Girovagando per la Valpolicella

Una vacanza in nome del relax
 
Partenza il: 16/08/2020
Ritorno il: 24/08/2020
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

Questo è stato un anno particolare, per tutti, non avevamo molta voglia di andare in vacanza…però nello stesso tempo volevamo staccare un po’, almeno per rilassarci e riposare.

Abbiamo pensato di rivolgerci al nostro B&B di fiducia, il B&B Vivaldi a San Floriano, nella fantastica zona della Valpolicella. E’ posizionato in un punto strategico perché vicino a Verona, vicino al lago di Garda, vicino a Vicenza e soprattutto immerso nella Valpolicella dove ci sono un sacco di cose da vedere. Noi ci veniamo almeno una volta all’anno, quindi molte delle località nei dintorni le abbiamo già visitate, tipo il Santuario della Madonna della Corona, le cascate di Molina,

il ponte di Veja, le tante ville tra cui quella di Pojega, il borgo di S.Giorgio in Valpolicella, Borghetto sul Mincio, Soave, il Santuario della Madonna delle Salette ecc., ma ci sono ancora tante cose da vedere!

Quindi proviamo a chiamare per chiedere se c’è disponibilità: risposta affermativa, si parte per una settimana dal 16 al 24 agosto!

Prima di arrivare al b&b facciamo una sosta per vedere il castello di Villafranca, appena fuori Verona: lo vediamo solo da fuori perché il cortile interno, dal 1995, è aperto solo per spettacoli ed eventi musicali.

Ci spostiamo poi all’Eremo di S. Rocchetto, luogo di culto cattolico che sorge su una collina a breve di distanza da Quinzano, località di Verona. La facciata a capanna è preceduta da un avancorpo a due piani costituito da una porticato a cinque arcate. All’interno del portico si trovato due affreschi. E’ chiuso, anche questo lo vediamo solo da fuori: c’è una pace e un silenzio che resteremmo qui ancora un po’, ma il caldo e soprattutto la fame ci spingono a ripartire.

Essendo una giornata molto calda, decidiamo di andare a mangiare in un centro commerciale, così da avere più scelta e allo stesso tempo restare al fresco! Optiamo per l’Adigeo, un grande centro commerciale alle porte di Verona, uscita A4 Verona Sud. Ne approfittiamo anche per comprare le ultime cose che serviranno per la vacanza.

Dopo pranzo ci avviamo con calma verso San Floriano, frazione di San Pietro in Cariano, dove si trova il ns. b&b. Lo conosciamo già da anni e non ci delude mai! Facciamo una capatina alla bellissima e antica Pieve, una della più belle chiese romaniche della provincia di Verona. Oltre alla chiesa, merita un’occhiata anche il chiostro seicentesco e la torre campanaria, il cui basamento è in pietra mentre la canna prosegue a file alternate di tufo e cotto. Facciamo le foto di rito e poi, accaldati, ci rifugiamo in camera per riposare e riprenderci dal viaggio.

17 agosto

Oggi puntiamo al paese di Ceraino, dove c’è la chiusa e una bella passeggiata che costeggia l’Adige e che permette di ammirare le bellissime falesie fino ad arrivare al forte. La chiusa viene comunemente indicata come uno dei confini tra la Valpolicella e la Val d’Adige. Il tratto segnalato come chiusa va dalla fine del centro abitato di Ceraino e termina 2.5 km più avanti nella frazione di Volarne. In questo tratto l’Adige è costretto a percorrere una spettacolare gola in cui forma un paio di strette anse. La formazione di questa gola è costituita dalle pareti di un tipo di calcare particolarmente resistente all’erosione e che quindi ha obbligato il fiume a scorrere in un tortuoso percorso. Ceraino è anche il punto di partenza della pista ciclabile “Adige terra dei Forti”, un percorso ben segnalato e adatto a tutti.

Poi ci spostiamo sul lago di Garda, che però abbiamo già visto abbondantemente in altre occasioni, quindi facciamo solo una sosta a Cisano, ma purtroppo un forte temporale ci costringe a rintanarci in un bar ed attendere pazientemente che smetta di piovere.

18 agosto

Ci spingiamo fino a Vicenza, città che per il suo patrimonio artistico è stata dichiarata Patrimonio dell’umanità Unesco nel 1994. Il tour del centro storico non può che partire da Piazza dei Signori, che ospita la Basilica Palladiana e il Palazzo del Capitaniato. Oltre alle due colonne, quella col leone di S.Marco e quella col Cristo Redentore, nella piazza si trova anche il Palazzo del Monte di Pietà e accanto alla Basilica c’è la Torre Bissara alta 82 mt.

Percorriamo il corso Andrea Palladio, strada principale di Vicenza che racconta la storia della città con i suoi palazzi, botteghe e musei.

