Girovagando per la Scozia

Dieci giorni girovagando per la Scozia con partenza dalla splendida Edinburgo e poi attraverso i paesaggi incontaminati delle Highlands e delle Ebridi “accompagnati” da tantissimi animali
 
Partenza il: 25/06/2013
Ritorno il: 04/07/2013
Viaggiatori: 5
Spesa: 1000 €

Dopo un inizio indeciso – quest’anno volevamo optare per una vacanza più tranquilla -, complice il prezzo decisamente economico dei voli Ryanair, abbiamo scelto di trascorrere le nostre vacanze in Scozia ed ecco che così con Andrea – mio marito -, Eleonora e Lorenzo – i miei figli di 10 e 6 anni – e Sonia – mia cognata – partiamo alla scoperta di un nuovo pezzo di mondo…..Quest’anno, a causa di un po’ di stanchezza trascinata per tutto l’inverno, ho dedicato molto meno tempo del solito alla scelta del percorso – giusto un’occhiata a Via Michelin per evitare tappe troppo lunghe e un’idea delle cose più belle da vedere – e delle sistemazioni , ma siamo giunti comunque all’agognato giorno della partenza!

25 giugno 2013

Arriviamo ad Edimburgo nel primo pomeriggio: la città ci accoglie con una bella giornata di sole, il nostro hotel – Edimburg House Hotel, € 250 x 2 notti 1 camera quadrupla e 1 singola – è in una zona residenziale molto tranquilla, vicinissimo ad un parco molto carino e comodissimo con gli autobus per il centro – i biglietti si possono fare sul mezzo ma bisogna ricordarsi i soldi contati £ 1,50 adutli/0,70 bambini per la corsa singola oppure £ 3,50/2,00 per il giornaliero -. La prima tappa appena scesi in centro è un fish&chips che ci fa entrare nell’atmosfera scozzese. Giriamo la Old Town senza meta, percorrendo con calma la Royal Mile, concedendoci di perderci per i close e fermandoci ad assistere agli spettacoli dei numerosi artisti di strada, dai classici suonatori di cornamusa ai pittori agli illusionisti. E’ bella Edimburgo, con le sue facciate scure e la tantissima – e diversissima – gente che gira per strada. Come prima cena scozzese scegliamo zuppa, salmone affumicato, steak pie – una specie di spezzatino servito dentro una zuppiere con una “coperchio” di pasta sfoglia – e hamburger per i piccoli: i prezzi sono abbastanza contenuti – sotto i € 10,00 – però viaggiando con i bambini bisogna fare molta attenzione agli orari, infatti la stragrande maggioranza dei locali non li accettano dopo le ore 20,00 e sono davvero fiscali! La prima impressione comunque è davvero piacevole e, grazie alle tantissime ore di luce, riusciamo davvero a fare un bel giro.

26 giugno 2013

Cominciamo la giornata con ottimi muffin comprati da Victoria Patiserie e poi dedichiamo la mattinata al Castello di Edimburgo: l’ingresso è un po’ caro – £ 16,00 adulti/9,50 bambini – ma merita la visita, è molto ben tenuto, a mezzogiorno riusciamo ad assistere anche allo sparo del cannone e la vista è superba. All’interno è possibile visitare anche diverse esposizione e c’è anche un self service per soddisfare tutte le esigenze. Usciti dal Castello entriamo in un negozio di souvenir – uscendo subito a sinistra dopo l’arco – che sembra piccolissimo e invece poi rivela diversi piani sotterranei, nell’ultimo ci sono telai in funzione con cui si producono kilt e io mi lascio tentare dall’acquisto, peccato che quando tornerò a casa il clima non mi consentirà certo di indossarlo! Anche oggi c’è uno splendido sole così ci fermiamo in uno dei grandissimi parchi che allietano il centro di Edimburgo: è davvero rilassante togliersi le scarpe e riposare su questi prati “morbidi” per poi perdersi a guardare le corse di uno scoiattolo….. Con i bimbi facciamo sosta in un bel parco giochi che si trova esattamente sotto il castello e da dove è possibile scattare bellissime foto al Castello.

Seguendo le indicazioni della guida ci dirigiamo verso il Royal Yacht Britannia: eravamo convinti di trovare un porto turistico ed invece ci troviamo in un Centro Commerciale immerso nel nulla, proprio non ci piace e quindi decidiamo di ritornare in centro. Questa sera, visto che cominciava ad essere tardi e temevamo il coprifuoco bambini – ed eravamo anche un po’ stanchi – , optiamo per il primo locale che troviamo: messicano, alla faccia di “luogo che vai cucina che trovi…..”

27 giugno 2013

Ancora muffin per colazione, comprati da Costa, ma erano più buoni quelli di ieri…. Lasciamo Edimburgo al mattino: due giorni ti consentono una visita un po’ superficiale, noi ad esempio non abbiamo usufruito delle numerose proposte museali, però ci hanno lasciato il ricordo di una città accogliente e il soggiorno ci ha proprio soddisfatti. Ci dirigiamo verso il Fife, la piccola penisola subito a nord di Edimburgo: prima tappa il paesino costiero di Anstruther, piccolo, ordinato, dall’aria un po’ retrò – abbiamo fotografato delle vetrine che sembrano arrivare direttamente dagli anni ’60 – e con un delizioso porticciolo. Arriviamo per ora di pranzo e siamo “travolti” dai ragazzi che escono da scuola, tutti con le loro divise, e davvero tantissimi date le dimensioni del paese. Ci fermiamo a mangiare un abbondantissimo fish&chips in un localino sul porto, frequentato dai pescatori: purtroppo oggi piove e siamo costretti ad adattarci all’angusto spazio interno del locale. Dopo mangiato facciamo comunque due passi sulla spiaggia lasciata libera dalla bassa marea.

