Giro in moto per la Croazia

1000 chilometri in sella lungo la costa croata, tra parchi, città e spiagge
 
Partenza il: 01/08/2015
Ritorno il: 08/08/2015
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

Croazia 1-8 agosto 2015

1 agosto

Partenza Roma 14.00

–> Roma –> 320 km – 3h30m –> Ancona

–> Ancona – Spalato –> Nave

Dopo aver mangiato una bella linguina al pesto a casa, partiamo verso le 14.00 alla volta di Ancona, una sosta di 20 minuti a Fabriano per bagno ed acqua e alle 17.20 siamo al porto. Dopo il caldo infernale sofferto sull’autostrada e superstrada fino a Fabriano, fortuna ha voluto che da Fabriano ad Ancona il cielo si fosse annuvolato e ci ha permesso di arrivare in tranquillità al porto. Facciamo il check-in e attendiamo l’imbarco “all’ombra delle nuvole”. Alle 18.30 siamo già in cabina, facciamo una bella doccia, un piccolo riposo e andiamo a cenare al self-service della nave con una bella bistecca. La stanchezza ci permette di fare un buon sonno nella cabina.

Pernottamento Nave

2 agosto

– Arrivo a Spalato ore 7.00

–> Spalato –> 30km – 40m –> Trogir –> 33km – 35m –> Primosten –> km 30 – 34m –> Sibeniko

Alle 6.00 l’altoparlante della nave ci sveglia, facciamo colazione al bar della nave e alle 7.20 siamo già sbarcati.

Ci dirigiamo subito verso Solin, a 7 km da Spalato, raggiungiamo il sito archeologico di Salona, lo troviamo aperto e gratuito e dedichiamo una breve visita a questo sito ben conservato ma non così interessante per noi italiani abituati a ben altro. Salona è il luogo dove è nato l’imperatore Diocleziano!

Usciamo dal sito e ci dirigiamo verso Trogir, imboccando la strada costiera, evitando la superstrada, passando per la zona turistica e caratteristica di Kastela. I 7 piccoli castelli sono talmente piccoli e insignificanti che passiamo velocemente oltre.

Arriviamo a Trogir verso le 9.30, visitiamo il centro storico (Starigrad) di questa piccola città medioevale patrimonio Unesco e ci fermiamo a prendere un espresso e dei rafioli (dolce tipico di Trogir a base di mandorle) ad un bar vicino alla piazza dove c’è la cattedrale. L’atmosfera tra i vicoli caratteristici è leggera e tranquilla.

Riprendiamo la moto e ci dirigiamo verso Sibenik, passando per la suggestiva strada costiera che ci permette di ammirare il paesaggio costiero di questa zona della Croazia. Ci fermiamo per strada nel grazioso paesino di Primosten, che visitiamo velocemente e poi non possiamo fare a meno di tuffarci nello splendido mare della spiaggetta che si trova a destra prima dell’entrata alla cittadina. La spiaggia è di ciottoli grandi, l’acqua è limpidissima e fa molto caldo. Ci asciughiamo a saliamo alla konoba “Torkul” proprio sopra la spiaggia, dove mangiamo il saporito formaggio di Pag, ottimi calamari alla griglia, beviamo dissetante birra croata alla spina e un buon espresso (35€). Dopo pranzo riscendiamo in spiaggia, raccogliamo le nostre cose e riprendiamo la moto dirigendoci alla volta di Sibenik, dove arriviamo alle 15.00. Parcheggiamo e prendiamo possesso del nostro grazioso appartamento (50€) nel centro storico della città, dalla gentile proprietaria e figlia, facciamo una bella doccia, smontiamo le borse, riprendiamo la moto e raggiungiamo la cattedrale di San Giacomo (patrimonio Unesco). Purtroppo la chiesa è in restauro e stanno per celebrare un matrimonio, quindi non possiamo entrare. Riusciamo ad affacciarci e scopriamo che anche l’interno è in restauro. Così riusciamo a vedere ben poco di questa magnifica chiesa.

Risaliamo in moto e ci dirigiamo verso la spiaggia di Solaris (trovata su google). Parcheggiamo la moto, entriamo nel complesso e ci dirigiamo verso la spiaggia. Il complesso è enorme, c’è molta gente ed è caotico. Musica in spiaggia, di sassi. Non ci piace molto ma siamo stanchi e l’aria è gradevole, quindi ci facciamo un bagno e ci addormentiamo sulla spiaggia. Restiamo fino alle 19.30 perché la temperatura è molto gradevole. Torniamo a Sibenik e ci fermiamo a mangiare al ristorante “Nostalgija” (32 €), proprio dietro al nostro appartamento, il n° 1 secondo Trip Advisor. Prendiamo misto carne e insalatona con polpo. Tanta cipolla ma cibo buono. Dolce della casa e grappa al miele offerta.

Torniamo a casa a fare una doccia e usciamo, prima di andare a dormire, per fare una passeggiata nel grazioso centro storico della città dove c’è veramente una bella atmosfera.

