Gita a Trani, una città romantica

Trani è una città romantica che affaccia sul mare
 

Se si pensa a Trani viene subito alla mente la sua cattedrale, magnificamente affacciata sul mare. La Cattedrale di Santa Maria Assunta è un tipico esempio di architettura romanica pugliese, la cui facciata è realizzata in tufo calcareo locale.

Il tufo calcareo conferisce alla cattedrale quel caratteristico candore bianco roseo che sembra quasi brillare durante le ore del crepuscolo. La pietra chiara contrasta con tutte le sfumature del blu del suo fondale marino e con una scenografia così raffinata molte coppie decidono di scambiarsi la promessa di matrimonio proprio qui.

Che in voi ci sia romanticismo o meno non importa, di sicuro Piazza Duomo vi regalerà un’emozione positiva.

Nel momento in cui ho attraversato la piazza e mi sono fermata ad ammirare la cattedrale, il vento mi ha raggiunto correndo dal mare, ha gonfiato la mia t-shirt bianca come fosse una vela e un brivido di libertà si è insinuato nella mia mente, ora me lo porto dietro come fosse di buon auspicio.

Trani e il quartiere ebraico

Trani è anche una cittadina intricata di viette, attraverso le quali è possibile raggiungere il quartiere ebraico. In questa zona della Puglia era presente una grande comunità ebraica e ancora oggi è possibile visitare le sinagoghe sopravvissute ai giorni nostri, alcune delle quali trasformate successivamente in chiese. Le architetture del quartiere e dei luoghi sacri sono abbastanza severe, caratterizzate da linee semplici e costruite in pietra.

Il fascino della città, però, non si fa fermare dalla semplicità delle sue strutture litiche, anzi viene intensificato dalla testimonianza di un passato pacifico e interculturale.

Trani e il suo Castello Svevo

Molto vicino a Piazza Duomo, invece, è impossibile ignorare il Castello Svevo. Anche questa grande struttura storica si affaccia direttamente sul mare e presenta le caratteristiche tipiche dei castelli costruiti sotto il regno di Federico II di Svevia.

Questa fortificazione era fondamentale per la sicurezza della città. La sua collocazione non era affatto casuale, perché serviva per difendersi da eventuali assalti provenienti dal mare.

Intorno a questo castello si narra una cupa leggenda, perciò mettetevi comodi che ve la voglio raccontare.

Trani e la leggenda di Armida

Una donna dai lunghi capelli neri e gli occhi color del mare si aggira per le strade di Trani. Di solito si incammina all’imbrunire, cercando di nascondere la propria identità sotto un leggero e fluttuante abito grigio. Il suo nome è Armida e ogni notte esce per andare alla ricerca del suo grande amore. Se vi dovesse capitare di incontrarla vi suggerisco di non andarla a disturbare, perché potreste turbarla profondamente e scapperebbe via. La sua presenza è totalmente innocua e lei è talmente discreta che dubito anche che la notiate nel buio della sera.

Ho tralasciato un piccolo dettaglio del racconto, infatti non vi ho ancora detto che che si tratta di un fantasma, il fantasma di una dama.

Si tratta di una donna rinchiusa nelle segrete del castello, imprigionata tra quelle mura dopo essersi innamorata perdutamente di un cavaliere.

Armida era una donna sposata e quando il marito scoprì il tradimento, fece immediatamente uccidere il cavaliere e mise la moglie in una fredda cella, dove trascorse il resto della sua vita.

Guarda la gallery
gita trani

26dd289e_eaa5_4c10_adb7_98c382464887

49737908727_fa3d6e9e5c_o

8408d5ad_f51a_4454_b36a_cfd17735e4e5

948ae5f4_00ad_46fa_ae2c_72e8db2db1f4

img_8327

img_8360

img_8364

img_8366

img_8399



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Puglia
    Diari di viaggio
    tra termoli e peschici sotto la pioggia: la magia di un viaggio

    Tra Termoli e Peschici sotto la pioggia: la magia di un viaggio

    Ad un certo punto, è pur vero che accade: in una frazione di secondo, dopo ore trascorse in coda lungo l’Adriatica, si materializza il...

    Diari di viaggio
    la ceramica di grottaglie

    La ceramica di Grottaglie

    Cammino per le viuzze di un centro storico realizzato sul modello tipicamente pugliese, circondato da voci, colori, monumenti e arte...

    Diari di viaggio
    i pappamusci, storia di una tradizione pugliese

    I Pappamusci, storia di una tradizione pugliese

    Si dice, o forse lo dico soltanto io, che per conoscere un luogo bisogna carpirne le usanze, gli specchietti sociologici “sciasciani” e...

    Diari di viaggio
    la danza dei fenicotteri a torre colimena

    La danza dei fenicotteri a Torre Colimena

    Il nostro van “Odisseo” oggi compie due mesi e 5200 km. Lo festeggiamo in un angolo di natura incontaminata che si trova nel territorio...

    Diari di viaggio
    pulo di altamura e altopiano delle murge

    Pulo di Altamura e Altopiano delle Murge

    La grande dolina carsica che mi era difronte, era immensaMente inquietante, mi rimanevano due scelte: Fermarmi e aggirarla o scendervi...

    Viaggio in Italia: 7 giorni tra Basilicata e Puglia

    Vista l’incertezza del periodoIo, io e il mio compagno non avevamo pianificato di fare un viaggio, ma alla fine, dalla mattina alla sera,...

    Diari di viaggio
    puglia: il tacco della stivale come non l'avevi mai visto

    Puglia: il tacco della stivale come non l’avevi mai visto

    Ciao amici viaggiatori,mi chiamo Aurora ed oggi voglio portarvi con me nel tacco dello stivale, nella meravigliosa Puglia!Tappa...

    Diari di viaggio
    viaggio nel mondo del fico mandorlato

    Viaggio nel mondo del Fico Mandorlato

    Golosi di tutta Italia, dico a voi!Quello che vi racconto oggi non è un luogo, è più un esperimento di scrittura antropologica....

    Diari di viaggio
    jazz nel sud italia in vespa

    Jazz nel Sud Italia in Vespa

    Sarà una lunga notte. Lunga, lunga, lunga. Lunga perché domani, nel primo pomeriggio, inizieremo il nostro nuovo lento viaggio (che...

    Diari di viaggio
    grotta della poesia

    Grotta della Poesia

    Nel cuore del Salento, nel territorio di Melendugno si trova la Grotta della Poesia (o meglio, LE Grotte della Poesia, una grande e una...