Giappone, viaggio nella terra dei samurai

Da Tokyo a Kyoto a Hiroshima
 
Partenza il: 10/04/2019
Ritorno il: 24/04/2019
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

Mercoledì 10 aprile e giovedì 11 aprile: Venezia-Tokyo

Partenza mercoledì 10 aprile da Venezia con volo Swiss e arrivo all’aeroporto di Narita 7.50 del mattino seguente. Dopo il ritiro bagagli e le formalità di dogana, scendiamo al piano B1F alla stazione dei treni per attivare il Japan Rail Pass per il 14 aprile, prenotare i treni e fare la Suica, consigliatissima, da 5000 yen al JR East Travel Service Center. Risaliamo poi al piano 1F e fuori dall’aeroporto prendiamo alla fermata 31 il bus della Be-Transse per Tokyo Station 1000 yen e da qui la metro (prima di partire avevo qualche titubanza poi si è rilevata di una semplicità quasi disarmante) per il Rose Garden Hotel. In attesa di avere la camera raggiungiamo a piedi in 10’ circa il Metropolitan Government Building, l’ingresso è gratuito e si può ammirare Tokyo dal 43° piano e mangiamo qualcosa nei dintorni. Dopo essere rientrati in hotel e aver preso possesso della stanza per un veloce rinfresco, ripartiamo alla volta di Kabukichō il quartiere a luci rosse, segnalato da un arco con lampadine rosse, per poi proseguire verso il Golden Gai con le sue casette basse e locali particolari. Ceniamo nei dintorni e finalmente ci buttiamo a letto esausti.

Venerdì 12 aprile: Shibuya

Alle 9.00 prendiamo la metro e ci dirigiamo verso Shibuya 170 yen, prendiamo l’uscita 6 e subito fuori incontriamo la statua del famoso cane Hachikō vicino all’incrocio più affollato al mondo. Il quartiere è molto vivace, ricco di negozi di abbigliamento, locali notturni, pub, club, izakaya (una sorta di tapas giapponesi) e love hotel. Ci incammino verso la via del Center Gai per poi proseguire sulla Spain-Zaka e sulla Koen-Dori per poi raggiungere Yoyogi Park dove si può ammirare i giardini Meiji 500 yen, dove un gigantesco torii fa capire che si sta entrando in un’area sacra. Lungo il viale principale dei giardini si possono ammirare delle grosse botti di sakè e vino, donate al santuario, all’ingresso di quest’ultimo notiamo dei grandi lavatoi dove la gente si sciacqua le mani prima di entrare nella struttura, non possiamo non fare anche noi questo rito. Uscendo dal parco si nota una via particolarmente affollata, la scritta sull’arco posto all’ingresso dice “Takeshita Street” è un vicolo lungo circa 400 m e piuttosto stretto, frequentato da gente giovane e vestita in modo stravagante, diamo inizio allo shopping per i regali.

Sabato 13 aprile: Sensō-ji – Parco Ueno Koen

Alle ore 8.36 solita metro posta subito a fianco dell’hotel e raggiungiamo la Asakusa Station 240 yen circa 40’. Uscendo alla porta 2 ci si trova in Kaminari mon Steet, dopo 150 metri si gira a destra sulla Nakamise Street una bellissima via commerciale dove c’è il Kaminari mon il portale rosso simbolo di Asakusa e dell’intera città di Tokyo, poco dopo la seconda porta del tempio, Hozomon Gate Souvenir, yukata, ventagli e svariati snack locali vengono venduti in questo viale, che porta al Sensō-ji, il tempio più antico della città e uno dei più importanti. Ritorniamo verso Asakusa Station dove riprendiamo la metro per Ueno 170 yen in circa 5’ con uscite 7 o 9 raggiungiamo il parco Ueno koen che ospita alcuni templi piuttosto belli come il Kanei-ji, il Kyomizu Kannon, il Ueno Toshogu Shirine 500 yen e il vicino Bentendo, su un’isoletta nel lago a sud, nella zona dove durante l’hanami compaiono bancarelle e piccoli ristoranti di street-food. Però la prima cosa che vediamo è lo Zoo 600 yen con moltissimi animali tra cui il panda gigante e l’orso bianco. La vivacissima zona commerciale di Ameyoko a mio parere non merita una visita per perdersi fra i negozietti, le bancarelle e la folla che si accalca in spazi stretti, tant’è che dopo pochi metri siamo ritornati indietro e rientrati in hotel.

Domenica 14 aprile: Kamakura

Oggi partiamo alla scoperta di Kamakura antica capitale di Tokyo che ne conserva tutta l’antico fascino. Alle 6.45 prendiamo la metro fino a Tokyo Station 200 yen da qui, (iniziando a sfruttare il JPR) il treno JR Yokosuka Line verso Kita-Kamakura con arrivo alle 8.36. Dopo una passeggiata di 15’ troviamo il tempio Engaku-ji 300 yen e poco dopo il Kencho-ji 500 yen. Proseguendo verso si incontra il Tsurugaoka Hachiman-gū, il più bello di Kamakura, un’oretta circa per girarlo tutto. Dopo pranzo raggiungiamo la stazione di Kamakura e dalla Kamakuraekihi Bus Stop prendiamo l’autobus (6 fermate 9’) 195 yen verso Hase Station, basta seguire la gente e si arriva al cospetto del grande Buddha 220 yen e poi a piedi in 15’ raggiungiamo Hasedera 300 yen. Verso le 16.00 rientriamo in hotel con arrivo verso le 19.30.

