I sogni si avverano… nella Polinesia francese

Viaggio di nozze tra Isole della Società e Tuamotu
 
Partenza il: 07/06/2011
Ritorno il: 26/06/2011
Viaggiatori: 2
Spesa: 4000 €

Ci sono luoghi che cambiano la nostra vita …. e noi li abbiamo trovati nelle isole della Polinesia Francese.

Il sogno della mia vita, fin da quando ero bambina. Ancora oggi non riesco a capacitarmi di esserci stata. A volte penso di aver sognato. Ma quando guardo le foto, i video e i meravigliosi souvenir che abbiamo portato a casa mi rendo conto che è stato tutto vero.

Io e Massimiliano ci siamo sposati domenica 5 giugno 2011 e martedì 7 alle 7.10 siamo partiti da Venezia destinazione Parigi. Una volta arrivati allo Charles de Gaulle abbiamo preso subito la navetta che ci ha condotti al nostro terminal e ci siamo imbarcati sul meraviglioso aereo della compagnia polinesiana Tahiti Nui. L’accoglienza è stata molto piacevole: hostess polinesiane con meravigliose divise a fiori (le ho cercate in Polinesia ma niente da fare …) che ti accolgono con un sorriso e ti regalano un bocciolo di Tiarè, il fiore simbolo del loro splendido paese. Il suo profumo delicato mi fa già percepire l’atmosfera polinesiana. Lo metto subito all’orecchio sinistro (che significa che sono impegnata sentimentalmente. A destra invece significa che si è single). I posti sono abbastanza comodi e spaziosi e ogni passeggero ha la tv davanti al proprio sedile. Peccato che i film siano tutti in francese/inglese. Comunque riusciamo a capire ugualmente. Scalo a Los Angeles per fare rifornimento e pulire l’aereo. Dopo una fastidiosa attesa per avere un semplice visto per il “transit” (non capisco perché ci abbiano fatto cambiare fila 2 volte!) ci rifocilliamo con un succo di frutta all’unico bar presente. Acquistiamo anche qualche cartolina e qualche calamita. Qui a Los Angeles non ti puoi spostare per tutto l’aeroporto. Ti limiti alla sola zona riservata al transito. A chi puo’ interessare c’è anche una zona fumatori. Risaliamo e riprendiamo il nostro posto vicino al finestrino (che fortuna, è il mio posto preferito).

Arriviamo a Papete alle ore 22 ed è sempre martedì! Il fuso è di -12 ore. Dei simpatici musicisti cantano canzoni di benvenuto accompagnate dalle tipiche chitarrine chiamate Ukulele. Nonostante la stanchezza sorridiamo felici di essere in terra polinesiana. Recuperiamo le nostre 2 valigie. Siamo contenti che siano arrivate entrambe. Una coppia di amici partita ad aprile ci aveva messo in guardia perché molto spesso (e a loro è successo) capita che una valigia arriva con 1 giorno o 2 di ritardo. Per questo le abbiamo fatte miste e cioè con metà cose mie e metà di mio marito. Poi il referente del nostro tour operator ci accoglie con due collane di fiori e ci consegna gli originali dei voucher che ci serviranno durante il nostro tour. Un pulmino ci accompagna all’hotel Meridien dove, dopo un rapido check andiamo subito a nanna! Direi che è il caso di specificare quello che è stato il nostro itinerario…

1°GIORNO-7 GIUGNO: Partenza e arrivo a Tahiti. Soggiorno di 2 notti all’hotel Meridien con colazione. Camera garden.

2°GIORNO-8 GIUGNO: Tahiti

3° GIORNO-9 GIUGNO fino al 7°GIORNO-13 GIUGNO: Bora Bora. Soggiorno di 5 notti all’hotel Meridien con pensione completa. Camera overwater n. 339.

8°GIORNO-14 GIUGNO fino al 11° GIORNO-17 GIUGNO: Crociera di 4 notti in catamarano con visita a Rangiroa e Tikehau. Pensione completa.

12°GIORNO- 18 GIUGNO fino al 14° GIORNO-20 GIUGNO: Moorea. 3 notti hotel Pearl Beach in pensione completa. Garden pool bungalow n. 207

15° GIORNO- 21 GIUGNO fino al 18°GIORNO-24 GIUGNO: Taha’a. 3 notti al Taha’a Private Island Resort in pensione completa. Bora Bora overwater.

