaro

    Dopo la bellissima esperienza in Cambogia nel 2015 c’era rimasta la voglia di visitare il vicino Vietnam e così è stato, e nel...

    Diari di viaggio
    vietnam su misura 2

    Vietnam su misura 2

    Hoa Lu e visita dei templi dei Re Dinh*.Trasferimento per Ninh Binh, escursione in sampan sul fiume Ngo Dong, baia di Halong...

    Diari di viaggio
    alla scoperta del vietnam

    Alla scoperta del Vietnam

    Dall'1 al 10 gennaio 2018 alla scoperta del Vietnam. Da Hanoi a Saigon in 9 giorniSpesa: euro 2.300,00Eravamo stati in...

    Diari di viaggio
    il vietnam in 25 giorni, diario e consigli utili

    Il Vietnam in 25 giorni, diario e consigli utili

    Io e mia moglie avevamo già visitato altri paesi dell’Indocina, ci mancava il Vietnam, di cui avevamo sentito parlare molto bene,...

    Diari di viaggio
    tour del vietnam da nord a sud

    Tour del Vietnam da nord a sud

    in viaggio verso Ho Chi Minh City. Questa è l’ultima sera in Vietnam, quindi approfitto per bermi un’ultima “bia” vietnamita: le...

    Diari di viaggio
    finalmente è vietnam

    Finalmente è Vietnam

    21 dicembre Iniziamo il viaggio, dopo un gradevolissimo volo diretto con la ottima Thai Airways, con una biciclettata a Bangkok, hub...

    Diari di viaggio
    in vietnam con la famiglia

    In Vietnam con la famiglia

    Itinerario 21 ottobre: partenza con volo Emirates per Hanoi22 ottobre: pomeriggio e 23 Ottobre Hanoi24 e 25 ottobre: Halong...