Grandi Laghi e dintorni: Chicago, Amish, Parchi..

Io (Giorgio), Silvia e la piccola Ginevra (4 anni e mezzo), dopo Tobago dello scorso marzo, siamo partiti da Roma Fiumicino alla volta di Chicago O’Hare International airport , venerdì 21/8/2009 alle 10.20. Dopo varie ricerche abbiamo scelto il volo Alitalia che, per c.ca un mese, aveva proposto biglietti a tariffe promozionali davvero...
 
Partenza il: 21/08/2009
Ritorno il: 07/09/2009
Viaggiatori: in coppia

Io (Giorgio), Silvia e la piccola Ginevra (4 anni e mezzo), dopo Tobago dello scorso marzo, siamo partiti da Roma Fiumicino alla volta di Chicago O’Hare International airport , venerdì 21/8/2009 alle 10.20.

Dopo varie ricerche abbiamo scelto il volo Alitalia che, per c.Ca un mese, aveva proposto biglietti a tariffe promozionali davvero interessanti, acquistabili con largo anticipo via Internet (acquisti effettuati a metà maggio, dunque tre mesi prima). Via e-mail, sono arrivati i biglietti elettronici, pochi minuti dopo l’acquisto.

Il check-in elettronico era possibile, ma noi lo abbiamo fatto direttamente in aeroporto.

Il viaggio è stato organizzato “fai-da-te”, come nostra consuetudine, qualche mese prima.

La nostra intenzione era quella di vedere posti decisamente “fuori mercato europeo” (tranne Chicago naturalmente), scoprendo luoghi del middle north-east americano che difficilmente sono raggiunti dal turismo cosiddetto di massa. La Lonely Planet e alcuni siti Internet sono stati i nostri strumenti di preparazione. Per Chicago ce n’è di tutto di più in Rete e quindi, riteniamo superfluo indicare i siti di riferimento; per il resto del viaggio, invece, consigliamo: Per gli Amish: www.Visitamishcountry.Com; www.Thetravelersfriend.Com.

Per Mackinac Island: www.Mackinac.Com; Per il Porcupine Wilderness State Park: www.Exploringthenorth.Com; www.Porcupinemountains.Com.

Se si ha una buona disponibilità economica e tempo, è molto bella l’Isle Royale, sempre sul Lake Superior, di fronte al Porcupine Park, ma è piuttosto costosa e difficilmente raggiungibile e quindi, opzionabile se si hanno almeno 4 settimane di vacanza a disposizione. Un buon periodo per fare questo tour è proprio la nostra estate; consigliamo di non andare oltre metà settembre perché il tempo peggiora rapidamente e le piogge potrebbero rovinare, almeno in parte, il viaggio.

Per fare un buon tour, con i giusti tempi per apprezzare i luoghi ed avere comunque a disposizione almeno 1 o 2 giorni di “scorta”, occorreranno c.Ca 3 settimane (compresi A/R in aereo).

Complessivamente il viaggio di 19 giorni (partenza 21/8 e ritorno 7/9, con arrivo a Roma l’ 8/9), ci è costato c.Ca € 4.250.

Voli = € 1.000.

Assicurazione privata viaggio/infortuni/bagagli = € 230.

Bolli passaporto (ndr: anomalia, per non dire altro, solo italiana) = € 121.

Autonolo = € 550 (14 giorni).

Benzina e pedaggi stradali = € 120.

Pernottamenti = € 1.250.

Pasti = € 500.

Ingressi vari, traghetto / gite in barca, drinks e altro = € 480.

Tutto compreso, nulla escluso (dalla scorta dei giornali alla partenza fino al caffè al ritorno, a Fiumicino).

Chiaramente, i pernottamenti e i pasti variano molto a secondo di dove si sta; noi abbiamo usufruito di buone strutture quando siamo rimasti alcuni giorni in un determinato luogo, mentre ci siamo avvalsi degli ottimi Days Inn, per i pernottamenti “di passaggio”.

Anche per mangiare, durante gli spostamenti ci siamo recati nei vari fast food che si trovano lungo la strada (un po’ come i nostri Autogrill). Nelle località dove restavamo qualche giorno, il pranzo era piuttosto semplice e veloce (panino, sandwich, torta e caffè, fast food, etc.) mentre la cena era sempre comoda e decisamente più sostanziosa.

Il cambio al momento della vacanza è stato 1 € = c.Ca 1,42 US$.

Le persone sono state piuttosto cordiali e gentili, anche nella stessa Chicago, una metropoli che non ti aspetti. Per il resto del viaggio, dove spesso gli autoctoni sono rimasti sorpresi di vedere turisti europei e per di più italiani, tutti si sono mostrati disponibili nel darci informazioni o aiutarci con la telefonia locale, visto che, in alcuni posti, il telefonino non aveva copertura o il roaming internazionale non era attuato dall’operatore locale.