MERCOLEDI’ 8 GIUGNO

Alle 6 sono già sveglia. Lascio dormire mio marito un’altra mezz’oretta. Intanto mi studio il manuale della videocamera ragalataci per le nozze. Dopo un’abbondante e ottima colazione, facciamo un giretto panoramico dell’albergo che secondo noi è l’ideale per un breve soggiorno di 2 notti e per chi come noi resta fuori tutto il giorno. Il mare non è eccezionale e la spiaggia è piccola. Noi avevamo una stanza con vista giardino e andava benissimo. A Tahiti non vale la pena spendere per la overwater. Per il resto albergo bellissimo e lussuoso. Ci facciamo chiamare un taxi dalla reception. Per 2.500 franchi ci porta al rinomato Mercato di Papete. Un po’ costosetto, ma la navetta gratuita passava dall’hotel alle 9 e noi non avevamo tempo da perdere. Avevamo solo un giorno a disposizione per visitare Papete e il museo di Gauguin. Il mercato è meraviglioso! Chi viene in Polinesia non può non andarci. E’ come andare a Parigi senza vedere la Tour Eiffel. Ci siamo immersi nei mille colori, profumi e suoni di questo tipico luogo di ritrovo della gente comune. Al piano terra ci sono fiori, frutta, verdura, carne, pesce. Ma anche collane di conchiglie, borse e cappelli di paglia, il famoso olio di Monoi e le saponette ai diversi profumi di Tiaré, cocco vaniglia. E poi the ai vari gusti e caffè. Abbiamo assaggiato l’ottimo Coco Glacé, noce di cocco conservata in frigo che ti aprono al momento e puoi bere con la cannuccia. Al piano superiore (al quale si accede con una scala mobile abbiamo invece trovato i famosi parei dai mille colori, magneti, cartoline e oggetti di artigianato locale. Anche al mercato, come in diversi angoli delle strade, c’è un gruppetto di musicisti che con i loro canti ci trasmettono allegria e spensieratezza. Come prezzi devo dire che non sono cari qui al mercato: parei a 1.00 e 2.000 franchi (meno di 20 euro), confezioni da 5 boccette di Monoi sui 12 euro. Proseguiamo il nostro tour di Papete visitando la cattedrale dedicata alla Madonna. Bellissime le vetrate colorate. Abbiamo acceso un piccolo cero per ringraziare di essere qui. Fuori dalla chiesa dall’altra parte della strada entriamo nel famoso negozio di musica Tahiti Music. Ci aspettiamo più assortimento di CD e prezzi più accessibili. I CD costano 2.700 franchi. Non conoscendo gli artisti non sappiamo quale prendere, non c’è la possibilità di ascoltarli, per cui ce ne andiamo senza CD. Meglio così perché le canzoni ce le regalerà il Capitano… ma questa storia ve la racconto dopo… Passiamo per il Centro Vaima, un piccolo centro commerciale con un bar e dei negozi carini. Poi andiamo al porto dal quale si vede in lontananza la vicina isola di Moorea. Una volta scartato il taxi (volevano 50 euro!), chiediamo informazioni sugli orari degli autobus a 2 signore molto gentili che sembrava non vedessero l’ora di parlare con noi turisti. Saliamo sul pullman che con soli 6 euro ci porta al museo di Gauguin. Siamo gli unici turisti in mezzo a tutti polinesiani. Che bella sensazione mescolarsi alla gente locale, che noi abbiamo sempre trovato cordiale e sorridente! Le fermate le creano loro con un richiamo all’autista, il quale gentilmente si ferma al museo per farci scendere. Il museo dedicato al famoso pittore impressionista è qualcosa di unico. Un museo all’aperto totalmente diverso da quelli che siamo abituati a vedere noi. E’ a forma di capanna, le finestre sono aperte e non ci sono allarmi e guardie. La storia dell’artista è raccontata in un percorso di quadri che ti conduce in un parco in riva al mare, in cui c’è un grande Tiki (scultura sacra in pietra scura) simile a quello collocato all’entrata. Quel giorno c’eravamo solo noi e altre due coppie. Un tranquillo silenzio interrotto solo dal suono delle onde del mare e delle cicale. Al negozietto acquistiamo una maglietta con la stampa di un famoso quadro. Rapiti dalle magnifiche opere, tra foto e riprese (si possono fare tranquillamente), non ci accorgiamo che l’ora di pranzo è passata da un po’. Ci dirigiamo nel bar vicino al museo (consigliato dalla Lonely Planet. Il ristorante Paul Gauguin un po’ più distante dice sia costoso). Purtroppo la cucina è chiusa per cui prendiamo una bottiglia d’acqua e ci dirigiamo alla fermata dell’autobus. Ah, una cosa importante: portatevi dei repellenti per insetti perché al museo ci sono in sacco di zanzarine. Io purtroppo l’avevo dimenticato in albergo. Dopo mezz’ora l’autobus ancora non arriva. Un ragazzo ci dice che ormai è tardi e che ci conviene fare l’autostop. Lui non ha la macchina altrimenti ci avrebbe accompagnati volentieri. Le giornate qui finiscono presto e alle 17 i mezzi non sono più in funzione. Mentre con il nostro ditone alzato ci auguriamo che qualcuno si fermi ecco che spunta un autobus: che fortuna! E’ vuoto ed è l’ultima corsa. Ci porta davanti al nostro albergo. Prima di rientrare in camera ci rechiamo in un supermercato situato accanto all’albergo e compriamo una bella baguette, del jambon (prosciutto cotto) e dei panini caldi. Una gustosissima cena che consumiamo nella terrazza della nostra stanza. Siccome avevamo prenotato pernottamento e colazione non sarebbe stato conveniente cenare al ristorante dell’albergo. Poi un bagno rilassante e un giretto al bar dove ci viene offerto un cocktail. Nel bar c’è un bellissimo pianoforte bianco a coda e piante di vaniglia adornano la hall: è la settimana della festa della vaniglia. La sera fa fresco e io metto una giacchina. Ore 19.30 siamo già a letto distrutti.

