Il Giappone in 420 battute

Tre settimane in Giappone raccontate ogni giorno su Facebook
 
Partenza il: 07/08/2010
Ritorno il: 27/08/2010
Viaggiatori: due
Spesa: 3000 €

——————————-

TOKYIO, 7° GIORNO – Qui i giovani si vestono come vogliono, soprattutto le ragazze: ne incontri con super minigonne, altre vestite da scolarette, da pokemon, da punk, in kimono. Indisturbate e tranquille, pure di notte. Unico rischio, pare…, il palpeggiamento-lampo nei metrò pieni: ma appositi cartelli – con relativo disegno – ricordano agli aspiranti palpeggiatori che è un reato penale. Precisi, questi giapponesi.

—————————

TOKYO, 8° GIORNO – Qui vanno pazzi per i fuochi d’artificio. Stasera spettacolo pirotecnico di un’ora e mezza. Milioni di “tokyesi” (?) in fila sul lungomare: tante ragazze col kimono, per l’occasione, e tanti “Oooh!” e applausi ad ogni botto. In realtà il mare si intuiva: è coperto da grattacieli, cavalcavia doppi e tripli, ferrovie, cantieri e monorotaie. Domani si parte per Kyoto col treno superveloce Shinkansen.

——————————-

TOKYO-KYOTO, 9° GIORNO In 2,40 ore, 500 km da Tokyo a Kyoto. Sul velocissimo Shinkansen i controllori si inchinano, tipo Fs italiche 🙂 Kyoto (solo 2,6 milioni di abitanti) sta a Tokyo (13 milioni) come Pavia a Milano. Casette di legno, palazzi normali, kimono e templi. Domani gita, con un universitario ventenne a guidarci: non vuole soldi, lo fa solo per piacere. Roba da far commuovere persino un ligure come me :-{

———————————

KYOTO, 10° GIORNO – 12 ore a caccia di templi con Take, il 21enne universitario che ci ha fatto da guida per passione e in cambio di gelati, spuntini e bibite. In compenso faceva il filo a tutte le ragazze che incontrava. Simpatico. Caldo afoso tipo jungla. Alla fine Take ci ha portati sul tetto di casa sua per vedere bene gli ideogrammi di fuoco accesi sulle colline in occasione della festa dei defunti. Mistici.

—————————–

KYOTO, 11° giorno – Abbiamo beccato 4600 yen (circa 40 euro) di multa per divieto di sosta con rimozione forzata. Ci hanno rimosso due bici appena noleggiate… I poliziotti cui abbiamo chiesto lumi sul modo per recuperarle ridevano come matti! Ritrovate in un deposito con migliaia di bici rapite. Per vendetta abbiamo cenato in in ristorante nepalese!!!

——————————–

NARA, 12° GIORNO – Giornata a Nara, piccola (per il Giappone: ha 300mila abitanti) città circondata da boschi e colline ed immersa in un parco. Ci sono templi bellissimi. E circolano liberi oltre mille cervi: considerati messaggeri divini, entrano nei bar, fanno la coda davanti alle bancarelle e inseguono gli “umani”, dai quali pretendono carezze e biscotti. Magici… E pure un po’ rompicoglioni. In senso buono 🙂

——————————-

MIYAJIMA, 13° GIORNO – Eccomi su un’isola magica coperta da una foresta. Tra templi, mare, cervi tra le case, scimmie sulla montagna e altri strani animali. Ma di fronte c’è Hiroshima. E non si riesce a non pensare a quel giorno di 65 anni fa. Domani andrò a vedere il mausoleo.

——————————–

HIROSHIMA, 14° GIORNO – E’ una città piena di vita. Al centro, una spianata, un vuoto: l’epicentro della prima esplosione atomica. Più di 100mila vite evaporate in un attimo. Come una gigantesca cicatrice. Ora lungo il fiume che 65 anni fa ribolliva si mangiano ostriche mentre canta Bob Marley.

—————————————-

HIROSHIMA-KAMAKURA, 15° GIORNO – In 5,45 ore di treno 800 km da Hiroshima a Kamakura, sul Pacifico, nei pressi di Tokyo. Una cittadina balneare piena di magnifici templi. Ci ospitano gli amici Margit e Chris. Ho scovato un gelataio calabrese, Emiliano. Nel cielo, tanti falchi: bisogna fare attenzione, perché s’avventano su gelati e snack sventolati dai passanti ignari. A Margit è successo. Se lo sapesse Federico II…

——————————————

KAMAKURA, 16° GIORNO – Ormai siamo irrimediabilmente “intossicati” dalla gentilezza dei giapponesi. Oggi una signora, proprietaria di una bancarella davanti a un tempio buddista, ci ha regalato quattro origami a forma di gru (augurio di lunga vita) fatti da lei, dopo che avevo acquistato oggettini per pochi yen. Poi s’è inchinata ringraziandoci. Temo che sbroccherò’ davanti ai ruvidi commercianti milanesi…

——————————————–

NIKKO, 17° GIORNO – Addio al mare. Siamo sui monti dietro Tokyo, a 700 metri d’altitudine. Il Nikko Park Lodge è in mezzo a un bosco; e’ gestito da due monaci buddisti con un debole per il rock anni ’70. Situazione strana… 😉 Nikko ospita templi e santuari protetti dall’Unesco. Lungo il torrente, ecco decine di statue di Buddha con capellino e mantello di lana rossa, per proteggerle dal freddo. Premurosi …

————————————-

NIKKO, 18° GIORNO – Atmosfera da rifugio alpino. Però’ sono in Giappone, sulle montagne di Nikko, in compagnia di altri ospiti stranieri: russi, inglesi, spagnoli, italiani, ecc.. Tutti qua perché fuori è scoppiato un temporalone con tuoni e fulmini. Per fortuna il monaco buddista che gestisce il Nikko Park Lodge si è impietosito, convincendosi a sfamarci anche dopo le 18,30, granitico orario fissato per la cena.

