Giappone con di o senza bambini

Consigli pratici per un viaggio in estremo oriente
 
Partenza il: 12/04/2014
Ritorno il: 24/05/2014
Viaggiatori: 3
Spesa: 2000 €

Giappone con (o senza) bambini: consigli pratici

Dopo qualche anno, l’arrivo di una meravigliosa bimba e qualche altro viaggio, rieccomi scrivere su turistipercaso. Non per raccontare diari di viaggio, emozioni, esperienze o sensazioni provate, ma semplicemente per dare dei consigli pratici validi per chiunque e, in particolare, per chi viaggia con bambini piccoli. Sappiamo bene che viaggiare con bambini al seguito è molto più faticoso, anche mentalmente, per le preoccupazioni che inevitabilmente ti assalgono soprattutto per quanto riguarda eventuali problemi di salute dei bimbi, però non abbiamo voluto rinunciarci. Maya ha 4 anni, è al suo sesto viaggio all’estero, di cui tre intercontinentali, le piace viaggiare e siamo sicuri che continuare a farlo non potrà che far bene al suo sviluppo come persona.

La meta stavolta è il Giappone. Saremmo dovuti andarci nel 2011 ma fortunatamente poi cambiammo idea. Fortunatamente perché poi la data del viaggio sarebbe coincisa con il disastro di Fukushima. Sfatiamo prima di tutto un mito: il Giappone non è una meta cara. Non più di quanto lo sia viaggiare in Italia, per cui se si riesce a trovare una buona offerta per il volo il più è fatto. I giapponesi difficilmente parlano inglese e spesso i pochi che ci provano sono incomprensibili. Ma sono gentilissimi e si fanno in quattro per farsi capire e aiutarti. Tanto per intenderci, non è che capita tutti i giorni di chiedere informazioni a dei poliziotti e che questi invece di indicarti la strada ti accompagnino portandoti pure le valigie.

VOLI

Generalmente si trovano buone offerte con Aeroflot, partenze da Roma e Milano con scalo a Mosca. Noi abbiamo approfittato di una delle offerte Alitalia: 570€ a testa da Cagliari, volo diretto Roma-Tokyo. L’aereo è un po’ vecchiotto (Boeing 777-200) e i posti in economy davvero troppo stretti. Comunque su Sky Scanner trovate tutti i prezzi, ovviamente l’accorgimento è sempre quello di prenotare qualche mese prima.

ASSICURAZIONE VIAGGIO E MEDICINALI

Obbligatoria! L’assistenza sanitaria in Giappone è cara e trovare medici parlanti inglese non semplice. Consiglio: portatevi quante più medicine possibili, soprattutto per i bimbi, trovarle lì è un’impresa, anche perché le farmacie sono poche, nascoste e ovviamente l’inglese è un optional. Ricordatevi che se vi portate aerosol o altri apparecchi elettrici dovete verificare che supportino il doppio voltaggio (la corrente è 100v) altrimenti non funzionano.

ALLOGGIO

Per chi viaggia con bambini l’ideale sono gli aparthotel. Soprattutto in un posto come il Giappone dove il cibo è particolare e dove potete quindi cucinare in stanza per loro. Abbiamo alloggiato in due aparthotel diversi a Tokyo: il Tokyu Stay Shibuya e il Citadines Shinjuku, entrambi soddisfacenti, il secondo eccezionale e con un ottimo rapporto qualità prezzo. A Kyoto non abbiamo trovato aparthotel e abbiamo alloggiato all’Hotel Gimmond, soddisfacente anch’esso. Prenotazioni tutte effettuate con Booking.com con qualche mese di anticipo, anche perché il periodo del viaggio, aprile, è molto gettonato sia da stranieri che soprattutto da giapponesi.

CIBO

In Giappone il cibo è spettacolare e, udite udite, economico. Sushi, Soba, Ramen ecc. sono dappertutto di ottima qualità. L’acqua e il tè verde sono gratuiti nei ristoranti e e la birra (ottima) costa poco anch’essa. I dolci sono ottimi, le crepes giapponesi goduriose (provatele in Takeshita Dori) e trovate sempre qualche snack appetitoso da mangiare per strada. Da non perdere poi Takoyaki (palline di pastella con dentro tentacoli di polpo) e Okonomiyaki (una specie di pancake fatto in mille modi diversi, letteralmente ciò che vuoi alla griglia). Le ostriche di Hiroshima valgono lo stesso un assaggio. Per i bambini ci sono Mc Donald’s o catene simili (MOS Burger), pizze e gelati quasi dappertutto e vari ristoranti italiani. Chi, come noi, ha una figlia allergica alle novità culinarie può comprare pasta italiana nei vari supermarket (anche il parmigiano) o portarsela da casa e cucinare in hotel (se avete la cucina). Si trova la nutella e del prosciutto a fette, per cui per i pranzi dei più piccoli mentre si è in giro si può optare per dei panini. Nei supermercati trovate sushi o altri piatti preconfezionati da mangiare in treno nei lunghi spostamenti o nei parchi per un piacevole picnic primaverile. Il latte lo trovate nel banco frigo dei supermercati.

