Guadalupa, isola mare e spiagge: consigli vari

Guadalupa isola da scoprire
 

Di ritorno da un soggiorno di otto giorni a Guadalupa, scrivo questo diario non tanto per raccontare la mia esperienza, che credo non interessi a nessuno, quanto per raccontare un po’ l’isola e dare qualche consiglio pratico: della serie, un diario come lo avrei voluto leggere io prima di partire.

Viaggiato in coppia, con volo da Fiumicino via Parigi; ho alloggiato in località Le Gosier, in un bel resort tutto compreso (La Creole Beach Hotel). Indipendentemente dal mio ottimo alloggio, che può anche dipendere dalle proprie preferenze, gusti e tasche, quello che mi interessa sottolineare è la località Le Gosier come luogo di pernotto. La zona è infatti strategica, abbastanza centrale, a pochi minuti dall’aeroporto di Pointe a Pitre, e soprattutto permette di raggiungere in tempi decenti qualunque località dell’isola, sia le spiagge caraibiche del sud di Grande-Terre (plage de la Caravelle, plage de Bois Jolan, ecc.), sia la plage de Souffleur a nord (a nostro avviso, la più bella), sia Basse-Terre con la sua foresta tropicale, le sue cascate e le sue spiagge, che non hanno nulla da invidiare a Grande-Terre, anzi.

Come muoversi a Guadalupa

Ma andiamo con ordine: per girare Guadalupa è obbligatorio noleggiare una macchina. Le compagnie di autonoleggio si trovano tutte insieme presso l’aeroporto, uscendo a destra. Non si raggiungono a piedi, c’è un cartello con tutti i numeri di telefono, li chiami e loro ti vengono a prendere ognuna con la sua navetta/shuttle, tipo il parking go di Fiumicino per chi lo conosce. Finito il noleggio tu riporti l’auto dove l’hai presa e loro ti riportano al terminal: molto organizzati. Noi per una Dacia Sandero, 7 giorni, si è speso intorno ai 350 euro prenotando su internet (Jumbo Car). La benzina costa cara, come da noi. E più in generale la vita costa cara, proprio come andare in Francia o in nord Europa. Anche uscendo dai luoghi turistici, i prezzi li abbiamo sempre visti più alti che in Italia. Allo stesso tempo però essere ai Caraibi (anzi, alle Antille come dicono loro) e pagare in Euro, non ha prezzo. Siccome si è dentro l’euro zona è sufficiente la carta d’identità per andare (anche se noi il passaporto in tasca lo avevamo, sai com’è!) e arrivati a Pointe a Pitre con volo da Parigi, nessuno ti controlla e vai direttamente all’uscita (per i francesi è un volo interno).

Tutti a Guadalupa (e quando dico tutti, dico tutti) parlano solo ed esclusivamente francese, e si aspettano che tu faccia altrettanto. L’inglese è semisconosciuto. Così che alla fine tra una parola in inglese, una in italiano e una in francese, te la cavi ma ci vuole pazienza. E alla fine una risata ci scappa pure!

Capitolo a parte meritano a Guadalupa gli spostamenti e le distanze in generale che non vanno sottovalutate. Noi abbiamo girato tante isole caraibich, ma non ci era mai capitato di vedere così tanto traffico, tante macchine. Dall’Europa hanno importato tutto, anche il traffico. Per intenderci dalla zona Aeroporto/Pointe a Pitre alle spiaggie di St. Anne ci vuole non meno di mezz’ora. 45 minuti per Saint François. Sono pochi km, neanche quaranta ma ci vuole un sacco di tempo. Una rotatoria può tranquillamente creare 1 km di coda. Incredibile. E anche per raggiungere la costa ovest di Basse-Terre (plage de Melandure con la sua riserva Cousteau, plage de grande anse, ecc.) sempre 45 minuti da Le Gosier/Pointe a Pitre. Tanto tanto tempo visti i pochi km, per questo “dove alloggiare” è molto importante a Gwada (come la chiamano).

Le migliori spiagge dell’isola

E veniamo al capitolo spiagge, o plage in francese. Va detto: sono tutte ottimamente indicate. Viste precedenti esperienze caraibiche, io mi ero tanto documentato su “come raggiungerle” ma non ne ho avuto bisogno. Ognuna ha il suo bel cartello, il suo parcheggio (sempre gratuito, tranne plage de Melandure), i suoi ristorantini, insomma tutto molto facile. Le “plages” della costa sud di Grande-Terre sono le tipiche spiagge caraibiche impresse nella memoria collettiva: sabbia chiara, acqua trasparente, palme in riva al mare. Su tutte va segnalata Plage de la Caravelle, vicina all’omonimo Club Med, plage de Bois Jolan, l’ilet du Gosier (raggiungibile con 5 euro a/r e 5 minuti da plage de la datcha con una barchetta che fa la spola. Queste spiagge sono belle, forse le più belle. Ma non sono adatte per lo snorkeling, e se c’è vento si può trovare qualche alga di troppo. La zona di Saint François ci ha un po’ deluso come spiagge, però arrivare alla punta estrema (pointe de Chateaux) e lì gustarsi un bel sorbetto al cocco (molto tipico) guardando le onde dell’Atlantico infrangersi sulla scogliera è stato piacevole, anche solo per una foto!

