Highlands, isola di Skye ed Edimburgo

Un breve, ma intenso ed emozionante viaggio in Scozia
 
Partenza il: 08/07/2014
Ritorno il: 15/07/2014
Viaggiatori: 5
Spesa: 1000 €

1° giorno – 8 luglio

Partenza da Roma-Ciampino alle 17,50 e dopo un volo Ryanair con pilota con guida sportiva arriviamo alle 21,10 – ore locali – a Edimburgo. Tempo bellissimo nonostante le previsioni contrarie, all’aeroporto prendiamo un taxi che con 19 sterline ci porta al nostro Hotel – Hotel Castle View in Castle Street, 30, una traversa di Princes Street. Pieno centro!

In realtà all’aeroporto ci sono sia il tram che il bus (100), costo biglietto quattro euro circa, che portano in centro, ma per noi (siamo un gruppo di cinque persone) è stato più conveniente prendere il taxi che ci ha lasciati proprio davanti al portoncino dell’Hotel. La porta è chiusa e al campanello non rispondono. Panico. Per fortuna davanti alla porta c’è un cartello che pubblicizza l’hotel con il numero telefonico da contattare e dopo dieci minuti arriva il ragazzo della reception. Ci ha mostrato la stanza (una tripla molto ampia e ben arredata – bagno nuovissimo – anche se al secondo piano senza ascensore) e dato le chiavi. Anche se un po’ stanche, decidiamo comunque di esplorare la zona circostante e soprattutto cercare un posto dove mangiare. Ci rendiamo subito conto che ad Edimburgo dopo le 20 è difficile trovare un ristorante/pub/bar con la cucina aperta, quindi ripieghiamo su un fish and chips take away acquistato in un negozietto in Rose Street, gestito da un indiano.

Passeggiamo per Princes Street fino alle 23, quando finalmente diventa buio! I negozi in genere chiudono alle 17, ma alcuni negozi di souvenir e Primark, fonte inesauribile di acquisti economici (meno male che viaggiamo con il bagaglio a mano e quindi con limiti di peso/spazio, altrimenti avremmo acquistato di tutto di più!) chiudono alle 22.

2° giorno – 9 luglio

Cominciamo con una buona colazione (io prendo quella scozzese – un po’ scarsa!) nella saletta all’ultimo piano con una bellissima vista sul castello! Scopriamo con molto piacere che dall’hotel possiamo andare quasi ovunque a piedi. Raggiungiamo il Castello, attraverso una ripida salita e il magnifico giardino di Princes Street, dove dei giardinieri stanno facendo manutenzione delle aiuole e dell’orologio fatto di fiori. Che meraviglia!

Al Castello ci aspetta una lunga fila alla biglietteria, sotto il sole! Ingresso 16 euro per adulti e 14 over 65. Vi conviene acquistare l’audioguida che per soli 3 pounds vi da più notizie di quante ne vorreste! Il castello è molto bello con un panorama mozzafiato sulla città.

Dopo la visita (finiamo verso le 13) proseguiamo lungo la High Street (Royal Mile) dopo una brevissima sosta al Pozzo delle Streghe (povere donne!) poco visibile sulla sinistra. La via è molto ariosa, piena di negozietti, ristoranti, pub e giovani artisti che si esibiscono, anche in costume tradizionale. Mangiamo da “Backed Potato” un fazzoletto di negozio in una traversa – Cock Street) dove con soli per 5 pounds a testa gustiamo delle buonissime patate ripiene + bibita. Proseguiamo sulla High Street, visitiamo la cattedrale di S. Gilles, molto bella, soprattutto la cappella dell’ordine dei cavalieri del cardo, simbolo della scozia. La strada finisce con Holyrood Palace, che non abbiamo visitato perché l’ingresso era veramente troppo caro (19 pounds a persona).

Andiamo invece a visitare la National Gallery, ma prima di entrare assistiamo ad una piacevolissima esibizione di un complesso che ha rielaborato in versione rock la musica tradizionale scozzese (cornamusa inclusa). Poi ancora un po’ di shopping e cena al “The last drop” in Grassmarket, locale storico dove il boia offriva l’ultimo bicchiere prima dell’esecuzione. Grassmarket era il luogo adibito a mercato di bestiame, ma anche a luogo di esecuzioni pubbliche. La cena è buona, ma non eccellente, come ci era stato segnalato dalla guida turistica. Per concludere la serata decidiamo di andare con il taxi a visitare il Britannia (lo yacht reale) e a fare una passeggiata al porto o sul lungomare, ma, grande delusione, ci troviamo in un brutto quartiere (Leith), anche mal frequentato. Perciò, un po’ delusi, rientriamo in fretta in hotel.

3° giorno – 10 luglio

Dopo una buona colazione ci dirigiamo a piedi verso l’Orto Botanico, molto ampio e curato, ingresso gratuito.

