In camper verso il nord Europa

Viaggio verso la Polonia e le Repubbliche baltiche
 
Partenza il: 07/08/2015
Ritorno il: 28/08/2015
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

7 Agosto 2015

Il giorno della partenza tanto attesa è finalmente giunto, ma segnato, sin dalle prime ore, dalla sfortuna, in quanto il camper, proprio oggi, ha rifiutato di accendersi a causa della batteria scarica, ma ha implicato solo un ritardo sull’orario di partenza.

La meta principale del viaggio è la Polonia, con il maggior numero di visite previste, per poi proseguire, se riusciamo, verso le Repubbliche Baltiche (Lituania, Lettonia ed Estonia), facendo alcune tappe spezza viaggio in Germania e in Repubblica Ceca.

La prima sosta pianificata è Monaco di Baviera, passando dal Brennero e fortunatamente non abbiamo trovato coda al nodo cruciale di Verona.

Dopo Bolzano è comparsa sul cruscotto del camper il simbolo di guasto al motore: ansia e un leggero sconforto.

Abbiamo chiamato l’assistenza Fiat ed individuato un’officina a Bressanone: era incredibilmente affollata di turisti rimasti come noi in panne, ma dopo poco più di mezz’ora hanno potuto “testare” la situazione e verificare che si è trattato di un falso allarme, un contatto. Hanno resettato l’anomalia e siamo potuti ripartire.

Prima di uscire dall’autostrada venivano indicati quatto chilometri di coda dopo Bressanone, mentre al nostro rientro non c’era più nulla. Vediamo sempre gli aspetti positivi.

Nonostante tutto siamo riusciti ad arrivare, come da programma, in Germania, a Monaco, poco prima di cena. Siamo entrati al camping di Thalkirchen, dove eravamo già stati anni fa, ed usciti dopo poco a piedi alla volta del centro.

Appena fuori dal campeggio si trova la fermata del bus che conduce, in poche fermate al metrò. Abbiamo cercato di acquistare a bordo il biglietto, ma senza successo, così abbiamo riprovato in metrò alle macchinette automatiche, dopo aver capito, vedendo la mappa della città, che il biglietto doveva valere per 2 zone.

Siamo scesi in pieno centro, in Marienplatz, dove si trova il Nuovo Municipio, Neues Rathaus, con il bellissimo carillon con 43 campane e che, in alcune ore della giornata, si anima di 32 figure in rame a grandezza naturale.

Siamo arrivati davanti al teatro ed abbiamo proseguito per l’Hofbranhaus, la celebre birreria, dove abbiamo fatto cena, bagnata ovviamente dal tipico boccale di birra da 1 lt. Il locale è molto grande ed estremamente incasinato.

Ci si siede dove si trova posto, condividendo il tavolo con sconosciuti e si deve cercare di attirare l’attenzione del cameriere per ordinare. Siamo riusciti a trovare un tavolo libero accanto ai musicisti, prima con una coppia di messicani, che hanno anche voluto conversare, e poi con dei giapponesi.

Dopo un litro di birra il tasso alcolico era abbastanza sopra lo standard ed ero discretamente allegra.

Abbiamo fatto ancora due passi sino alla Frauenkirche e poi siamo scesi in metrò.

Il bus per tornare in campeggio termina le corse verso le 21:30, quindi abbiamo percorso a piedi il chilometro restante.

La temperatura in camper era accettabile, noi esausti, così ci siamo fiondati a letto, senza finire di svuotare i bagagli, lasciati in sospeso già al mattino.

8 Agosto 2015

Possibile meta della giornata è Praga, ma, per spezzare il viaggio, inseriamo qualche tappa.

La prima sosta è a Lanshut, borgo medievale, con una stella Touring. Carina è la via principale con case dipinte con colori pastello e alti frontoni e forse anche il castello in cima alla collina, ma faceva troppo caldo per avere il coraggio di salirci.

Nel complesso si è trattato comunque di una sosta poco significativa.

Avevo pensato di fermarci a Passau, altra cittadina con una stella Touring, ma data l’esperienza appena vissuta, preferisco puntare unicamente alle 2 stelle Touring.

La prima sul nostro percorso si trova in Repubblica Ceca: Cesky Krumlov, patrimonio dell’UNESCO dal 1992. Abbiamo parcheggiato al P3 (1€/h), in cui è possibile pernottare ed avevamo pensato fosse la nostra soluzione, arrivando alle 16, ma la visita è stata poi più rapida del previsto. Arrivati al è bello vedere canoe e gommoni affollare le acque e mettersi in coda per scendere una breve e stretta ripida.

Siamo passati dalla chiesa di Sv. Vit, San Vito e poi siamo saliti allo Zamek, il castello-residenza.