SPOSTAMENTI

Ero molto curioso di provare i treni giapponesi e, ahimè, rispetto ai nostri non c’è storia. Pulitissimi, puntualissimi, frequentissimi anche nelle ore di punta, ma non è tutto. La gente, a differenza dell’italiano medio, è educata e anche questo fa la differenza: non sporca i treni, non sbraita al telefono, rispetta la fila per entrare ecc… insomma, un senso civico che noi purtroppo ci scordiamo. Il Japan Rail Pass è un’ottima soluzione per chi vuole spostarsi da una città all’altra: quello per sette giorni costa quanto un Tokyo-Kyoto a/r. Ricordarsi che va acquistato prima di partire dall’Italia e ritirato una volta arrivati in Giappone, in aeroporto o in qualche stazione JR. Le carrozze sono suddivise in posti riservati e non, la prenotazione dei posti, essenziale se si viaggia in certi periodi, va fatta negli appositi centri prenotazione nelle stazioni, li riconoscete dal simboletto verde. Sul sito hyperdia.com trovate tutti gli orari dei treni. Scaricatevi anche la app gratuita Japan Train.

Tokyo è attraversata da numerose linee della metropolitana più una caterva di linee ferroviarie cittadine. Essendo di diversi operatori vi conviene fare il biglietto giornaliero integrato oppure la tessera Suica, sia per una convenienza economica che di tempo. Vi evita infatti di dover fare ogni volta il biglietto alle macchinette. Fare il biglietto alle macchinette è la prima volta un po’ complicato, ma una volta imparato il meccanismo diventa una sciocchezza. Attenzione: non fate un biglietto della metropolitana per il giorno dopo, infatti vale solo per il giorno di emissione.

A Kyoto ci si sposta in metropolitana o bus, questi ultimi meglio per raggiungere i templi. Anche qui potete fare i biglietti giornalieri che convengono. In stazione a Kyoto ci sono punti informazione turistici dove potete avere una mappa dei bus molto ben fatta, essenziale per capire le varie linee da prendere per i templi. A Hiroshima, per andare al museo della bomba o a Miyajima potete prendere il tram o il treno JR.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Giappone
    Diari di viaggio
    giappone, terra di contrasti

    Giappone, terra di contrasti

    Non potevamo che decidere di esplorare questo paese straordinario con il suo mezzo più veloce ed efficiente: il treno. Possiamo...

    Diari di viaggio
    da dotombori a osaka castle, per vivere le due facce di osaka

    Da Dotombori a Osaka Castle, per vivere le due facce di Osaka

    La città di Osaka è un mix di trambusto e quiete che si alterna piacevolmente lasciando in bocca il dolce sapore di una città che,...

    Diari di viaggio
    più cervi o persone? questo il dubbio che rimane visitando la città giapponese di nara

    Più cervi o persone? Questo il dubbio che rimane visitando la città giapponese di Nara

    Quando ho deciso di visitare Nara devo ammettere che il mio obbiettivo principale era incontrare quella che consideravo la vera attrazione...

    Diari di viaggio
    fushimi inari, un sogno giapponese tra fortuna e natura

    Fushimi Inari, un sogno giapponese tra fortuna e natura

    Quando immaginavo il mio viaggio in Giappone gli obbiettivi sono sempre stati due: uno l'arcipelago di Okinawa, e l'altro il tempio dai...

    Diari di viaggio
    va dove ti portano i pokemon!

    Va dove ti portano i Pokemon!

    Si può fare un regalo alternativo al proprio figlio Oscar di soli 9 anni per la sua comunione? Certamente basta essere una madre atipica e...

    Diari di viaggio
    giappone: un viaggio di nozze strepitoso!

    GIAPPONE: un viaggio di nozze strepitoso!

    Da tempo ci sarebbe piaciuto visitare il Giappone. Dopo aver letto qui su Turisti per caso la recensione di SandraG1974 “Stupefacente e...

    Diari di viaggio
    i colori dell'autunno in giappone, viaggio di 3 settimane di con auto e treno

    I colori dell’autunno in Giappone, viaggio di 3 settimane di con auto e treno

    Viaggio di nozze di tre settimane in Giappone, una full-immersion nipponica che ti cambia dentro (al rientro in Italia, ci inchinavamo per...

    Diari di viaggio
    tre settimane in giappone self made spendendo poco

    Tre settimane in giappone self made spendendo poco

    Sfatiamo il mito che il Giappone è carissimo! Dipende da come ci si approccia, se si va con l’agenzia turistica certo i prezzi salgono,...

    Diari di viaggio
    giappone, viaggio nella terra dei samurai

    Giappone, viaggio nella terra dei samurai

    Mercoledì 10 aprile e giovedì 11 aprile: Venezia-Tokyo Partenza mercoledì 10 aprile da Venezia con volo Swiss e arrivo all’aeroporto...

    Diari di viaggio
    da tokyo a hiroshima, prima volta nel sol levante

    Da Tokyo a Hiroshima, Prima volta nel Sol Levante

    Dopo aver letto tantissimo di cose giapponesi tra libri, giornali, diari di viaggio e siti internet, dopo aver collezionato libri,...