Il triangolo d’oro

Mordi e fuggi tra Delhi, Agra e Jaipur.
Partenza il: 14/12/2019
Ritorno il: 21/12/2019
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

Non potendo andare in vacanza durante il periodo natalizio, io e mio marito abbiamo deciso di anticipare le vacanze di alcune settimane. Siamo partiti da Milano Malpensa il 14 dicembre con la compagnia Air India. Un volo molto comodo e diretto per Delhi; in poco più di sette ore siamo atterrati nell’affollato aeroporto indiano dove ci aspettava l’autista dell’agenzia Mahendra Travel di Jaipur, un’agenzia raccomandata tra l’altro da una coppia di cari amici che avevano già viaggiato con loro.Per prima cosa andiamo a portare i bagagli all’hotel Le Meridien, dove anche se eravamo in anticipo sull’orario del check-in, prendiamo già possesso della nostra camera e riposiamo per un paio d’ore.

Dopodiché ci immergiamo nel rocambolesco traffico della città e andiamo, accompagnati dal nostro autista, a visitare la Vecchia Delhi dove con un risciò ci immergiamo nel bazar, visitando anche la moschea e il Forte Rosso a cui scattiamo solo alcune foto dall’esterno, poiché si sta già facendo buio e il freddo inizia a farsi sentire.

La mattina successiva, dopo un’abbondante colazione, troviamo ad attenderci Mr. Mahendra, il proprietario dell’agenzia che sarà il nostro autista per i prossimi giorni; andiamo a visitare Nuova Delhi, con la Porta dell’India, il monumento a Gandhi, la tomba di Humayun e l’edificio del Parlamento.

Dopo la visita a Delhi partiamo per Agra, che raggiungiamo attraverso un’autostrada sulla quale passano anche scooter, carri e… mucche. Ci sistemiamo al Radisson Hotel. Sveglia di buon mattino per raggiungere il Taj Mahal, il monumento più rappresentativo dell’India. È davvero un’emozione trovarsi di fronte a questo monumento, non sarei più venuta via. Rientriamo in hotel per la colazione e poi andiamo a visitare il Forte Rosso, un monumento patrimonio dell’umanità. E’ un bellissimo palazzo, ben conservato, che rappresenta molto bene lo splendore dell’età d’oro dei maharaja.

Il giorno successivo lasciamo Agra per raggiungere Jaipur, l’ultima tappa della nostra breve vacanza in India. Lungo la strada ci fermiamo a visitare Fatehpur Sikri, nota come la città fantasma. Si trova a mezz’ora da Agra nello stato dell’Uttar Pradesh. Fu costruita in soli 3 anni tra il 1570 e il 1573 dall’imperatore Mughal Akbar il Grande come nuova capitale del suo regno. Dopo un periodo di splendore, il capolavoro di Akbar fu abbandonato in fretta nel 1585 a causa di una lunga e persistente siccità che rese la collina su cui si trova inabitabile. Raggiungiamo Jaipur, la città rosa del Rajasthan e soggiorniamo all’hotel Hilton. La sera siamo invitati a cena a casa di Mahendra, dove sua moglie ci ha cucinano piatti tipici indiani e ci ha fatto assaggiare il famoso e delizioso pane indiano naan. Al mattino visita all’Amber Fort, che raggiungiamo a dorso di un elefante. Nel pomeriggio torniamo in città e girovaghiamo per il bazar, ammiriamo il palazzo dei venti, l’osservatorio e le bellissime porte d’ingresso della città.

Il giorno successivo andiamo a visitare il Monkey Temple Galta, un tempio dedicato al dio sole, che si trova sulle colline sopra Jaipur e noto come il “tempio delle scimmie”. È un tempio molto particolare, appoggiato a una montagna da cui, attraverso la bocca di una statua a forma di mucca, il Gaumukh, sgorga acqua naturale che alimenta 7 vasche dove uomini, donne e scimmie eseguono le loro abluzioni.

Guarda la gallery
TAJ MAHAL

TAJ MAHAL



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo
Villaggio di Nosy Komba

Villaggio di Nosy Komba

Villaggio di Nosy Komba in Madagascar

Scuola in Madagascar

Scuola in Madagascar

Scuola in Madagascar

Vita da villaggio in Madagascar

Vita da villaggio in Madagascar

Vita da villaggio in Madagascar

Leggi i Diari di viaggio su New Delhi
Diari di viaggio
DUBAI E INDIA DEL TRIANGOLO D’ORO

DUBAI E INDIA DEL TRIANGOLO D’ORO

17 settembre 2015: Milano - Dubai Non so perché abbiamo scelto il viaggio in India, non era mai stata una meta oggetto dei nostri...

Diari di viaggio
Seconda volta in India

Seconda volta in India

India (17 febbraio-4 marzo 2019) Prese elettriche: spine italiane dovunque Clima: a metà febbraio clima primaverile con escursioni...

Diari di viaggio
India...tour tra il Rajasthan, il deserto e Varanasi

India…tour tra il Rajasthan, il deserto e Varanasi

Viaggio in India di Antonino e Renata: Rajasthan, Agra e Varanasi 05-Ott/20-Ott Il 2019 è un anno molto importante per mia moglie...

Diari di viaggio
Il triangolo d'oro

Il triangolo d’oro

Non potendo andare in vacanza durante il periodo natalizio, io e mio marito abbiamo deciso di anticipare le vacanze di alcune settimane....

Diari di viaggio
La nostra prima India

La nostra prima India

L'India è un Paese difficile. Occorre abbandonare gli schemi occidentali, o meglio ogni schema, e lasciarsi trasportare senza fare troppa...

Diari di viaggio
India. Domande e risposte

India. Domande e risposte

Sul mio PC esiste da anni un file intitolato "Viaggi da fare almeno una volta nella vita"; se lo si apre, al primo posto di questo "elenco...

Diari di viaggio
India, un bagaglio pieno di vita

India, un bagaglio pieno di vita

dentro un condotto o in un tombino aperto. L’India è i suoi clacson, dopo una settimana vorresti schioccare le dita e far sparire...

Diari di viaggio
India, quello che non ti aspetti e che nessuno racconta

India, quello che non ti aspetti e che nessuno racconta

Premessa: Quando si decide di intraprendere un viaggio si fanno tante considerazioni, è abbastanza lontano da casa per sentirsi finalmente...

Diari di viaggio
Viaggio in India, da Delhi a Delhi

Viaggio in India, da Delhi a Delhi

e sfere di vetro colorati, ambienti ricoperti da dorature e dipinti murali ottocenteschi, la camera da letto, con il soffitto intarsiato,...

Diari di viaggio
India senza pregiudizi

India senza pregiudizi

Per molti turisti, alla fine del loro viaggio in India, resta solo il ricordo di tanta povertà e miseria. Anch’io ho visto tante persone...