In Messico tra il Chepe e Baja California

Città del Messico tra sacro e profano, poi in volo verso Chihuahua, dove parte il Chepe, e in Bassa California
 
Partenza il: 18/01/2016
Ritorno il: 07/02/2016
Viaggiatori: 6
Spesa: 4000 €

Città del Messico tra sacro e profano, poi in volo verso Chihuahua dove parte il Chepe, un treno per conoscere i Tarahumara, scoprire la Barrancas del Cobre, raggiungere il Golfo di California e approdare a Baja California del Sud per avvistare le balene.

Il Messico nel mio immaginario è sole, sombreri, poncho e Frida Kalo. Ora vado a vedere.

L’itinerario ci è stato proposto dalla nostra amica Liliana giramondo incallita ed esperta organizzatrice di viaggi fai da te con lei si va sul sicuro. Partiamo il 18 gennaio da Torino alla volta di Amsterdam e da qui Città del Messico, sei pellegrini vestiti a cipolla con tanta voglia di caldo; ci imbarchiamo alle 11,50 e atterriamo alle 18,35 a Città del Messico, poteri del fuso orario.

Dopo una coda lunghissima per il controllo passaporti raggiungiamo la guida che ci porterà in albergo. Prima impressione all’uscita dell’aeroporto: ” Ma quanto è grande questa città?”. Il nostro hotel è in una zona pedonale del centro ci resteremo due notti.

Primo giorno

La guida ci conduce alla Basilica di Nostra Signora di Guadalupe poi la zona archeologica della città e il sito di Teotihuacan con le splendide piramidi del sole e della luna.

Il traffico è caotico le distanze tra i punti d’interesse notevoli, qui il fai da te non funziona, la presenza della guida ci ha permesso di ottimizzare i tempi e vedere un sacco di cose.

Secondo giorno

Al mattino di buon ora raggiungiamo lo Zocalo a piedi e visitiamo in totale libertà quanto ci offre il centro. Un suggerimento: non perdetevi il Palazzo Nazionale dove ci sono i murales di Diego Rivera si entra gratuitamente basta lasciare un proprio documento, da passarci un giorno intero!

Nel primo pomeriggio lasciamo Città del Messico e voliamo su Chihuahua. Un taxi ci porta prima alla casa museo di Pancho Villa una visita interessante poi all’hotel che lasceremo il mattino successivo alle cinque per andare alla stazione e prendere il Chepe/Pacifico, il treno che ci condurrà fino a Los Mochis. E’ l’unico treno passeggeri del Messico. Compie due viaggi al giorno e attraversa la Sierra tarahumara il Canyon del rame e arriva allo stato di Sinaloa.Sono più di seicento chilometri di paesaggi stupendi che si percorrono scegliendo in quali paesi fare tappa.

Creel è la nostra prima sosta. Abitato dai Tarahumara ci dà la possibilità di conoscere la cultura raramuri e accompagnati in auto da un tarahumara visitiamo La cueva Sebastiano la valle dei funghi,delle rane,dei passeri,la missione gesuita di S.Ignacio, la valle dei monaci il lago Arareca.

Tralasciamo le cascate Cusarare poichè essendo inverno come in Italia sono completamente ghiacciate e difficili da raggiungere.

Ovunque incontriamo gruppi di donne Tarahumara coi loro abiti coloratissimi e le ampie gonne; i bambini vendono gli oggetti realizzati dalla comunità soprattutto cesti di tutte le dimensioni e pupazze in costume; di uomini se ne vedono pochi pare siano tutti al lavoro lontano dal paese.

Quando si acquista qualcosa i bambini corrono contenti a consegnare il denaro alla madre e se ricevono caramelle consegnano anche quelle; con loro non si riesce a comunicare poichè parlano la loro lingua ma l’espressività dei volti compensa l’assenza di dialogo.

Ci fermiamo a Creel un paio di giorni poi riprendiamo il ferrocarril Chepe alla volta di Divisadero per vedere la Barranca de Cobre,il treno sosta qui sempre per 30 minuti per dare modo ai passeggeri di scendere a vedere il canyon, fare acquisti alle bancarelle e mangiare infatti la piccola stazione è un ristorante all’aperto con decine di baracchette che servono cibo cotto su stufe a legna.

Non ci sono case a Divisadero, i Tarahumara vivono nel canyon e raggiungono ogni giorno la stazione in attesa del Chepe portando le loro mercanzie su sgangherati fuoristrada. C’è un solo albergo costruito a strapiombo sul canyon, che è 4 volte più grande di quello dell’Arizona e se andate prenotate le camere esterne hanno una vista mozzafiato. Trascorriamo un intero giorno in questo posto. Raggiungiamo la teleferica che attraversa tutto il canyon e dista 40 minuti a piedi dall’albergo, passeggiamo incantati dal panorama qui oltre alla solita mercanzia si trovano molti quarzi poichè il canyon è ricco di minerali.

