Il Giappone raccontato con gli occhi di due “gaijin” di stranieri per caso

Un caldo ed entusiasmante viaggio tra Tokyo, Kamakura, Himeji, Hiroshima, Miyajima, Kyoto, Nara
 
Partenza il: 14/08/2011
Ritorno il: 28/08/2011
Viaggiatori: 2
Spesa: 3000 €

Protagonisti di questo splendido viaggio io (Renato) e la mia fidanzata (Lisa), per esigenze di ferie a lavoro abbiamo dovuto scegliere il periodo di agosto, dal 14 al 28.

Il volo aereo per il Giappone lo abbiamo prenotato verso la fine del 2010, quindi prima dell’evento tsunami e dei danni di Fukushima. Dopo mille riflessioni, timori, disinformazioni, ricerche su internet, lettura di blog, video e contatti di italiani in Giappone, analisi dei dati diffusi sui siti ufficiali del governo nipponico, indicazioni del nostro Ministero degli Esteri … abbiamo deciso di partire.

Per prepararci abbiamo comprato varie guide sul Giappone, abbiamo letto le esperienze di altri viaggiatori e alcuni blog per farci un’idea di come impiegare il tempo a disposizione. Io consiglio di pianificare le principali tappe. Ecco le nostre letture: la guida Giappone di Lonely Planet, la guida Giappone della Mondadori, la guida Tokyo del Touring Club Italiano, i viaggi recensiti su www.turistipercaso.it, la guida di viaggio di alitalia.com, le riviste in inglese Time Out Tokyo e Metropolis scaricabili anche in formato .pdf e il sito di Marco Togni (www.marcotogni.it). Alla fine noi abbiamo scelto di fermarci 5 notti a Tokyo, 2 a Hiroshima e 7 a Kyoto, prevendendo anche le visite turistiche fuori porta. Quindi dopo un’ampia ricerca su internet abbiamo prenotato gli hotel e abbiamo acquistato il Japan Rail pass.

Il JR pass lo consiglio vivamente. E’ un abbonamento valido solo per gli stranieri o per i giapponesi non residenti in Giappone e ha una validità per 7, 14 o 21 gg dal momento nel quale lo si attiva. Si può comprare il voucher solamente presso le agenzie autorizzate dalla JR. Noi lo abbiamo preso per 14 gg presso la H.I.S. (www.his-italy.com), €.406,00 + diritti di agenzia e spedizione. Quando ti rechi presso un ufficio JR di una qualsiasi stazione JR puoi cambiare il voucher con il pass JR che dovrai mostrare ad ogni varco di transito e di uscita dalle stazioni JR. Ricorda che la ricevuta del voucher non ha alcuna validità in caso di smarrimento del pass ! La JR con sei compagnie è il maggiore gruppo ferroviario giapponese e ha una rete che copre dall’Hokkaido al Kyushu, è la compagnia ferroviaria più sicura al mondo e nelle tratte più lunghe puoi utilizzare gli Shinkasen i velocissimi “bullet train”. Con il JR pass puoi prenotare i posti a sedere nei vagoni riservati (ove possibile, cerca un cartello JR verde con l’immagine di una persona seduta su una poltrona), puoi prendere il treno da Narita Airport a Tokyo e da Kyoto a Osaka Airport, puoi anche utilizzare gratuitamente la linea Yamanote di Tokyo (un treno che copre una circonferenza esterna della città e che si incrocia in alcuni punti con la Metropolitana) e il tragheto JR da Hiroshima a Miyajima. Il tutto senza alcun limite di utlizzo. I treni, come del resto la metropolitana, i tram e i bus sono puntuali al minuto, meglio arrivare sempre qualche minuto prima per cercare track di partenza e vagone. Non ti affannare se arrivi in ritardo, i trasporti hanno una capillare distribuzione di orari… tra 15 minuti ne partirà un altro… Ricorda che treni e metropolitana hanno segnato per terra i punti in cui si fermerà il tuo vagone con il numero di riferimento e da dove parte la fila che i giapponesi rispettano in maniera ordinata dopo avere permesso il deflusso in uscita degli altri viaggiatori. I vagoni sono pulitissimi, comodissimi, hanno dei monitor sia in giapponese che inglese che ti informano su tutto ciò che succede durante il viaggio, hanno degli spazi riservati ai fumatori (www.japanrailpass.net/).