Sempre accompagnati del maltempo attraversiamo il Perthshire e il Cairngorms National Park che comunque regalano paesaggi incantevoli per arrivare nella costa del Moray Firth nel paesino di Findhorn. Ci siamo arrivati perché le guide dicevano che qui era possibile avvistare le foche, noi non le abbiamo incontrate ma in compenso siamo rimasti incantati da questo piccolo villaggio con una lunghissima spiaggia in cui abbiamo assistito allo spettacolo delle maree che in un paio d’ore ha cambiato completamente la morfologia della costa. Ci saremmo fermati volentieri ma per la notte avevamo già prenotato prima di partire – fine giugno/inizio luglio è considerata altissima stagione e temevamo di trovare tutto pieno – ad Inverness, vicino al lago di Loch Ness, al Premier Inn Inverness Centre, un po’ impersonale ma molto pulito e funzionale – € 123 la quadrupla per notte con la colazione – e quindi siamo costretti a dirigerci verso la nostra prossima sistemazione

28 giugno 2013

Siamo scesi lungo il Loch Ness ammirando le coste di questo lago famosissimo – ma non il più bello della Scozia – con una breve sosta nei pressi dell’Urquhart Castle – che non abbiamo visitato perché non ci sembrava granché – poi abbiamo girato ad ovest verso l’isola di Skye con una piacevolissima sosta al Eilan Donan Castle (€ 16 il biglietto familiare ): molto scenografico dall’esterno perché si trova su un piccolissimo promontorio e anche gli interni sono molto interessanti con tutte le sale riccamente arredate, la ricostruzione delle cucine e un sacco di foto degli ultimi proprietari del Castello. Dopo la visita – e sosta pic nic con panini fatti da noi che sono diventati il nostro pranzo abituale – ci siamo diretti verso Uig, sulla punta dell’isola di Skye, dove avevamo prenotato per la notte al Uig Hostel – € 27,00 a persona a notte nella camera privata a 6 letti ma per stare da soli bisogna prenotare tutti i letti e purtroppo abbiamo scoperto che anche se si chiamano “private room” hanno il bagno in comune – molto pulito, con personale disponibile e simpatico. Il posto è molto solitario, frequentato dagli amanti della bicicletta e delle escursioni, con una vista che spazia a perdita d’occhio sul mare e si ha proprio la sensazione di essere “in mezzo al mare”. Per la cena siamo scesi nel piccolo porto dove abbiamo mangiato aragostine bollite – che non abbiamo capito perché in Scozia vengono sempre servite fredde – al Pier Restaurant, ma sinceramente il servizio lascia decisamente a desiderare e anche il rapporto qualità/prezzo non era dei migliori

Guarda la gallery
viaggi-con-bambini-6nbpe

scozia - suonatore di cornamusa

viaggi-con-bambini-ctvnu

scozia - eilan dolan castle

viaggi-con-bambini-n5c3h

scozia - castello di edimburgo

viaggi-con-bambini-t2wut

scozia - paesaggio

viaggi-con-bambini-fvphn

scozia - porticciolo nel Kintyre



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Gran Bretagna
    Diari di viaggio
    weekend a cardiff, tra birra e rugby

    Weekend a Cardiff, tra birra e rugby

    Ogni due anni ci aspetta un appuntamento con il mondo del rugby: la partita Galles - Italia del Sei Nazioni. Cogliamo questa occasione per...

    Diari di viaggio
    56esimo compleanno a londra

    56esimo compleanno a Londra

    Per festeggiare il mio 56esimo compleanno ho deciso di andare a Londra con mia moglie. Per noi da Genova andare a Londra è molto comodo ed...

    Diari di viaggio
    scozia: itinerario tra castelli e suggestivi panorami

    SCOZIA: itinerario tra castelli e suggestivi panorami

    Buongiorno Turisti per caso! Vi vogliamo raccontare del nostro viaggio scozzese alla scoperta della costa occidentale e delle città di...

    Diari di viaggio
    una londra insolita

    Una Londra insolita

    Eccoci di nuovo a Londra: una settimana durante le vacanze di natale. Pienissima di turisti, si sentono parlare tante lingue diverse,...

    Diari di viaggio
    magic london

    Magic London

    Londra è una città meravigliosa in tutto e per tutto. E solo vivendola ci si può rendere conto di ciò. A chi non c'è mai stato dico:...

    Diari di viaggio
    capodanno a londra 4

    Capodanno a Londra 4

    Primo giorno. Partenza il 30/12 ed arrivo a Londra. Volo Easyjet per Londra-gatwick prenotato con largo anticipo e soggiorno, dopo alcune...

    Diari di viaggio
    london calling again

    London calling again

    Con poca fantasia ho ceduto anche io alla tentazione di prendere spunto dall'album capolavoro dei Clash per dare un titolo a questo diario...

    Diari di viaggio
    4 giorni a edimburgo, cosa visitare?

    4 giorni a Edimburgo, cosa visitare?

    Se avete solo 4 giorni per visitare Edimburgo e le zone più interessanti della Scozia, noi vi possiamo aiutare con il nostro itinerario,...

    Diari di viaggio
    walk on, liverpool!

    Walk on, Liverpool!

    Scegliere una città per un city break è sempre abbastanza facile. L'Europa è uno scrigno talmente pieno di tesori che il vero problema...

    Diari di viaggio
    dieci giorni tra i borders scozzesi e il northumberland

    Dieci giorni tra i Borders scozzesi e il Northumberland

    L’itinerario che abbiamo scelto in questa occasione si snoda tra due regioni confinanti, tra la Scozia e l’Inghilterra: i Borders...

    Video Itinerari