Oggi riprendiamo il Chepe e dopo 7 ore di viaggio tra paesaggi spettacolari giungiamo che è ormai buio a los Mochis ultima fermata del Chepe. La cittadina è caotica oltre al giardino botanico non c’è nulla da vedere per cui ci spostiamo a Topolobambo sul mare molto più caratteristico, da qui parte il traghetto che ci porterà a La Paz in Baja California sud. Sei ore di traversata in cabina con comodi letti sono volate e alle 8 di mattina siamo a La Paz.

Il programma prevede una nuotata con gli squali balena ma le condizioni del mare non sono ottimali ci dobbiamo sbrigare se peggiorano la nuotata salta. Un taxi ci porta velocemente in albergo molliamo le valigie e armati del necessario ci fiondiamo al punto di ritrovo;muta, pinne, maschere, informazioni di base e via. L’acqua è fredda, l’emozione tanta e quando si avvistano gli squali giù in acqua senza paura. Nuotare tra loro è emozionante sono veramente grandi e si avvicinano senza timore ma vige il divieto assoluto di toccarli. Dopo l’incontro con gli squali si va a vedere un’isola dove nidificano una miriade di uccelli tra cui pellicani e sule dalle zampe azzurre e vive una colonia di otarie che si stanno godendo il sole poi via verso Baia Balandra un’insenatura di mare cristallino;qui ci fermiamo per uno spuntino su una spiaggia di sabbia finissima.

Al rientro in hotel ci consegnano l’auto che useremo per visitare la Baja California, va bene che siamo in sei ed abbiamo bagagli per dieci ma un catafalco così nessuno se lo aspettava ora sembriamo proprio americani per fortuna non sono io che devo parcheggiare!

Secondo giorno a La Paz si visitano i dintorni e le spiagge e si prende dimestichezza con l’automobile domani si parte alla volta di Loreto 356 chilometri attraverso la penisola.

Guarda la gallery
la-paz-panorama-z13rc

il Chepe

la-paz-panorama-u66v8

donna tarahumara

la-paz-panorama-4zas8

la piramide del sole

la-paz-panorama-5fmwv

il tropico del cancro

la-paz-panorama-x9gue

la casa di Frida Kalo

la-paz-panorama-1wew3

avvolti nella sierra giganta

la-paz-panorama-2tm6h

balena nella laguna di S. Ignacio

la-paz-panorama-64tqg

riti in piazza della cattedrale

la-paz-panorama-fdmg5

bambini tarahumara



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Città del Messico
    Diari di viaggio
    messico coloniale

    Messico Coloniale

    Giorno 1: ¡bienvenidos a Ciudad de Mexico! Oggi in realtà ho poco da raccontare, se non che è stata una giornata alquanto lunga. Volo...

    Diari di viaggio
    magico yucatan

    Magico Yucatan

    Sul viaggio fai da te nello Yucatan, devo essere sincera, ci ho pensato e ripensato più volte: non tanto perché le foto delle sue spiagge...

    Diari di viaggio
    messico, un sogno a occhi aperti

    Messico, un sogno a occhi aperti

    Voglio raccontarvi il bellissimo viaggio che ci siamo regalati io e mia moglie per il nostro 10 anniversario, sperando anche possa esservi...

    Diari di viaggio
    messico a capodanno

    Messico a Capodanno

    Parto giovedì 29 dicembre con volo Iberia prenotato a giugno (303,00 euro... prezzo speciale segnalato da pirati in viaggio direttamente...

    Diari di viaggio
    in messico tra il chepe e baja california

    In Messico tra il Chepe e Baja California

    Città del Messico tra sacro e profano, poi in volo verso Chihuahua dove parte il Chepe, un treno per conoscere i Tarahumara, scoprire la...

    Diari di viaggio
    emozionante messico e spettacolare belize

    Emozionante Messico e spettacolare Belize

    dove troviamo il nostro hotel Plaza Mirador, carino ma non eccezionale. Andiamo in giro per la città e pranziamo all’interno del...

    Diari di viaggio
    un natale pacifico in messico

    Un Natale “Pacifico” in Messico

    Le tanto agognate vacanze di Natale sono finalmente arrivate! Partiamo dall'aeroporto di Verona il 23/12 con un volo Air Dolomiti per...

    Diari di viaggio
    in giro per citta del messico, il chiapas e la riviera maya

    In giro per Citta del Messico, il Chiapas e la Riviera Maya

    Ecco il nostro diario di viaggio in Messico ad agosto, con nostro figlio di 4 anni. Innanzitutto, vado a elencare per punti quelli che...

    Diari di viaggio
    messico e guatemala: la nostra prima volta in mesoamerica

    Messico e Guatemala: la nostra prima volta in Mesoamerica

    Ci sono viaggi, luoghi, che irrompono nel cuore e nella mente. Subito. In maniera quasi violenta. Buona parte dell’Asia rientra, per noi,...

    Diari di viaggio
    messico in love

    Messico in love

    Siamo Rosy e Stefano, ci siamo sposati a dicembre, e come lista nozze ci siamo fatti regalare la luna di miele, un bellissimo viaggio in...