Per quanto riguarda gli hotel abbiamo scelto quelli in stile occidentale piuttosto che i tradizionali Ryokan e per evitare sorprese abbiamo puntato su strutture di alto livello economizzando sui pasti dove c’è maggiore flessibilità e possibilità di scelta: Keio Plaza Hotel a Tokyo (una mega struttura in un grattacielo di fronte il municipio di Tokyo, con 1450 stanze, una decina tra ristoranti e bar, piscina, fitness center con palestra (piccola per la struttura), una reception che sembra il desk di un aeroporto, a pochi minuti dalla stazione metropolitana e JR di Shinjuku, stanze enormi e iperaccessioriate con una vista mozzafiato sulla città, noi eravamo al 38° piano su 47, veramente bello, riesce a essere riservato anche nella sua immensità), Ana Crowne Plaza a Hiroshima (posizione strategica al centro di tutto ! a due passi da parco con l’A Bomb Dome e dal museo della pace, svariati ristoranti e bar, le stanze non sono un granché, con piscina e palestra, paghi sicuramente la posizione), l’Hyatt Recency a Kyoto (splendido hotel tra due templi e di fronte il museo di Kyoto, 145 stanze, in stile moderno con un tocco razionale giapponese, svariati bar e ristoranti, tra i quali il migliore italiano di Kyoto, un fitness center con una palestra gratuita attrezzatissima, un servizio eccellente, la fermata del bus è davanti l’hotel e si trova a 10 minuti di bus/taxi dalla stazione centrale e dal centro città/Gion), infine svenandoci abbiamo chiuso il nostro viaggio con due notti al Mume di Kyoto uno splendido hotel boutique di 7 stanze (tutte arredate diversamente con un mix di antiquariato e hi-teck) con una posizione eccezionale (al centro di Gion su uno dei fiumi della zona) e un personale di una cordialità e servizio strabordante.

Per quanto riguarda gli spostamenti consigliamo gli abbonamenti giornalieri della metropolitana di Tokyo, di pagare le singole corse di tram (street car) e bus di Hiroshima e l’abbonamento giornaliero dei bus di Kyoto.

Prima di descrivervi il nostro viaggio, faccio delle considerazioni sul Giappone che sicuramente vi colpiranno appena vi immergerete in questo Paese:

– I giapponesi sono un popolo riservato, ma estremamente cordiale, educato, rispettoso delle regole sociali e ospitale. La sensazione percepita è di grande sicurezza in ogni parte che abbiamo visitato

– L’inglese è poco diffuso ma tutti tentano di farsi capire e tentano di aiutarti (abbiamo comprato un frasario Lonely Planet mai utilizzato)

Guarda la gallery
cultura-t767q

Kamakura, Daibutsu



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Giappone
    Diari di viaggio
    giappone, terra di contrasti

    Giappone, terra di contrasti

    Non potevamo che decidere di esplorare questo paese straordinario con il suo mezzo più veloce ed efficiente: il treno. Possiamo...

    Diari di viaggio
    da dotombori a osaka castle, per vivere le due facce di osaka

    Da Dotombori a Osaka Castle, per vivere le due facce di Osaka

    La città di Osaka è un mix di trambusto e quiete che si alterna piacevolmente lasciando in bocca il dolce sapore di una città che,...

    Diari di viaggio
    più cervi o persone? questo il dubbio che rimane visitando la città giapponese di nara

    Più cervi o persone? Questo il dubbio che rimane visitando la città giapponese di Nara

    Quando ho deciso di visitare Nara devo ammettere che il mio obbiettivo principale era incontrare quella che consideravo la vera attrazione...

    Diari di viaggio
    fushimi inari, un sogno giapponese tra fortuna e natura

    Fushimi Inari, un sogno giapponese tra fortuna e natura

    Quando immaginavo il mio viaggio in Giappone gli obbiettivi sono sempre stati due: uno l'arcipelago di Okinawa, e l'altro il tempio dai...

    Diari di viaggio
    va dove ti portano i pokemon!

    Va dove ti portano i Pokemon!

    Si può fare un regalo alternativo al proprio figlio Oscar di soli 9 anni per la sua comunione? Certamente basta essere una madre atipica e...

    Diari di viaggio
    giappone: un viaggio di nozze strepitoso!

    GIAPPONE: un viaggio di nozze strepitoso!

    Da tempo ci sarebbe piaciuto visitare il Giappone. Dopo aver letto qui su Turisti per caso la recensione di SandraG1974 “Stupefacente e...

    Diari di viaggio
    i colori dell'autunno in giappone, viaggio di 3 settimane di con auto e treno

    I colori dell’autunno in Giappone, viaggio di 3 settimane di con auto e treno

    Viaggio di nozze di tre settimane in Giappone, una full-immersion nipponica che ti cambia dentro (al rientro in Italia, ci inchinavamo per...

    Diari di viaggio
    tre settimane in giappone self made spendendo poco

    Tre settimane in giappone self made spendendo poco

    Sfatiamo il mito che il Giappone è carissimo! Dipende da come ci si approccia, se si va con l’agenzia turistica certo i prezzi salgono,...

    Diari di viaggio
    giappone, viaggio nella terra dei samurai

    Giappone, viaggio nella terra dei samurai

    Mercoledì 10 aprile e giovedì 11 aprile: Venezia-Tokyo Partenza mercoledì 10 aprile da Venezia con volo Swiss e arrivo all’aeroporto...

    Diari di viaggio
    da tokyo a hiroshima, prima volta nel sol levante

    Da Tokyo a Hiroshima, Prima volta nel Sol Levante

    Dopo aver letto tantissimo di cose giapponesi tra libri, giornali, diari di viaggio e siti internet, dopo aver collezionato libri,...

    Video Itinerari