Giordania in tour 2

Giordania con viaggi del turchese in chiaroscuro
 
Partenza il: 04/05/2010
Ritorno il: 18/05/2010
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

Giordania 04 – 19 Maggio 2010

Questa primavera sarà Giordania. L’ operatore scelto è I Viaggi del Turchese, di cui ci siamo già serviti lo scorso Settembre per visitare la Turchia. Fissiamo la partenza per il 4 Maggio, scegliendo il Tour della Giordania con estensione mare Taba, Hotel Paradise Friends Radisson Blue Resort. La scelta è ricaduta sulla Giordania in quanto volevamo un Paese bello, piccolo con distanze comode per un tour appagante culturalmente ma non eccessivamente faticoso. Ci siamo: partenza da Bergamo Orio al Serio ore 07,00 con arrivo ad Aqaba previsto alle 12,20 circa ora locale. Per una volta intravvediamo la possibilità di una mezza giornata libera all’ arrivo per familiarizzare con questo Paese che ci hanno descritto meraviglioso. Sull’ aereo, dopo un decollo quasi puntuale, percepiamo qualche frase tra chi effettuerà il tour con noi che parla di un trasferimento via terra da Aqaba ad Amman poiché il giro, anziché iniziare come previsto da sud verso nord, sarà in senso inverso. Saranno Saranno quelli che hanno prenotato in ritardo, pensiamo, anche perchè l’ aereo non ha un solo posto libero. Infatti alcuni dei nostri compagni di volo esibiscono una comunicazione scritta che li preavvisa del cambio programma. Noi non abbiamo ricevuto altro, post pagamento, che la comunicazione adeguamento carburante; quindi nessun dubbio, noi partiremo da Aqaba. Così la logica. Invece alle ore 13,30-14,00 dopo il check-out ci ritroviamo sul bus diretti ad Amman. Addio mezza giornata libera, e davanti a noi 6 ore di autobus, dopo aver consumato il pasto in un ristorante di Aqaba a nostre spese in quanto la pensione completa prevista inizia con la cena… Si parte. La nostra guida si chiama Khaldun, è un giordano di circa 40 anni, che si dimostrerà di media capacità professionale. Al termine della traversata del Paese, poiché di ciò si tratta, ci ritroviamo divisi in due gruppi, ospitati in due hotel diversi, nessuno dei due tra quelli previsti dal catalogo, tant’è che ci si comincia a chiedere se il famigerato Tulip esista davvero, se sia usato solo come specchietto per le allodole a cosa… A noi tocca l’ hotel Gerusalem, il cui staff è professionale e cortese (dote che riscontreremo nella stragrande maggioranza del Giordani), ma l’ albergo mostra qualche limite. Mercoledì 05 Maggio.

Si inzia con la visita della città di Amman, che conta circa 2 milioni di abitanti su un totale dell’ intero Paese di circa 6 milioni di anime. Non si può visitare questa città senza partire dalla cittadella, che occupa uno dei colli su cui è edificata Amman. Il Turchese lo sa talmente bene che la visita di questo Sito è classificata come tour facoltativo, e quindi rastrellano 22 euro a testa. Chi scuce visita la cittadella con ausilio della guida prevista per il Tour per cui si è già pagato, chi non si assoggetta a questa gabella si ritrova a vagare da solo per la città o in albergo ad attenderci al rientro. Per loro la visita di Amman si limiterà alla traversata del bus da e per altre mete con base la Capitale . Finita la visita della cittadella si passa a raccogliere il resto della compagnia nei due hotel – ogni volta 1 ora circa persa per questa operazione – e si parte alla volta dei castelli nel deserto, sulle tracce di Lawrence d’ Arabia. Che dire, di una giornata così semplicemente si poteva fare a meno. I forti di Lawrence sono dei cumuli di pietre mal tenute, mal curate e senza alcun interesse storico-archeologico. Pranzo presso ristorante turistico della zona. Non commenteremo qualità del cibo, né servizio e pulizia, poiché non si può pretendere di visitare Paesi di quest’ Area del mondo esigendo standard a cui siamo abituati a casa nostra. A fine giornata rientro ad Amman da una parte rigorosamente differente da quella da cui siamo usciti, così il Turchese può classificare questi trasferimenti come “visita panoramica della Città”. N.B. Non è una battuta, ci è stato così detto testualmente dalla referente dell’ operatore. La cena di questa giornata non è inclusa nel pacchetto, così ci viene proposta la classica cena con esibizione folkloristica in locale tipico (leggi inchiappettata del turista). Ci caschiamo, sganciamo 33 euro a testa per una cena del tutto normale ed una esibizione che si limita a 15-20 minuti di saltelli con cornamuse intonanti, udite udite, l’ inno britannico. Giovedì 06 Maggio.