ARRIVO ED ORGANIZZAZIONE DEL VIAGGIO Il consiglio che diamo per iniziare il tour è quello di prenotare dall’Italia giusto l’hotel quando si arriva, dopodiché, tutto il resto dovrebbe essere gestito “working in progress”, benché bisogna essersi ben preparati sugli alberghi, ristoranti, luoghi d’interesse, moli d’imbarco, orari e giorni apertura di strutture da visitare o delle agenzie di autonoleggio dove ritirare o riconsegnare l’automobile, distanze kilometriche e tempi medi di percorrenza tra i luoghi da raggiungere, etc..

In effetti, noi avevamo preparato una sorta di miniguida con tutte le infos sopra elencate, con tanto di cartine più o meno dettagliate, scaricate da Internet e ci eravamo procurati una cartina Michelin proprio dei Grandi Laghi.

Riteniamo importante segnalare che all’aeroporto di Chicago non ci sono i soliti banchi delle società di autonoleggio, ma bensì dei touchscreen su cui consultare i numeri di telefono per contattare dette agenzie; in pratica, la scelta dell’auto da affittare e degli optional avviene telefonicamente, nel caos della hall dell’aeroporto; dopodiché, una volta fatta la scelta, ci si reca all’uscita e si prende il pullman gratuito che vi porterà agli uffici dell’autonoleggio per le consuete procedure di contratto e ritiro dell’auto.

Prenotare l’auto dall’Italia è una possibilità ma poi, per quanto riguarda l’assicurazione, ci si deve comunque rivolgere ai desk dell’autonoleggio, quindi, a questo punto, i consigli che diamo sono: 1) Se si parla un buon inglese, si possono fare le chiamate dal touchscreen dell’aeroporto e scegliere lì l’agenzia dove andare poi, per firmare il contratto di noleggio; 2) Se l’inglese non è fluent, allora, è meglio uscire dall’aeroporto, prendere il primo bus di un’agenzia di autonolo che passa (si riconoscono perché hanno i colori e le scritte dell’autonoleggio) e andare direttamente agli uffici, per poter meglio interpretare quello che proporranno. Considerato che tutte le agenzie sono attaccate, una volta avuto il preventivo di una, uscendo a piedi dall’area di “questa società” si passa nel recinto di “quell’altra”… Un paio di preventivi comunque saranno sufficienti a fare la scelta. Consigliamo sempre di rivolgersi ad ALAMO e/o THRIFTY, che, in tanti anni di USA, si sono sempre dimostrate le più convenienti; 3) Se si va a Chicago downtown e non si vuole perdere tempo, allora, è meglio prendere un taxi (costo c.Ca 40 US$) e poi, l’indomani andare al 203 di La Salle street (nella parte poco più a nord del “Loop”), agli uffici ALAMO e NATIONAL e prendere lì, la macchina in affitto.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Canada
    Diari di viaggio
    montréal

    Montréal

    Il Canada è uno stato immenso probabilmente per visitarlo tutto con lentezza, come piace a me, ci vorrebbero mesi e mesi e probabilmente...

    Diari di viaggio
    a spasso per toronto, la new york canadese

    A spasso per Toronto, la New York canadese

    Toronto è da molti definita la New York canadese ed in effetti molte similitudini ci sono, come i suoi alti e specchiati grattacieli, le...

    Diari di viaggio
    le cascate del niagara a natale, per vivere davvero un white christmas

    Le Cascate del Niagara a Natale, per vivere davvero un “White Christmas”

    L'idea di visitare paesi freddi sul serio mi è arrivata piano piano, vivendo tra Bologna e Riccione ed originaria di un paese in collina...

    Diari di viaggio
    canada orientale, fino alle nebbie di terranova

    Canada orientale, fino alle nebbie di Terranova

    a parte, al limite, parcheggi liberi a prezzi decenti!Comunque torniamo alle cascate anche l’indomani, per vederle col sole, dopo...

    Diari di viaggio
    alaska, 49th state

    Alaska, 49th State

    Da qualche anno avevo in mente di organizzare un viaggio in Alaska, ma l’elevato costo dei voli aerei mi aveva sempre fatto desistere....

    Diari di viaggio
    nord est usa

    Nord Est USA

    Info pratiche17 giorni/16 notti Noleggio auto per 13 giorni. 2800 km percorsi. Costo totale per 3 persone: 6900 euroDettaglio: ...

    Diari di viaggio
    je me souviens

    Je me souviens

    Un lungo viaggio in aereo con scalo a Roma Fiumicino. Siamo un bel gruppo di 6 amici e 2 bambine. Il viaggio in areo mi dà sempre la...

    Diari di viaggio
    canada orientale on the road

    Canada orientale on the road

    1° GIORNO 31/07 ROMA-TORONTO Partiamo in mattina da da Roma Fiumicino con volo diretto su Toronto operato da Air Canada della durata di...

    Diari di viaggio
    canada ovest e pacific north west usa

    Canada ovest e pacific north west usa

    Il viaggio tanto agognato me lo sono conquistata!!! Inseguito e ottenuto il volo ad un prezzo ottimo riesco finalmente a coronare il mio...

    Diari di viaggio
    da new york al canada e ritorno

    Da New York al Canada e ritorno

    Da New York al Canada e ritorno (by Luca, Sabrina, Federico, Leonardo e Valentina)Sabato 11 Agosto:Finalmente! … Dopo...