In tenda nella penisola istriana e nell’isola di Krk

Una vacanza "avventurosa" in campeggio
Scritto da: irene26
in tenda nella penisola istriana e nell'isola di krk
Partenza il: 10/07/2013
Ritorno il: 19/07/2013
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

Colpiti da un’ondata di curiosità per una vacanza “avventurosa” io e Bruno (mio marito) quest’anno abbiamo deciso di riprovare dopo oltre un trentennio la vacanza in campeggio: siamo quindi partiti alla volta della Croazia con una sosta per una notte a Grado.

Autostrada: Torino – Milano – Venezia. Usciamo a Monfalcone per visitare il Sacrario Militare di Redipuglia, imponente monumento dedicato a 100.000 caduti della prima guerra mondiale. Luogo solenne, silenziosissimo e molto toccante! Questi sono posti che trasmettono ad ognuno di noi , in maniere diverse, forti sensazioni, per cui non mi dilungo e consiglio vivamente a tutti una visita.

Abbiamo fatto tappa a Grado Pineta, dove abbiamo inaugurato la nostra “canadese QUECHUA 2 seconds” (davvero veloce da montare/smontare e comoda) al campeggio “Al bosco”, campeggio non molto grande con ampie ed ombreggiate piazzole molto curate e servizi comuni pulitissimi. Consigliato (costo per 2 persone + auto + tenda euro 28 per una notte).

In meno di mezz’ora eravamo completamente “piazzati”. Quindi una passeggiata al mare (purtroppo il mare a Grado è piuttosto una laguna, quindi acqua bassissima e il fondale sabbioso/fangoso) e poi in città per la cena. Grado è una cittadina molto bella e caratteristica, merita di sicuro una visita!

Il giorno successivo si parte per la Croazia.

Nella penisola istriana a Porec (Parenzo) ci siamo fermati 4 giorni al camping “Zelena Laguna” e facendo base lì abbiamo visitato la costa istriana. Le città marine dell’Istria si assomigliano molto. Sono costruite su promontori che si allargano a cerchio nel mare. Le case sono alte, strette e colorate e all’interno i vicoli stretti sono lastricati da pietre lisce dall’usura (attenzione si scivola molto tanto che io mi son tolta le scarpe) e si inerpicano verso la cima dove la chiesa domina. Noi abbiamo visitato Porec, Funtana e Rovinj (Rovigno) e ci sono piaciute tutte.

Un’altra escursione interessante è stata al canale di Leme (Limski kanal) che dista da Rovigno circa 20 km; è considerato l’unico fiordo dell’adriatico. Il mare penetra nella terra per una lunghezza di circa 11 km e mezzo e con una larghezza max di circa 600 m. insinuandosi tra una vegetazione verdissima che dona all’acqua un colore verde cupo.

Abbiamo dunque proseguito la nostra vacanza sull’Isola di Krk.

Da Rijeka (Fiume), attraversando il mastodontico ponte, si arriva sull’Isola. L’isola di Krk (Veglia) è piccolina e in un’ora circa si percorre in tutta la sua lunghezza. Noi ci siamo fermati a Punat al Campeggio “Pila” che si trova a circa metà isola. Abbiamo visitato le città di Krk, Baska e Stara Baska ed il loro mare. Tutte belle cittadine e percorsi con panorami spettacolari.

La spiaggia di Stara Baska è forse quella che ci è piaciuta di più. Dalla strada principale, per arrivare a Stara Baska il paesaggio intorno cambia aspetto e le montagne intorno sono nude di roccia grigia; le piante di salvia selvatica crescono nei pendii verso il mare e dall’alto l’acqua limpida delle calette offre colori smeraldo verso la costa e blu intenso verso il largo.

Sull’altro lato dell’isola abbiamo visto Vrbnik zona dove si produce il vino locale e dove c’è un bel punto panoramico dal quale si vede la costa della Croazia.

NOTE/INFORMAZIONI/CONSIGLI

CAMPEGGI:

-quasi tutti i campeggi sono serviti da bus di linea con collegamenti alle città;

– il camping Zelena Laguna a Porec (4 stelle) è molto grande, pulitissimo , con servizi igienici anche per bambini;

– il camping Pila a Punat (3 stelle) è molto grande ed è vicinissimo alla città (5 minuti a piedi percorrendo la passeggiata a mare si è nel centro di Punat);

– lungo il mare ci sono percorsi pedonali e ciclabili ampi e lunghi con servizi lungo il percorso (bar, negozi, panettieri, ecc ecc).

MARE /SPIAGGE

– L’acqua del mare è limpida e cristallina quasi ovunque ma un po’ freddina; le spiagge sono di scogli, ghiaia, spesso con piattaforme in cemento con scalette che scendono in acqua, quindi un po’ diverse dalle nostre spiagge sabbiose, ma visto il contesto del luogo ci si abitua in fretta e si apprezza la novità. La maggioranza delle spiagge sono libere, e le abbiamo trovate pulite. Sono consigliate le scarpette da mare in gomma antiscivolo e per camminare sui sassi .

MONETA

La moneta croata è la kuna (attualmente il cambio è circa 7,3 kuna per 1 euro). Ci sono molti uffici di cambio per i turisti. I bancomat erogano anche le kune. Noi abbiamo cambiato alla nostra banca in Italia alcuni euro per le prime necessità e poi abbiamo anche effettuato alcuni prelievi al bancomat, in moneta locale, oltre ad un ultimo cambio di euro contro kune, in un ufficio cambi. E’ risultato più conveniente cambiare presso i loro uffici (giusto per non smentire le ladrerie delle banche italiane). Anche prima di entrare in territorio croato ci sono degli uffici per cambio moneta.

STRADE

Le strade sono buone sia in Istria che nell’isola di Krk.

I parcheggi in città sono a pagamento e bisogna procurarsi delle monetine.

MANGIARE:

Si mangia bene ovunque; ottimo il pesce che generalmente viene servito con contorno di patate lesse e bietole passate in padella; se andate a KRK suggerisco l’assaggio del piatto tipico “surlice con gulasch o con scampi” (il surlice è una pasta fresca simile ai nostri cavatielli).

COSTI

Sigarette, benzina e diesel costano decisamente meno che in Italia (Marlboro circa € 3,50 al pacchetto, diesel circa € 1,4).

Il costo medio di un pasto al ristorante non è carissimo; per es. per una portata di pesce con contorno, vino e acqua si spendono a testa 100/120 kuna cioè 14/17 euro.

RIASSUMENDO: E’ stata una vacanza bellissima e rilassante, alla riscoperta della natura vivendo completamente all’aria aperta e visitando posti molto belli, semplici e ospitali, assaporando una buona cucina e immergendosi in un mare pulito!

Un saluto da Irene & Bruno.

Guarda la gallery
istria-pzj7e

Stara Baska

istria-vhg9r

Porec



    Commenti

    Lascia un commento

    Croazia: leggi gli altri diari di viaggio

    Video Itinerari