Giordania classica di o quasi

Meravigliosa terra di mezzo, oasi di pace e serenità in un angolo di mondo turbolento, tutta da scoprire e gustare poco per volta.
 
Partenza il: 15/09/2019
Ritorno il: 25/09/2019
Viaggiatori: 3
Spesa: 2000 €

Domenica 15 settembre 2019 – In viaggio

Ci aspetta una lunga giornata: anche se le ore volo in sè non sono tante, le coincidenze non sono eccezionali e così ci troviamo a partire da casa alle 7.30 per arrivare ad Amman solo alle 23.00 di questa sera, con appena un’ora di fuso orario in più rispetto all’Italia.

Il volo, con scalo ad Istanbul di quasi sei ore, è con la compagnia Turkish Airline, con cui ci siamo trovati bene e la seconda tratta Istanbul-Amman sarà operata dalla Royal Jordan. Assieme all’assicurazione medica e annullamento viaggio e alle prime due notti all’hotel Amman West di Amman, le abbiamo acquistate tramite la nostra agenzia italiana di fiducia, mentre per il successivo tour, compreso di pernottamenti, abbiamo contattato un agenzia giordana, la Discover Jordan, che ci ha messo a disposizione un’auto con autista solo per noi e gli hotel, nei quali ci siamo trovati benissimo, e per la precisione:

– Holiday Inn Resort per le due notti nel Mar Morto

– Petra Palace Hotel per le tre notti a Petra

– Rahayeb Desert Camp per la notte nel Wadi Rum

– Movenpick Resort per la notte ad Aqaba

Tutti ottimi e in posizione strategica rispetto ai siti da visitare, forse un pochettino sopra alle nostre abitudini, ma andare al di sotto di questi standard si rischia poi di ritrovarsi in delle topaie, come abbiamo potuto appurare durante il viaggio, parlando con altre persone che hanno provato a risparmiare così.

Inoltre nel tour organizzato dalla Discover Jordan erano compresi anche tutti gli ingressi non fattibili con il Jordan Pass, che è assolutamente da fare. Infatti se l’ingresso nella maggior parte dei siti costa appena 2/3 JD, il visto (54 JD) e un ingresso a Petra (50 JD) da soli ne giustificano l’acquisto. Noi abbiamo fatto quello che consente ben 3 ingressi a Petra spendendo solo 80 JD (in quel momento il cambio era circa 1,3, quindi 105 euro).

Il volo con partenza da Amman e rientro da Aqaba, prenotato un mesetto prima della partenza ci è costato 467 euro a testa (prenotando con più anticipo si può fare di meglio), le prime due notti ad Amman con colazione e l’assicurazione 197 euro a testa, il tour 1.086 euro a testa che abbiamo pagato per metà al momento della conferma e per metà all’arrivo ad Amman.

Per stare là, in 10 giorni di viaggio, mangiando fuori una volta al giorno (per pranzo ci facevamo bastare qualche panino sottratto dal buffet della colazione, ottima e abbondante ovunque), senza stare troppo a guardare al risparmio, compreso anche i souvenir, le migliaia di bottiglie di acqua, e una bella e abbondante mancia finale che si è stra-meritata la nostra driver, abbiamo cambiato 400 euro a testa.

Abbiamo scelto un noleggio con autista anche per andata e ritorno da casa all’aeroporto in Italia perché il rientro sarà ancora peggio dell’andata in quanto ad orari, infatti più o meno avrà la stessa lunghezza del viaggio di andata, ma con partenza da Aqaba all’1.40 di notte, quindi notte completamente in bianco dopo giornata intera in giro. Insomma non ci fidiamo a guidare per un’ora al rientro dopo una sfacchinata così, e questa cosa ci costa 150 euro, quindi più o meno come lasciare l’auto nel parcheggio dell’aeroporto.

Ad attenderci ad Amman troviamo un corpulento rappresentante dell’agenzia Discover Jordan che ci viene incontro appena scesi dall’aereo, prende in consegna i nostri passaporti e i nostri Jordan Pass e ci guida all’uscita salutando (e saltando) tutti gli addetti ai controlli, così da farci risparmiare un sacco di tempo nelle formalità.

Andiamo incontro al nostro autista, anzi alla nostra autista, con sorpresa infatti ci accoglie una bella ragazza di nome Alaa, diminutivo di un non ben definito nome più lungo, che in abiti occidentali e modi un filo mascolini, in un italiano non perfetto ma scorrevole, ci da il benvenuto e ci fa accomodare sulla sua pulistissima Hyunday Elantra.

