Girovagando tra Cile, Bolivia e Argentina

L'America del sud si presta molto bene a essere visitata con la formula fai da te. Questa estate inoltre l’euro forte ha reso ancora più conveniente i prezzi già economici di questi paesi. La nostra vacanza voleva essere un tour della zona nord di Cile e Argentina , pressappoco sulla linea del tropico , da ovest verso est , includendo...
 
Partenza il: 30/07/2008
Ritorno il: 27/08/2008
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 2000 €

L’America del sud si presta molto bene a essere visitata con la formula fai da te.

Questa estate inoltre l’euro forte ha reso ancora più conveniente i prezzi già economici di questi paesi.

La nostra vacanza voleva essere un tour della zona nord di Cile e Argentina , pressappoco sulla linea del tropico , da ovest verso est , includendo qualche giorno in Bolivia e in Brasile. Sappiamo però che tanti fanno il giro in senso opposto, soprattutto se non si ha un mese a disposizione…

Prenotiamo quindi con il dovuto anticipo il volo AIR FRANCE Malpensa-Parigi-Santiago del Cile con ritorno da San Paolo del Brasile a circa 1200 euro.

Per gli spostamenti in loco invece utilizzeremo l’ottima ed economica rete di autobus locali e a lunga percorrenza.

Condizioni climatiche.

Agosto coincide con la stagione invernale nell’altro emisfero e inoltre gran parte del viaggio si svolge in quota quindi preparatevi al freddo.

Portatevi indumenti caldi e vestitevi a strati : se di giorno al sole si sta abbastanza bene con una felpa, le temperature di notte scendono fino a venti sotto zero sull’altipiano boliviano. Noi ci siamo portati da casa il sacco a pelo in piumino e l’abbiamo usato ben volentieri anche nei viaggi notturni sui bus con l’aria condizionata regolata su valori artici.

Abbiamo trovato un’unica giornata di pioggia a Valparaiso, per il resto del viaggio nella zona a nord prevalentemente desertica non avrete problemi …Anzi, da San Pedro fino a Salta sarà il regno incontrastato della polvere! Non mi dilungherò in descrizioni prolisse sui luoghi dei quali si è già ampiamente parlato in altre relazioni e per i quali guide come la lonely planet o la routard sicuramente sono piu’ precise, ma volevo solo dare alcuni consigli sulle cose che piu’ ci sono piaciute e su quello che avremmo potuto fare in modo diverso e magari migliore.

Queste le tappe del nostro viaggio: – SANTIAGO,VALPARAISO E VINA DEL MAR – LA SERENA E LA VALLE D’ELQUI – SAN PEDRO DE ATACAMA – LE LAGUNE BOLIVIANE E IL SALARES DE UYUNI – TUPIZA – HUMAHUACA E IRUYA – SALTA E CAFAYATE – SAN IGNACIO MINI – PUERTO IGUAZU’ – SAN PAOLO DEL BRASILE Santiago del Cile è una città moderna ,trafficata e caotica:un paio di giorni sono sufficienti per vederne il centro,i musei,i dintorni. Piacevole l’escursione al cerro san Cristobal con la teleferica.

Migliore certamente Valparaiso con il porto,gli ascensori e le case colorate anche se l’ambiente è un po’ decadente… Visitate il museo dedicato a LUKAS,fumettista italiano che ha ritratto la gente del posto in modo molto simpatico.

Vina del mar invece merita una passeggiata sul bel lungomare oceanico, meglio certamente sarebbe nella stagione estiva! Ci spostiamo a nord con semicama TURBUS e in sette ore siamo a La Serena. Da qui con bus locali arriviamo a Pisco Elqui.

Raccomandati i bungalow de Il tesoro de l’ elqui, curati e con ottima colazione.

Un paio di giorni sono sufficienti per visitare i dintorni di questo bel paesino di montagna,gli osservatori astronomici e le bodegas di vino e distillati.

Consigliato l’affitto di una macchina a La Serena.

Ritornati sulla costa di nuovo con bus cama di TURBUS raggiungiamo in quindici ore (ottimo viaggio notturno con cena, colazione e films) San Pedro de Atacama.

Buona la sistemazione al b&b incahuasi, un poco fuori dal centro di questa polverosa città ormai dedita solo al turismo e dove ci sono ormai piu’ turisti che abitanti… Escursioni: geyser del tatio e valle della luna,prenotate in loco dall’agenzia cosmo andino nella via principale.

Buono il servizio offerto dall’agenzia con prezzi allineati alle altre,pulmino nuovo e guida bilingue (spagnolo-inglese) preparata e simpatica.

Da San Pedro per proseguire verso l’Argentina ci sono due possibilità: -attraverso l’altopiano boliviano appoggiandosi a un’agenzia -attraverso il passo di JAMA con bus diretto a Salta (bisettimanale, da prenotare con anticipo) Noi scegliamo di passare in Bolivia e ci affidiamo all’agenzia Estrella del Sur,che ci lascerà a Uyuni dopo il tour di tre giorni/due notti tra lagune e salares. Noi siamo soddisfatti della nostra scelta:ottimo il cibo, in compagnia di uno spagnolo, due francesi e un’americana . Simpatico Alberto, il nostro autista e cuoco , che però parla solo spagnolo e , sicuramente non per colpa sua , come guida turistica e naturalistica rivela qualche lacuna … Il tour è stato uno dei pezzi forti del viaggio in quanto a bellezza dei luoghi, anche se bisogna sopportare alcuni disagi dovuti all’altura e alla precarietà di alcune sistemazioni, in particolare quella alla laguna colorata a 4800 metri.