Alla fine della visita, per accelerare i tempi, andiamo in taxi fino a Prince Street dove prendiamo il bus 15, che con sole 3 sterline a/r ci porta alla Cappella di Rosslyn, che dista una quindicina di km dalla città. Immersa in una bellissima campagna si erge la magnifica cappella e ci troviamo catapultati nel medioevo! La cappella non è più circondata da impalcature per il restauro, quindi abbiamo potuto godere pienamente del suo fascino (ingresso 9 pounds). Su di essa tanto si è detto e scritto, tanti sono i misteri che la avvolgono, ma quello che più mi ha colpito è un dettaglio di una scultura che rappresenta la pianta del mais, nel 1446 sconosciuta in Europa e che mette in discussione la scoperta dell’America da parte di Cristoforo Colombo. Secondo questa interpretazione il terzo conte di Rosslyn era già stato in America intorno al 1400. Se siete curiosi andate a leggervi il sito: Mistero risolto – le varie bufale sulla Cappella di Rosslyn” e decidete voi in cosa credere!

Ritorniamo a Edimburgo e andiamo a cena all’Elephant House (al 21 di George IV Bridge – Old Town – una traversa della Hight Street) pub/ristorante con vista sul castello dove la scrittrice J.K. Rowling scrisse il suo primo romanzo della tanto amata serie: Harry Potter e la Pietra Filosofale. Buono, ma niente di che – circa 8 pounds per un’insalata con il salmone.

La sera partecipiamo per curiosità ad un tour dei fantasmi, prenotato on line tramite “Scozia tour” ([email protected] – che si trova al n.3 di Old Fishmarket Close) con guida in italiano. Per fortuna ci capita una ragazza italiana simpaticissima e molto preparata (non una pazza invasata come le guide degli altri tours che gridano e strepitano per fare spaventare – o ridere – i turisti), laureata in storia dell’arte, che ci ha fatto fare una bella passeggiata attraverso il Royal Mile e i suoi close, il cimitero Greyfriars Kirkyard e la collina di Carlton Hill (splendida vista, monumenti veramente brutti, per i quali Edimburgo fu denominata la Atene del nord). Annalisa, la nostra guida, ci ha raccontato con dovizia di particolari la dura vita degli abitanti di Edimburgo nel medioevo a causa della peste e dei terribili casi di omicidi e caccia alle streghe, che erano molto più paurose delle storie sui fantasmi (costo 10 euro).



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Isola di Skye
    Diari di viaggio
    scozia in bus e trekking

    Scozia in bus e trekking

    Dall’Italia compriamo l’Explorer pass di City Link per 5 giorni di spostamenti, arriva a casa per posta e non è altro che un...

    Diari di viaggio
    scozia fai da te!

    Scozia fai da te!

    Con circa 280 euro ho volato da Catania, via Amsterdanm all'andata ed Edimburgo al ritorno, con KLM. Ad EDIMBURGO ho alloggiato in alberghi...

    Diari di viaggio
    finalmente la scozia

    Finalmente la Scozia

    La Scozia era un sogno da tempo ed essere in aeroporto davanti al gate con la scritta Edimburgo, voleva dire essere a un passo dal...

    Diari di viaggio
    la scozia nel cuore

    La Scozia nel cuore

    alla torre perchè... indovina un pò?! Piove... che Dio la manda, nuvola bassa e vista pari a zero. La pioggia ci segue allo STIRLING...

    Diari di viaggio
    scozia: whisky, cornamuse e fantasmi

    Scozia: whisky, cornamuse e fantasmi

    Scozia: whisky, cornamuse e fantasmi è stato durante una serata in compagnia, mentre stavamo sorseggiando dell’ottimo Talisker, che...

    Diari di viaggio
    in viaggio attraverso la scozia

    In viaggio attraverso la Scozia

    Vorrei raccontarvi il nostro viaggio in giro per la Scozia tra paesaggi mozzafiato, paesini sperduti ricchi di laghi e brughiere, ammirando...

    Diari di viaggio
    scotland on the road 2

    Scotland on the road 2

    Il nostro viaggio "on the road" in Scozia è iniziato da Glasgow e si è concluso a Edimburgo. Sebbene queste due città distinto tra loro...

    Diari di viaggio
    magico tour della scozia con neonata al seguito

    Magico tour della Scozia con neonata al seguito

    Tour della Scozia con neonata al seguito: il nostro primo viaggio in tre! Periodo: 1/11 giugno 2016Spesa totale: 3.100 € (1220 €...

    Diari di viaggio
    due settimane attraverso gli splendidi paesaggi scozzesi, da edimburgo alle orcadi

    Due settimane attraverso gli splendidi paesaggi scozzesi, da Edimburgo alle Orcadi

    piuttosto alti anche sulle strade strette, quindi fate attenzione alle auto che viaggiano molto forte. Nelle single lane, invece, le...

    Diari di viaggio
    viaggio estivo on the road in terra scozzese

    Viaggio estivo on the road in terra scozzese

    Abbiamo pianificato parzialmente il tour poco tempo prima di partire, volo Ryanair e alloggi prenotati volta per volta nelle mitiche...