L’interno del Teatro Olimpico non l’abbiamo visto, abbiamo fatto solo un giro nel cortile.

Pensavamo di visitare due tra le più importanti ville del Palladio, La Rotonda e Villa Valmarana ai Nani che sono vicine tra loro, ma la prima è chiusa e la seconda ha un parcheggio talmente piccolo che è già pieno e non ci sono altri posti vicino per parcheggiare. Purtroppo il troppo caldo ci ha impedito di parcheggiare all’inizio della salita e farla a piedi…

Ci spostiamo a Montecchio Maggiore dove ci sono i resti del castello di Romeo e del castello di Giulietta: in realtà sono il castello della Villa e il castello della Bellaguardia, due manieri di ridotte dimensioni situati vicini, in posizione panoramica e strategica su di una collina. Pare che abbiano ispirato la storia di Giulietta e Romeo..

Andiamo poi ad Arzignano per vedere la rocca scaligera e i resti delle mura che circondavano la città.

19 agosto

In teoria saremmo partiti alla volta di Malcesine con l’intenzione di prendere la funivia e salire al monte Baldo, ma il navigatore ha interpretato male e ci voleva portare fino in cima al monte Baldo in macchina! All’altezza di San Zeno di Montagna vediamo una bella terrazza panoramica con una vista spettacolare sul lago di Garda: ma cosa andiamo a fare più in alto quando da qui si ha una vista mozzafiato? Foto a raffica e giretto in paese.

Ci hanno parlato di Campo di Brenzone, un borgo abbandonato arroccato in cima ad una collina, da dove, manco a dirlo, si vede il lago di Garda! Parcheggiamo la macchina a Sommavilla e poi cominciamo la salita verso il borgo: è una bella scarpinata, ma niente di impossibile, se non fosse per il caldo.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Italia
    Diari di viaggio
    alpe veglia, i pascoli del cielo

    Alpe Veglia, i pascoli del cielo

    Il titolo non è mio ma calza a pennello al posto in cui vi voglio portare con questo breve racconto.Cominciamo dall’ubicazione:...

    Diari di viaggio
    napoli, storia della fine di un pregiudizio

    Napoli, storia della fine di un pregiudizio

    Desideravo fare una vacanza che fosse piena di colori, di profumi, che mi riempisse il vuoto grigio lasciato dai due anni di Covid. Mentre...

    Diari di viaggio
    ostia antica: una gita fuori porta nella bellezza del passato

    Ostia Antica: una gita fuori porta nella bellezza del passato

    Il meraviglioso spettacolo che Ostia Antica offre al visitatore è qualcosa di magico, e solo percorrendo le sue strade lastricate in...

    Diari di viaggio
    tra marche e romagna, mondaino e le sue fisarmoniche

    Tra Marche e Romagna, Mondaino e le sue fisarmoniche

    Certo che in Romagna non ci si annoia mai! Ecco che parto di nuovo verso le campagne assolate della mia terra, allontanandomi per un po’...

    Diari di viaggio
    tra italia, slovenia e croazia a caccia di primati

    Tra Italia, Slovenia e Croazia a caccia di primati

    Un viaggio on the road di nove giorni con mio marito e nostro figlio Leonardo di sei anni, partendo in auto dalla Valtellina dove viviamo,...

    Diari di viaggio
    autunno tra le dolomiti ampezzane

    Autunno tra le Dolomiti Ampezzane

    Ho sempre adorato viaggiare e stare in mezzo alla natura, amo scattare fotografie che mi ricordino per sempre panorami mozzafiato e ogni...

    Diari di viaggio
    umbria, il cuore verde dell'italia

    Umbria, il cuore verde dell’Italia

    Il cuore dell'Italia ha la forma e i colori dell'Umbria, una piccola Regione adagiata sugli Appennini nel bel mezzo dello Stivale, a metà...

    Diari di viaggio
    quattro giorni nel cuore d’abruzzo

    Quattro giorni nel cuore d’Abruzzo

    Cosa fare quattro giorni nel centro Italia? Noi abbiamo visitato posti incredibili e vissuto esperienze meravigliose nel cuore...

    Diari di viaggio
    montebello, misteri e buon cibo sulle colline della valmarecchia

    Montebello, misteri e buon cibo sulle colline della Valmarecchia

    Chi pensa che la Romagna sia solo mare, ombrelloni e piadina, si sbaglia di grosso. Se per un giorno lasciate le spiagge di Rimini...

    Diari di viaggio
    i campi viola di orciano pisano

    I campi viola di Orciano Pisano

    Spettacolare il colpo d’occhio dei campi di lavanda in fiore, non più un’esclusiva della Provenza. Da qualche anno li possiamo...