Il Paradiso delle Seychelles: Mahè – Praslin – La Digue

Alla scoperta di uno degli ultimi Paradisi in Terra
 
Partenza il: 21/04/2013
Ritorno il: 01/05/2013
Viaggiatori: 4
Spesa: 2000 €

Le paradisiache isole dell’arcipelago delle Seychelles: alcune tra le più belle isole granitiche e coralline al mondo, nel cuore dell’Oceano Indiano, a 1600 km dalle coste orientali dell’Africa, tra il Tropico del Capricorno e l’Equatore. Luoghi da sogno che ci hanno regalato per tutto il periodo di soggiorno emozioni incredibili, la visione di colori brillanti e set scenografici: dalle candide spiagge di sabbia bianca alle trasparenze turchesi e smeraldo delle acque, fino al verde della lussureggiante e fortemente diversificata natura tropicale con palme, frangipane, ylang ylang e la più nota takamaka (mandorli indiani), che si piegano verso il mare. Un santuario protetto da riserve terrestri e marine, popolato da numerosi animali, tra cui le famose tartarughe giganti. Il nostro viaggio comincia il 20 aprile con volo di Qatar Airways (acquistato 6 mesi prima ad un costo ridottissimo, circa 850 euro a/r) da Milano Malpensa verso la capitale del Qatar, Doha, dove sostiamo per un paio d’ore di scalo prima di imbarcarci per un secondo volo diretti a Victoria, capitale delle Seychelles, sull’isola di Mahè.

Il primo approccio con le isole lo si ha atterrando in questo piccolo aeroporto sul mare a Mahè, l’isola principale dell’arcipelago – che deve il nome a Mahè de Labourdonnais, governatore di Mauritius nel 1700. L’isola di Mahè è un vero gioiello dell’oceano Indiano, qui si trovano baie splendide e un entroterra montagnoso che ha il suo picco nel Morne Seychellois (905 metri). La giornata è davvero calda e il primo approccio con le Seychelles non è tra i più piacevoli perché la prima compagnia aerea del mondo (che ha vinto il premio per due anni di fila) la Qatar Airways, ci fa il regalo di benvenuto, comunicandoci di aver lasciato il bagaglio di Bob nel Qatar e che lo avremmo ricevuto il giorno seguente. La cosa ci fa arrabbiare non poco, anche perché ci fa perdere subito molto tempo a cercare di accordarci con i responsabili della compagnia per la consegna del bagaglio. All’uscita dell’aeroporto troviamo Ralph, il proprietario della casa che abbiamo preso in affitto per Mahè (su www.homeholidays.com per 680 euro 10 gg) che ci è venuto a prendere con la sua macchina e con una seconda che sarebbe stata il nostro mezzo di trasporto per l’intero periodo, una kia automatica (35 euro al giorno il noleggio auto). Ah, qui alle Seychelles la guida è a sinistra e le strade sono alquanto impervie e con fossati per lo scarico dell’acqua in entrambi i lati della corsia, quindi attenzione a chi mettete alla guida!! Sbrigate le pratiche del noleggio auto, la prima richiesta che facciamo a Ralph è di accompagnarci a fare colazione perché il viaggio è stato comodo ma stancate e abbiamo tutti bisogno di “ricaricare le batterie”. Arriviamo ad un piccolo bar sulla strada vicino all’aeroporto ed essendo domenica Ralph ci dice che siamo stati anche fortunati ad averlo trovato aperto. La colazione è davvero semplice ma discreta: uova strapazzate, succo di frutta, fette di pane abbrustolito e marmellata. E poi le banane, che qui sono delle mini banane, ma buonissime, con un aroma delizioso e leggermente agrumato. All’arrivo alla casa conosciamo Brigitte, la moglie di Ralph che molto timidamente ci accoglie mostrandoci gli interni della casa che si presenta ai nostri occhi come una piacevole dimora: due camere da letto, un salone, la cucina, due bagni e un piccolo terrazzino con giardino sul pian terreno, dove avremmo poi trascorso gran parte delle nostre serate ad ammirare le stelle e…i pipistrelli (nella foto sotto: panorama da casa a Mahè). Decidiamo di rimandare l’apertura delle valigie alla sera per non perdere le prime ore di sole al mare e, presi teli, scarpette mare e creme solari, partiamo alla volta della prima spiaggia, quella più vicino a casa, Anse Royale, sul versante sud-orientale di Mahe. E’ una distesa di piccole insenature orlate di rocce si estendono a partire dall’area conosciuta come Fairyland fino a raggiungere la chiesa Anglicana di Anse Royale e decisamente sono un luogo incantevole per il nuoto e lo snorkelling. La spiaggia è davvero bella, con sabbia bianchissima e massi granitici ma notiamo qualche alga qua e là ed essendo tarda mattinata, è anche un po’ affollata dalla gente del posto. Avendo deciso di dare un voto ad ogni spiaggia visitata durante il nostro viaggio, a questa di Anse Royale abbiamo dato un voto di media di 6,8 (ma ci siamo tenuti bassi coi voti perché sapevamo che avremmo visto qualcosa di decisamente più meritevole ).

