I due volti di Lisbona

Quattro fantastici giorni a Lisbona e Sintra per assaporare le meraviglie del Portogallo!
Scritto da: gughy60
i due volti di lisbona
Partenza il: 31/12/2011
Ritorno il: 04/01/2012
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

La parte vecchia di Lisbona dal fascino un po’ decadente, ma dinamica e cosmopolita, si fonde armoniosamente con la parte nuova del Parque des Nacoes, futurista e “in progress”. Poichè queste due zone sono piuttosto distanti tra loro, vorrei dare qualche consiglio al fine di sfruttare al meglio il tempo a disposizione riuscendo anche a visitare quel gioiellino che la cittadina di Sintra rappresenta e anche per riuscire a godersi qualche ora nelle antiche librerie o nel dolce far niente al caffe’ Brasileira del Chiado (un’istituzione!) o al caffe’ Nicola in piazza Rossio. I mezzi di trasporto sono velico, puntuali ed efficienti, dunque meglio usarli ogni volta che si può! Si comincia con l’Aerobus fuori dall’aeroporto: con il biglietto “Ida e volta” (andata e ritorno) €6,50, si raggiunge facilmente l’hotel poiche’ ogni fermata segnala gli hotels in zona oppure il conducente, generalmente cordiale, ve lo ricorderà. Nella stazione della metro a voi più vicina fate la carta Viva Viagem dal costo di 50 centesimi e da ricaricare giornalmente al costo di €4,60. Si possono usare tram, anche il 28, autobus, metro (alcune stazioni particolarmente belle), funicolari o Elevador e naturalmente il celeberrimo Elevador di Santa Giusta! Non è compresa la teleferica in Parque des Nacoes ma, la vista sul Tago, sul ponte e sulla torre Vasco da Gama pagano il costo irrisorio del biglietto. Per Sintra si prende il treno (noi l’abbiamo preso dallo splendido edificio in stile manuelino che è la stazione Rossio): è praticamente una metropolitana di superficie che in 40 minuti porta a destinazione. Anche in questo caso biglietto “ida e volta” e all’arrivo autobus con l’opzione “Circuito da Pena” che permette le fermate nei luoghi da visitare (€5,00 ida e volta). Infine, al di la’ dei luoghi fantastici da visitare indicati su ogni guida, prendetevi il tempo per camminare senza una meta precisa poiche’ inaspettatamente compariranno meravigliosi azulejos a ricoprire intere facciate di palazzi o scorci particolari o miradouros o vecchi tram che sbucano all’improvviso! Non è perso il tempo fuori dagli antichi caffe’ a veder passare il mondo multietnico di Lisbona. Infine, un’occhiata alla libreria vicino al Brasileira per acquistare un acquerello di un giovane pittore raffigurante il profilo di Pessoa! Semplicemente fantastco! Fantastica Lisbona!



    Commenti

    Lascia un commento

    Lisbona: leggi gli altri diari di viaggio