Si supera un fossato, ormai asciutto, dove vivono alcuni teneri orsi.

Guardando verso l’alto si ammira una bella torre rossa, su cui decidiamo di salire per godere del panorama sulla città.

Le visite al castello durano un’ora e, chiudendo alle 18, non avremmo fatto in tempo ad accedere all’ultimo tour guidato, così ci siamo avviati verso Praga, dove siamo arrivati alle 20 al Caravan Yatch Club. Domani faremo una rapida visita di ripasso, essendo già venuti anni fa per un capodanno, e poi partiremo per la Polonia.

9 Agosto 2015

Fino alle 14 è possibile lasciare il camper in campeggio, così siamo andati a prendere il bus, X12, poco oltre la fine della strada. In 2 fermate, andando in direzione destra, si arriva alla stazione ferroviaria, nonché alla metro, Linea B, fino a Mustek, in pieno centro.

In un attimo, si è in Staromestske namesti, la piazza della città vecchia, su cui si trova la fantastica torre dell’orologio astronomico, Staromestska Radnice, che ad ogni ora mette in mostra un breve spettacolo da due finestrelle che vedono sfilare Cristo e gli apostoli ed un sacco di gente affolla la piazza con il naso all’insù, con obiettivi o cellulari puntati per riprendere la danza.

Poco oltre si trova Tynsky Chran, tempio gotico tra i più significativi di Praga, ma in cui non siamo riusciti ad entrare perché vi stavano celebrando la messa. Siamo quindi andati all’affollato Ponte San Carlo, Karluv Most, con i suoi 16 piloni e le rispettive statue, molto particolare ed affascinante. Al termine del ponte, andando verso il castello, c’è una torre su cui è possibile salire per ammirare dall’alto la vista del ponte stesso e di parte della città.

Ci siamo diretti a Sv. Mikulas, il cui interno è tuttavia troppo barocco per i miei gusti, ma ha una cupola ottagonale molto bella.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Cracovia
    Diari di viaggio
    cracovia e auschwitz

    Cracovia e Auschwitz

    Cracovia è una piccola città nel sud della Polonia, ideale per un week-end lungo. Noi ci siamo stati a fine novembre, che non è proprio...

    Diari di viaggio
    viaggio on the road in polonia

    Viaggio on the road in Polonia

    Viaggio on the road, destinazione Polonia. Estate 2021 (seconda estate in epoca di coronavirus), io e mia moglie Donatella decidiamo di...

    Diari di viaggio
    viaggio in europa centrale, in fuga dalla pandemia

    Viaggio in Europa centrale, in fuga dalla pandemia

    Alcune INDICAZIONI GENERALI prima di passare al racconto delle singole giornate:Il viaggio si è svolto nell’estate 2020. A causa...

    Diari di viaggio
    da cracovia al mar baltico: on the road attraverso la polonia

    Da Cracovia al Mar Baltico: On the road attraverso la Polonia

    E' l'estate del 2019 ed il solito gruppo vacanze quest'anno si è ristretto e, data l'assenza dei miei genitori, io (Davide), mia moglie...

    Diari di viaggio
    cracovia, una piacevole scoperta

    Cracovia, una piacevole scoperta

    Sono stata a Cracovia in occasione della visita ai campi di concentramento di Auschwitz – Birkenau. Visitare la città in autunno è...

    Diari di viaggio
    polonia fai da te: spunti & appunti di viaggio

    Polonia fai da te: spunti & appunti di viaggio

    POLONIA IN 4 TAPPE * VARSAVIA (4 notti) La prima città visitata è stata la capitale. Che dire, certamente è la meno attraente delle 4,...

    Diari di viaggio
    cracovia, varsavia, vienna e bratislava

    Cracovia, Varsavia, Vienna e Bratislava

    Come sempre nel mio diario di viaggio non vi racconterò cosa ho visitato, ma cercherò semplicemente di darvi dei consigli pratici,...

    Diari di viaggio
    #inspiringkrakow: una scoperta inaspettata con #cityofthemonth e lufthansa

    #InspiringKrakow: una scoperta inaspettata con #CityOfTheMonth e Lufthansa

    La storia della costruzione città nasce da una leggenda davvero curiosa, pare fosse stata costruita sulla caverna di un feroce drago dal...

    Diari di viaggio
    weekend a cracovia 6

    Weekend a Cracovia 6

    24 Maggio 2019 venerdì Volo economico (Ryan Air) Pisa – Cracovia AR a 58,53 euro, ed una sistemazione centralissima in appartamento a...

    Diari di viaggio
    cracovia, inaspettatamente meravigliosa

    Cracovia, inaspettatamente meravigliosa

    Alle superiori avevo la passione per la storia e uno dei miei periodi storici "preferiti" è stato la seconda guerra mondiale. Mi informai...