Sarà lei la nostra autista per tutto il viaggio, e ci sembra strano, in un paese prevalentemente musulmano, del vicino oriente, questo contrasto tra le donne con il burqa, o anche solo il velo, che abbiamo incontrato e questa ragazza, così sveglia, emancipata, indipendente che svolge un lavoro così maschile.

Per entrare in hotel dobbiamo passare, noi e i nostri bagagli, sotto il metal detector, misure di sicurezza, che troveremo quasi dappertutto nei prossimi giorni, prese dopo gli ultimi attentati del 2005 per garantire la sicurezza dei turisti, perché la Giordania è un paese tranquillo che vuole rimanere tale.

Lunedì 16 settembre 2019 – Amman, Jerash, Ajloun

Partiamo per la Cittadella di Amman, dove arriviamo in una mezz’oretta di traffico caotico.

Parcheggiamo subito fuori dalla biglietteria, decidiamo di non prendere una guida, ma di affidarci solo alla nostra Lonely e iniziamo la visita del sito in autonomia. La Cittadella non è grandissima, ma per vedere tutto, senza fare le corse, forse la sola ora che ci ha lasciato Alaa non è abbastanza. Ce la facciamo bastare, ma ci limitiamo alla visita delle rovine, senza entrare nel museo. Il sito è pulito e ordinato, tutto sotto il sole che a quest’ora per fortuna non è ancora cocente, c’è qualche cartello esplicativo in inglese e arabo e la visita è piacevole. Dato che non ci porterà al Teatro Romano, ci soffermiamo un po’ sul belvedere da cui lo si vede dall’alto nella sua interezza e maestosità.

Mentre usciamo dal caos di Amman e ci dirigiamo verso nord, curiosi, iniziamo ad interrogare Alaa, e così, scopriamo che è cristiana ortodossa, divorziata, senza figli, 35 anni, originaria del nord al confine con la Siria, ma vive ad Aqaba ed ha imparato l’italiano in una scuola di Milano, dove vive e lavora uno dei suoi sette fratelli.

Ora che abbiamo parzialmente soddisfatto le nostre curiosità, possiamo scendere tranquilli a Jerash e visitare il sito archeologico di questa città, molto più grande e meglio conservato della Cittadella di Amman.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Amman
    Diari di viaggio
    giordania on the road

    Giordania on the road

    L'incanto della terra rossa. Viaggio on the road alla scoperta della GiordaniaDiario di viaggio 1° settembre - Arrivo ad...

    Diari di viaggio
    giordania on the road 6

    Giordania on the road 6

    È il deserto, una distesa di nulla più assoluto, quello che vediamo mentre l’aereo si abbassa per atterrare all’aeroporto di Amman,...

    Diari di viaggio
    giordania in febbraio

    Giordania in Febbraio

    A settembre 2019, in accordo con una coppia di amici, abbiamo deciso di organizzare una decina di giorni da trascorrere non lontano...

    Diari di viaggio
    vacanze di natale in giordania

    Vacanze di Natale in Giordania

    La Giordania è un’ottima meta per le vacanze invernali perché, nonostante le non troppe ore di luce, permette di visitarla quasi...

    Diari di viaggio
    giordania classica di o quasi

    Giordania classica di o quasi

    Domenica 15 settembre 2019 – In viaggio Ci aspetta una lunga giornata: anche se le ore volo in sè non sono tante, le coincidenze non...

    Diari di viaggio
    giordania 2019

    Giordania 2019

    30/8/2019 - venerdì Ore 12 prendiamo l'autostrada per l'aeroporto, oggi è molto affollata e impieghiamo più di un ora per raggiungere...

    Diari di viaggio
    giordania zaino in spalla

    Giordania zaino in spalla

    La mia filosofia di viaggiatore mi porta a stare a contatto con la gente del posto, mangiare dove mangiano i "locali" e prendere mezzi di...

    Diari di viaggio
    nel paese delle meraviglie

    Nel Paese delle Meraviglie

    Dopo varie vacanze in giro per l'Italia io e la mia ragazza decidiamo di realizzare uno dei viaggi che sogniamo di fare da tempo: vedere...

    Diari di viaggio
    medio oriente fai da te: i contrasti di israele e le bellezze della giordania

    Medio Oriente fai da te: i contrasti di Israele e le bellezze della Giordania

    Introduzione Questo racconto sarà così organizzato: all'inizio raccoglierò una serie di consigli utili per coloro che vogliono...

    Diari di viaggio
    giordania in pillole

    Giordania in pillole

    Ed anche quest'anno è arrivato il mio compleanno...e anche quest'anno posso scegliere un viaggio... e allora Giordania sia! ma se il tuo...