In Messico dallo Yucatan al Chiapas

Viaggio attraverso i maya, la loro storia, i loro luoghi, i loro segreti
Scritto da: zambein
in messico dallo yucatan al chiapas
Partenza il: 14/04/2012
Ritorno il: 01/05/2012
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

Sabato 14.4

Arrivo a Cancun dopo un volo estenuante (la prox volta diretto)… e cmq sulla US Airways non si mangia bene ed è scomoda. Appena arrivati, sotto consiglio più che apprezzato dei nostri alberghieri, abbiamo evitato i 100aia, e non sto scherzando, di taxisti e gente interessata ad accompagnarti (ci chiedevano fino a 16$ a testa x Cancun), e ci siam diretti al terminal 2 e da lì abbiam preso il bus Ado che con circa 3€ a testa (104 pesos tot) ci ha portato al terminal bus di Cancun e quindi ci siam diretti al b&b di Roy&Douglas, che hanno avuto l’accortezza di venirci incontro per evitare che ci perdessimo. Posto carino senza pretese, locazione perfetta x il solo appoggio di una notte… x il resto non sappiamo… Molte case diroccate nei dintorni e una disco aperta fino alle 9 del mattino il venerdì e il sabato. Nell’aeroporto ci eravam informati x un volo diretto a Tuxla Gutierrez in Chiapas, ma alla fine ci è convenuto comprarlo su internet ma da lì a Cancun x il 26 aprile a 1600 pesos (circa 100 euro) a testa! Per il cambio, in aeroporto ti fregano, ma sei costretto, quindi abbiam cambiato solo 20€…

Domenica 15.4

Notte passata insonne, causa fuso… alzati alle 6 ci siam fatti un giro, comprato il biglietto aereo da un internet point, frutta 20pesos da ambulante e poi preso bus x Valladolid… c’era solo 2 classe…3-4€ di differenza con la I, ma ci mette 1h in più…tot x2 = 180pesos. Consultando la Lonely, arrivati a destinazione, ci siam diretti verso Hotel Maria de Guadalupe, carino e fresco… prezzo tirato a 280 a notte per 2 notti. Lasciati i bagagli, giretto x città e visita a cenote Zaci, che è in città e poi con taxi cumulativo, al cenote Dzitnup 10 pesos corsa taxi e 54 l’entrata in uno dei 2… abbiam scelto il Xkeken, fighissimo ma inquietante. Tornati in città, a 50 ci siam riposati e poi andati in centro, visto che la domenica c’è musica in piazza.

Lunedì 16.4

Sveglia alle 5 causa fuso orario, temporeggiato fra mettere a posto e colazione, e poi visita alla chiesa della Candelaria..ore 8.15 partenza x Chichen Itza costo 22 a testa ingresso 177 più guida italiana tirato a 400… e che te lo dico a fare…incredibile! Orario perfetto visto che i visitatori arrivano vs le 10-11. L’unica pecca/altro pregio, che sta pieno pieno di rivenditori artigiani e abbiam speso un fracco di soldi (a dir la verità meno di quanto si avrebbe potuto), visto che è il posto dove si fanno i migliori affari…sparano sul prezzo, ma se gli spari la metà o un terzo non dico che la spunti, ma quasi. Dopo un bel giro con e senza guida, alle 2 decidiamo di fare un’escursione alla volta di Izamal – biglietto 30 pesos a testa x Kantunil dove alla fermata ci sono dei taxi che ti portano a Izamal. I bus son freddissimi (assolutamente consigliato maglioncino o kway con cappuccio). Scendiamo nel bel mezzo della stagione delle piogge, concentrata in 15 min. Arrivati nel taxi, zuppi proseguiamo x Izamal e malgrado la pioggia e la macchina con i vetri appannati (che non si vede una mazza) sembra che siamo in formula uno! Arriviamo a Izamal dopo 20 min di macchina x 36pesos tot. Izamal è fantastica, il convento è da spuma tutt’intorno e poi 3 delle 12 piramidi sono visibili e la più alta è salibile gratis. Dopo due ore ripreso taxi x Kantunil a 48pesos. Dopo un po’ di attesa è arrivato il bus che ci ha riportato a Chichen x spettacolo serale incluso nel costo del biglietto…evitabile…l’autobus ci ha lasciato sulla tangenziale a 28 pesos e abbiam fatto un pezzo in una strada buia (ricordarsi sempre le torce). Da lì siamo poi tornati in taxi condividendolo con due fratelli messicani.

Martedì 17.4

Sveglia alle 7 e dopo esserci informati sul modo per raggiungere Merida abbiamo preso un taxi x vedere la chiesa di S. Bernardino (con cenote sottostante non visibile ma incredibile vederlo nei loro documenti) – 30 a testa più la guida Melchor, un anziano simpatico a 40 – che ci ha spiegato un po’ di storia del sito. Ritornati in hotel abbiamo preso i bagagli e siamo andati al terminal bus x Merida, prima classe 150 a testa. Arrivati a Merida ci siam diretti verso il Trinidad Galleria, uno specchio x le allodole. Da lì a piedi siam andati al Nomads youth hostel, ma la camera costava 10€ a testa e era coi letti a castello e bagno privato, ma praticamente all’aperto, e non era il caso. Mentre stavamo uscendo di lì, siam stati colti dalla solita pioggerella estiva… cioè l’intero quantitativo di tutta la nostra estate. Girando e rigirando siam finiti all’hotel Al Gran Centenario, 250 a notte, posto figo in calle 55 fra 60e62. Il letto non è il massimo, ma si può fare. Giro per la città con visita al mercato indigeno. Oggi è l’ultimo giorno, ci hanno detto (ma è una cazzata che abbiam capito sparano spesso in questa città!).

Mercoledì 18.4

Sveglia alle 6:30 siamo andati alla stazione Ats (il vecchio terminal solo II classe) x prendere il bus x la ruta Puuc (si fermerebbe mezz’ora in ogni sito piccolo e 2 ore a Uxmal), ma non parte. Malgrado Francisco dell’ufficio turistico ci abbia detto il contrario. Costerebbe 123, chiediamo ad un taxi e ci chiede 1500, poi ad agenzie x affitto auto 400+benza=550. Alla fine abbiamo optato per Celèstun: 2,5 ore con autobus da stazione Noreste a 98 a testa a/r. Qui x 200 a testa offrono un giro di 2,5 ore nella biosfera, fantastico. Natura allo stato brado. Fenicotteri (flamenco) un po’ lontani, ma da spuma uguale, anche perché si è fatto un bagno in un’acqua incredibile, dove sgorgava acqua da un cenote, a 10mt da un coccodrillo… wow. Ritorno e mangiata di pesce sulla spiaggia… ok. Riprendiamo il bus alle 16 per il ritorno a Merida dove finiamo di vedere la città, ci informiamo x eventuale Ruta Puuc. Fortunatamente, passando x l’hotel Trinidad (all’angolo del nostro) abbiam chiesto eventuali tour e nelle alternative abbiam preso a 350 a testa un tour er Uxmal e Kabah con guida e pranzo e ci è parsa una buona idea per l’indomani.



    Commenti

    Lascia un commento

    Cancún: leggi gli altri diari di viaggio