Lunedì 15 aprile: Nikkō

Sveglia all’alba e verso le ore 5.30 prendiamo la metro per Tokyo Station 200 yen da qui alle 6.20 lo Shinkansen Yamabiko per Utsunomiya e successivamente il treno JR Nikkō Line per Nikkō 5580 yen con arrivo alle 8.30. Dopo una veloce colazione prendiamo l’autobus per raggiungere il primo tempio di giornata il Rinnōji 900 yen, considerato il più importante della città. L’edificio principale, il Sanbutsudō o tempio dei 3 Buddha, è ricoperto da ponteggi e impalcature per via dei lavori di ristrutturazione, che si dovrebbero concludere entro l’anno. È comunque possibile accedere e ammirare le tre famose statue ricoperte di foglie d’oro: Amida, Senju-Kannon (dalle mille braccia) e Batō-Kannon (dalla testa di cavallo). Il secondo complesso che vediamo è quello di Tōshōgū Shrine 1300 yen che ospita circa una dozzina di edifici finemente decorati con foglie d’oro, intagli e dipinti, che rendono questo luogo unico nel suo genere in Giappone. All’ingresso dell’area si nota subito la spettacolare pagoda di 5 piani di colore rosso intenso. usciti dal santuario seguiamo il percorso in direzione del mausoleo di Tokugawa Ieyasu. Passo la porta con la famosa incisione del gatto dormiente, simbolo di pace, e salgo lungo la ripida scalinata in mezzo al bosco. In cima alla salita c’è un’area ristoro con un distributore automatico di bevande, fra le quali il the verde freddo, dal sapore particolarmente amaro ma dissetante, così avevo letto ma non mi è particolarmente piaciuto. Torni verso il paese seguendo un percorso ad anello che passa per il Santuario Futarasan e il Tempio Taiyu-In che vediamo solo esternamente, riprendiamo l’autobus per il rientro in stazione con una breve fermata per ammirare il ponte Shinkyō. Verso le 16.30 riprendiamo il treno con arrivo in hotel verso le 19.00. Prima cosa che facciamo è quella di delegare la reception alla spedizione delle valigie a Kyoto 1920 yen l’una.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Giappone
    Diari di viaggio
    giappone, terra di contrasti

    Giappone, terra di contrasti

    Non potevamo che decidere di esplorare questo paese straordinario con il suo mezzo più veloce ed efficiente: il treno. Possiamo...

    Diari di viaggio
    da dotombori a osaka castle, per vivere le due facce di osaka

    Da Dotombori a Osaka Castle, per vivere le due facce di Osaka

    La città di Osaka è un mix di trambusto e quiete che si alterna piacevolmente lasciando in bocca il dolce sapore di una città che,...

    Diari di viaggio
    più cervi o persone? questo il dubbio che rimane visitando la città giapponese di nara

    Più cervi o persone? Questo il dubbio che rimane visitando la città giapponese di Nara

    Quando ho deciso di visitare Nara devo ammettere che il mio obbiettivo principale era incontrare quella che consideravo la vera attrazione...

    Diari di viaggio
    fushimi inari, un sogno giapponese tra fortuna e natura

    Fushimi Inari, un sogno giapponese tra fortuna e natura

    Quando immaginavo il mio viaggio in Giappone gli obbiettivi sono sempre stati due: uno l'arcipelago di Okinawa, e l'altro il tempio dai...

    Diari di viaggio
    va dove ti portano i pokemon!

    Va dove ti portano i Pokemon!

    Si può fare un regalo alternativo al proprio figlio Oscar di soli 9 anni per la sua comunione? Certamente basta essere una madre atipica e...

    Diari di viaggio
    giappone: un viaggio di nozze strepitoso!

    GIAPPONE: un viaggio di nozze strepitoso!

    Da tempo ci sarebbe piaciuto visitare il Giappone. Dopo aver letto qui su Turisti per caso la recensione di SandraG1974 “Stupefacente e...

    Diari di viaggio
    i colori dell'autunno in giappone, viaggio di 3 settimane di con auto e treno

    I colori dell’autunno in Giappone, viaggio di 3 settimane di con auto e treno

    Viaggio di nozze di tre settimane in Giappone, una full-immersion nipponica che ti cambia dentro (al rientro in Italia, ci inchinavamo per...

    Diari di viaggio
    tre settimane in giappone self made spendendo poco

    Tre settimane in giappone self made spendendo poco

    Sfatiamo il mito che il Giappone è carissimo! Dipende da come ci si approccia, se si va con l’agenzia turistica certo i prezzi salgono,...

    Diari di viaggio
    giappone, viaggio nella terra dei samurai

    Giappone, viaggio nella terra dei samurai

    Mercoledì 10 aprile e giovedì 11 aprile: Venezia-Tokyo Partenza mercoledì 10 aprile da Venezia con volo Swiss e arrivo all’aeroporto...

    Diari di viaggio
    da tokyo a hiroshima, prima volta nel sol levante

    Da Tokyo a Hiroshima, Prima volta nel Sol Levante

    Dopo aver letto tantissimo di cose giapponesi tra libri, giornali, diari di viaggio e siti internet, dopo aver collezionato libri,...