Nota sui tour in Bolivia: tutte le agenzie propongono lo stesso giro e la differenza sarà nei mezzi (più o meno efficienti e nuovi) , nel numero di persone con voi nella jeep e nella qualità del cibo. Montagne,lagune e salares spettacolari. Il terzo giorno arriviamo a Uyuni ,giusto in tempo per trovare un taxi che in quattro ore ci porta fino alla più piacevole cittadina di Tupiza, attraverso un bellissimo paesaggio di montagne e gole rosse.

Albergo a Tupiza: hotel Mitru, con piscina e acqua calda, ottima scelta dopo il tour per rilassarsi e nel frattempo lasciare che si svolga il referendum sul presidente Morales, che sarà riconfermato alla guida del paese.

Dopo un paio di giorni si riparte col bus diretto a Villazon , il paese di confine tra Bolivia e Argentina.

Dogana , cambio di bus e in tre ore circa arriviamo a Humahaca,che sarà la nostra base per visitare i dintorni.

Sistemazioni consigliate Hotel Azul e Posada el sol, una di fronte all’altra a dieci minuti a piedi dal centro.

Organizziamo per i prossimi giorni la visita a Iruya un bellissimo paesino incastonato nelle montagne che si raggiunge con tre ore di bus su strada perlopiù sterrata e panoramicissima. Noi abbiamo alloggiato alla locanda Federico III , carina anche se un po’ più cara di altre, e sicuramente consigliamo di passare almeno una notte in questo posto al di fuori dal mondo. Ritorniamo alla nostra base di Humahaca che si rivela ottima per trascorrere qualche giorno in un ambiente rilassato e piacevole.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Argentina
    Diari di viaggio
    argentina e cile

    Argentina e Cile

    Arriviamo a Buenos Aires in mattinata presto, rinfrescatina in albergo e passeggiata nel quartiere di Sant’Erasmo, pranzo veloce e...

    Diari di viaggio
    alla scoperta della terra guarani, della foresta amazzonica e delle famose cascate dell’iguazù

    Alla scoperta della terra Guarani, della foresta amazzonica e delle famose cascate dell’Iguazù

    Viaggio spettacolare alle cascate del Iguazù. Partenza in macchina dall’Uruguay 1300 km in un paio di giorni per arrivare a questo posto...

    Diari di viaggio
    tre grandi viaggi che si possono fare in 10 giorni di provati da noi! - argentina

    Tre grandi viaggi che si possono fare in 10 giorni di provati da noi! – Argentina

    È l’occasione per ritrovare una carissima amica argentina - che già ero andata a trovare molto tempo fa - e di vedere finalmente uno...

    Diari di viaggio
    patagonia e iguazù, la bellezza del sudamerica

    Patagonia e Iguazù, la bellezza del sudamerica

    Racconterò il nostro viaggio (febbraio 2020, 7 persone, poco prima dell'emergenza coronavirus in Italia/Europa) in Patagonia, con aggiunta...

    Diari di viaggio
    il viaggio di nozze da sempre sognato: il meglio di argentina e brasile fai da te!

    Il Viaggio di Nozze da sempre sognato: il meglio di Argentina e Brasile fai da te!

    Da sempre Viaggiatori e non Turisti fai da te, in occasione del Viaggio di Nozze abbiamo pensato di sfruttare la nostra Esperienza sul...

    Diari di viaggio
    argentina fai da te

    Argentina “Fai da Te”

    Sono uno che considera il piccolo intoppo o l’improvvisazione sul posto parte integrante del fascino di un viaggio, per cui quando mi...

    Diari di viaggio
    argentina e cile fai da te in sei settimane tutto in macchina

    Argentina e Cile fai da te in sei settimane tutto in macchina

    particolare e caratteristico di questa zona. Visita alla distilleria Pisquera AbA. Pranzo al ristorante Donde Martita, famoso per le...

    Diari di viaggio
    massimo e florence in argentina

    Massimo e Florence in Argentina

    nero, l’Oca di Magellano, lo zafferano meridionale, ecc. La traversata arriva fino al Faro Les Eclaireurs, piazzato su uno degli isolotti...

    Diari di viaggio
    argentina insolita: la puna e le cascate di iguazù

    Argentina insolita: La Puna e le Cascate di Iguazù

    La Puna, chi è costei? E’ una regione super naturale che trova collocazione nella parte settentrionale dell’Argentina nelle Ande...

    Diari di viaggio
    puna argentina, un altopiano andino dalle mille sfaccettature

    Puna Argentina, un altopiano andino dalle mille sfaccettature

    Il mio primo viaggio con avventure nel mondo. Il mio primo viaggio, non di lavoro, al di fuori dell'Europa: Argentina. In particolare il...