A nord plage de Souffleur vale il viaggio (di 1 ora da Le Gosier). Acqua trasparente, poca gente e soprattutto possibilità di snorkeling, specie nella scogliera lungo il cimitero (che a Guadalupa sono molto tipici e non isolati come da noi). Sembra impossibile ma la spiaggia è divisa in due dal cimitero, che va attraversato per andare da una parte all’altra. Ma proprio qui lo snorkeling è assicurato.

A Basse-Terre molto belle sono Plage de Grande Anse e Plage de la Perle (nel nord ovest), no snorkeling ma acqua bellissima, trasparente. Sono ottime spiagge per un bel bagno (attenzione qui acqua subito profonda) e soprattutto per la classica passeggiata sulla spiaggia. Anche qui ristoranti per mangiare e parcheggio senza problemi.

E veniamo alla famosa Plage de Melandure, sulla costa ovest di Basse-Terre. La sabbia è scura, vulcanica, non bellissima. Però da qui partono le escursioni per la vicina isola e riserva Cousteau di fronte. A noi non piacciono queste cose, siamo per il fai da te, ed entrati in acqua da soli e una tartaruga ce la siamo vista a 100 metri dalla riva. Tutta fortuna? probabile. E anche lo snorkeling è assicurato, specie lungo la scogliera entrando in acqua verso destra. Per quanto riguarda le escursioni noi non l’abbiamo fatta (immersioni, gite in battello con vetro trasparente ecc.) ma per quel che so vanno prenotate in anticipo. Andare presto perchè è difficile il parcheggio oltre che a pagamento. unica “plage” così. Però anche qui acqua trasparente, zero alghe.

Guarda la gallery
paolo_e_maura



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Guadalupa
    Diari di viaggio
    guadalupa, isola mare e spiagge: consigli vari

    Guadalupa, isola mare e spiagge: consigli vari

    Di ritorno da un soggiorno di otto giorni a Guadalupa, scrivo questo diario non tanto per raccontare la mia esperienza, che credo non...

    Diari di viaggio
    enjoy guadalupa

    Enjoy Guadalupa

    Un fantastico viaggio attraverso l'arcipelago della Guadalupa, tra profumi esotici, spiagge meravigliose, scenari mozzafiato immersi tra il...

    Diari di viaggio
    alle antille con la msc preziosa

    Alle Antille con la MSC Preziosa

    Come da ormai consolidata e bellissima abitudine, l’inizio di gennaio è stato nuovamente il momento perfetto per una settimana al caldo...

    Diari di viaggio
    guadalupa in famiglia

    Guadalupa in famiglia

    A Pasqua è deciso, si va ai Caraibi! E’ tutto pronto, stiamo per prenotare l’aereo per Cuba, quando ci accorgiamo che il...

    Diari di viaggio
    guadalupa di consigli veloci

    Guadalupa di consigli veloci

    Anche se si è ai Caraibi, ci si trova in territorio francese, dunque la moneta locale è l'euro, si guida a destra, è valida la patente...

    Diari di viaggio
    guadalupa: consigli utili

    Guadalupa: consigli utili

    corallina è a meno di 100 mt, quindi indipendentemente dal vento la laguna è sempre calma e si formano delle piscine naturali. Lo...

    Diari di viaggio
    antille e caraibi... in crociera

    Antille e Caraibi… in crociera

    Partiamo con Neos da Malpensa nel primo pomeriggio, il viaggio sarà ottimo, arriviamo a Point a Pitre (Guadalupe) in tarda serata, per via...

    Diari di viaggio
    guadalupa e marie galante, la nostra fuga d'inverno

    Guadalupa e Marie Galante, la nostra fuga d’inverno

    Ciao a tutti i TPC! Cosa c'è di meglio che spezzare il rigido inverno della pianura padana? Beh ovviamente una vacanza ai Caraibi, e...

    Diari di viaggio
    guadalupa e marie galante, splendide ma non per tutti

    Guadalupa e Marie Galante, splendide ma non per tutti

    L’Asia è sempre nel nostro cuore, ma quando si inciampa in un’offertona AirFrance che è poco definire clamorosa... via verso i...

    Diari di viaggio
    antille francesi: martinica e guadalupe

    Antille francesi: Martinica e Guadalupe

    Buongiorno sono appena tornata da un viaggio di un mese alle Antille. Dato che sono fresca di ritorno vorrei condividere con voi gli...

    Video Itinerari