Oggi destinazione Jerash, o Gerasa a nord della Capitale. Uscita dalla città con inedito itinerario per i motivi già segnalati, e dopo circa 2 ore siamo in questa località che ci offre i suoi ben conservati reperti di epoca romana. Notevoli il teatro, vari edifici dell’ antica urbe, il circo, tutto il “cardo maximum” ancora ben colonnato. Per chi vive in Italia queste opere suscitano sempre un po’ di legittimo orgoglio, poiché richiamano alla mente le opere d’ arte che i nostri avi ci hanno lasciato in patria, anche se spesso quelle erette in queste zone sono il frutto di enormi fatiche addossate alle popolazioni locali. Più interessante del giorno precedente ( e ci voleva davvero poco) ma non è per questo che siamo qui. Pranzo e poi via per visitare Qasr el’ Abd, o palazzo del servo, per cui valgono le osservazioni già fatte sopra. Rientro ad Amman, questa volta da nord, ed abbiamo modo di ammirare la zona delle ambasciate, dei residenti abbienti, ricchi professionisti e notabili. Il quartiere è davvero ben tenuto, pulito ed elegante, con edifici ben costruiti che poco hanno a che spartire con lo stile pacchiano che si può notare in altri paesi arabi senza problemi di soldi. Anzi, dobbiamo al riguardo segnalare che questo Paese ci ha stupito per la sua particolare pulizia in ogni ambiente pubblico, dalle strade ai giardini, dove operano schiere di operatori ecologici, ognuno con la sua bella divisa secondo specialità. E dobbiamo quindi dedurre che se la metà dei Giordani, come riferito da Khaldun, sono poliziotti, l’ altra metà deve per forza essere impiegata per la pulizia di questo Paese, che davvero in questa Area del pianeta ha delle peculiarità interessanti, se si considera che senza grandi risorse naturali, con soli 6 milioni di abitanti e con un turismo che inizia solo adesso ad industrializzarsi riesce a presentarsi pulito, sicuro, discreto, gentile e, come scopriremo nei prossimi giorni, con delle incomparabili bellezze. La prospettiva di rientrare in albergo ed infilarci a letto non ci alletta, e quindi chiediamo a Khaldun di sbarcarci in centro, così da visitare la zona antica della Città, che si trova sotto la Cittadella, intorno al teatro romano. Abituati alla fastidiosa invadenza dei commercianti di altri Paesi confinanti, si resta davvero piacevolmente colpiti dalla discreta cordialità di questa gente dolce e gentile, che cerca di offrire le proprie merci senza mai insistere. In giro pochissimi turisti e molti acquirenti locali, che affollano soprattutto i negozi di frutta secca e di spezie, molto presenti. Venerdì 07 Maggio 2010



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Amman
    Diari di viaggio
    giordania on the road

    Giordania on the road

    L'incanto della terra rossa. Viaggio on the road alla scoperta della GiordaniaDiario di viaggio 1° settembre - Arrivo ad...

    Diari di viaggio
    giordania on the road 6

    Giordania on the road 6

    È il deserto, una distesa di nulla più assoluto, quello che vediamo mentre l’aereo si abbassa per atterrare all’aeroporto di Amman,...

    Diari di viaggio
    giordania in febbraio

    Giordania in Febbraio

    A settembre 2019, in accordo con una coppia di amici, abbiamo deciso di organizzare una decina di giorni da trascorrere non lontano...

    Diari di viaggio
    vacanze di natale in giordania

    Vacanze di Natale in Giordania

    La Giordania è un’ottima meta per le vacanze invernali perché, nonostante le non troppe ore di luce, permette di visitarla quasi...

    Diari di viaggio
    giordania classica di o quasi

    Giordania classica di o quasi

    Domenica 15 settembre 2019 – In viaggio Ci aspetta una lunga giornata: anche se le ore volo in sè non sono tante, le coincidenze non...

    Diari di viaggio
    giordania 2019

    Giordania 2019

    30/8/2019 - venerdì Ore 12 prendiamo l'autostrada per l'aeroporto, oggi è molto affollata e impieghiamo più di un ora per raggiungere...

    Diari di viaggio
    giordania zaino in spalla

    Giordania zaino in spalla

    La mia filosofia di viaggiatore mi porta a stare a contatto con la gente del posto, mangiare dove mangiano i "locali" e prendere mezzi di...

    Diari di viaggio
    nel paese delle meraviglie

    Nel Paese delle Meraviglie

    Dopo varie vacanze in giro per l'Italia io e la mia ragazza decidiamo di realizzare uno dei viaggi che sogniamo di fare da tempo: vedere...

    Diari di viaggio
    medio oriente fai da te: i contrasti di israele e le bellezze della giordania

    Medio Oriente fai da te: i contrasti di Israele e le bellezze della Giordania

    Introduzione Questo racconto sarà così organizzato: all'inizio raccoglierò una serie di consigli utili per coloro che vogliono...

    Diari di viaggio
    giordania in pillole

    Giordania in pillole

    Ed anche quest'anno è arrivato il mio compleanno...e anche quest'anno posso scegliere un viaggio... e allora Giordania sia! ma se il tuo...