Guarda la gallery
cultura-yt33b

MERCATO DI PAPETE

cultura-ay6ap

ARCOBALENO

cultura-y21ks

OVERWATER BORA BORA

cultura-9548w

ISOLA DELL'EDEN

cultura-95t3y

COLAZIONE

cultura-vd7ku

PAGURO

cultura-teq3t

TIKI VILLAGE

cultura-pwq2q

ISOLA DI TAHA'A

cultura-eduea

TARTARUGA

cultura-8u1pv

BORA BORA

cultura-hmh5m

TRAMONTO IN CROCIERA

cultura-862c2

ARRIVO IN AEROPORTO

cultura-pyumg

TAHA'A

cultura-pqh48

TAHA'A

cultura-rje3r

ISOLA DELL'EDEN

cultura-9ky2x

CROCIERA

cultura-9s7qw

BORA BORA



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Bora bora
    Diari di viaggio
    luna di miele tra australia e polinesia francese!

    Luna di Miele tra Australia e Polinesia Francese!

    Il 2019 è stato l’anno che ci ha visto convolare a nozze e come meta della nostra luna di miele abbiamo scelto un mondo lontano dove...

    Diari di viaggio
    polinesia francese fai da te in famiglia

    Polinesia Francese fai da te in famiglia

    All'inizio di ogni viaggio c’è sempre una partenza. E poi un arrivo, altre partenze, altri arrivi, fino al ritorno a casa. Come diceva...

    Diari di viaggio
    polinesia francese in autonomia

    Polinesia Francese in autonomia

    su una collinetta vicinissimo all’aeroporto, facilmente raggiungibile a piedi sapendo la strada, ma quando siamo arrivati di notte era...

    Diari di viaggio
    quando i sogni diventano realtà: polinesia francese

    Quando i sogni diventano realtà: Polinesia Francese

    La Polinesia non è solo mare cristallino e paesaggi da togliere il fiato, è anche una terra da scoprire sia dal punto di vista delle...

    Diari di viaggio
    honeymoon in paradiso: new york e polinesia francese

    Honeymoon in paradiso: New York e Polinesia Francese

    Rientrati da pochi giorni dal nostro viaggio di nozze, è arrivato il momento di scrivere il diario. Dal 20 giugno all’11 luglio, tre...

    Diari di viaggio
    viaggio in paradiso 2

    Viaggio in paradiso 2

    Abbiamo cominciato a programmare questo viaggio nell'ottobre del 2015 e con la mia amica dell'Agenzia Framboyant di Genova abbiamo fatto...

    Diari di viaggio
    viaggio in polinesia, passando da tokyo

    Viaggio in Polinesia, passando da Tokyo

    La Polinesia da tempi immemori, è sempre stata per me “la meta di viaggio” e per questo ho voluto tenerla da parte, diciamo così, per...

    Diari di viaggio
    polinesia, una volta è per sempre

    Polinesia, una volta è per sempre

    Il motivo per cui ho scelto di andare in Polinesia è la mia proverbiale curiosità: verificare la veridicità dei racconti sulla...

    Diari di viaggio
    viaggio di nozze in polinesia 4

    Viaggio di nozze in Polinesia 4

    Eccoci qui finalmente in volo verso il Paradiso terrestre, stiamo sorvolando l’oceano atlantico per atterrare a Los Angeles e poi di...

    Diari di viaggio
    i sogni si avverano... nella polinesia francese

    I sogni si avverano… nella Polinesia francese

    Ci sono luoghi che cambiano la nostra vita …. e noi li abbiamo trovati nelle isole della Polinesia Francese. Il sogno della mia vita, fin...

    Video Itinerari