————————————–

NIKKO, 19° GIORNO – Il primo vero fresco stanato in questo afoso Giappone lo abbiamo rincorso fino a 1300 metri di altezza, sulle rive del lago vulcanico di Chunzenji, a un’ora di pullman da Nikko. C’è una magnifica cascata. Poi ci sono strani pedalò a forma di cigno, elicottero ed astronave. Nell’aria aleggia un odore di acqua sulfurea. E dovrebbero esserci le solite scimmie: forse sono in ferie…

—————————————

TOKYO, 20° GIORNO – Di nuovo nel caldo di Tokyo, tra luci, odori, grattacieli, casette, giardini, semafori, vocine, metrò, facce buffe, fidanzata simpaticamente brontolante ;-), look pischedelici, ecc ecc. Questo pomeriggio shopping quasi selvaggio, poi cena in ristorante di pesce (se lo ritrovo). Domani si tornerà indietro… Bello, però, tutto quanto 🙂

—————————————–

TOKYO-MILANO, 21° GIORNO – Arrivato a Milano. La cafonaggine all’italiana mi ha già steso, appena giunto a Malpensa. Sono in crisi d’astinenza da arigatoo. Sayonara !

—————————————–

MILANO 22° GIORNO – Primo risveglio a Milano. Sarà il fuso orario, sarà che ero su un altro pianeta (il Giappone lo sembra), ma sono proprio stralunato. Quasi quasi mi viene voglia di fare un salto in piazza Duomo e di rifilare un tot di arigatoo (grazie) e di konnichiwa (ciao) alle immancabili comitive di giapponesi. Tanto per ricambiare…



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Giappone
    Diari di viaggio
    giappone, terra di contrasti

    Giappone, terra di contrasti

    Non potevamo che decidere di esplorare questo paese straordinario con il suo mezzo più veloce ed efficiente: il treno. Possiamo...

    Diari di viaggio
    da dotombori a osaka castle, per vivere le due facce di osaka

    Da Dotombori a Osaka Castle, per vivere le due facce di Osaka

    La città di Osaka è un mix di trambusto e quiete che si alterna piacevolmente lasciando in bocca il dolce sapore di una città che,...

    Diari di viaggio
    più cervi o persone? questo il dubbio che rimane visitando la città giapponese di nara

    Più cervi o persone? Questo il dubbio che rimane visitando la città giapponese di Nara

    Quando ho deciso di visitare Nara devo ammettere che il mio obbiettivo principale era incontrare quella che consideravo la vera attrazione...

    Diari di viaggio
    fushimi inari, un sogno giapponese tra fortuna e natura

    Fushimi Inari, un sogno giapponese tra fortuna e natura

    Quando immaginavo il mio viaggio in Giappone gli obbiettivi sono sempre stati due: uno l'arcipelago di Okinawa, e l'altro il tempio dai...

    Diari di viaggio
    va dove ti portano i pokemon!

    Va dove ti portano i Pokemon!

    Si può fare un regalo alternativo al proprio figlio Oscar di soli 9 anni per la sua comunione? Certamente basta essere una madre atipica e...

    Diari di viaggio
    giappone: un viaggio di nozze strepitoso!

    GIAPPONE: un viaggio di nozze strepitoso!

    Da tempo ci sarebbe piaciuto visitare il Giappone. Dopo aver letto qui su Turisti per caso la recensione di SandraG1974 “Stupefacente e...

    Diari di viaggio
    i colori dell'autunno in giappone, viaggio di 3 settimane di con auto e treno

    I colori dell’autunno in Giappone, viaggio di 3 settimane di con auto e treno

    Viaggio di nozze di tre settimane in Giappone, una full-immersion nipponica che ti cambia dentro (al rientro in Italia, ci inchinavamo per...

    Diari di viaggio
    tre settimane in giappone self made spendendo poco

    Tre settimane in giappone self made spendendo poco

    Sfatiamo il mito che il Giappone è carissimo! Dipende da come ci si approccia, se si va con l’agenzia turistica certo i prezzi salgono,...

    Diari di viaggio
    giappone, viaggio nella terra dei samurai

    Giappone, viaggio nella terra dei samurai

    Mercoledì 10 aprile e giovedì 11 aprile: Venezia-Tokyo Partenza mercoledì 10 aprile da Venezia con volo Swiss e arrivo all’aeroporto...

    Diari di viaggio
    da tokyo a hiroshima, prima volta nel sol levante

    Da Tokyo a Hiroshima, Prima volta nel Sol Levante

    Dopo aver letto tantissimo di cose giapponesi tra libri, giornali, diari di viaggio e siti internet, dopo aver collezionato libri,...