Pernottamento Sibeniko – Apartments Sarita (50€) – Trg Julija Skjavetića, 22000 Šibenik

3 agosto

–> Sibeniko –> 180 km – 2h –> laghi di Plitvice

Sveglia presto, andiamo a comprare la colazione a un forno vicino all’appartamento, rifacciamo le borse e alle 9.00 riconsegniamo le chiavi dell’appartamento e siamo già in sella, direzione Skardir (Scardona). Facciamo i biglietti per il parco del Krka e prendiamo la barca che ci porta all’entrata del parco. Entriamo al parco verso le 10.30 e facciamo anche i biglietti per l’escursione all’isola di Visovac delle 13.00. Ci dirigiamo alla cascata principale. Come molti altri turisti, accaldati, ci spogliamo e ci facciamo il bagno nelle fresche e limpide acque del fiume sotto le cascate. Ci asciughiamo, ci rivestiamo e proseguiamo nel parco attraverso le passerelle fino a raggiungere l’imbarco per l’escursione sull’isola, non prima di aver comprato i panini per il pranzo. Arriviamo all’imbarco dopo una lunga e faticosa camminata, soprattutto a causa del caldo, mangiamo i panini e ci appisoliamo sotto un albero fino alle 13.00, quando arriva la barca che ci porta all’isola. Dopo 45 minuti di lunga e noiosa navigazione sul fiume giungiamo sulla suggestiva isola di Visovac in mezzo al fiume, dove c’è una chiesa e un monastero. In realtà non è molto interessante, anche se ha una forte valenza religiosa per i croati. Altri 45 minuti di navigazione ci portano indietro, torniamo alla cascata principale terminando il giro delle passerelle sopra le cascate e riprendiamo la nave per Skardir alle 16.00. Prima di risalire in moto mangiamo un burek al formaggio (torta salata) e facciamo un nuovo bagno rinfrescante nelle acque del fiume. Puntuali come da programma risaliamo in moto alle 17.00 alla volta di Jezerce, appena prima del parco dei laghi di Plitivice. Imbocchiamo l’autostrada verso Zagabria e ci fermiamo a fare benzina, proseguiamo sull’autostrada fino all’uscita per la strada statale che ci porterà a destinazione. La temperatura è scesa molto, quindi a circa 40 km dalla destinazione, località Udbina, ci fermiamo per indossare la felpa, ma la moto non riparte più! La batteria che avevo cambiato per sicurezza prima di partire ci ha abbandonato. Sono le 19.00, chiamo subito l’assistenza inclusa nella mia polizza, ma per incomprensioni con la loro filiale ungherese che gestisce il servizio in Croazia il carro attrezzi arriva solo alle 23.30. Dopo questa provante attesa, l’autista che parla solo croato e tedesco, carica e assicura la moto sul carro attrezzi e ci porta alla sua seconda casa, sopra il deposito del carro attrezzi, a circa 40 km di distanza a Gracac. La moglie ci prepara una cena veloce e sveniamo nella stanza che ci mettono a disposizione, non prima di aver fatto una bella doccia: un’esperienza veramente singolare e che non dimenticheremo facilmente. La cosa più assurda è che non sappiamo neanche i nomi di questi originali samaritani croati!



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Krka
    Diari di viaggio
    tour completo della croazia in macchina

    Tour completo della Croazia in macchina

    Vivendo in un posto dove si può andare in spiaggia tutto l'anno, quest’anno ho deciso di lasciare indietro questa necessità,...

    Diari di viaggio
    croazia on the road 3

    Croazia on the Road 3

    L'aria tiepida della primavera stava prendendo il posto di quella, più gelida, che riempie gl'inverni di Milano. E con l'arrivo del primo...

    Diari di viaggio
    italia - slovenia - croazia - bosnia on the road

    Italia – Slovenia – Croazia – Bosnia on the road

    nei pressi della spiaggia di Copacabana. Come tutte le cose, specialmente quelle belle finiscono, siamo arrivati al nostro ultimo giorno di...

    Diari di viaggio
    in dalmazia tra mare splendido e cascate

    In Dalmazia tra mare splendido e cascate

    Quest'estate ho deciso di tornare con moglie, bimbo e cognato in Croazia, per la terza volta. Dopo l'Istria, che anni fa mi era molto...

    Diari di viaggio
    giro in moto per la croazia

    Giro in moto per la Croazia

    Croazia 1-8 agosto 2015 1 agosto Partenza Roma 14.00--> Roma --> 320 km – 3h30m --> Ancona--> Ancona - Spalato...

    Diari di viaggio
    in croazia tra mare e monti

    In Croazia tra mare e monti

    Arrivano le agognate ferie, comunicate il giovedì e subito ci mettiamo alla ricerca di itinerari accessibili alle nostre tasche e ai...

    Diari di viaggio
    tra croazia e bosnia

    Tra Croazia e Bosnia

    Giorno 1, 10/08/14: Napoli-Ancona Siamo partiti in 2 con l’auto da Napoli direzione Ancora per imbarcarci con la compagnia SNAV...

    Diari di viaggio
    makarska & dintorni

    Makarska & dintorni

    Luoghi visitati: Krka, Sibenik, Trogir, Split, Isola di Brac, Brela Salve a tutti i frequentatori di “turisti per caso”! Dopo tanti...

    Diari di viaggio
    avventura croata

    Avventura Croata

    Lunedì mattina, quando ancora non è l'alba, io e il mio ragazzo partiamo da Pavia alla volta della Croazia armati di Lonely Planet, tenda...

    Diari di viaggio
    scoprire brela

    Scoprire Brela

    Dal 24 al 31 luglio 2010 sono stata con il mio ragazzo a Brela, piccola cittadina nella riviera di Makarska in Dalmazia. Per la terza volta...