Un breve cenno su quella che sarà la nostra avventura delle Seychelles: essa prevede i primi 3 giorni a Mahè, poi altrettanti a Praslin con una giornata a La Digue. Brevemente, qualche breve descrizione dell’isola principale: Mahè è la più grande e la piu’ vivace delle Innes Islands, è lunga 28 km e larga 8, ed è porta di accesso a tutte le attività economiche e culturali delle Seychelles. La sua capitale Victoria è la piu’ piccola al mondo, è popolata infatti da solo 25 mila abitanti. Essa esibisce case basse in stile creolo con colori varipinti e accesi. Da ricordare in particolare come monumenti piu’ importanti la Torre dell’orologio, una copia in miniatura di quella eretta vicino alla Stazione Victoria di Londra nel 1897 e il tempio Indu’ di Quincy street, innalzato nel 1992 in onore del Dio della prosperità, Vinayagar: entrambi sono simboli della diversificazione culturale e della convivenza religiosa e multirazziale nell’arcipelago. Poi naturalmente vivace e divertente da visitare è anche il mercato coperto, recentemente rinnovato, dove tra le bancarelle di pesce, verdura e frutta si fanno piacevoli scoperte (come ad esempio una graziosa panetteria nella quale abbiamo comprato dei buonissimi dolci…mmhh..forse non tanto buoni, ma molto colorati..mmh…forse il pane è molto meglio il nostro..eheheh). Tornando al primo giorno a Mahè, nel tardo pomeriggio abbiamo visitato Anse Soleil: questa spiaggia si trova sulla costa sud-occidentale di Mahe ed è ampia e meravigliosa, dalla morbida sabbia dorata, circondata da grandi ed ombrosi alberi. Ci saremmo poi tornati anche l’ultimo giorno. Qui lo snorkeling è davvero bello (ce ne saremmo accorti soprattutto l’ultimo giorno perché oggi ci siamo arrivati quasi al tramonto). Arrivarci e’ un po’ un’impresa perché bisogna scendere con la macchina lungo un sentiero difficoltoso e irto di sassi e buche, ma ne vale la pena davvero. Voto di media: un bel 7 pieno!

Guarda la gallery
mare-14qxq

Anse Source D'Argent - La Digue

mare-ut66w

Carana Beach - Mahè

mare-pujnb

Anse Georgette - Praslin

mare-u9zpz

Sunset Beach - Mahè

mare-8mrd2

The Seychelles' smile

mare-w8umu

Eden Holidays Villas Beach - Mahè

mare-sef6u

Port Glaud Marine National Park - Mahè

mare-zgqx4

Seychelles' underwater



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Digue
    Diari di viaggio
    vienna + seychelles

    Vienna + Seychelles

    Agosto 2019 - Quest'anno partiamo con l’idea di fare un viaggio rilassante. Ne abbiamo bisogno. Il lavoro ci ha messo a dura prova e...

    Diari di viaggio
    seychelles fai da te 9

    Seychelles fai da te 9

    bellissima, come del resto in tutto il tratto est, però lo snorkeling è piuttosto deludente. C’è abbastanza ombra, solo il parcheggio...

    Diari di viaggio
    seychelles: prasline e la digue fai da te!

    Seychelles: Prasline e La Digue fai da te!

    Abbiamo organizzato il nostro viaggio alle Seychelles da soli, prenotando voli, pernottamenti, spostamenti vari su internet. Premetto che...

    Diari di viaggio
    il paradiso delle seychelles: mahè - praslin - la digue

    Il Paradiso delle Seychelles: Mahè – Praslin – La Digue

    Le paradisiache isole dell’arcipelago delle Seychelles: alcune tra le più belle isole granitiche e coralline al mondo, nel cuore...

    Diari di viaggio
    seychelles a febbraio

    Seychelles a febbraio

    Dopo gli ultimi viaggi più culturali ed impegnativi, abbiamo sentito il bisogno di regalarcene uno all'insegna del relax, a contatto con...

    Diari di viaggio
    seychelles, si può fare

    Seychelles, si può fare

    Dove andiamo in vacanza ad ottobre? Io e la Marty riflettiamo per qualche settimana... Vorremmo il mare, il caldo e la possibilità di...

    Diari di viaggio
    praslin e la digue di ilaria e ivan

    Praslin e La Digue di Ilaria e Ivan

    Seychelles. Le perle dell’Oceano Indiano. Un posto di una bellezza che ci ha lasciato sbalorditi! A mio parere, a confronto con...

    Diari di viaggio
    seychelles low cost come, dove, quando e perchè

    Seychelles low cost come, dove, quando e perchè

    E’ vero, il Paradiso è lì che vi aspetta, perché farlo attendere? E le Seychelles sono un autentico Paradiso per tutti. Dimenticatevi...

    Diari di viaggio
    seychelle fai-da-te con 5 bambini: diario di un viaggio fantozziano

    Seychelle fai-da-te con 5 bambini: diario di un viaggio fantozziano

    Siamo 2 famiglie in cui una mamma e un papà sono gemelli tra di loro, una famiglia ha 2 bambini di 2 e 4 anni (l'unica femminuccia!), e...

    Diari di viaggio
    seychelles fai da te in honey moon

    Seychelles fai da te in honey moon

    15 Luglio 2011 La nostra luna di miele continua,destinazione Seychelles. Partenza da Dubai ore 8.25 con volo Emirates.Volo molto...

    Video Itinerari